logo

Non è un segreto che per ogni donna incinta in primo luogo sia un bambino più sano. Questo è normale, perché per ogni mamma, il bambino è la creatura più preziosa e amata della sua vita. Viviamo per il bene dei bambini, quindi tutte le cure per loro cadono sulle nostre spalle. Non sorprende che la questione di un esame radiografico durante la gravidanza sia di interesse per quasi ogni donna incinta.

Quanto è sicura la radiografia durante la gravidanza? Quanto può danneggiare la crescita e lo sviluppo del feto? Cosa fare se la presenza di gravidanza è stata rilevata solo dopo una radiografia?
Iniziamo la nostra storia con informazioni molto brevi sulle differenze tra il bambino che è nell'utero e un adulto. Questa informazione è stata emessa dalla radiobiologia, cioè una scienza che studia gli effetti delle radiazioni su tutti gli esseri viventi. Gli specialisti in questo campo confermano e confermano che tutti i tipi di radiazioni radioattive sono i più pericolosi per quegli organismi le cui cellule sono allo stadio di divisione attiva al momento della loro esposizione. La divisione cellulare attiva è osservata in tutti i bambini che si trovano nell'utero. Da tutto ciò, si può trarre solo una conclusione: l'irradiazione a raggi X è molto più pericolosa per il feto che per un adulto.
Cosa fare se la presenza di gravidanza è stata rilevata solo dopo una radiografia?
In questo caso, il periodo del ciclo mestruale previsto gioca un ruolo molto importante. Se una radiografia è stata presa prima del periodo previsto delle mestruazioni, la futura madre può essere calma per la salute del suo bambino. Se l'esame a raggi X è stato effettuato dopo il periodo mestruale previsto, la donna incinta dovrebbe pensarci e sottoporsi a un esame genetico medico speciale. Solo con il suo aiuto sarà possibile stabilire il rischio stimato per il feto.
Quante radiografie possono danneggiare la crescita e lo sviluppo del feto?
Non ti nasconderemo che una radiografia nel primo trimestre di gravidanza è pericolosa. Ciò è spiegato dal fatto che è durante i primi tre mesi di gravidanza che si sviluppano i sistemi e gli organi più importanti del corpo del bambino. Di conseguenza, i raggi X possono innescare lo sviluppo di numerose anomalie. Se una donna ha molto bisogno dei raggi X, è meglio farlo già nel secondo trimestre di gravidanza. In alcuni casi, le radiografie vengono eseguite indipendentemente dall'età gestazionale. Molto spesso ciò si verifica quando viene fornita assistenza di emergenza o in caso di interruzione anticipata della gravidanza.
Molto spesso, le donne in gravidanza sono interessate alla domanda di un tale piano: quanto fortemente l'impatto negativo dei raggi X si riflette nello studio di un braccio o una gamba rotta nella madre?
In linea di principio, questo tipo di esame radiografico è molto spesso sicuro, poiché viene eseguito con la protezione del corpo. Nonostante ciò, le donne che hanno subito questo tipo di radiografia, è meglio sottoporsi a un'ecografia del solo feto, ma anche dei suoi organi. Puoi farlo già nella dodicesima settimana di gravidanza.
È possibile o meno sottoporsi all'esame radiografico durante l'allattamento?
Durante l'allattamento, ogni donna può permettersi di fare una radiografia a qualsiasi parte del suo corpo. In questo caso, è completamente sicuro per il bambino, poiché non è caratteristico per i raggi X esercitare alcun effetto sulla composizione del latte materno.
Ora hai le informazioni necessarie e puoi trarre le tue conclusioni.

È possibile effettuare una radiografia dei polmoni, degli arti o del torace durante la gravidanza e in che modo ciò può influenzare il bambino

Il grado di rischio della radiografia dipende dall'area e dalla posizione della parte irradiata del corpo, nonché dalla durata della gravidanza.

Radiografia durante la gravidanza: l'impatto negativo della procedura

La nomina di un esame radiografico durante la gravidanza allarma sempre la futura mamma. Dopotutto, durante tutto questo periodo, una donna dovrebbe essere più attenta alla sua salute.

Una radiografia non è una controindicazione alla procedura, ma i suoi effetti negativi sul corpo possono influenzare lo sviluppo fetale.

Il grado di rischio dipende direttamente dall'età gestazionale e dall'area del corpo che verrà irradiata..

Radiografia: principio di azione

L'apparato radiologico non è un'innovazione nel nostro mondo. È stato usato per molto tempo per diagnosticare malattie e ottenere immagini di organi interni. Il principio del suo funzionamento è trasformare l'elettricità in raggi X, che passano attraverso il corpo umano e quindi vengono visualizzati su un film speciale.

Le ossa nell'immagine risultano di colore chiaro, poiché il calcio in esse contenuto è maggiormente in grado di assorbire i raggi X. Muscoli, grasso, tessuto connettivo e tutto il liquido nel corpo assorbono molti meno raggi, quindi la foto verrà visualizzata in grigio. Ma l'aria reagisce alle radiazioni almeno, quindi le camere d'aria saranno le più buie.

È possibile fare radiografie durante la gravidanza?

Una procedura simile è prescritta alle donne in posizione solo in casi estremi, quando la diagnosi lo richiede.

Molto spesso, viene prescritta una radiografia per sospetto tumore, tubercolosi, miocardite o polmonite, nonché per fratture ossee o esame delle condizioni dei denti. Tuttavia, anche in questi casi, si raccomanda di attendere fino alla posa di tutti gli organi vitali nell'embrione..

Seno

È difficile rispondere inequivocabilmente a questa domanda. Infatti, da un lato, l'esame è estremamente necessario per identificare una particolare malattia e, dall'altro, è dannoso per la salute di un nascituro.

I raggi X sono prescritti per malattie sospette come:

ENT può raccomandare a una donna incinta di scattare una foto dei suoi seni, ma solo dalla metà del secondo trimestre.

Alcuni esperti sostengono che una radiografia sul naso non dovrebbe danneggiare il bambino, poiché l'area esaminata è piccola e la dose di radiazioni è minima.

Limbs

Spesso nelle ultime fasi della gravidanza, quando un grande addome limita la visibilità sotto le gambe, si verificano anche fratture degli arti. Con le ossa rotte delle braccia e delle gambe, lo screening è indispensabile. Il sondaggio è a rischio moderato..

Ma nonostante il feto non riceva radiazioni, il corpo della madre subisce una dose piuttosto elevata di radiografia. Una radiografia delle estremità è un'area studiata piuttosto ampia, quindi, come nel caso precedente, la procedura è prescritta in casi estremamente rari.

In tali situazioni, gli esperti dosano attentamente le radiazioni e osservano le misure di sicurezza (utilizzare la protezione sotto forma di un grembiule di piombo nell'addome). Nel primo trimestre, la radiografia è considerata la più pericolosa, in quanto può portare a processi irreversibili nello sviluppo dell'embrione e persino alla morte.

polmoni

Grave tosse e dolore toracico fanno sì che una donna veda un medico. Per identificare la malattia, gli specialisti prescrivono una radiografia dei polmoni. Solo con l'aiuto di un'immagine puoi notare cambiamenti nel tessuto polmonare. La radiografia in questo caso è considerata la più pericolosa per un bambino non ancora nato, poiché gli organi respiratori si trovano il più vicino possibile al feto..

La procedura è prescritta per tali sospetti:

  • polmonite;
  • tumore;
  • danno all'albero bronchiale;
  • tubercolosi.

Nelle prime 11-13 settimane, l'irradiazione può portare a gravi conseguenze, quindi, se possibile, è meglio abbandonare lo studio.

Seno

Se una donna incinta ha bisogno di una radiografia delle ghiandole mammarie, il pericolo può essere non solo per il bambino, ma anche per sua madre. Dopotutto, una tale procedura non è semplicemente prescritta. Deve confermare o escludere una malattia grave..

D'altra parte, durante la gestazione di un bambino sotto l'influenza degli ormoni nel torace, inizia a produrre il primo latte e gli organi stessi sono vicini al bambino. Pertanto, in una situazione del genere è importante confrontare tutti i possibili rischi derivanti da un'unica procedura per il feto e i benefici per la futura mamma.

Qual è la radiografia pericolosa per il feto

La radiografia in diverse fasi della gravidanza comporta un certo pericolo per lo sviluppo del feto.

Nelle prime fasi della prima metà della gravidanza

Fino a 20 settimane, i raggi che attraversano il corpo della donna possono apportare cambiamenti patologici nello sviluppo dell'embrione..

  • aborto spontaneo;
  • la formazione di organi patologici (extra-germi);
  • anemia;
  • la formazione di un "palatoschisi" o "labbro leporino";
  • sviluppo alterato dell'udito e della vista;
  • danno al timo;
  • interruzioni nella formazione di organi genitali;
  • anomalie nello sviluppo degli arti.

Rischio nella seconda metà della gravidanza

Nel 2 ° e 3 ° trimestre, l'irradiazione è già meno pericolosa. Gli specialisti monitorano attentamente lo sviluppo del bambino, ma nonostante ciò, il riesame aumenta i rischi di complicanze.

Le possibili conseguenze sono:

  • la vulnerabilità dell'ematopoiesi aumenta;
  • possibile insufficienza renale;
  • il sistema immunitario si indebolisce;
  • si sviluppano malattie di sistemi come respiratori e urogenitali;
  • possono verificarsi problemi cardiaci.

All'appuntamento del medico, dovresti sempre avvisare della gravidanza. Se non vi è alcuna necessità acuta per la procedura, lo specialista la rimanderà al momento in cui i rischi di danneggiare il bambino saranno minimi.

È possibile fare una radiografia incinta

10 minuti, pubblicato da Lyubov Dobretsova 451

La gravidanza è un processo meraviglioso e allo stesso tempo emozionante per ogni donna, la cui gioia può essere oscurata in qualsiasi momento. Dopotutto, nessuno è al sicuro dal verificarsi di varie malattie o lesioni che richiedono un esame radiografico per stabilire una diagnosi.

Non sorprende che la necessità di sottoporsi a una radiografia durante la gravidanza possa allertare e persino spaventare una futura madre, poiché la cura della salute del bambino è sempre al primo posto. Certo, non è necessario trarre conclusioni affrettate e abbandonare la procedura, ma è necessario comprendere in dettaglio, in modo da non farsi prendere dal panico alla sua nomina!

Radiazione a raggi X e il suo effetto sul feto

Come è noto da tempo, secondo la tragica esperienza di Hiroshima, Nagasaki e Chernobyl, il campo di radiazione trasporta un carico di radiazione sul corpo, che porta a molteplici violazioni della struttura cellulare. Di conseguenza, le persone spesso sviluppano vari processi patologici. Il metodo a raggi X si basa sulla capacità dei raggi di penetrare e indugiare nei tessuti densi del corpo umano che, oltre a beneficiare, a volte possono danneggiare.

Passando attraverso le cellule in uno stato di divisione, i raggi causano una violazione delle catene del DNA, i principali portatori di informazioni genetiche. La radiazione a raggi X ionizza un fluido cellulare contenente acqua nella sua composizione, rilasciando radicali chimicamente attivi. Quest'ultimo colpisce le proteine ​​e gli acidi intracellulari, il che porta alla mutazione cellulare o addirittura alla sua morte. Quando si forma un gran numero di cellule mutate, si verificano varie anomalie.

Ma cosa può quindi minacciare il feto nell'utero con l'esposizione alle radiazioni? Per un embrione in via di sviluppo, una dose in eccesso di raggi X porterà a conseguenze irreversibili, dato che le sue cellule sono in costante divisione. Ciò rende l'embrione ancora più sensibile ai raggi X con il loro effetto ionizzante..

In quali fasi della gravidanza è la radiografia più pericolosa?

La radiografia più pericolosa all'inizio della gravidanza, quando c'è una posa di organi e sistemi del feto. Le prime settimane del concepimento sono caratterizzate dall'inizio della formazione del sistema nervoso e se si esegue una fluoroscopia (esame ai raggi X) in questo momento, la probabilità di sviluppare microcefalia, una patologia organica irreversibile, è significativamente aumentata. Vi è anche un alto rischio di sottosviluppo di alcune strutture del cervello: ippocampo, cervelletto, corteccia, che possono successivamente causare inferiorità mentale di un bambino.

Quinta e sesta settimana: il periodo di posa delle ghiandole surrenali e i raggi X durante la gravidanza in questo momento possono provocare il loro sottosviluppo o deviazione in ulteriore formazione. Dalla quarta all'ottava settimana, si verifica la posa e lo sviluppo del cuore fetale. In questo momento, l'esposizione alle radiazioni, a volte, porta a una violazione della struttura e della forma dell'apparato valvolare (difetti cardiaci), nonché a difetti del tessuto muscolare dell'organo.

A 6-7 settimane, passare una radiografia durante la gravidanza è pericoloso a causa dello sviluppo di patologie della ghiandola del timo e di una pronunciata riduzione della funzione immunitaria. Una procedura eseguita nelle settimane 11-12 può diventare un fattore nel sopprimere l'attività del midollo osseo, nonché provocare lo sviluppo di anemia grave e persino di leucemia acuta.

Quindi, risulta che prendere una radiografia durante la gravidanza nelle prime fasi è il più indesiderabile per il feto, poiché in questo periodo sta succedendo la posa degli organi e dei sistemi principali di una piccola persona. Nelle fasi successive, la pericolosa influenza della diagnosi diminuisce, ma la probabilità di rimanere sotto il colpo del sistema ematopoietico, espressa dallo sviluppo di anemia e patologie del tratto gastrointestinale, rimane grande.

Cosa fare se la ricerca è necessaria?

La durata del periodo di gestazione da parte della femmina umana è piuttosto ampia e durante questo periodo possono verificarsi molte situazioni impreviste: malattie o lesioni in cui il trattamento può essere prescritto solo dopo una radiografia. Cosa dovrebbe fare una donna in una situazione in questa situazione? La prima cosa è calmarsi e non farsi prendere dal panico, preoccupandosi se è possibile fare radiografie durante la gravidanza.

È meglio scoprire e conoscere i seguenti punti relativi alle caratteristiche di questa procedura, tra cui:

  • dose di radiazioni che può portare a uno sviluppo fetale compromesso;
  • i periodi più pericolosi di gravidanza per fluoroscopia;
  • caratteristiche di protezione del feto e organi ravvicinati di una donna;
  • modi per ridurre al minimo l'esposizione alle radiazioni utilizzando apparecchiature moderne.

Naturalmente, nessuno prescrive tale diagnosi a persone senza indicazioni e un medico può raccomandare vivamente una radiografia alle donne in gravidanza solo in caso di necessità urgente. L'esame è indicato in caso di emergenza, le cui conseguenze possono essere gravi complicazioni con una minaccia alla vita della madre e, di conseguenza, al feto.

È anche obbligatorio per le fratture delle estremità o altre lesioni che consentono l'uso di schermature - protezione con l'imposizione di grembiuli, coperture o rivestimenti di piombo. Per diagnosticare patologie nelle donne in gravidanza, è preferibile la radiografia convenzionale (creazione di immagini usando i raggi X), poiché la tomografia computerizzata (CT) fornisce radiazioni molto maggiori.

È vietato l'uso per l'esame delle donne nella posizione non solo della TC, ma anche di vari metodi che utilizzano i radioisotopi, a causa dei loro effetti dannosi sulla madre e sul feto. Se necessario, viene eseguita una radiografia sia nelle fasi iniziali che in quelle successive, viene spesso utilizzato il metodo di ultrasuoni o risonanza magnetica, nella maggior parte dei casi che consente di stabilire una diagnosi accurata.

Dosi ricevute durante l'esame di vari organi e parti del corpo

Se la patologia è di natura tale che il metodo di ultrasuoni e risonanza magnetica non aiuta a ottenere un quadro completo dello stato dell'organo, durante la gestazione è comunque necessario ricorrere a una radiografia. Non preoccuparti troppo che sia pericoloso per la salute e lo sviluppo, poiché le immagini di molte parti del corpo sono create con basse radiazioni, incapaci di influenzare il feto.

Secondo gli standard igienico-sanitari adottati dal Ministero della Salute, la dose massima consentita del feto non deve essere superiore a 1 mSv in modo che le conseguenze negative della radiografia non si sviluppino. Approssimativamente il feto riceve durante la radiografia:

  • gambe o braccia - 0,1 m3v;
  • area del dente e della mascella - 0,02 m3v;
  • polmoni - 0,3 m3v;
  • cavità addominale e bacino - 6 m3v;
  • colonna vertebrale - 8 m3v.

Mentre la tomografia computerizzata, l'irradiazione è di 10 m3v, quindi cercano di non prescriverla quando trasporta un bambino. Ma se, ad esempio, devi fare una radiografia durante una frattura o visitare il dentista, non puoi assolutamente preoccuparti. Inoltre, la protezione del piombo sarà necessariamente applicata all'addome.

In base al grado di pericolo di una radiografia per il feto, si distinguono 3 gruppi, che differiscono nella quantità di esposizione durante la sua condotta:

  • Alto grado di pericolo. È caratteristico per lo studio della cavità addominale, della colonna vertebrale e del bacino, poiché il bambino si trova sul percorso dei raggi X ed è direttamente esposto a loro.
  • Rischio medio Si verifica durante la diagnosi di polmoni e torace, testa, braccio o gambe. Sebbene i raggi non cadano sul feto, ma la madre riceve una dose piuttosto elevata di radiazioni, quindi l'area studiata è grande.
  • Grado minimo di pericolo. Si osserva quando si scattano foto di denti, naso e seni nasali, poiché i raggi X influenzano leggermente la gravidanza a causa della necessità di piccole dosi e piccole aree delle aree esaminate.

Le moderne macchine a raggi X richiedono dosi minime di radiazioni per creare immagini. La radiografia nel primo trimestre di gravidanza ha l'effetto più forte e più dannoso, in particolare nei primi due mesi di sviluppo dell'embrione. Dopo l'inizio di 16 settimane di gestazione, l'esposizione alle radiazioni non porterà più a significative violazioni della salute del bambino.

La cosa principale per una donna in una posizione è capire che un medico non raccomanderà mai una radiografia durante la gravidanza nelle prime fasi, poiché questo è proibito. L'unica condizione per la sua nomina può essere solo una grave minaccia per la vita e la salute della madre o la decisione di non preservare il feto.

Cosa succederà se una donna fosse sottoposta a una radiografia senza sapere della sua gravidanza?

Se l'esaminato non sapeva di essere incinta e ha fatto una radiografia nelle prime due settimane, allora, secondo alcuni esperti, l'interruzione della gravidanza sarebbe la soluzione migliore. Allo stesso tempo, i medici stanno cercando di valutare accuratamente tutti i possibili rischi, chiarire che tipo di studio era e scoprire la dose di radiazioni.

Tutte le informazioni vengono confrontate e viene presa una decisione in merito al possibile pericolo di sopportare il feto. Se, con un calcolo dettagliato del periodo di concepimento, si scopre che la radiografia è stata eseguita prima dell'inizio della mestruazione proposta, allora non c'è motivo di preoccuparsi. Altrimenti, gli esperti raccomandano una diagnosi medica e scoprono se la madre e il suo bambino sono stati danneggiati.

La pianificazione del concepimento e i raggi X sono compatibili??

È considerato ideale se una donna, decidendo di rimanere incinta, ascolta le raccomandazioni dei medici per sottoporsi a un esame completo del suo corpo. Dopotutto, il processo di gestazione può ridurre la qualità del funzionamento del sistema immunitario, che provocherà l'insorgenza o l'esacerbazione di varie malattie. Pertanto, vale la pena identificare tutti i possibili processi patologici nel corpo e trattarli in anticipo..

La radiografia durante la pianificazione della gravidanza è parte integrante di una diagnosi completa, che consente di controllare molti organi riproduttivi responsabili della possibilità di concepimento. Fornisce inoltre la verifica di tutte le altre parti del corpo femminile. La radiografia in questo caso non influisce negativamente sull'uovo e sullo sviluppo dell'embrione futuro, poiché la dose è trascurabile, cioè insufficiente per l'insorgenza di anomalie genetiche. Questo assicura che anche con più procedure l'uovo sia completamente sicuro, da cui un embrione sano può svilupparsi dopo la fecondazione.

I raggi X sono dannosi durante l'allattamento??

La necessità di sottoporsi all'esame durante l'allattamento è di solito allarmante per le giovani madri, che, secondo gli esperti, è completamente vano. I raggi X non hanno alcun effetto sulla composizione e sulla qualità del latte materno e non interferiscono con il processo di produzione e non modificano la quantità.

Quindi non preoccuparti di questo, e se c'è bisogno di un esame se sospetti una patologia, non dovresti esitare, ma sottoporsi a una fluoroscopia. Ciò consentirà al medico di stabilire la diagnosi il più presto possibile e prescriverà la terapia necessaria.

La diagnostica radiografica più pericolosa

Considerando che il metodo radiografico comporta un certo pericolo per la madre e il feto, spiccano diverse tecniche che sono caratterizzate da un'esposizione alle radiazioni ancora maggiore. It:

  • fluorography;
  • fluoroscopia;
  • tomogramma calcolato;
  • scansione isotopica.

Se venivano eseguite tali procedure e quindi la donna venisse a conoscenza della sua gravidanza, l'ostetrico-ginecologo può raccomandare un aborto artificiale, citando un'alta probabilità di complicanze. Particolarmente pericolosa è la loro condotta nelle prime fasi..

Metodi alternativi

Naturalmente, i medici nella maggior parte dei casi cercano di non ricorrere alla nomina della diagnostica a raggi X e di altri metodi con vari tipi di effetti dannosi sulla madre e sul bambino. Dal momento che uno qualsiasi, anche un metodo a lungo usato, non è stato completamente studiato e c'è sempre la possibilità del suo possibile effetto sulle strutture cellulari. Ma se si contrappone il pericolo di radiazioni e i sentimenti profondi della madre sulla presenza di qualsiasi malattia e le sue conseguenze per il bambino, quest'ultimo può avere un impatto maggiore sulla sua salute.

Esistono diversi metodi alternativi e sicuri che in alcuni casi possono salvare una donna incinta dall'esame radiografico. Questi includono i seguenti tipi di procedure diagnostiche:

  • MRI Il suo campo magnetico non viola la struttura, i processi in corso nel DNA cellulare dell'embrione e non provoca la loro mutazione. Per tutto il tempo, l'uso della risonanza magnetica nella diagnosi non è stato rivelato un singolo caso in cui questa procedura avrebbe un impatto sullo sviluppo del bambino nell'utero. Tuttavia, i medici, spiegando la mancanza di test per le donne in gravidanza, non raccomandano di sottoporsi a risonanza magnetica nel primo trimestre.
  • ultrasuono I vantaggi degli ultrasuoni sono la sua completa sicurezza per il bambino e la possibilità di effettuare in qualsiasi periodo di gestazione per l'esame degli organi della cavità addominale e del bacino, muscoli, legamenti, articolazioni, linfonodi e ghiandola tiroidea. Meno: l'incapacità di condurre una diagnosi di alta qualità delle strutture ossee.
  • Visiograph. Una moderna macchina a raggi X dotata di un sensore sensibile utilizzato al posto di un film. Grazie a questa tecnologia, la potenza irradiata è notevolmente ridotta. Il dispositivo ha dimensioni relativamente ridotte e il raggio del fascio debole consente di valutare le condizioni dei denti e delle loro radici, riducendo al minimo l'esposizione.

Gli ultimi metodi di radiografia, le informazioni attentamente studiate sul fatto che le donne in gravidanza possano sottoporsi a diagnostica a raggi X e su come ridurre al minimo l'esposizione alle radiazioni diventeranno una guida affidabile per una donna in questo periodo meraviglioso ed emozionante. E se si è scoperto che per alcune ragioni c'era la necessità di sottoporsi a questa procedura, allora vale la pena armarsi di conoscenza o consultare in dettaglio su tutte le questioni che riguardano uno specialista.

Il pericolo di raggi X durante la gravidanza. Radiografia dei polmoni, dente, naso all'inizio e alla fine della gravidanza.

Domande frequenti

In che modo i raggi X influenzano il feto??

Proviamo prima a capire la differenza tra il corpo di un adulto e un bambino, quindi scopriamo come i raggi X possono influenzare entrambi. I raggi X - onde elettromagnetiche ad alta energia - hanno la capacità di penetrare nei tessuti meno densi del corpo e rimanere più densi, dando un'immagine dei loro contorni - questa proprietà ha trovato ampia applicazione nella moderna diagnostica radio e radiografica.

Passando attraverso i tessuti le cui cellule sono in uno stato di divisione, le radiazioni a raggi X le danneggiano dall'interno, rompendo e distruggendo le catene del DNA - il principale vettore di informazioni genetiche. I raggi X ionizzano parzialmente l'acqua all'interno della cellula, il che porta alla formazione di un'enorme quantità di radicali liberi (principalmente H + e HO–), che sono estremamente chimicamente attivi. Attaccano gli acidi nucleici intracellulari e le proteine, facendoli letteralmente a pezzi. Il risultato è l'emergere di una cellula mutante non vitale o (peggiore) - e più sono, maggiore è la probabilità di anomalie.

Nel corpo fetale, la maggior parte delle cellule si divide attivamente (mentre negli adulti la loro percentuale è molto più bassa), il che porta ad un'alta sensibilità del feto alle radiazioni ionizzanti.

Gli effetti più negativi delle radiografie sono sui tessuti e sugli organi del feto in un momento in cui sono ancora in posa. Ad esempio, nelle prime settimane di sviluppo, si verifica l'inizio della posa del sistema nervoso - se il feto è irradiato in questo momento, c'è un alto rischio di sviluppare una patologia organica persistente del sistema nervoso - microcefalia, sottosviluppo di alcune strutture cerebrali - il cervelletto, l'ippocampo, la corteccia, che in futuro può portare a funzioni mentali compromesse bambino, e nei casi più gravi, alla sua non vitalità.

A 5-6 settimane (durante la posa delle ghiandole surrenali), l'irradiazione può provocare il loro sottosviluppo o insufficienza in età avanzata. A 4-8 settimane di gravidanza, quando si verificano la formazione e lo sviluppo del cuore, le radiazioni ionizzanti possono portare a numerosi difetti del suo apparato valvolare o a difetti nella base stessa: il muscolo cardiaco. A 6-7 settimane - a una violazione della formazione della ghiandola del timo e grave deficienza immunitaria. A 11-12 settimane - per sopprimere il funzionamento del midollo osseo, lo sviluppo di leucemia acuta o anemia grave.

Pertanto, l'esame a raggi X più pericoloso è proprio durante la posa dei principali tessuti e organi - nel primo trimestre di gravidanza. In futuro, il pericolo di questa procedura è ridotto - tuttavia, non possono essere escluse le patologie del sistema sanguigno (le più comuni sono l'anemia) e il tratto gastrointestinale del bambino (disturbo persistente delle feci, difficile da trattare).

È possibile fare radiografie durante la gravidanza??

Non esiste una risposta unica a questa domanda. Uno studio a raggi X viene mostrato in caso di situazioni di emergenza, quando senza di essa la probabilità di gravi complicanze o persino la morte della madre è estremamente alta. Inoltre, in caso di fratture delle ossa degli arti, ad esempio, la diagnostica radiografica viene eseguita contemporaneamente con un'attenta schermatura (applicazione di speciali coperture protettive, grembiuli, cuscinetti sul bacino, sull'addome e sul torace).

Va notato che per la diagnosi delle malattie nelle donne in gravidanza, è preferibile utilizzare la radiografia semplice; la tomografia computerizzata a causa di dosi di radiazioni più elevate e metodi di radioisotopi non dovrebbe essere applicata qui in linea di principio, soprattutto perché esiste un'alternativa molto più sicura: l'ecografia.

L'influenza dei raggi X sullo sviluppo della gravidanza

Quanto spesso posso fare le radiografie durante la gravidanza??

L'opzione più ideale è quella di evitare qualsiasi esposizione alle radiazioni, di non sottoporsi a studi radiografici durante la gravidanza. Tuttavia, non è sempre possibile raggiungere questo obiettivo. Esiste una regola in base alla quale il carico totale di radiazioni sul feto durante la gravidanza non deve superare 0,3 mSv, che corrisponde approssimativamente a un singolo esame dei polmoni (radiografia). Se il livello di esposizione fetale è molto più alto di questo valore (30 mSv o più - questa situazione può verificarsi con ripetute procedure radiografiche, in particolare con fluoroscopia multipla dell'intestino, della vescica, ecc.), I medici raccomandano spesso di interrompere la gravidanza.

Tuttavia, non pensare che i raggi X durante la gravidanza siano estremamente pericolosi e sfavorevoli. Prendi questo con calma - se possibile, evita l'esposizione alle radiazioni ionizzanti durante la gravidanza, se le procedure diagnostiche a raggi X sono fondamentali - usa tutte le misure di protezione disponibili - questo minimizzerà gli effetti dannosi delle radiazioni su di te e sul tuo bambino.

È possibile eseguire una radiografia del dente durante la gravidanza?

Alla domanda: "È possibile eseguire una radiografia del dente durante la gravidanza?", I dentisti rispondono: "È possibile, ma nel primo trimestre è indesiderabile". Se il medico ha l'opportunità di curare il dente senza un'immagine, lo farà sicuramente. Tuttavia, in alcuni casi, è necessaria una radiografia, ad esempio con una frattura di una radice del dente, con una cisti gengivale o con un trattamento del canale radicolare.

Quanto è pericolosa una radiografia del dente per il feto? I moderni modelli di macchine a raggi X dentali sono caratterizzati da un'esposizione minima. Ad esempio, dopo aver effettuato una radiografia di un dente, una donna riceve una dose di radiazione pari a 0,02 millisievert (mSv), mentre quando vola su medie distanze (2500 km) - 0,01 mSv. Pertanto, se una donna incinta vola per riposarsi verso il mare, riceverà la stessa dose di radiazione radiografica di una radiografia del dente. Inoltre, un'area molto limitata viene irradiata con i raggi X dei denti e l'addome e il feto stesso sono protetti in modo affidabile da un grembiule di piombo che non trasmette raggi X.

Se è urgente la necessità di ottenere un'immagine di un dente, è possibile contattare una clinica dotata di un visiografo. Rispetto alle tradizionali macchine a raggi X, il suo carico di radiazioni è 10 volte inferiore e ammonta a 0,002 mSv.

Tuttavia, al fine di eliminare completamente l'effetto patologico sul feto, i medici raccomandano di mettere incinta una radiografia del dente, a partire dal secondo trimestre. Dopo 12 settimane di sviluppo, il feto diventa meno sensibile ai raggi X..

Qual è il pericolo di una radiografia all'inizio della gravidanza

Infatti, le radiografie sono pericolose durante la gravidanza nelle prime fasi, specialmente nelle prime 12 settimane, mentre tutti gli organi e i tessuti vengono deposti. L'esposizione a lungo termine a dosi elevate di radiazioni superiori a 1 mSv può causare varie deviazioni nello sviluppo fetale.

Il tempismoPossibili complicazioni
1-2 settimaneArresto della divisione cellulare e morte dell'embrione
Gravidanza extrauterina
3-4 settimanaLa formazione patologica di organi extra-embrionali (corion, amnion e sacco vitellino), che garantiscono la vitalità dell'embrione, porta alla conclusione della gravidanza nelle prime fasi
4-5 settimaneIl fallimento nella posa delle cellule staminali, che sono la base di tutti i tessuti futuri, può portare a significative anomalie dello sviluppo
Difetti cardiaci
Disturbi della tiroide
Anomalie nello sviluppo del fegato
5-6 settimanaAnomalie nello sviluppo degli arti
Patologia del sistema ematopoietico (milza e midollo osseo)
Disturbi organici del sistema nervoso
Malattie congenite dell'apparato digerente
Disturbi dell'immunità, frequenti infezioni purulente con danno alla ghiandola del timo
Disturbi della formazione della ghiandola sessuale
Patologie endocrine associate a ghiandola pituitaria compromessa
7 settimaneEmatopoiesi (anemia) causata da danno al fegato
Anomalie dello sviluppo dell'intestino tenue
Disturbi metabolici significativi nel danno surrenalico
8 settimaneAnomalie nello sviluppo del labbro superiore e della mascella superiore - "labbro leporino", "palatoschisi"
Patologie dello sviluppo di articolazioni e falangi digitali
9 settimanaDisturbi ovarici
Danni ai bronchi
10 settimanePatologia dello sviluppo del dente
11 settimanaDifetti cardiaci e articolari
Disturbi della sensibilità e dell'olfatto della pelle
12 settimaneImmunità indebolita con danno al timo
Il ritardo della crescita e il metabolismo lento sono causati da disturbi nella struttura della ghiandola tiroidea

Sbrigati a rassicurare le mamme in attesa, la tabella sopra è più informazioni teoriche. In effetti, la probabilità di danni all'embrione durante una radiografia è trascurabile, perché durante la diagnosi, la donna e il feto sono esposti a un'esposizione a breve termine a basse dosi.

Secondo gli standard sanitari, la dose ricevuta dal feto non deve superare 1 mSv, allo stesso tempo, quando si fa una radiografia, è:

  • petto; 0,3 mSv;
  • arti - 0,01 mSv;
  • seni - 0,6 mSv;
  • denti - 0,02 mSv.

Inoltre, con una radiografia della testa o degli arti, le radiazioni praticamente non influiscono sullo stomaco della madre. Una protezione affidabile è un grembiule che protegge il feto dai raggi X..

Più pericolosi sono i raggi X della regione pelvica, della colonna vertebrale e dell'intestino (6-8 mSv), la fluoroscopia (oltre 3 mSv) e la tomografia computerizzata (10 mSv).

Dati questi fattori, si può sostenere che una radiografia eseguita in caso di urgenza non è praticamente dannosa per il feto. Soprattutto se durante la radiografia sono stati utilizzati dispositivi di protezione.

È possibile fare una radiografia quando si pianifica una gravidanza?

Quando si pianifica una gravidanza, una radiografia non può danneggiare l'uovo e causare lo sviluppo di anomalie nel nascituro. La dose di radiazioni che il corpo femminile riceve durante la radiografia è considerata sicura. Pertanto, anche se sono necessari più studi, le uova rimangono completamente sicure e dopo la fecondazione si sviluppa un feto sano.

I medici raccomandano vivamente di sottoporsi a un esame fisico (inclusa radiografia o fluorografia) in fase di pianificazione, al fine di identificare patologie nascoste che possono manifestarsi durante la gravidanza. Il fatto è che in una donna incinta l'immunità è ridotta, il che porta ad una esacerbazione delle malattie croniche. Pertanto, è meglio trattare la malattia durante la pianificazione piuttosto che ispezionare e assumere farmaci che possono influenzare negativamente lo sviluppo intrauterino del bambino durante la gestazione.

Come posso sostituire una radiografia durante la gravidanza?

Se possibile, i medici cercano di evitare di prescrivere varie procedure diagnostiche alle gestanti, dal momento che il loro effetto non è completamente compreso. Tuttavia, ci sono situazioni in cui la malattia e le esperienze ad essa associate possono essere molto più pericolose per il feto rispetto allo screening e al trattamento. In questi casi, i medici cercano di sostituire i raggi X durante la gravidanza con procedure più sicure.

  • MRI Il campo magnetico che sta alla base della risonanza magnetica non danneggia il DNA delle cellule fetali e non porta a mutazioni cellulari. Nel mondo, non è stato registrato un singolo caso in cui la risonanza magnetica avrebbe influenzato negativamente le condizioni del feto. Tuttavia, i medici non raccomandano ancora di condurre questo studio nel primo trimestre di gravidanza, spiegando questo per la mancanza di studi necessari sulle donne in gravidanza.
  • ultrasuono L'ecografia è assolutamente sicura per il feto e può essere utilizzata in qualsiasi fase della gravidanza. Gli ultrasuoni possono sostituire i raggi X quando si esaminano gli organi della cavità addominale e del bacino, delle articolazioni, dei muscoli, dei legamenti, della ghiandola tiroidea e dei linfonodi.
  • Visiograph. Questa è la macchina a raggi X di ultima generazione, dotata di un sensore sensibile, in cui viene utilizzato un sensore altamente sensibile anziché un film. Questa tecnologia può ridurre significativamente la potenza di radiazione. Utilizzando un fascio di raggi X diretto al punto debole, consente di valutare le condizioni della corona dentale e delle sue radici.

Tali test diagnostici sono più pericolosi per una donna incinta e il suo bambino non ancora nato:

  • tomogramma calcolato;
  • fluorography;
  • fluoroscopia;
  • scansione isotopica.

Queste procedure sono associate a radiazioni più potenti e sono controindicate in tutte le fasi della gravidanza. Se tali studi sono stati effettuati nelle prime fasi, prima che la donna venisse a conoscenza della sua gravidanza, il ginecologo può raccomandare di interrompere.

È possibile fare una radiografia incinta?

La diagnostica che utilizza una macchina a raggi X è considerata una delle più popolari al mondo. Ma se per la gente comune fare una foto dei polmoni o confermare una frattura di un dito è una cosa normale, allora per le donne in gravidanza tutto è più complicato. Ci sono molti miti e stereotipi sul perché una radiografia durante la gravidanza non è raccomandata. Ma non tutti sono completamente veri. In alcuni casi, una tale procedura può salvare la vita di una donna ed essere abbastanza sicura per il feto.

Effetti delle radiazioni sul feto

I raggi X appartengono alla categoria delle onde elettromagnetiche ad alta energia. Sono in grado di penetrare liberamente attraverso i tessuti liberi del corpo. Allo stesso tempo, sono ritardati da tessuti più densi. Quindi si scopre di creare un'immagine dei loro contorni. Utilizzando la metodologia presentata, i medici hanno imparato a diagnosticare organi interni, ossa.

Il principale pericolo rappresentato da tale procedura è considerato l'effetto distruttivo del fascio sulle cellule che hanno subito lo stadio di divisione al momento della diagnosi. Le radiazioni le danneggiano dall'interno rompendo il filamento di DNA. Quest'ultimo funge da vettore centrale di tutte le informazioni genetiche su una persona.

Il meccanismo funziona secondo il principio della ionizzazione parziale dell'acqua, che è contenuta all'interno della cellula. Per questo motivo, i radicali liberi si formano nel corpo. Tutti sono caratterizzati da una maggiore attività chimica. Quando i radicali attaccano gli acidi nucleici intracellulari e le proteine, si rompono ulteriormente. Molto spesso, questo porta alla completa non vitalità della cellula danneggiata. Un po 'meno spesso - alla mutazione della cellula attaccata. Secondo i medici, la seconda opzione è persino peggiore della prima. La ragione sta nel fatto che con la mutazione delle cellule nel corpo, possono iniziare a svilupparsi varie anomalie..

Poiché il corpo del feto è composto da cellule in costante divisione, è ad alto rischio di acquisire cellule mutate a causa delle radiazioni ionizzanti. In un adulto, la percentuale di cellule in divisione è molto più bassa, il che rende la procedura più sicura.

È molto pericoloso sottoporsi a una radiografia durante la gravidanza in un momento in cui i tessuti e gli organi del nascituro sono ancora in posa. Durante le prime settimane di sviluppo nell'utero, viene creato il sistema nervoso del bambino. Anche se inconsapevolmente irradia il feto durante questo periodo, ciò aumenta i rischi di sviluppare una patologia organica associata al sistema nervoso.

Stiamo parlando di microcefalia, una malattia in cui alcune strutture cerebrali rimangono sottosviluppate. Più comunemente colpiti:

  • cervelletto,
  • ippocampo,
  • corteccia.

Tutti insieme diventeranno una garanzia di una violazione delle capacità mentali di un nuovo membro della società. Con la sconfitta più grave, è possibile anche la morte del feto.

Nelle settimane successive, che si riferiscono alle date iniziali e molto precoci, anche la procedura di irradiazione non è strettamente raccomandata. Il primo trimestre è considerato il più pericoloso. Nei mesi seguenti, passare tale diagnosi con giustificazione è considerata una misura più sicura. Qui, la preoccupazione principale è una possibile patologia dal sistema ematopoietico. Spesso l'irradiazione dei raggi X provoca anemia o alcuni problemi al tratto gastrointestinale. Dopo la nascita, il bambino può correggere un disturbo persistente delle feci, che raramente è suscettibile di completare la cura..

Devo fare una radiografia durante la gravidanza??

Le madri esperte sostengono che se il tempo soffre, è meglio rimandare una procedura così pericolosa fino a tempi migliori. Ma se c'è una situazione di emergenza in cui la salute della madre è sospesa a un filo, una donna incinta non dovrebbe rifiutare una radiografia. La medicina moderna potrebbe non offrire sempre una buona alternativa alla radiografia classica.

Se una donna in posizione ha sofferto di una caduta o di un incidente, sarà quasi sempre assegnata a un esame radiografico. Ciò è necessario per eliminare la probabilità di crepe e fratture. Sono richiesti speciali dispositivi di protezione per aiutare a proteggere il feto:

Sono appositamente applicati al bacino e all'addome per proteggere il bambino. C'è anche un meccanismo protettivo per il seno, che viene mostrato a tutte le madri durante l'allattamento.

L'effetto dei raggi sulla gravidanza

Rispondi in modo inequivocabile alla domanda: è possibile fare radiografie in gravidanza, non funzionerà. Ma in difesa di questo metodo in caso di emergenza vale la pena portare nuove attrezzature moderne. Rispetto alle sue controparti utilizzate venti anni fa, le innovazioni nella tecnologia medica sono diventate più sicure.

Non tutti gli ospedali statali possono vantarsi di tali miracoli della tecnologia, il che rende potenziali madri andare in cliniche private. I ginecologi sono d'accordo con i genitori. Meglio pagare una volta di più che rimpiangere tutta la tua vita.

Quando irradia l'addome o gli organi pelvici, il feto riceverà comunque la sua dose di radiazioni. Maggiore è, maggiore è la possibilità di fallimento nel suo ulteriore sviluppo. Con un significativo carico di radiazioni sul feto, rimane un'alta percentuale della probabilità di aborto. In alcuni casi, l'intervallo di tempo tra la procedura e il ricovero in ospedale della donna incinta può essere di un paio d'ore.

Dosi di radiazione consentite

A causa della scarsa ecologia, molti cittadini ricevono persino le loro dosi di radiazioni ogni giorno senza una macchina a raggi X. Non sempre rientrano nel quadro delle norme consentite. Per questo motivo, sarà ideale rifiutare completamente di essere esaminato con questo metodo durante il periodo di gestazione e allattamento.

Se ciò non può essere evitato, è necessario rispettare il carico di radiazione massimo consentito. La dose ottimale è di 0,3 m3v. Tradotto nella solita "lingua", tale indicatore può essere equiparato a una procedura unica per l'imaging polmonare. Se il livello di radiazione durante lo studio supera questo segno, la maggior parte dei medici chiede a una donna di interrompere una gravidanza.

Dosaggi di 30m3v e superiori possono significare che la donna è stata sottoposta a una diagnosi completa dell'intestino. Con un esame radiografico di questo organo più volte o nella diagnosi della vescica, una dose simile non è rara.

Ma non puoi abbandonare completamente la procedura. Non è sempre necessario sopportare il dolore acuto a beneficio del bambino. In alcuni casi, ad esempio, nella fase avanzata della gravidanza, con tutte le misure protettive in atto, la diagnosi è consentita senza particolare pericolo per il nascituro.

Se nell'area di osservazione alla donna non è stato offerto di indossare una protezione speciale per l'addome o il torace (a seconda delle necessità), assicurarsi di ricordare questo. In casi estremi, puoi sempre andare in un'altra clinica e fare un'analisi lì con un assistente di laboratorio più solidale.

Esame a raggi X dei denti

Avendo capito cosa è pericolosa la radiografia durante la gravidanza, molte giovani donne capiscono che non tutto è così spaventoso. Ma se con l'esame dei polmoni e dell'addome tutto è chiaro, allora cosa fare con il mal di denti acuto?

Qui si applica la regola standard: nel primo trimestre è meglio fare a meno di tali estremi. Un medico esperto può provare ad alleviare la sofferenza di una donna senza un'immagine e, dopo il parto, puoi tornare per un'operazione completa.

Ma nelle protesi c'è un elenco separato di casi in cui non puoi fare a meno di una foto:

  • frattura della radice del dente;
  • sospetto di una cisti o di una gomma dentale;
  • trattamento del canale radicolare.

Se una donna si trova nelle ultime fasi di una situazione interessante, il pericolo di danneggiare il feto tende a zero. Quando si utilizzano apparecchiature innovative, la dose di radiazioni per dente sarà, in media, di circa 0,02 mSv.

Per fare un confronto, vale la pena fornire statistiche di esposizione per i viaggi aerei. Un volo per il resort, a circa 2.500 km di distanza dalla casa, comporterà un'esposizione a un livello di circa 0,01 mSv. Ciò significa che volare avanti e indietro è uguale all'immagine di un dente ferito.

L'ottimismo è aggiunto dal fatto che quando si crea un'immagine di un dente, viene irradiata un'area molto piccola. Per una protezione aggiuntiva, alla ragazza verrà comunque dato un grembiule di piombo in modo che i raggi pericolosi non raggiungano l'utero.

Se l'attrezzatura medica della clinica lo consente, è possibile abbandonare completamente la radiografia e sostituirla con un visiografo. L'unità di nuova generazione è caratterizzata da radiazioni più fedeli. Il suo meccanismo si basa sull'uso di un sensore ultra sensibile invece di un film convenzionale.

La soluzione ottimale sarebbe quella di combinare nuove tecnologie e un periodo fetale più vecchio di 12 settimane. In questo caso, in presenza di protezione concomitante, i rischi dello sviluppo di numerose patologie sono ridotti a zero.

Primo periodo e pericoli

Non sempre le donne, andando a fare un esame ordinario, sospettano la loro situazione. Solo dopo il passare del tempo apprendono che al momento della diagnosi radiografica erano già in stato di gravidanza. A questo punto, iniziano a chiedersi come la radiografia influenzi la gravidanza in momenti diversi..

L'effetto a lungo termine di alte dosi stabili durante l'irradiazione (più di 1 mSv) è la ragione per l'inizio della formazione di anomalie nel feto.

Molto spesso, nei primi mesi di gravidanza, le madri affrontano tali pericoli:

  • La morte dell'embrione o una gravidanza extrauterina. Tipico per 1-2 settimane dopo il concepimento.
  • La formazione di organi extra-embrionali di tipo patologico. Questo porta all'aborto.
  • Fallimento nella formazione delle cellule staminali. Sono la componente dominante nella creazione di tutti i tipi di tessuti. Questo segnala future anomalie nello sviluppo del feto..
  • Difetti cardiaci, problemi alla ghiandola tiroidea e al fegato. Manifestato per irradiazione a 4-5 mesi.
  • Anomalie nello sviluppo degli arti. Inoltre, durante l'esame a 5-6 settimane con l'aiuto della fluoroscopia, sono possibili varie deviazioni nel sistema ematopoietico. L'elenco comprende anche l'equilibrio disturbato del sistema nervoso, problemi digestivi, immunità indebolita cronicamente e danni alla ghiandola del timo. Quest'ultimo è caratterizzato da frequenti infezioni con rilascio di pus. Anche le violazioni nella formazione delle gonadi e varie patologie della natura endocrina sono pericolose.
  • Anemia dovuta a problemi al fegato. In genere 7 settimane. Anche durante questo periodo, si verificano anomalie nello sviluppo dell'intestino tenue e un fallimento del metabolismo a causa di danni alla ghiandola surrenale.
  • Problemi con la mascella o il labbro, che si esprime nel "palatoschisi" e nel "labbro leporino". Corrisponde all'irradiazione a 8 settimane e porta ad ulteriori patologie articolari.
  • Malfunzionamenti nel funzionamento dei bronchi e delle ovaie. Si verifica alla settimana 9.
  • Patologie associate ai denti. Settimana 10.
  • Violazione della sensibilità e dell'olfatto. Durante la radiografia a 11 settimane, sono anche possibili difetti cardiaci e articolari..
  • Danno al timo, che porta a un generale indebolimento del sistema immunitario. Anche gli esami alla settimana 12 sono pericolosi a causa della possibile destabilizzazione della ghiandola tiroidea.

Nonostante le opzioni sopra elencate, le previsioni dalla tabella non sono sempre vere..

Pianificazione della gravidanza e radiografia

La maggior parte delle coppie moderne che si aspettano consapevolmente un bambino si avvicinano attentamente anche al periodo di pianificazione della gravidanza. Per questo motivo, è nato il mito che i raggi X possono danneggiare l'uovo, rendendolo pericoloso in anticipo per lo sviluppo del feto. Ma questa è solo una finzione.

In questo caso, si consiglia alle madri in attesa di sottoporsi a un esame fluorografico in anticipo e prendersi cura della presenza di una radiografia. Secondo lo stesso principio, si raccomanda di studiare possibili problemi degli organi interni, in modo che non facciano radiazioni dannose.

Solo dopo che una donna è sicura di essere in salute, può iniziare a pianificare una gravidanza. Tali misure preliminari le consentiranno di evitare possibili pericoli e diventare la chiave per l'assenza di paure in futuro.

Up