logo

Dannazione, mia suocera si è ammalata e ora sembra che tutti calunnieranno a casa (((Trovato un articolo.
Svetla Babylonian
Ginecologo, dipendente del Dipartimento di Farmacologia Clinica, Università statale dentale medica di Mosca, Ph.D..

La durata di un raffreddore va da alcuni giorni a diverse settimane. L'infezione ARI si verifica quando si inalano goccioline di espettorato contenenti virus che entrano nell'aria dai malati quando si tossisce, starnutisce e parla.

Nel corpo umano, i virus si moltiplicano rapidamente nella mucosa del tratto respiratorio superiore. Ogni tipo di virus ARI ha una "tendenza" a uno specifico tratto respiratorio superiore. Ad esempio, il virus della parainfluenza - alla mucosa dei passaggi nasali e alla laringe, ai rinovirus - principalmente alla mucosa dei passaggi nasali. Di conseguenza, i pazienti sviluppano gonfiore, infiammazione delle mucose del tratto respiratorio colpite dall'infezione. Da lì, i virus entrano nel flusso sanguigno e si diffondono a vari organi..

La suscettibilità alle infezioni respiratorie acute nelle madri che allattano è molto alta: i loro organi respiratori lavorano costantemente con un carico elevato, poiché la produzione di latte richiede grandi costi energetici e una grande quantità di ossigeno.

Dalla penetrazione del virus nel tratto respiratorio superiore allo sviluppo della malattia, passa in media da 1 a 3 giorni.

I principali sintomi di tutti i tipi di raffreddore sono febbre, naso che cola, starnuti, congestione nasale, mal di gola, tosse.

Di norma, il decorso delle infezioni respiratorie acute non è grave e breve (da 3 a 10 giorni). Tuttavia, queste malattie (in particolare l'influenza) sono pericolose per le loro complicanze. Esacerbano le malattie croniche, tra cui focolai "silenziosi" di infezione. Pertanto, il trattamento non deve essere trascurato se si verificano infezioni respiratorie acute, anche se la malattia è facilmente tollerata..

Il trattamento per le infezioni respiratorie acute dovrebbe iniziare il prima possibile. Ai primi segni della malattia, è necessario consultare un medico che può raccomandare una terapia appropriata. A casa, una madre malata deve indossare una maschera usa e getta, che deve essere cambiata ogni 2 ore. L'allattamento al seno non deve essere interrotto quando si verifica l'ARI, ad eccezione dei casi di prescrizione di farmaci incompatibili con l'allattamento.

Ad oggi, non è stato creato alcun farmaco efficace contro l'infezione virale del tratto respiratorio superiore. Farmaci come REMANTADIN, RIBOVIRIN, ARBIDOL, che sopprimono la riproduzione di quasi tutti i virus, sono efficaci solo come profilassi o nelle prime ore della malattia. Ma hanno effetti collaterali che possono verificarsi in un bambino: interrompere il tratto gastrointestinale, causando dolore addominale e feci molli; aumentare l'eccitabilità nervosa; un'eruzione allergica può verificarsi sulla pelle. E quando si utilizza IMMUNAL, un complesso farmaco omeopatico AFLUBIN, sono possibili reazioni allergiche nelle briciole.

I medici non raccomandano alle madri che allattano di usare questi farmaci. Tuttavia, durante le infezioni respiratorie acute, a scopo di prevenzione o trattamento, possono instillare GRIPPFERON (interferone umano ricombinante alfa-2b ottenuto mediante ingegneria genetica [1]) nei passaggi nasali, che non ha controindicazioni e non produce effetti collaterali.

Inoltre, le supposte VIFERON, che sono un complesso di interferone umano alfa-2b ricombinante in combinazione con tocoferolo acetato (vitamina E) e acido ascorbico, possono essere utilizzate nel trattamento delle donne che allattano.

Va ricordato che con un'infezione virale, l'uso di antibiotici non è giustificato. I farmaci antibatterici non agiscono sui virus, pertanto viene eseguita una terapia sintomatica volta a ridurre l'intossicazione e ad aumentare le difese dell'organismo. Naturalmente, in alcuni casi, il medico può sospettare una complicazione batterica, come mal di gola o polmonite, e prescrivere un antibiotico combinato con l'allattamento al seno (il medico deve chiarire queste informazioni). Se è necessario prescrivere un agente antibatterico specifico non compatibile con l'allattamento al seno, durante il trattamento l'allattamento deve essere interrotto e il latte deve essere espresso a mano o con un tiralatte e versato.

La terapia sintomatica prevede l'appuntamento di molta bevanda calda. Questa è una misura importante che impedisce l'essiccazione delle mucose del naso e della gola e aiuta a fluidificare l'espettorato, la sudorazione e ridurre il livello di intossicazione..

Va ricordato che la febbre con il raffreddore è un importante meccanismo protettivo. È dalla reazione di temperatura che il medico sarà in grado di diagnosticare tempestivamente lo sviluppo di una complicazione batterica delle infezioni respiratorie acute e l'uso incontrollato di farmaci antipiretici può distorcere il quadro. Il modo più sicuro per ridurre la temperatura elevata (sopra i 38,5 gradi C) nelle madri che allattano è il PARACETAMOLO [2], che dovrebbe essere prescritto da uno specialista. Rimedi freddi popolari come TERAFLU, KOLDREX, FERVEX, ecc. Non sono raccomandati per le donne che allattano, perché il loro effetto su questo gruppo di persone non è stato completamente studiato.

Per ridurre la tosse, vengono prescritti espettoranti che diluiscono l'espettorato, ad esempio AMBROXOL (LAZOLVAN), che consente di eliminare i bronchi e ripristinarne la funzione. I farmaci il cui principio attivo principale è la bromexina, sono controindicati per le donne in allattamento e in gravidanza.

Quando tossiscono, le donne che allattano saranno aiutate da preparati a base di erbe a base di radice di liquirizia, anice, edera, timo, timo, piantaggine e altri componenti vegetali che contribuiscono allo scarico dell'espettorato dai bronchi, come BREAST ELIXIR (prendere 20-40 gocce più volte al giorno), GEDELIX, TUSSAMAG, BRONCHIKUM, MEDICO IOM.

Con il naso che cola, possono essere utili gocce di vasocostrittore che facilitano la respirazione nasale: Naphazoline (Naphthysine), Xylomethazoline (Galazolin), Tetrisoline (Tizine), Oximetazoline (Nazivin). Puoi usarli non più di 3-5 giorni. Sarà utile una preparazione a base di erbe: gocce di olio di PINOSOL, che hanno effetti antinfiammatori e antimicrobici.

Con un naso che cola, per idratare la mucosa nasale, puoi usare AQUAMARIS, spray SALIN, preparati sulla base di acqua di mare. Questi farmaci assottigliano il muco, migliorandone lo scarico, contribuendo alla normalizzazione del funzionamento della mucosa nasale.

Per mal di gola, è possibile utilizzare farmaci antisettici (antimicrobici) topici ESORALE (soluzione, spray), CLORGEXIDINA, IODINOLO (soluzione per gargarismi della gola), compresse per il riassorbimento di SEBIDIN, STREPSILS. Per lubrificare la mucosa della faringe, viene utilizzata una SOLUZIONE LUGOL (una soluzione acquosa di iodio di potassio).

Raffreddori nelle madri che allattano: come essere curati?

Sembrerebbe che l'ARI non sia una diagnosi così terribile, perché almeno una volta all'anno quasi ogni persona "rileva" questa infezione. Ma il raffreddore in una madre che allatta è un caso speciale. Cosa si può fare per massimizzare la sicurezza del bambino?

Svetla Babylonian
Ginecologo, dipendente del Dipartimento di Farmacologia Clinica, Università statale dentale medica di Mosca, Ph.D..

Le infezioni respiratorie acute (ARI) o, come vengono chiamate nella vita quotidiana, il raffreddore comune, sono un gruppo di malattie causate da vari virus, che colpiscono principalmente le mucose del tratto respiratorio superiore e causano intossicazione generale del corpo. Sentendo i suoi segni (mal di testa, dolori muscolari, letargia, debolezza), la madre che allatta è inorridita, perché deve essere sempre con il bambino e la cosa peggiore è infettare il bambino.

ARI per l'allattamento al seno: decorso della malattia

La durata di un raffreddore va da alcuni giorni a diverse settimane. L'infezione ARI si verifica quando si inalano goccioline di espettorato contenenti virus che entrano nell'aria dai malati quando si tossisce, starnutisce e parla.

Nel corpo umano, i virus si moltiplicano rapidamente nella mucosa del tratto respiratorio superiore. Ogni tipo di virus ARI ha una "tendenza" a uno specifico tratto respiratorio superiore. Ad esempio, il virus della parainfluenza - alla mucosa dei passaggi nasali e alla laringe, ai rinovirus - principalmente alla mucosa dei passaggi nasali.

Di conseguenza, i pazienti sviluppano gonfiore, infiammazione delle mucose del tratto respiratorio colpite dall'infezione. Da lì, i virus entrano nel flusso sanguigno e si diffondono a vari organi. La suscettibilità alle infezioni respiratorie acute nelle madri che allattano è molto alta: i loro organi respiratori lavorano costantemente con un carico elevato, poiché la produzione di latte richiede grandi costi energetici e una grande quantità di ossigeno.

Dalla penetrazione del virus nel tratto respiratorio superiore allo sviluppo della malattia, passa in media da 1 a 3 giorni. I principali sintomi di tutti i tipi di raffreddore sono febbre, naso che cola, starnuti, congestione nasale, mal di gola, tosse. Di norma, il decorso delle infezioni respiratorie acute non è grave e breve (da 3 a 10 giorni).

Tuttavia, queste malattie (in particolare l'influenza) sono pericolose per le loro complicanze. Esacerbano le malattie croniche, tra cui focolai "silenziosi" di infezione. Pertanto, il trattamento non deve essere trascurato se si verificano infezioni respiratorie acute, anche se la malattia è facilmente tollerata..

Come trattare un raffreddore per una madre che allatta?

Il trattamento delle infezioni respiratorie acute durante l'allattamento deve iniziare il prima possibile. Ai primi segni della malattia, è necessario consultare un medico che può raccomandare una terapia appropriata. A casa, una madre che allatta deve indossare una maschera monouso che deve essere cambiata ogni 2 ore..

L'allattamento al seno in caso di infezioni respiratorie acute non deve essere interrotto, tranne nei casi di prescrizione di farmaci incompatibili con l'allattamento. Ad oggi, non è stato creato alcun farmaco efficace contro l'infezione virale del tratto respiratorio superiore. Agenti come REMANTADIN, RIBOVIRIN, ARBIDOL, che sopprimono la riproduzione di quasi tutti i virus, sono efficaci solo come profilassi o nelle prime ore della malattia.

Ma hanno effetti collaterali che possono verificarsi in un bambino: interrompere il tratto gastrointestinale, causando dolore addominale e feci molli; aumentare l'eccitabilità nervosa; un'eruzione allergica può verificarsi sulla pelle. E quando si utilizza IMMUNAL, un complesso farmaco omeopatico AFLUBIN, sono possibili reazioni allergiche nelle briciole.

I medici non raccomandano alle madri che allattano di usare questi farmaci. Tuttavia, durante le infezioni respiratorie acute, a scopo di prevenzione o trattamento, possono instillare GRIPPFERON nei passaggi nasali (è l'interferone; una sostanza proteica prodotta nel corpo umano e che possiede attività antivirale, immunomodulante e antitumorale). GRIPPFERON non ha controindicazioni e non dà effetti collaterali.

Inoltre, le supposte VIFERON, che sono un complesso di interferone umano alfa-2b ricombinante in combinazione con tocoferolo acetato (vitamina E) e acido ascorbico, possono essere utilizzate nel trattamento delle donne che allattano.

Va ricordato che con un'infezione virale, l'uso di antibiotici non è giustificato. I farmaci antibatterici non agiscono sui virus, pertanto viene eseguita una terapia sintomatica volta a ridurre l'intossicazione e aumentare le difese dell'organismo.

Naturalmente, in alcuni casi, il medico può sospettare una complicazione batterica, come mal di gola o polmonite, e prescrivere un antibiotico combinato con l'allattamento al seno (il medico deve chiarire queste informazioni).

Se è necessario prescrivere un agente antibatterico specifico non compatibile con l'allattamento al seno, durante il trattamento l'allattamento deve essere interrotto e il latte deve essere espresso a mano o con un tiralatte e versato.

La terapia sintomatica prevede l'appuntamento di molta bevanda calda. Questa è una misura importante che impedisce l'essiccazione delle mucose del naso e della gola e aiuta a fluidificare l'espettorato, la sudorazione e ridurre il livello di intossicazione..

Va ricordato che la febbre con il raffreddore è un importante meccanismo protettivo. È in base alla reazione di temperatura che il medico sarà in grado di diagnosticare tempestivamente lo sviluppo di una complicazione batterica delle infezioni respiratorie acute e l'uso incontrollato di farmaci antipiretici può distorcere il quadro.

Il modo più sicuro per ridurre le alte temperature (sopra i 38,5 gradi C) nelle madri che allattano è il PARACETAMOLO, che dovrebbe essere prescritto da uno specialista. Rimedi freddi popolari come TERAFLU, KOLDREX, FERVEX, ecc. Non sono raccomandati per le donne che allattano, perché il loro effetto su questo gruppo di persone non è stato completamente studiato.

Per ridurre la tosse, vengono prescritti espettoranti che diluiscono l'espettorato, ad esempio AMBROXOL (LAZOLVAN), che consente di eliminare i bronchi e ripristinarne la funzione. I farmaci il cui principio attivo principale è la bromexina, sono controindicati per le donne in allattamento e in gravidanza.

Quando tossiscono, le donne che allattano saranno aiutate da preparati a base di erbe a base di radice di liquirizia, anice, edera, timo, timo, piantaggine e altri componenti vegetali che contribuiscono allo scarico dell'espettorato dai bronchi, come BREAST ELIXIR (prendere 20-40 gocce più volte al giorno), GEDELIX, TUSSAMAG, BRONCHIKUM, MEDICO IOM. Con il naso che cola, possono essere utili gocce di vasocostrittore che facilitano la respirazione nasale: Naphazoline (Naphthysine), Xylomethazoline (Galazolin), Tetrisoline (Tizine), Oximetazoline (Nazivin). Puoi usarli non più di 3-5 giorni.

Sarà utile una preparazione a base di erbe: gocce di olio di PINOSOL, che hanno effetti antinfiammatori e antimicrobici. Con un naso che cola, per idratare la mucosa nasale, puoi usare AQUAMARIS, spray SALIN, preparati sulla base di acqua di mare.

Questi farmaci assottigliano il muco, migliorandone lo scarico, contribuendo alla normalizzazione del funzionamento della mucosa nasale. Per mal di gola, è possibile utilizzare farmaci antisettici (antimicrobici) topici ESORALE (soluzione, spray), CLORGEXIDINA, IODINOLO (soluzione per gargarismi della gola), compresse per il riassorbimento di SEBIDIN, STREPSILS. Per lubrificare la mucosa della faringe, viene utilizzata una SOLUZIONE LUGOL (una soluzione acquosa di iodio di potassio).

SARS per l'allattamento al seno: come essere curati da una madre che allatta

La malattia di ARVI è un problema comune nella vita quotidiana di ogni persona, specialmente durante la bassa stagione, quando c'è malessere, naso che cola e mal di gola, che è spesso accompagnato da un aumento della temperatura. Alcune donne non attribuiscono particolare importanza a tali sintomi e talvolta soffrono persino di raffreddore alle gambe, continuando uno stile di vita attivo e un'attività lavorativa. Ma con l'allattamento al seno, il trattamento dell'ARVI diventa il problema numero uno, perché in nessun caso puoi infettare un bambino. In questo caso, una giovane madre ha molte domande sull'alimentazione del suo bambino o sui farmaci consentiti durante l'allattamento.

Posso allattare con ARVI?

Per molto tempo i principali pediatri hanno risposto a questa domanda: non è necessario smettere di nutrire un bambino con il raffreddore. Ciò è dovuto al fatto che una malattia virale viene trasmessa solo da goccioline trasportate dall'aria, ovvero solo alcune particelle del virus che non sono in grado di infettare il bambino entrano nel latte materno, anzi, al contrario, rafforzano ulteriormente l'immunità del bambino. Ma baciare un bambino, starnutire e tossire in sua presenza durante questo periodo non vale la pena, quindi aumenta il rischio di ottenere germi dalla mucosa della madre al bambino. Anche nei casi in cui il bambino è ancora malato o ha preso l'infezione prima, non vale la pena smettere di nutrirsi, il latte materno stesso è un medicinale per il bambino per tutte le malattie, non puoi immaginare un trattamento migliore.

Come sta ARVI

Il processo di infezione da SARS durante l'allattamento si verifica anche in una persona normale: è sufficiente che una donna che allatta visiti luoghi affollati in cui una persona infetta può tossire e starnutire o avere uno stretto contatto con il paziente, poiché l'infezione viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria. Si ritiene che per una madre che allatta sia più facile ammalarsi, perché i suoi organi respiratori funzionano in modo più efficiente rispetto a una donna normale. Immunità indebolita, frequente mancanza di sonno, malessere generale e stress fanno il loro lavoro; fino a poco tempo fa, una mamma sana inizia a sentire i primi segni della malattia: naso che cola, tosse o mal di gola. Di norma, questa condizione è avvertita da 5 giorni a una settimana.

Cosa fare per non infettare un bambino?

Il fatto che una malattia catarrale non venga trasmessa con il latte materno non significa che il bambino non abbia alcuna possibilità di contrarre l'infezione. Con il contatto costante della madre e del bambino malati, una maschera protettiva non aiuterà, e per non infettare il neonato, vale la pena osservare alcune regole:

  • il metodo più efficace è l'isolamento dei malati, ma se è la madre, nei primi mesi di vita del bambino questo è impossibile;
  • il sonno del bambino e della madre infetta dovrebbe essere sicuramente separato, è meglio mettere il bambino a dormire in una stanza separata o almeno nella sua culla;
  • tutto ciò che il bambino tocca deve essere accuratamente elaborato e lavato: sterilizzare i capezzoli e le bottiglie, dar loro da mangiare da piatti separati, lavare i vestiti separatamente dall'adulto, lavare periodicamente i giocattoli;
  • in assenza di un bambino nella stanza, è necessario ventilare la stanza, monitorare la temperatura e l'umidità;
  • in caso di malattia della madre, non smettere di camminare con il bambino per strada, papà o nonna possono camminare con il bambino anche con tempo nuvoloso, l'aria umida è utile anche per il bambino;
  • pulire periodicamente la polvere nei luoghi in cui il bambino trascorre la maggior parte del tempo;
  • non è necessario avvolgere il bambino, è necessario vestire il bambino come se stessi, in modo che sia comodo, ma non caldo;
  • se possibile, escludere la permanenza in luoghi pubblici durante un periodo di ondata di malattie e di non chiamare gli ospiti se qualcuno è ammalato in casa;
  • usa una benda di garza e non solo malata, ma anche per tutti i membri della famiglia;
  • la quarzatura o la distribuzione di oli aromatici, ad esempio le conifere, nonché l'odore di cipolle e aglio, aiuteranno a uccidere i germi;
  • vale la pena monitorare la toilette igienica del bambino e dei genitori, lavandosi le mani e il viso più spesso;
  • È meglio sostituire l'acqua potabile normale durante il periodo di malattia con bevande alla frutta o bevande con additivi utili - rosa selvatica, miele, limone o zenzero;
  • durante il periodo dell'epidemia, si consiglia di utilizzare farmaci per aumentare l'immunità, quindi prima di camminare la mamma può usare l'unguento ossolinico;
  • è necessario monitorare costantemente la salute del bambino, se appare un naso che cola, adottare immediatamente le misure appropriate.

Raccomandazioni di trattamento

Molte madri, anche durante la gravidanza, provano a fare scorta di farmaci raccomandati anche per l'allattamento, ma la SARS potrebbe non essere trovata in questo momento e al momento giusto non ci saranno fondi provati a casa. In questo caso, quando compaiono i primi sintomi, è necessario chiamare immediatamente un medico: il terapista ti dirà come trattare una malattia fredda con l'allattamento. Un trattamento tempestivo aiuterà a non ferire ancora di più ed evitare possibili complicazioni. Oltre a prendere i farmaci, vale la pena seguire le raccomandazioni generalmente accettate:

  • aderire al riposo a letto, se le infezioni respiratorie acute con Gua sono state colte di sorpresa;
  • bere più liquidi, meglio caldo - consigliato sia per raffreddori che per influenza, bere molti liquidi allevia le tossine e i batteri in eccesso nel corpo;
  • Prima di assumere farmaci, puoi provare a sbarazzarti della malattia da solo: brodo di pollo, agrumi, tè con miele, bevande alla frutta;
  • non mangiare con la forza, se non hai voglia di mangiare, puoi rifiutare di pranzare o sostituirlo con una bevanda calda in modo che la mancanza di cibo non influisca sul latte.

Medicinali per ARVI

Le regole generali per le infezioni virali respiratorie acute dovrebbero certamente essere osservate, ma sono molto più efficaci in combinazione con l'assunzione di farmaci. Durante l'esame, il medico deve prescrivere non solo agenti antivirali consentiti durante l'allattamento, ma anche farmaci diretti, ad esempio per un raffreddore.

Una prescrizione con antibiotici sarà errata, per il raffreddore non vengono utilizzati, solo in casi eccezionali, individualmente e con evidenti complicazioni: bronchite o polmonite.

Di solito, durante l'allattamento, una mamma dovrebbe avere un elenco di farmaci per il trattamento delle infezioni virali respiratorie acute - dal comune raffreddore, farmaci antipiretici, farmaci antivirali e medicinali che aiutano ad alleviare il mal di gola.

Farmaci antivirali

Un agente antivirale è il primo medicinale che una madre che allatta dovrebbe assumere quando non si sente bene, allevia i sintomi del raffreddore e impedisce che l'infezione si diffonda ulteriormente. La scelta di tali fondi dovrebbe essere affrontata in modo molto responsabile, perché quando vengono assunti, l'alimentazione non si interrompe, il che significa che anche i componenti dei farmaci arriveranno al bambino. Pertanto, nell'annotazione al farmaco deve essere menzionato che è consentito bere durante la gravidanza e l'allattamento. È vietato l'uso presso Guardie Arbidol, Remantadin. Strumenti consigliati come - Grippferon o Viferon. Questi articoli antivirali contengono una sostanza simile al latte materno escreto e, se viene a contatto con il bambino, ha più effetto sull'aumentare l'immunità di quanto non danneggi la sua salute.

Antipiretico

La medicina moderna non accetta una diminuzione della temperatura corporea se non supera i 38,5 gradi. Si ritiene che fino a quando questo indicatore non viene superato, il corpo stesso combatte la malattia e, se la temperatura aumenta, è necessario assumere farmaci antipiretici. Nelle infezioni virali acute, le madri che allattano possono usare medicinali contenenti paracetamolo e ibuprofene, queste sostanze sono sicure per i neonati se utilizzate nella loro forma pura..

Con un raffreddore

Un naso che cola con ARVI può manifestarsi o essere accompagnato da mal di gola, che complica leggermente la respirazione. Per il trattamento del raffreddore comune, vengono prescritti farmaci progettati per restringere i vasi sanguigni, disponibili sotto forma di spray o gocce nasali. Durante l'allattamento, si consigliano i seguenti medicinali:

Tutti i medicinali con diversi periodi di azione, ma sono autorizzati per l'uso sia in gravidanza che in allattamento e nei neonati.

Per mal di gola e tosse

Mal di gola, sudorazione e tosse non sono sintomi molto piacevoli di un raffreddore. Durante l'allattamento, è meglio trattare la gola per via topica, cioè usare spray orali. Hanno un effetto antisettico e sono considerati i più sicuri in termini di salute dei bambini. Lo strumento ottimale è considerato Hexoral. Un complemento efficace ai medicinali è fare i gargarismi con una soluzione di iodio o sale con soda. Le losanghe di Strepsils, che alleviano il dolore e disinfettano la mucosa, aiuteranno ad alleviare il mal di gola quando si tossisce..

Omeopatia

Al giorno d'oggi, molte madri hanno ancora paura di curare la malattia con i farmaci, fidandosi di più rimedi popolari o omeopatici. Non esiste una conferma ufficiale degli effetti positivi di tali farmaci, molti medici allo stesso tempo parlano dell'umore psicologico di una donna e delle sue convinzioni che agiscono con l'omeopatia molto più forte di qualsiasi medicina.

I possibili fattori includono allergie ai componenti dei rimedi omeopatici e l'uso di alcol per tinture di erbe.,

che compromette la produzione di latte in una donna che allatta. Di norma, la composizione dei farmaci è completamente naturale e il più riconoscibile è Anaferon. L'aflubina è simile nell'azione, un prodotto ben pubblicizzato promette di aiutare le madri che allattano nella lotta contro i virus. I terapisti tradizionali sono riluttanti a prescrivere l'omeopatia, ma tali farmaci sono dispensati nelle farmacie senza prescrizione medica, quindi il desiderio di una donna di migliorare la sua salute sarà sufficiente per acquistare.

Rimedi popolari nella lotta contro la SARS

Non c'è da stupirsi che dicano: quante persone, così tante opinioni. Una cosa è certa: se è possibile evitare di assumere farmaci mentre si allatta un bambino, allora è meglio farlo. Se non c'è la febbre alta e qualche complicazione con il raffreddore, allora è del tutto possibile curare i rimedi popolari. Il noto tè al limone e miele o ai lamponi aiuterà ad alleviare il gonfiore della gola in eccesso, oltre ad arricchire il corpo con vitamina C, ma questa è una composizione abbastanza allergenica, il cui uso dovrebbe essere affrontato con cautela. Il ribes nero è considerato uno strumento speciale nella lotta contro il virus; il succo di frutta di questa bacca può essere usato per trattare le infezioni virali respiratorie acute. La nutrizione della madre malata e in allattamento dovrebbe essere nutriente durante questo periodo, una buona alternativa a una cena abbondante è il brodo di pollo, che avvolge la mucosa colpita e contribuisce a un rapido recupero.

Prevenzione

Dopo il parto, il corpo di una madre che allatta è indebolito, quindi le misure preventive non sono solo raccomandate, ma anche utili, e da molte malattie contemporaneamente:

  • in bassa stagione e in quarantena, è meglio non apparire in luoghi pubblici;
  • se non puoi evitare di andare in clinica, devi indossare una maschera;
  • visitare il pediatra rigorosamente al momento assegnato, quando sono ammessi bambini sani fino a un anno;
  • osservare il regime di temperatura nei vestiti sia a casa che in uscita;
  • ventilare la stanza ed eseguire la pulizia a umido;
  • fornire un sonno sano e una dieta corretta ed equilibrata con un alto contenuto di vitamine.

Quasi ogni donna soffre di una malattia catarrale durante il periodo di alimentazione, ma con la giusta attenzione e cura per la sua salute, ARVI procede senza particolari complicazioni. L'importante è non avviare il processo, monitorare il comportamento del bambino, osservare le norme igieniche di base e aderire alle raccomandazioni nel trattamento da parte di specialisti competenti. Dopotutto, se la madre è sana e riposata, il bambino sarà felice e affabile.

Quali antivirali per l'epatite B sono inutili e quali sono pericolosi

Durante l'allattamento, una donna ha un aumentato rischio di raffreddore. La mamma si è indebolita dopo il parto e se aderisce a una dieta rigorosa, allora c'è una carenza di vitamine e minerali. Insieme all'attività fisica e alla mancanza di sonno, ciò porta a una riduzione dell'immunità. Se prima una donna riusciva a far fronte rapidamente a un raffreddore con i farmaci della farmacia, durante l'allattamento è vietata la maggior parte dei farmaci. Solo in alcuni casi, l'uso di immunomodulatori è giustificato e solo alcuni farmaci possono essere bevuti senza danni al bambino.

Quando sono davvero necessari i farmaci antivirali per una madre che allatta?

I medici concordano sul fatto che l'assunzione di farmaci durante l'allattamento è indesiderabile. Inoltre, spesso le madri prendono le pillole quando possibile senza di loro. Le donne si aggrappano al rimedio per un raffreddore comune, una leggera febbre e altri sintomi del raffreddore comune. Nella maggior parte dei casi, il corpo può far fronte alla malattia stessa. È solo necessario organizzare condizioni confortevoli e ridurre il consumo di risorse.

Le madri che allattano hanno bisogno di farmaci antivirali solo per gravi infezioni virali. E prima di iniziare il trattamento, più efficace sarà la medicina. Non andare in farmacia e acquistare una scatola con l'etichetta "Antivirale". Non esiste una medicina universale. Le compresse devono essere selezionate in base al tipo di infezione. Quindi i benefici attesi per la madre supereranno i possibili rischi per il bambino.

L'assunzione di farmaci antivirali per l'allattamento al seno è garantita se la madre:

  • influenza;
  • herpes;
  • HIV (retrovirus);
  • infezione da citomegalovirus.

A proposito di farmaci antivirali Komarovsky dice:

"Non ci sono affatto farmaci antivirali. Come se non ci fossero antibiotici che uccidono tutti i batteri. Ci sono farmaci antiherpetic, ce ne sono molti, pezzi 5-6. Abbastanza alcuni farmaci antivirali che agiscono sull'HIV. Ci sono farmaci (ce ne sono solo 4) che agiscono sul virus dell'influenza e così via. Ma i farmaci antivirali generalmente non esistono. E la massa di ciò che viene venduto in farmacia (presumibilmente antivirale) è un tale metodo di psicoterapia, poiché la nostra gente non è completamente pronta per essere curata con tempo, pazienza, ottimizzazione delle condizioni e dieta. Dai alla nostra gente una pillola d'oro e, dato che sono pronti a pagarla, ovviamente l'industria farmaceutica le incontra ”.

Quando tali farmaci sono inefficaci

Gli occhi si spalancano dalla scelta dei farmaci antivirali. Molti di questi sono OTC e sono disponibili gratuitamente. Spesso, le madri che allattano, invece di andare dal medico, vanno in farmacia e comprano una medicina "magica". Tra qualche giorno la donna si sta riprendendo. Tuttavia, nessuno saprà se il corpo ha affrontato da solo o se le pillole hanno aiutato..

Molti agenti antivirali sono farmaci con efficacia non dimostrata. I veri farmaci sono stati testati clinicamente e hanno confermato che aiutano effettivamente contro un tipo o l'altro del virus. Komarovsky avverte che ora nel mercato farmacologico ci sono molti "manichini".

Ci sono farmaci che non hanno nemmeno la farmacocinetica. Tali farmaci non potevano essere rilevati nel corpo dopo la somministrazione. Un rappresentante popolare di agenti antivirali con efficacia non dimostrata è l'omeopatia. Nessuno sa come funzionano questi farmaci. Possono avere un effetto placebo..

I farmaci antivirali sono inefficaci:

  • se si tratta di farmaci con efficacia non dimostrata;
  • se il medicinale viene assunto con il tipo sbagliato di infezione virale (ad esempio, se assume il medicinale per l'herpes labiale per l'influenza);
  • se l'ARI è causata da un'infezione batterica;
  • se il trattamento è iniziato in ritardo;
  • se la madre che allatta decide di prendere lei stessa l'antivirale e non desidera consultare un medico (nel 90% dei casi questo trattamento non è efficace).

Farmaci approvati per HB

È meglio non bere affatto farmaci antivirali durante l'allattamento. Anche se le istruzioni indicano che sono consentite per HS. Prendere le pillole è irragionevole. Inoltre, è impossibile dire esattamente come il farmaco influenzerà il bambino. Se la maggior parte dei bambini non ha una reazione negativa durante gli studi clinici, ciò non garantisce che altri bambini non lo avranno.

Se una madre che allatta è sicura di aver bisogno di cure, è meglio consultare un medico. Il medico dirà con certezza se è possibile e necessario bere farmaci in un caso particolare. Data l'allattamento, il medico prescriverà agenti antivirali sicuri ed efficaci..

aciclovir

Acyclovir è un farmaco con lo stesso principio attivo. È usato per l'herpes. Un farmaco antivirale per l'allattamento è prescritto sotto forma di unguenti e compresse. Si consiglia di iniziare il trattamento al primo segno di herpes (formicolio, prurito, bruciore), fino a quando compaiono vescicole acquose.

Il trattamento dell'herpes dura 1-2 settimane. In questo momento, devi fare attenzione a non infettare il bambino. In farmacia, l'acyclovir (principio attivo) è venduto anche con altri nomi commerciali.

Zovirax

Zovirax antivirale ha il componente attivo aciclovir. Questo rimedio è consentito durante l'allattamento. È stato confermato che i benefici dell'uso di Zovirax durante l'allattamento (con l'herpes) sono superiori ai rischi per il bambino. Il medicinale sotto forma di crema non viene assorbito nel flusso sanguigno e non passa nel latte materno. Allo stesso tempo, distrugge il virus sulla superficie della pelle e non gli consente di diffondersi ai tessuti sani..

Oxolin

L'unguento ossolinico per le madri che allattano è sicuro. Spesso le donne lo usano per prevenire il raffreddore. Il farmaco protegge la mucosa nasale dalla penetrazione del virus e ne inibisce la riproduzione nelle cellule. Se fai riferimento alle istruzioni per l'uso, puoi scoprire che Oxolin non può essere usato solo con intolleranza individuale.

Il dott. Komarovsky esprime l'opinione di molti medici, parlando dell'inutilità dell'unguento all'ossolina: “Se mettiamo dei virus in una provetta e aggiungiamo l'ossolina lì, questi virus moriranno molto rapidamente. Ma, sfortunatamente, un agente antivirale che mostra la più alta efficacia in vitro non mostra questa efficacia nel corpo umano. Non ci sono ricerche che confermano che l'unguento ossolinico aiuta. ".

Allo stesso tempo, si consiglia ai pediatri della scuola sovietica di usare l'unguento per la prevenzione delle infezioni virali respiratorie acute, anche nei neonati.

tamiflu

Il farmaco antivirale Tamiflu si basa sull'oseltamivir. Questo medicinale è un inibitore della neuraminidasi, un enzima presente nel mantello protettivo del virus. Il medicinale è efficace contro il virus dell'influenza. È usato per il trattamento e la prevenzione. Il farmaco antivirale Tamiflu può essere acquistato solo con prescrizione medica, non è adatto per l'automedicazione. Il principio attivo si trova nel latte materno, quindi una piccola dose del farmaco va al bambino.

Droghe proibite

La maggior parte dei farmaci immunomodulatori e antivirali non sono adatti alle madri che allattano. Pertanto, se una donna è determinata e non vuole vedere un medico, prima di assumere qualsiasi farmaco, si devono valutare i pro ei contro. In alcuni casi, quando un agente antivirale non può essere eliminato, è necessario interrompere l'allattamento per tutta la durata del trattamento. Dopo il recupero, quando il principio attivo del farmaco viene completamente escreto, puoi di nuovo allattare al seno.

Immunal

La composizione delle compresse immunitarie include un estratto di echinacea. Molti sono sorpresi quando scoprono che questo medicinale non può essere usato durante l'allattamento. La ragione di questo divieto è che non sono stati condotti studi sull'effetto dell'echinacea sui neonati..

Immunal è uno stimolante naturale dell'immunità. Aumenta le funzioni protettive del corpo. Ma le pillole non influenzano il virus stesso. Pertanto, con la maggior parte delle infezioni virali, saranno inefficaci e la loro assunzione è ingiustificata..

Ingavirin

La medicina a base di Vitaglutam è presentata come un agente antivirale ad ampia azione. Alcuni anni fa, il principio attivo di Ingavirin veniva usato per curare i malati di cancro. L'ingavirina è ora utilizzata come agente antivirale per influenza, infezioni da enterovirus, coronavirus e rinovirus. Il principio attivo passa nel flusso sanguigno e passa nel latte materno. Se Ingavirin è prescritto a una madre che allatta, sarà necessario interrompere temporaneamente l'allattamento.

rimantadine

Questo medicinale è stato a lungo usato per trattare il virus dell'influenza A. In relazione ad altri tipi di infezioni virali respiratorie acute non è efficace. Pertanto, l'uso di Rimantadine è giustificato solo dopo la conferma di laboratorio del tipo di virus. Durante l'allattamento al seno, il farmaco è controindicato, perché passa nel latte materno e influisce negativamente sul bambino..

Amixin

La composizione del farmaco include il componente attivo del tilorone. Stimola il sistema immunitario e aiuta a combattere le infezioni virali. Efficace per influenza, herpes, epatite e molte altre infezioni. A differenza di altri farmaci antivirali, non influenza il virus stesso, ma funziona solo con l'immunità. Controindicato durante la gravidanza e durante l'allattamento..

Arbidol

Il produttore presenta Arbidol come agente antivirale efficace contro influenza e raffreddore. Tuttavia, il farmaco non si applica ai farmaci e non ha efficacia dimostrata. Pertanto, si può sostenere che ha un effetto placebo e non influenza l'infezione virale stessa.

Non sono stati condotti studi clinici riguardanti Arbidol e il suo effetto sul bambino. Nonostante il fatto che il farmaco sia usato in pediatria, è controindicato durante l'allattamento.

I farmaci antivirali non sono sempre necessari per trattare le malattie virali. Con la maggior parte delle malattie, il corpo fa fronte da solo. È solo necessario creare condizioni confortevoli per il corpo.

Trattamento di raffreddori, naso che cola, tosse in una madre che allatta con rimedi popolari

Di tanto in tanto prendono un raffreddore. I virus che causano ARI o SARS cadono nel tratto respiratorio superiore della prossima vittima a contatto con una persona malata durante la sua tosse e starnuti. Sono molto volatili, quindi una persona può infettare più persone contemporaneamente..

Le donne che allattano sono molto sensibili alle infezioni respiratorie, come la produzione di latte richiede un flusso costante di ossigeno e allo stesso tempo i loro polmoni funzionano in modo potenziato.

E ora soffermiamoci su questo in modo più dettagliato. E le loro difese possono essere indebolite dal parto, dal superlavoro e da altri fattori. Pertanto, un raffreddore per le madri che allattano non è innocuo come per gli altri. Quindi, come e qual è il modo migliore per curare un raffreddore per una madre che allatta durante l'allattamento?

Sintomi del raffreddore comune

Come risultato dell'infezione, compaiono processi infiammatori delle mucose del naso, della gola e degli occhi, che causano naso che cola, tosse, deglutizione dolorosa, lacrimazione, debolezza e febbre. Come trattare tutto questo alla madre che allatta?

Questi sintomi, ovviamente, non compaiono contemporaneamente e non immediatamente. Il periodo di incubazione della malattia con un raffreddore dura 1-3 giorni.

La malattia stessa dura circa una settimana, sebbene non sia considerata pericolosa, ma, a volte, è piena di complicazioni..

Può un neonato ammalarsi?

Dal primo giorno della malattia della madre, che potrebbe non sospettare ancora un problema futuro, il bambino riceve dalla madre attraverso il latte, sia virus che anticorpi. Produce sulla base delle sostanze protettive della madre che riducono il rischio di infezione da lei.

Ma se il neonato è malato, non puoi isolarlo da sua madre e smettere di allattare. Ciò porterà ad un indebolimento delle sue forze protettive, come il latte per lui è una fonte indispensabile di nutrimento e rafforzamento dell'immunità.

Il bambino in questo caso può essere malato molto più a lungo e più difficile. Particolarmente pericoloso è la completa scomunica dei bambini prematuri dalla madre, perché il loro sistema immunitario è molto imperfetto e il rischio di complicanze della malattia è molto elevato.

Un bambino malato, per così dire, fa la sua prima esperienza nella lotta contro la malattia, sviluppando anche un proprio sistema di protezione. Grazie a ciò, la prossima volta non può affatto ammalarsi o trasferire la malattia in modo relativamente semplice. Un bambino infetto non ha bisogno di cure aggiuntive.

In nessun caso dovresti bollire il latte materno. Inoltre, perde completamente le sue proprietà protettive. In ogni caso, l'alimentazione dovrebbe essere naturale..

Qual è il pericolo di un raffreddore??

Il pericolo di una malattia da raffreddore sono le complicazioni che ne derivano. L'ARI completamente trattata è irta di malattie dei bronchi e dei polmoni, anche di infezioni ORL e altre.

Inoltre, ci si può aspettare ricadute di malattie croniche, che spesso "alzano la testa" dopo l'influenza. Il punto qui è l'indebolimento dell'immunità. Pertanto, le madri che allattano non dovrebbero essere negligenti nei confronti del raffreddore.

Ti chiedi se i frutti esotici possono essere allattati al seno? Leggi un articolo dettagliato sui benefici e i danni dell'esotico per le madri che allattano e i bambini.

Leggi qui l'uso del Nurofen infantile per l'allattamento. Istruzioni per l'uso di paracetamolo e nurofen.

Quali farmaci non dovrebbero essere usati?

Alle madri che allattano che non interrompono l'alimentazione del bambino durante la malattia è vietato utilizzare principalmente tali medicinali:

  • influenzando l'allattamento;
  • aumentare il rischio di allergie nel bambino;
  • tossico
  • inesplorato - abbastanza raramente, vengono condotti studi sugli effetti dei singoli farmaci su questa categoria di pazienti, quindi non dovresti rischiare di assumere questi fondi;
  • complesso: comprendono una vasta gamma di sostanze, alcune delle quali possono essere pericolose per le giovani madri.

Si dovrebbe notare che:

  • anche i farmaci sicuri con un uso prolungato possono causare reazioni indesiderate;
  • è meglio trattare con pillole piuttosto che iniezioni, come nel secondo caso, è più probabile la probabilità di un effetto negativo del farmaco sul bambino;
  • prendere la medicina di una madre di notte per un neonato è meno pericoloso;
  • è meglio che il tempo di alimentazione non corrisponda al periodo di picco del principio attivo nel corpo materno.

Quale danno può fare il bambino?

  1. Analgin - shock anafilattico, cambiamenti nel sangue.
  2. Fenobarbital - depressione dei reni, fegato, effetto sul sangue, sistema nervoso.
  3. Codeina: tossicodipendenza, costipazione.
  4. Paracetamolo: non impiegare più di 3 giorni, perché è dannoso per il fegato.
  5. La bromexina è una droga complessa.
  6. Gocce d'olio e farmaci vasodilatatori - non usare più di 3 giorni.
  7. Sulfanilamidi e tetracicline - tossici, possono causare emorragie.
  8. Macrolidi - essere preso con cautela, come può causare disbiosi.
  9. Teraflu, Coldrex, Fairvex - farmaci con un effetto inesplorato sulle donne che allattano.

Rimedi popolari

Il trattamento del raffreddore durante l'allattamento con rimedi popolari (con rare eccezioni) è la categoria di fondi più innocua e popolare per le donne che allattano. Ecco alcuni dei più popolari:

  • Ravanello. Il ravanello affettato con zucchero viene cotto nel forno per 2 ore, il suo succo deve essere bevuto in un cucchiaio ogni 3 ore e di notte. Usato come antinfiammatorio.
  • Miele e aglio Inalazione con miele e aglio in parti uguali - da naso che cola e tosse. Allo stesso scopo, le calze con senape vengono utilizzate di notte..
  • Patate. Le inalazioni di vapore con patate bollite si sbucciano bene dalla tosse e dal naso che cola.
  • Timo. Un cucchiaio di timo infuso in un bicchiere di acqua bollente è un buon modo per fare i gargarismi. Per questo, l'aceto di mele viene anche usato al ritmo di: un cucchiaio per bicchiere.
  • Tè. Il tè al lime tradizionale al limone aiuta con febbre e mal di gola. Un buon rimedio, che agisce in modo simile, è il latte caldo con il burro.

Indicazioni per l'uso

Non tutte le ricette popolari sono applicabili alle madri che allattano. Devi usarli con un occhio per una possibile reazione allergica al bambino. Tali rimedi includono: cipolle, aglio, lamponi, miele.

Un decotto di camomilla e menta è un buon modo per fare i gargarismi, ma non è consigliabile ingoiarlo per non causare un disturbo intestinale nel bambino.

I pediluvi a vapore per le madri non sono raccomandabili, come possono provocare un flusso significativo di sangue al torace, che fornirà una maggiore produzione di latte, e quindi la sua probabile stagnazione.

Omeopatia

Abbastanza spesso, nel trattamento delle infezioni respiratorie acute, vengono utilizzati tali farmaci:

  • Remantadina, ribovirina, arbidolo, antigrippina - farmaci profilattici efficaci o con i sintomi iniziali dell'influenza. L'antigrippina può essere utilizzato ulteriormente, ma il suo effetto non appare troppo rapidamente.
  • Mezzi immunitari, aflubin - complessi per il trattamento dell'influenza.
  • Griperferon è un farmaco efficace e innocuo, ma è consigliabile utilizzarlo il prima possibile.
  • Viferon - candele, con un'azione simile al fluferron.

Indicazioni per l'uso

I primi tre farmaci dell'elenco precedente possono causare disturbi gastrointestinali nel neonato, sono spesso allergici. Pertanto, questi fondi non sono raccomandati per molto tempo..

Immunal e Aflubin sono anche pericolosi con la possibilità di eruzioni cutanee sulla pelle del bambino. Ma il secondo rimedio può essere tranquillamente gocciolato nel naso. Puoi usare qualsiasi rimedio omeopatico solo con il permesso del medico, informandolo del fatto dell'allattamento al seno.

L'elenco dei prodotti lattiero-caseari per le madri che allattano è qui. Cosa puoi e non puoi mangiare per una madre che allatta.

Raccomandazioni dei medici

Il famoso pediatra Komarovsky e altri esperti consigliano di non interrompere l'alimentazione del bambino con la malattia della madre. Anche il latte materno non deve essere bollito..

La preferenza per il trattamento dovrebbe essere data all'omeopatia e ai rimedi popolari. Se vengono prescritti antibiotici, quindi, secondo il medico, HB in questo caso è controindicato.

Molti esperti di GV credono che gli antibiotici non debbano essere temuti. Tuttavia, quando li prende, i fenomeni di dysbacteriosis non sono rari.

I medici consigliano che questo non è un motivo per un completo rifiuto dell'epatite B. In casi estremi, puoi limitarlo a una pausa, pur continuando a esprimere. Potrebbe essere necessario cambiare la medicina..

Alcuni esperti ritengono che la maggior parte degli antibiotici siano innocui per l'HB, in particolare i farmaci a base di penicillina, ma se hai un'allergia a loro, dovresti aspettare l'HB e diffidare di questi farmaci in futuro.

Il raffreddore comune non è così semplice come sembra. Le giovani madri devono trattare la loro malattia in modo responsabile. È necessario essere trattati e iniziare a farlo subito, cercando il più possibile di mantenere l'allattamento durante le infezioni respiratorie acute.

E assicurati di chiedere aiuto a un medico, senza dimenticare di parlargli del fatto di allattare. È possibile superare un raffreddore senza conseguenze fatali!

Come trattare un raffreddore con GV: misure terapeutiche di una madre che allatta

Medicinali per il trattamento del raffreddore

Insieme all'enorme numero di farmaci sul mercato farmacologico, lontano da tutti possono essere utilizzati per raffreddori durante l'allattamento. Ad esempio, Remantadine, Ribovirina, Pharmacitron, Bromexina, Arbidol e molti altri medicinali combinati per le madri che allattano sono strettamente controindicati. E tali farmaci come Anaferon o Aflubin non hanno un'efficacia sufficiente, inoltre, contengono alcol che riduce l'allattamento.

Quali medicinali dovrebbero essere presi, cosa si può fare con un raffreddore durante l'allattamento? L'elenco dei mezzi consentiti ed efficaci di un diverso spettro d'azione è presentato nella tabella.

Gruppo di fondi per natura di impattoTitoloProprietà terapeutiche
Farmaci antivirali
  • Grippferon
  • Viferon
I mezzi uccidono perfettamente i virus, solo la loro efficacia si manifesta solo ai primi sintomi. Dopo che il virus è entrato nel sangue, l'assunzione di questi farmaci non è pratica, poiché non influenzano più il virus, ma formano solo un carico aggiuntivo sul corpo
Farmaci antipiretici
  • Paracetamolo
  • Ibuprofene
Un tale rimedio abbassa la temperatura in breve tempo, solo a indicatori di 38 ° C e abbassa il corpo stesso combatte con focolai di infezione e non è necessario abbassare la temperatura
Farmaci per il raffreddore comune
  • Sanorin
  • xylometazoline
  • Otrivin
  • nafazolina
  • Nazivin
  • Knoxpray
  • Aqua Maris
  • Pinossol
Facilitano la respirazione, riducono il gonfiore delle mucose e hanno un effetto vasocostrittore. Il loro uso è consentito non più di 5 giorni
Rimedi per mal di gola
  • Soluzione esorale
  • Soluzione di Iodinol
  • Soluzione di clorexidina
  • Pillole sebidin
  • Pillole Di Strepsils
  • Spray Camphomen
  • Spray clorofillico
  • Spray Cameton
Le soluzioni alleviano il dolore quando vengono utilizzate per sciacquare la gola, le compresse sono destinate al riassorbimento e riducono efficacemente l'indolenzimento, gli spray forniscono anestesia locale e non passano nel latte materno
Medicina per la tosse
  • Gedelix
  • Elisir al seno
  • Tussamag
Espettorato liquefatto, accelerare la loro escrezione, avere un effetto espettorante. A causa della composizione naturale, non causano alcun danno alla salute del bambino

Quale farmaco è meglio scegliere e come trattare un raffreddore durante l'allattamento al seno la mamma di un bambino? Tutto dipende dal benessere e dalla gravità della malattia. È meglio consultare un medico in questo senso..

Se scegli i farmaci giusti e li usi secondo le istruzioni, il terzo giorno ti sentirai meglio e in alcuni casi anche il completo recupero.

Perché potrebbero essere necessari farmaci antivirali?

Durante la gravidanza, l'immunità di una donna è indebolita. Poiché un'elevata attività di immunità può minacciare lo sviluppo del feto, il sistema immunitario durante la gravidanza riduce la sua attività. Durante l'allattamento, l'immunità potrebbe non ripristinare completamente le sue funzioni. Per questo motivo, la mamma soffrirà di malattie infettive. Questo di per sé è spiacevole, ma rappresenta anche un pericolo maggiore per il bambino.

I virus sono uno degli agenti infettivi più attivi. Per combattere le malattie infettive di natura virale, sono stati sviluppati molti farmaci antivirali..

Quali malattie nella madre e nel bambino possono essere causate da virus:

Molti composti anti-virus attaccano i virus, interrompendo i loro meccanismi di replicazione. I farmaci che uccidono i virus sono di solito prescritti per herpes, epatite B e C e influenza. Gli immunomodulatori sono anche spesso indicati come farmaci antivirali: farmaci progettati per migliorare l'immunità e far sì che combattano i virus più attivamente.

I sintomi contenenti paracetamolo, acido acetilsalicilico o ibuprofene non appartengono agli antivirali, poiché influenzano i sintomi della malattia e non la sua causa.

Foto: congerdesign / Pixabay.com

Prevenzione delle malattie stagionali

È sempre più facile evitare una malattia che curarla, quindi è importante prestare attenzione alle misure preventive, che includono:

  • evitare luoghi affollati, in particolare la comunicazione con i pazienti;
  • lavaggi frequenti delle mani;
  • lavare le mucose del naso e della gola con soluzioni saline;
  • aerare la stanza per mantenere l'aria fresca e fresca;
  • umidificazione dell'aria;
  • vaccinazione tempestiva.

Meglio ancora, preparati in anticipo per la stagione fredda. Ecco perché ci è stata data un'estate ricca di ariosità, vitamine in giardino, foresta, fiume e indurimento del mare. Sei mesi per l'accumulo e il rafforzamento dell'immunità, al fine di sperimentarlo nel secondo semestre.

E ora, quando rispondiamo alla domanda su come trattare un raffreddore per una madre che allatta, diciamo solo: non aver paura della malattia, osserva le misure preventive, in caso di malattia, attiva le difese del corpo, seguendo un semplice algoritmo. Quindi qualsiasi raffreddore verrà sconfitto e il bambino riceverà la sua porzione di protezione protettiva con il latte della sua amata madre.

Il raffreddore comune è sempre un evento spiacevole, soprattutto durante l'allattamento. Alla febbre alta, naso che cola, tosse e debolezza, si aggiunge l'ansia per il bambino. La madre che allatta solleva immediatamente la questione se è possibile continuare ad allattare con infezioni virali respiratorie acute o influenza, il bambino si ammala.

Alcuni decenni fa, i medici hanno raccomandato di isolare il bambino dalla mamma e di interrompere l'allattamento con una malattia simile. Tuttavia, i medici ora rifiutano categoricamente questo metodo. In effetti, la scomunica ridurrà l'immunità del bambino molto più di un raffreddore!

Una donna che allatta con il raffreddore dovrebbe continuare a dare al suo bambino il latte materno. Vale la pena rifiutare solo se stai assumendo medicinali pericolosi per il bambino.

Prima trovi la malattia, meglio è. I principali sintomi di un raffreddore:

  • Debolezza nel corpo e letargia;
  • La temperatura è superiore a 37 gradi;
  • Naso chiuso e naso che cola;
  • Tosse e starnuti;
  • Gola infiammata;
  • A volte l'acufene.

Se trattate correttamente una malattia catarrale, passerà tra 7-10 giorni. Per superare facilmente la malattia e non danneggiare il bambino, seguire una serie di regole.

Rimedi popolari per il raffreddore

Se una donna che allatta ha il raffreddore, il trattamento dovrebbe essere obbligatorio. Ma non dovresti correre immediatamente all'armadietto dei medicinali con medicine. Non dimenticare che la maggior parte dei farmaci assunti per via orale, intramuscolare e endovenosa entra nel flusso sanguigno e, di conseguenza, nel latte materno. Consulta il tuo medico ed escludi malattie gravi, come l'influenza. Consultare un medico sulla sicurezza dell'uso di rimedi popolari nella lotta contro il raffreddore.

Miele con latte e burro

Una bevanda a base di miele, latte e burro aiuta a curare la mucosa della gola colpita, è un trattamento diaforetico e antinfiammatorio. E in assenza di appetito, compensa bene la mancanza di calcio, proteine, vitamine e minerali, quindi necessari per una donna che allatta.

  1. Scalda un bicchiere di latte a temperatura ambiente.
  2. Aggiungi un cucchiaino di miele e un pezzetto di burro.
  3. Mescola tutto accuratamente.
  4. Bevi il rimedio per la notte.

Il latte con miele per il raffreddore è un rimedio provato

Aglio, Limone e Miele

Una miscela di aglio, miele e limone ha una proprietà antivirale, satura il corpo di vitamina C, che aiuta a rafforzare il sistema immunitario. Metodo di cottura:

  1. Prendi sei limoni medi, lavali.
  2. Sbucciare quattro grandi teste d'aglio.
  3. Macina tutti gli ingredienti in un frullatore.
  4. Aggiungi un bicchiere di miele all'impasto..
  5. Metti tutto in un barattolo di vetro e conservalo in frigorifero.
  6. Usare questo medicinale 1 cucchiaino al mattino a stomaco vuoto, lavandosi giù con acqua calda.

Miele, aglio, limone sono più efficaci in combinazione tra loro, poiché le loro qualità positive sono migliorate

Olio di eucalipto

L'olio di eucalipto viene utilizzato per inalazione e aiuta a rafforzare l'immunità, ha un effetto espettorante e aiuta anche a combattere la congestione nasale. Come effettuare l'inalazione usando olio essenziale di eucalipto:

  1. Bollire l'acqua in una padella.
  2. Aggiungi 2 gocce di olio essenziale di eucalipto all'acqua.
  3. Copri la testa con un asciugamano da bagno e respira a vapore per 5 minuti.

Olio di eucalipto - un rimedio efficace per la lotta contro l'infezione virale

Infuso di zenzero

Lo zenzero ha effetti antinfiammatori e antibatterici, affronta la tosse. Per il trattamento del raffreddore viene utilizzata l'infusione di zenzero. Metodo di cottura:

  1. Lavare la radice di zenzero e grattugiare.
  2. Quindi riempilo in un thermos e versa acqua bollente.
  3. Insisti un'ora.
  4. Bere caldo con miele.

Lo zenzero è un modo eccellente per rafforzare l'immunità e alleviare i sintomi del raffreddore comune

Infuso di tiglio e timo

L'infuso di tiglio e timo ha proprietà antinfiammatorie, diaforetiche, antipiretiche, antibatteriche, rafforza il sistema immunitario, rimuove le sostanze nocive dal corpo. Metodo di cottura:

  1. Prendiamo in parti uguali i fiori di tiglio e timo.
  2. Versare 200 ml di acqua bollente.
  3. Lasciare fermentare per 15 minuti.
  4. Calorosamente accettato.

La preparazione di timo e tiglio non perde le proprietà benefiche di entrambe le piante, che sono sature di micro e macro elementi, nonché di vitamine B e C

Quando si trattano i rimedi popolari, non bisogna dimenticare le reazioni allergiche che possono verificarsi in una donna che allatta e in un bambino. Pertanto, le infusioni e le miscele dovrebbero essere introdotte gradualmente nella dieta, in piccole porzioni, iniziando con un paio di sorsi o un cucchiaino, e quindi monitorare la reazione del bambino. Se non si sono verificate conseguenze negative, la dose deve essere aumentata a quella richiesta e il trattamento deve essere continuato..

Durante il periodo dell'allattamento, come la maggior parte delle madri, le infezioni virali non mi sono passate accanto. Ancora una volta, non volevo prendere pillole e avvelenare gli organismi mio e dei bambini. Pertanto, sono stato trattato con metodi popolari. Fece un infuso di tiglio e timo e bevve 2 bicchieri al giorno. Ha mangiato miele e limone, per fortuna, che il mio bambino non era allergico a questi prodotti. Se non c'era temperatura, di notte la Stella d'oro si strofinava i polpacci e i piedi con il balsamo - e per due ore dimenticò il naso che colava. E, naturalmente, nei primi giorni della malattia ho "preso l'aiuto di un amico" - mia madre, che mi ha aiutato nelle faccende domestiche. Dopo una settimana ero in salute.

Metodi non farmacologici

Per quanto riguarda i metodi non farmacologici per il trattamento dell'influenza in una madre che allatta, spesso aiutano a combattere i sintomi della malattia.

Ad esempio, una tosse verrà sconfitta con:

  • raccolta del seno;
  • radice di liquirizia;
  • ravanello con miele e così via.

E una dieta equilibrata è un altro problema la cui importanza non può essere sottovalutata. Sia l'eccesso di cibo che il digiuno dovrebbero essere evitati.

Viene anche mostrato il riposo a letto. Coloro che trascorrono tutto il loro tempo in piedi non vedranno presto il rafforzamento del corpo..

Non bisogna dimenticare la ventilazione della stanza. Evitare l'uso di apparecchi di riscaldamento che asciugano l'aria.

Premi il bambino sul petto più spesso - questo contribuisce a uno scambio di energia reciprocamente vantaggioso

Si consiglia ai bambini di applicare più spesso sul torace: questo crea una circolazione di energia molto favorevole per entrambi.

Se stai allattando un bambino e hai il naso che cola, puoi usare una soluzione di sale marino, propoli o succo di cipolla (tutto questo è sepolto nel naso).

Ma le donne non dovrebbero alzare le gambe durante l'allattamento, poiché ciò contribuisce all'eccessiva circolazione sanguigna nell'area del torace, così come nei genitali (e dopo tutto, gli indicatori di temperatura nell'area del torace sono aumentati anche in una madre in allattamento sana).

Altrimenti, abbondanti afflussi di latte porteranno a stagnazione e sviluppo di gonfiore. Se questo è già avvenuto, la rimozione del gonfiore può essere ottenuta attraverso impacchi freddi che vengono applicati al torace. La temperatura fredda restringerà i vasi sanguigni e sarà più facile nutrire il bambino.

Una donna può avere sospetti sulla presenza di qualsiasi altra patologia grave, a causa della quale fa male il petto. In questo caso, dovresti confrontare gli indicatori di temperatura in diverse parti del corpo: sotto le ascelle, le pieghe inguinali, il gomito e sotto il ginocchio. Quando la maggior parte degli indicatori viene registrata dall'ascella, questo è un segno piuttosto allarmante..

Nozioni di base sul trattamento

È necessario tenere conto dell'incompatibilità di molti medicinali combinati con l'allattamento. Tuttavia, gli interferoni, di regola, sono ammessi: i più popolari tra loro sono Grippferon e Viferon. Sono presi come misura preventiva per proteggere una persona dalle infezioni influenzali..

La riduzione della temperatura elevata è consentita con l'aiuto di paracetamolo e farmaci fatti sulla base. Un altro medico può raccomandare Nurofen e alcuni altri farmaci..

Come trattare l'influenza per una madre che allatta se la respirazione nasale è difficile? Prima di tutto, si consiglia l'idratazione della mucosa nasale - per questo, è possibile utilizzare spray speciali. La respirazione diretta è facilitata da Navisin, Pinosol e alcuni altri farmaci..

Perché il trattamento influenzale per l'allattamento è un problema importante??

Il trattamento dell'influenza durante l'allattamento dovrebbe essere preso sul serio, dato anche il fatto che il corpo femminile è abbastanza indebolito dopo aver subito uno shock come il parto. Di conseguenza, la probabilità di infezioni respiratorie aumenta in modo significativo..

E dovrebbe essere chiaro che il trattamento dell'influenza durante l'allattamento dovrebbe essere diverso dall'infezione influenzale in un paziente che non sta allattando.

Ricorda che nel corpo materno - anche in caso di infezione - continuano a essere prodotte immunoglobuline che vengono trasmesse al bambino attraverso il latte materno. Questo processo si chiama ottenere l'immunità passiva. Tuttavia, una madre infetta dovrebbe indossare una maschera protettiva (bendaggio di garza) durante l'alimentazione in modo che il bambino non venga infettato da goccioline trasportate dall'aria.

Il trattamento di una forma grave di infezione da influenza in una madre che allatta viene spesso eseguito con gli stessi farmaci che trattano questa malattia nei bambini di età inferiore ai sei anni. Ad esempio, Aflubin è prescritto per i principianti. E se hai la febbre grave, Nurofen aiuta. Prima di assumere questi e altri medicinali, leggere attentamente le istruzioni per loro e, naturalmente, consultare il medico.

Se parliamo di come trattare una donna che allatta, non si può non notare anche alcuni rimedi popolari

Ma è importante che lei e il bambino non abbiano reazioni allergiche. In generale, il più delle volte per la lotta contro la malattia vengono utilizzati:

  • tè, in cui vengono aggiunti limone e miele;
  • raccolta del seno;
  • tè, in cui vengono aggiunti lamponi, ribes e / o viburno;
  • latte a cui puoi aggiungere un po 'di miele.

Non dobbiamo dimenticare tali agenti terapeutici efficaci, come:

  • piedi fumanti in acqua riscaldata;
  • comprime per la notte;
  • indossando calzini con senape secca versati dentro;
  • inalazione sopra patate al vapore;
  • scaldandosi sotto una lampada blu.

In generale, è meglio prevenire l'influenza durante l'allattamento piuttosto che passare successivamente tempo ed energia per combatterla, preoccupandosi che la malattia non venga trasmessa al bambino. Cioè, la prevenzione gioca un ruolo enorme.

La prevenzione dell'influenza durante l'allattamento è una domanda molto importante: è meglio prevenire che soffrire in seguito

Tra le altre cose, non bisogna dimenticare l'importanza di:

  • Nutrizione corretta;
  • sonno normale;
  • cammina all'aria aperta;
  • l'uso di vitamine;
  • regolare pulizia a umido.

Anche la componente psicoemotiva è importante, cioè una donna che allatta deve provare, arrabbiarsi il più raramente possibile e più spesso di buon umore.

Prevenzione

Per proteggere te stesso e il tuo bambino dai germi, è necessario prevenire le malattie. Queste misure includono le seguenti attività:

  • prendendo vitamine dopo aver consultato un medico;
  • cammina all'aperto;
  • capacità di vestirsi in base al tempo per non surriscaldare e non congelare;
  • ventilare, idratare e quarzare la stanza in cui si trovano mamma e bambino;
  • attenersi a uno stile di vita sano.

Le medicine per il raffreddore devono essere assunte prima che compaiano i primi sintomi o come profilassi delle infezioni respiratorie acute dopo il contatto con il paziente. Non è sempre possibile proteggere il bambino con maschere di tessuto. Inoltre, il bambino potrebbe non accettare la nuova "immagine" della madre, abbandonare il seno.

Trattamento farmacologico

Prima trovi un raffreddore e prima inizi a guarire, più velocemente si ritirerà. Quando il trattamento inizia in tempo, la malattia scompare dopo sette giorni. Se decidi di assumere droghe, assicurati di consultare un medico.

Il paracetamolo è la medicina più sicura per l'allattamento. Le pillole allevia il mal di testa, la febbre e l'infiammazione. Le sostanze attive dal punto di vista operativo abbassano la temperatura dopo 20 minuti. La composizione del farmaco viene completamente escreta dopo quattro ore. E solo l'1% della pillola passa nel latte materno, che è completamente sicuro per i bambini.

Tuttavia, anche quando si assumono compresse innocue, osservare il dosaggio! Bere non più di tre pezzi al giorno ad intervalli di 2-4 ore. Il paracetamolo allevia efficacemente anche i dolori di denti e post-traumatici, debolezza e malessere, dolore alle articolazioni e ai muscoli. Per ulteriori informazioni sugli effetti del paracetamolo durante l'allattamento, leggi qui.

Puoi bere farmaci antivirali durante l'allattamento, ma con una stretta aderenza al dosaggio e alla giusta scelta dei fondi. Va notato che l'efficacia di molti di questi farmaci è esagerata. Allo stesso tempo, il costo è piuttosto elevato. Prima dell'uso, leggere attentamente le istruzioni e verificare la compatibilità dell'agente antivirale con l'allattamento. Usa solo medicine sicure.!

Puoi nutrirti o devi interrompere immediatamente l'allattamento con SARS?

Assicurati di rispettare il solito programma per prendere il latte dalla mamma. Perché?

Sintomi negativi per qualsiasi infezione infettiva compaiono dopo il periodo di incubazione, quando i corpi immunitari del corpo iniziano una feroce lotta contro i patogeni.

  • Pertanto, il latte materno delle madri al momento dell'insorgenza dei segni di infezioni virali respiratorie acute contiene già gli anticorpi antivirali necessari che possono proteggere il bambino dallo sviluppo avverso della malattia.
  • Non è necessario fermare l'epatite A in presenza di infezioni virali respiratorie acute, poiché il latte aiuta a rafforzare l'immunità a causa del naturale aumento dell'interferone naturale, che inizia a neutralizzare i virus nel corpo della madre. E distrugge completamente i microbi patogeni, entrando nel bambino, attivando la propria difesa immunitaria. Il virus non viene trasmesso attraverso il latte.
  • I moderni farmaci antivirali destinati alle donne durante l'allattamento non sono tossici: penetrano nel flusso sanguigno e nel latte in piccole quantità. Non accumulare nel corpo.

Di solito, a una madre che allatta infetta da SARS, con tosse, mal di gola, naso che cola, viene prescritto un trattamento per inalazione (usando un nebulizzatore). L'effetto locale dei farmaci direttamente sui fuochi dell'infiammazione nel rinofaringe non fa il minimo danno al bambino.

Posso prendere Suprastin durante l'allattamento?

Suprastin è un antistaminico di prima generazione insieme a Clemastine, Diprazin, Hifenadim. I farmaci con effetto sedativo causano sonnolenza, tachicardia, penetrano nella barriera emato-encefalica (BBB) ​​e irritano il sistema nervoso. Dati gli effetti negativi dell'assunzione di Suprastin durante l'allattamento non è raccomandato.

Le istruzioni indicano che non sono stati condotti test di laboratorio per il danno degli antistaminici nell'epatite B. Ma i probabili rischi di reazioni avverse sono la base per escludere il farmaco dalla terapia nelle madri che allattano.

Effetti collaterali

  • Anemia, emopoiesi;
  • mal di testa;
  • sonnolenza, debolezza, attenzione distratta;
  • attacchi di sovraeccitazione, tremore;
  • aumento della pressione intraoculare, velo davanti agli occhi;
  • tachicardia, ipotensione;
  • secchezza delle fauci, diarrea, dolore nella regione epigastrica (direttamente sotto il processo xifoideo);
  • debolezza muscolare, crampi agli arti.

I sintomi sono temporanei e scompaiono dopo l'interruzione del farmaco. Le reazioni avverse all'assunzione di Suprastin da parte di una madre che allatta sono estremamente rare (

Conseguenze negative per il bambino

  • Lungo periodo di eliminazione della cloropiramina.
  • Reazione - sonnolenza, pianto, irritabilità.
  • Rapido assorbimento di una sostanza nelle pareti degli organi - sviluppo compromesso.

Se trattato con antistaminici, la produzione di latte materno può diminuire. Per ripristinare l'allattamento dopo un uso prolungato del farmaco, ci vorranno 8-10 settimane.

Opzioni terapeutiche: farmaci e raccomandazioni

Come trattare l'influenza con gua? Di solito, il trattamento prevede non solo la fisioterapia, ma anche alcune altre tecniche. In particolare, l'omeopatia è consentita. Anche l'aromaterapia è utile.

In generale, con l'allattamento, le rappresentanti femminili sono piuttosto inclini al raffreddore a causa di un corpo indebolito.

Ma come trattare l'influenza quando una madre che allatta si ammala? Solo quei farmaci che possono essere utilizzati dalle donne che si trovano nel periodo di alimentazione. Il paracetamolo è considerato uno di questi farmaci efficaci, ma anche la sua somministrazione implica che il dosaggio specificato nelle istruzioni sia obbligatorio. Lo stesso vale per l'ibuprofene..

Il paracetamolo, in particolare, viene assunto 4 compresse al giorno nonostante il fatto che il decorso generale sia massimo di tre giorni (se lo si prende più a lungo, è probabile che si verifichino effetti avversi sul fegato).

Come si può curare una tosse? I preparati a base di erbe sono adatti per questo, ma i farmaci contenenti bromexina non vengono utilizzati. Inoltre, non vengono utilizzati strumenti complessi.

Ma il bambino svezzato in un momento così difficile dal seno dovrà essere stretto, e prima della malattia diventa quasi indifeso (poiché la sua stessa immunità non si è ancora formata).

I principali sintomi di un comune raffreddore nelle donne che allattano sono abbastanza standard:

Con l'influenza, può essere lo stesso, ma in forme più pronunciate (nonostante il fatto che la tosse e il naso che cola, in contrasto con la febbre, non iniziano immediatamente, ma nei giorni seguenti della malattia).

La durata delle infezioni respiratorie acute può raggiungere i dieci giorni. L'infezione influenzale dura un po 'più a lungo - fino a due settimane.

Cosa può e deve essere fatto da una donna che allatta che ha l'influenza:

  • Non scomunicare il bambino dal petto, altrimenti lo priverai della protezione più efficace contro gli attacchi infettivi;
  • non sorseggiare il latte e anche non bollirlo, effettuando l'alimentazione naturale (altrimenti il ​​latte si libererà di oligoelementi utili e sostanze protettive).

Quali medicinali antinfluenzali possono bere le madri che allattano? Per combattere la febbre alta, non puoi usare l'aspirina: ha troppi effetti collaterali. Anche gli antibiotici sono proibiti, perché invece di distruggere il virus, distruggeranno utili anticorpi e la malattia diventerà ancora più complicata.

Tuttavia, a volte i medici prescrivono ancora antibiotici se la causa della malattia sono batteri patogeni. Tuttavia, tali farmaci devono essere assunti con probiotici (ad esempio yogurt fatto in casa), altrimenti esiste un grave rischio di compromissione della microflora intestinale e disfunzione del tratto digestivo.

Se una donna è malata di influenza durante l'allattamento, l'obiettivo principale del processo di trattamento dovrebbe essere il rafforzamento del sistema immunitario e la produzione di anticorpi.

Ascorutina raccomandata per l'allattamento al seno per il trattamento dell'influenza

L'ascorutina aiuta anche contro l'influenza in questa condizione, a causa della quale il livello di permeabilità diminuisce e le pareti dei capillari diventano meno fragili. Allevia con successo l'infiammazione, ha proprietà antiossidanti. Grazie a questo farmaco, il metabolismo dei carboidrati viene attivato, la riparazione dei tessuti migliora, il tessuto connettivo viene sintetizzato. Ma senza il permesso medico di assumere il farmaco indicato non è raccomandato

È anche importante leggere l'annotazione prima dell'uso.

Up