logo

Primo stadio del travaglio

Nel periodo di apertura della cervice, si verifica il suo graduale levigamento, il canale del parto si espande e viene introdotta la parte della vescica fetale - le membrane della parte inferiore (polo) dell'uovo fetale insieme al liquido amniotico (nel caso in cui l'acqua non si sia ancora versata).

Il periodo di apertura della cervice è diviso in una (prima) fase latente, una (seconda) fase attiva e una fase di rallentamento (terza fase).

La fase latente è caratterizzata da un periodo di tempo dall'inizio delle contrazioni regolari all'apertura della cervice 3-4 cm, la durata della fase latente nelle donne nullipare è di 6,4 ore e nelle donne multiparose - 4,8 ore, il tasso di dilatazione cervicale è 0,35 cm / ora.

La fase attiva indica un'apertura più rapida della cervice da 3 L a 8 cm, la velocità di apertura è 1,5–2 cm / ora per nulliparous, 2,0–2,5 cm / ora per multiparous.

La fase di rallentamento è caratterizzata da un tasso di apertura inferiore da 1,0 a 1,5 cm / ora, che si verifica quando la cervice viene aperta da 8 a 10-12 cm.

Durante ogni combattimento, il volume dell'utero diminuisce, la pressione intrauterina aumenta, la cui forza viene trasmessa al liquido amniotico. Di conseguenza, la vescica fetale si incunea nel canale cervicale e quindi aiuta a levigare e aprire la cervice. Con la sua apertura completa all'altezza dell'incontro alla massima tensione, la vescica fetale si rompe e il liquido amniotico si riversa - questa scarica di liquido amniotico si chiama tempestiva. Se l'acqua fuoriesce con un'apertura incompleta della cervice, il liquido amniotico viene chiamato in anticipo. Se l'acqua fuoriesce prima dell'inizio del travaglio, un tale deflusso di liquido amniotico viene chiamato prematuro (prenatale). A volte un bambino nasce "in una camicia". Ciò significa che la vescica fetale non è scoppiata. Tali bambini sono chiamati fortunati, perché in una situazione del genere esiste il rischio di carenza acuta di ossigeno (asfissia), che rappresenta un pericolo per la vita del bambino.

Le condizioni intrauterine del feto e la natura delle contrazioni sono monitorate usando un monitor e ascoltando il battito cardiaco fetale usando uno stetoscopio ostetrico.

Durante questo periodo, con contrazioni molto dolorose, è possibile eseguire l'anestesia..

Il tipo di anestesia deve essere scelto rigorosamente individualmente, a seconda delle condizioni e delle condizioni del bambino. I tipi più comunemente usati di sollievo dal dolore sono attualmente utilizzati:

iniezioni intramuscolari e endovenose di antidolorifici. Il più comunemente usato è l'iniezione intramuscolare di promedolo. Si ritiene che questo farmaco, sebbene sia un narcotico, abbia un effetto negativo meno pronunciato sulla donna in travaglio e sul feto. Promedol ha un effetto analgesico e calmante, ha un effetto antispasmodico e aiuta ad aprire la cervice. Il lato negativo del farmaco è il suo effetto inibitorio sul centro respiratorio del bambino, poiché il promedolo passa facilmente attraverso la barriera placentare. Nelle donne in travaglio, Promedol può causare sonnolenza, diminuzione della pressione sanguigna, nausea o vomito;

anestesia per inalazione. Per questo tipo di anestesia, viene spesso utilizzata una combinazione di protossido di azoto e ossigeno. La miscela gassosa viene inalata utilizzando una maschera speciale durante le contrazioni dolorose. Il farmaco viene rapidamente assorbito ed escreto altrettanto rapidamente dai polmoni, non deprime la respirazione e l'attività cardiaca, non influisce sull'attività contrattile dell'utero e del metabolismo;

anestesia epidurale. Questo è il metodo più efficace per alleviare il dolore, che viene utilizzato dopo l'apertura della cervice 3-4 cm. L'essenza del metodo è che quando un antidolorifico viene iniettato nello spazio epidurale, che è uno stretto spazio tra il periostio delle vertebre e la membrana dura del midollo spinale, il blocco dei nervi percorsi responsabili della sensibilità al dolore. La tecnica dell'anestesia epidurale richiede la partecipazione di un anestesista altamente qualificato. Poiché l'anestesia epidurale può essere accompagnata da varie complicazioni, per la sua attuazione è necessario il consenso della donna durante il travaglio. Le complicanze di questo tipo di sollievo dal dolore comprendono diminuzione della pressione sanguigna, ipotensione della vescica, febbre, debolezza e mal di testa, nausea e vomito..

Le contrazioni sono avvertite da ogni donna in modo diverso. Se la futura mamma è psicologicamente pronta per il parto, ha frequentato una scuola materna o ha seguito un addestramento psicofisico e preventivo in una clinica prenatale, allora sa come comportarsi correttamente durante il parto e, di regola, le sue contrazioni sono meno dolorose. In caso di contrazioni dolorose, possono essere utilizzati vari metodi di auto-analgesia. Questo è un auto-massaggio dei cosiddetti punti riflessi e parti del corpo: accarezzare la fossa nella regione sacrale e premere i punti sui lati di questa fossa con i pugni; accarezzando dal centro verso l'area sotto l'addome, le superfici anterolaterali dell'addome; punti di pressione situati ai lati dell'addome (regione interna della parte più sporgente dell'osso pelvico). Se partorisci con un marito, puoi affidargli elementi di automassaggio.

La vescica traboccante ha un effetto indebolente sull'attività uterina dell'utero, impedisce il normale corso del travaglio, quindi ogni 2-3 ore è necessario andare in bagno.

Durante le contrazioni, si verifica uno spasmo dei vasi uterini, che interrompe la normale circolazione sanguigna nella placenta e contribuisce allo sviluppo della carenza di ossigeno fetale. Pertanto, durante la lotta è necessario respirare in modo uniforme e profondo, che in una certa misura compensa la mancanza di ossigeno nel bambino. Tra i combattimenti è necessario rilassarsi, come sonnecchiando. Ciò consente di risparmiare energia per continuare il processo di nascita, che è accompagnato da un enorme dispendio di energia.

All'inizio del primo periodo, in assenza di controindicazioni (distacco della placenta e previa, malattie gravi, disturbi circolatori, preeclampsia ed eclampsia, posizione fetale anormale e previa, secrezione prenatale di liquido amniotico, polidramnios), puoi andare al reparto prenatale con il tuo ostetrico, accovacciati con il supporto sul letto, fai esercizi di respirazione, fai una posa a quattro zampe, gira dalla tua parte - tutto ciò contribuisce ad alleviare il dolore nelle contrazioni, a migliorare l'apporto di ossigeno del bambino.

Opzione per posare a carponi

Alla fine del periodo di apertura della cervice, c'è il desiderio di spingere. Di 'al medico di questo, non tentare di spingerti. A volte con un'apertura incompleta della cervice, sorge un tale desiderio e con tentativi indipendenti senza esame vaginale medico, può verificarsi una rottura cervicale. Dopo che la cervice è completamente aperta e la testa del feto viene abbassata nella cavità pelvica, sarai trasferito nella sala parto e collocato su un letto di nascita speciale, dove continueranno a osservare e forniranno l'assistenza necessaria durante il parto nel secondo periodo.

Il secondo periodo di parto

Il periodo di espulsione del feto si verifica di solito in posizione supina con le gambe fissate sul cavalletto, i fianchi sono divorziati ai bordi dello speciale letto di nascita.

Durante questo periodo, vengono aggiunti tentativi alle contrazioni - contrazioni dei muscoli della parete addominale e del diaframma. La differenza principale tra tentativi e combattimenti è che si tratta di contrazioni arbitrarie, cioè dipendono dalla tua volontà: puoi ritardarle o rafforzarle. Questo periodo è il più importante, perché è in questo periodo che, a seguito dell'azione combinata di lavoro e lavoro, appare un bambino.

A causa della maggiore intensità delle contrazioni e dell'attaccamento dei tentativi, il precursore del feto inizia a diminuire. All'apice di uno dei tentativi dal tratto genitale, inizia ad apparire una piccola area della parte precedente del feto. Nelle pause tra i tentativi, si nasconde per riapparire in misura maggiore al tentativo successivo. Questo processo si chiama tagliare nella parte presente del feto. Dopo qualche tempo, la parte attuale del feto non è più nascosta nelle pause tra i tentativi. Questo si chiama dentizione. Quindi nascono successivamente testa, spalle, busto e gambe del bambino.

In questo periodo, i muscoli del perineo subiscono un allungamento pronunciato, quindi l'ostetrica fornisce la cosiddetta protezione del perineo: inibisce la rapida nascita della testa e la rimuove con cura dal canale del parto. In alcuni casi (pericolo di lacrime perineali), il medico esegue una sezione del perineo (episiotomia o perineotomia). Inoltre, dopo ogni combattimento, il medico ascolta il battito cardiaco del bambino..

Dopo la nascita del bambino, di solito è disposto sullo stomaco dalla mamma. In questo momento, si verifica un contatto "pelle a pelle", che successivamente provoca affetto e amore reciproci. Quindi viene tagliato il cordone ombelicale e il bambino viene applicato sul petto. Questo stimola le contrazioni uterine, che contribuisce alla nascita del post-parto.

Il periodo di esilio dura da primiparo da 1 a 2 ore, in multiparo - da 20 minuti a I ora.

Il desiderio di spingere sorge in connessione con la pressione della testa del bambino sul pavimento pelvico. Non appena senti il ​​bisogno di spingere, informa il tuo medico o l'ostetrica. Successivamente, è necessario seguire rigorosamente le istruzioni del medico e dell'ostetrica. L'errore principale delle donne in travaglio durante questo periodo sono i "tentativi di affrontare", cioè tutta la forza va alle guance e non al cavallo. Di conseguenza, gli occhi possono diventare rossi a causa di microbleeding nella membrana bianca dell'occhio e il tentativo sarà completamente inutile. Devi spingere verso il basso il perineo, dopo aver fatto un respiro profondo, e non espirare fino alla fine del tentativo. Per un combattimento, devi spingere tre volte. Il medico potrebbe chiederti di "inspirare" alcune contrazioni. Ciò significa che devi respirare spesso e superficialmente, come un "cane", e in nessun caso spingere.

Durante questo periodo, si verificano crampi alle gambe, una sensazione di intorpidimento delle gambe e delle braccia. Pertanto, per la profilassi, devi fare quanto segue: al di fuori dello sforzo, solleva l'alluce "verso di te", stringi e apri le dita nel pugno. Ciò migliorerà la circolazione sanguigna e allevia il disagio..

La terza fase del lavoro

Il periodo successivo inizia con la nascita del feto e termina con la nascita del post-parto: la placenta, le membrane e i resti del cordone ombelicale. Al fine di stimolare l'attività contrattile dell'utero, viene eseguita la cateterizzazione della vescica e vengono introdotte contrazioni speciali. Nel periodo successivo, sotto l'influenza delle successive contrazioni, la placenta e le membrane sono separate dalla parete uterina e dalla nascita della placenta. La nascita della placenta avviene sotto l'influenza di tentativi: dopo la nascita del feto, l'utero diminuisce significativamente di dimensioni, acquisisce una forma arrotondata, il suo fondo è a livello dell'ombelico. Dopo 2-3 minuti, si verificano successive contrazioni, accompagnate da un leggero dolore nell'addome inferiore. Le contrazioni si intensificano formicolando leggermente i capezzoli delle ghiandole mammarie o applicando al torace del bambino, il che contribuisce al rilascio di ossitocina, l'ormone responsabile delle contrazioni uterine. Le contrazioni successive causano la separazione della placenta dalle pareti dell'utero, la connessione della placenta con la parete dell'utero viene interrotta e, sotto l'influenza dei tentativi, l'ultimo.

Il medico esegue un piccolo massaggio uterino per migliorare le contrazioni uterine e ridurre la perdita di sangue. Quindi una bolla viene posizionata sulla parte inferiore dell'addome in un tasto (il freddo aiuta a restringere i vasi sanguigni uterini).

Dopo la nascita del parto, l'utero si riduce notevolmente, con conseguente arresto del sanguinamento.

Nel corso normale del parto, la perdita di sangue totale è dello 0,3-0,5% del peso corporeo (una media di 100-250 ml (perdita di sangue fisiologica)). Dopo la nascita della placenta, sei già chiamato puerpera.

La durata del periodo successivo varia da 5 a 30 minuti.

Durante questo periodo di lavoro, respirare liberamente e in modo uniforme. Puoi, con un respiro profondo, spingere e pizzicare delicatamente i capezzoli delle ghiandole mammarie per una più rapida separazione della placenta.

Dopo la nascita della placenta, il medico la esamina attentamente, quindi il percorso di Rodovik viene esaminato nella piccola sala operatoria e, se vengono rilevati vuoti, vengono suturati.

Le prime 2 ore dopo il parto (postpartum precoce) è necessario rimanere nel reparto maternità sotto la stretta supervisione del medico di turno, quindi si verrà trasferiti nel reparto postpartum.

La durata totale della nascita fisiologica nei bambini primipari è in media di 16-18 ore, nei bambini multiparti di 10-12 ore.

Le cifre fornite da noi per la durata di un determinato periodo di parto sono classiche. Negli ultimi anni si è verificata una riduzione della durata media del lavoro (di 2-4 ore). Ciò è in gran parte dovuto alla preparazione al parto, all'aumento dello sviluppo fisico e del tenore di vita delle donne, al miglioramento delle cure ostetriche, all'uso di farmaci che migliorano le contrazioni e agli antidolorifici.

Il corso del processo di nascita

Classificazione

Anestesia per parto

Lezione 4. Il corso e la gestione del lavoro.

Parto: il processo fisiologico di espulsione del feto e della placenta dall'utero attraverso il canale del parto naturale.

L'attività lavorativa è un processo accompagnato da contrazioni, che si svolgono con frequenza, intensità crescenti e portano all'apertura della cervice, alla nascita del feto e al parto.

Consegna tempestiva (syn. Urgente, cioè in arrivo in tempo) - che si verifica a un'età gestazionale di 37-42 settimane.

Parto pretermine - che si verifica tra 21 e 37 settimane di gravidanza.

Nascita tardiva - che si verifica dopo 42 settimane di gravidanza.

Il parto (sinonimo spontaneo) - è terminato senza farmaci o interventi chirurgici nel corso.

Le nascite normali (come definite dall'OMS) sono nascite che iniziano spontaneamente in donne a basso rischio all'inizio del travaglio e rimangono tali per tutto il parto; il bambino nasce spontaneamente nella presentazione della testa con un'età gestazionale da 37 a 42 settimane intere e, dopo la nascita, la madre e il bambino sono in buone condizioni.

Pertanto, parto normale - parto spontaneo durante la gravidanza per un periodo di 37-42 settimane, nella presentazione della testa con un basso rischio di insorgenza e decorso dell'intero processo lavorativo.

Le nascite sono patologiche - in cui vi sono deviazioni dal normale corso del processo.

Il parto è veloce - la cui durata è in primipare da 6 a 4 ore, in multiplo da 4 a 2 ore.

Nascita rapida - la cui durata in primipare è inferiore a 4 ore, in multiparoso - 2 ore.

Nascite lunghe - la cui durata supera le 18 ore.

Distinguere tra il periodo preparatorio (precursori del parto) e il vero parto. I precursori includono aumento della minzione, comparsa di secrezioni sanguinolose dalla vagina, contrazioni irregolari dolorose dell'utero (Brexton Hicks).

Il periodo preparatorio per il parto si verifica a 38 settimane di gestazione. In questo momento, si verificano numerosi cambiamenti nel corpo in gravidanza:

- Formazione del dominante generico nel sistema nervoso centrale. Clinicamente accompagnato da sonnolenza, comportamento calmo, perdita di peso per 7-10 giorni prima del parto di 800-1000 g.

- Aumento dei livelli di estrogeni e riduzione del progesterone.

- La predominanza dell'influenza del sistema simpatico-surrenale.

- Cambiamenti strutturali nella cervice. La cervice matura si trova lungo l'asse del bacino. Il collo è accorciato a 1-1,5 cm, completamente ammorbidito, la faringe interna è morbida, passa uniformemente nel segmento inferiore. Il canale del collo passa liberamente il dito (2-3 cm di larghezza). La lunghezza della parte vaginale della cervice corrisponde alla lunghezza del canale cervicale.

- Stretta pressione della parte preesistente del feto all'ingresso del piccolo bacino.

- Esfoliazione della parte inferiore della vescica fetale dalle pareti dell'utero.

- La comparsa di secrezione di muco-saccarosio dalla vagina (scarica del tappo mucoso della cervice).

Il primo periodo (divulgazione) - inizia con la comparsa di contrazioni regolari. Durante il primo periodo di travaglio, le contrazioni diventano abbastanza frequenti, intense, prolungate e causano levigatezza e apertura della cervice. Il primo periodo termina con la piena apertura della cervice, il trasferimento del travaglio ai tentativi e il passaggio del liquido amniotico.

Il secondo periodo (esilio) - inizia dopo la piena apertura della cervice e termina con la nascita del feto.

Il terzo periodo (ultimo) - inizia dal momento della nascita del bambino e termina con la separazione della placenta e l'allocazione (nascita) del parto.

Prima e durante il parto, la cervice viene levigata - il canale cervicale viene accorciato da circa 2 cm a 1 cm. In definitiva, il canale è un'apertura rotonda con bordi assottigliati a quasi lo spessore della carta a causa del fatto che le cellule muscolari lisce che circondano la faringe interna si allungano verso l'alto verso il segmento inferiore dell'utero.

L'apertura della cervice si verifica gradualmente. Innanzitutto, la faringe passa la punta del dito, quindi due o più dita. Quando la faringe si apre, i suoi bordi diventano più sottili. Affinché la testa di un neonato di medie dimensioni passi attraverso la cervice, il canale cervicale dovrebbe espandersi a circa 10 cm di diametro. Questa è la piena divulgazione della cervice.

Ci sono alcune caratteristiche dell'apertura della faringe uterina nel primo e multiplo. In primiparas, prima apre la faringe interna, quindi quella esterna. In multiparoso, la faringe esterna si apre contemporaneamente alla faringe interna.

La posizione del feto è la posizione dell'asse del feto rispetto all'asse longitudinale dell'utero.

La presentazione del feto è classificata in base alla parte del corpo fetale più vicina all'apertura superiore della pelvi piccola (testa, pelvica).

La previa occipitale (parietale) si verifica nel 95% di tutti i generi.

È necessario distinguere tra posizioni e tipi di posizioni fetali.

La posizione è definita come il rapporto tra il feto indietro a sinistra (prima posizione) o destra (seconda posizione) ai lati dell'utero.

Il tipo di posizione è definito come il rapporto tra il lato posteriore del feto e quello anteriore (vista frontale) o posteriore (vista posteriore) dell'utero.

Il processo di adattamento della posizione della testa del feto per passare attraverso i vari piani del bacino è necessario per la nascita di un bambino. Questi cambiamenti nella posizione della presente parte costituiscono il meccanismo del parto e includono sette movimenti consecutivi con la vista frontale della presentazione occipitale:

1. Inserzione della testa: la posizione della testa del feto al momento dell'incrocio del piano di entrata nel bacino. Il normale inserimento della testa è chiamato sincretico quando l'asse verticale della testa è perpendicolare al piano di entrata nella pelvi piccola e la sutura sagittale (tra le due ossa parietali) è approssimativamente alla stessa distanza dal mantello e dall'utero. Con qualsiasi deviazione, l'inserimento è considerato asincrono. Con l'asynclitism anteriore (asynclitism di Negele), la cucitura spazzata si trova più vicino al mantello. Con la schiena (l'asinclinismo di Litzmann) - alla sinfisi.

2. Promozione (punta del filo - fontanella piccola).

3. Piegamento della testa.

4. Rotazione interna della testa.

5. Estensione della testa (punto di fissazione - regione della fossa suboccipitale).

6. Rotazione esterna della testa e rotazione interna del corpo.

7. Espulsione del feto.

I principi di gestione del lavoro sono i seguenti:

· Valutare il rischio di una donna incinta alla vigilia del parto

· Scegliere un ospedale per la consegna

· Scegli un metodo di consegna adeguato

· Monitoraggio dello stato della madre e del feto durante il parto

· Attenta erogazione delle prestazioni alla nascita

· Prevenzione dell'emorragia durante il parto

· Valutare le condizioni del bambino alla nascita e, se necessario, fornire assistenza tempestiva

· Attacco precoce del bambino al torace della madre

I fattori di rischio includono l'età materna, l'altezza, la storia del parto, la storia ostetrica complicata (parto, taglio cesareo, ecc.), Le complicazioni di questa gravidanza (aborto minacciato, posizione fetale errata, posizione anormale della placenta, anemia grave, ecc.). Nella maggior parte dei paesi, il rischio è diviso in basso e alto, utilizzando scale speciali.

Il rischio deve essere determinato ripetutamente, deve essere valutato durante la gravidanza e il parto. In qualsiasi momento, possono comparire complicazioni, il che dà motivo di attribuire alla donna un grado di rischio più elevato. Nel periodo prenatale (da 37 a 42 settimane), dovrebbe essere sviluppato un piano di nascita e la donna incinta dovrebbe essere introdotta ad esso. In assenza di fattori di rischio, il lavoro è considerato a basso rischio..

Un punto importante è la scelta del luogo di consegna. Molti ricercatori ed esperti dell'OMS ritengono che le camere di nascita dovrebbero essere vicine all'ambiente familiare con la presenza di genitori e familiari nella nascita (con il consenso della donna incinta). Ciò contribuisce al normale corso del lavoro. In molti paesi, le consegne vengono effettuate a casa. Nei Paesi Bassi, oltre il 30% delle donne in gravidanza partorisce a casa. Questo paese ha un sistema di consegna a domicilio ufficiale con buoni risultati. In Inghilterra, la consegna a domicilio viene attualmente effettuata nell'1-2% dei casi. Nel nostro paese, di norma, il parto viene effettuato in un ospedale, dove ci sono tutte le condizioni necessarie per fornire assistenza qualificata a una donna e un bambino. Il parto è un medico. Solo nelle piccole istituzioni ostetriche, la gestione della nascita normale è affidata all'ostetrica, che chiama il medico in caso di complicanze.

La preparazione al parto al momento del ricovero in ospedale comprende procedure di routine come la misurazione della temperatura corporea, delle pulsazioni, della pressione sanguigna, della rasatura dei peli pubici e del trattamento di un clistere. Obbligatorio al momento del ricovero in ospedale è un esame ostetrico esterno, compreso l'esame vaginale, la valutazione della maturità della cervice, l'integrità della vescica fetale. Al momento del ricovero alla nascita, è necessario determinare il gruppo sanguigno, il fattore Rh, l'ematocrito, il livello di emoglobina, l'HIV, la RW, esaminare l'epatite B e C, l'emostasiogramma, ecc..

È importante scegliere un metodo di consegna adeguato. La maggior parte degli ospedali segue una gestione attiva del lavoro, piuttosto che una semplice osservazione. Ogni fase del lavoro richiede uno speciale monitoraggio intensivo.

Maratona generica. Segni di insorgenza del travaglio e del processo di nascita


Il parto inizia sempre bruscamente. È impossibile prevedere. Ci sono molte opinioni su chi inizia la nascita: madre o bambino? Chi avvia questo processo? Alcuni dicono - mentre una donna si sintonizza, così sarà, altri - quando il bambino decide, allora nascerà. In effetti, nessuno lo sa per certo. Il parto è un elemento. Il parto non può essere aiutato, è solo possibile non interferire con la natura e una donna fare tutto come dovrebbe essere.

Il termine di consegna è di cinque settimane. Tre settimane prima della data prevista di nascita (DA) e due settimane dopo. Cioè, puoi iniziare a partorire sia a 37 settimane che a 42 anni, e questa sarà la norma. Molto spesso, naturalmente, ciò si verifica da 39 a 41 settimane di gestazione.
Eppure, come non perdere l'inizio del parto?


I primi segni di una nascita iniziale possono essere diversi:

  1. Contrazioni rare e irregolari. Combattere gli arpioni.
  2. Perdita d'acqua.
  3. Scarico di muco di sughero.
  4. Mal di schiena lombare.
  5. Tono uterino.
  6. Sensazione di calore nell'addome.
  7. Diarrea.
  8. Sbalzi d'umore.

Alla fine della gravidanza, potresti avere contrazioni precursori, le cosiddette contrazioni di Brexton Heights. Puoi sentirlo come un tono forte: "afferra-lascia andare, afferra-lascia andare", e quindi 10-15 minuti. Questo è normale: è così che l'utero si allena per il parto. Verso la fine della gravidanza, questo accade sempre più spesso. Tuttavia, non tutte le donne hanno presagi.
Se hai contrazioni persistenti, che si ripetono ogni 15-30 minuti e nel tempo si intensificano, possiamo supporre che il parto sia iniziato.
Un altro modo di capire: "dare alla luce o no?" - una doccia calda. Se hai frequenti contrazioni, precursori e non riesci a capire se quelle "reali" sono contrazioni o ancora precursori, devi fare una doccia molto calda. Tieniti caldo e rilassato lì. Se dopo la doccia le contrazioni non sono passate, ma si sono intensificate - questo è il parto.

Liquido amniotico

Il liquido amniotico può drenare o potrebbe perdere. Qual è la differenza?

La perdita d'acqua si verifica quando si rilascia fluido da un cucchiaio o poco più. Scorre e scorre lentamente. Ciò suggerisce che la vescica fetale da qualche parte ha provocato una crepa e che da essa fuoriesce acqua.

E se hai fluito subito e sul pavimento, è quasi sgorgato (non meno di mezzo bicchiere) - questo significa che le acque sono andate via. Ma, ancora una volta, non tutti. Non è possibile uscire immediatamente da una sola goccia. Di norma, le acque frontali escono, ad es. acqua, che si trova sopra la testa del bambino. Solo nel 15% delle donne, l'acqua lascia o inizia a perdere prima dell'inizio del travaglio, nel resto - durante il travaglio.

Se l'acqua è drenata, prendi un panno bianco pulito o un asciugamano e immergilo nell'acqua. Questo è necessario per determinare il loro colore. Se il liquido è brunastro o verdastro, questo molto probabilmente indica l'ipossia di un bambino, ad es. su una mancanza di ossigeno. Cerca di informare il medico, l'ostetrica, il prima possibile. Vai immediatamente in ospedale.

Scarico di muco di sughero che è?

La spina mucosa è un grumo di muco che collega la cervice e quindi la protegge dall'infezione all'interno del bambino. Potresti notare come un pezzo di muco si è allontanato da te, durante o senza la minzione. Il tappo mucoso contiene impurità minori del sangue. Può essere di colore giallastro o rosato, con stringhe di sangue. Lo scarico mucoso del sughero è anche un segnale che il travaglio inizierà presto..

Pancia in giù

Prima del parto, la maggior parte delle donne ha un abbassamento della pancia: la testa del bambino si abbassa e viene premuta all'ingresso del bacino della madre, che può essere accompagnato da lievi contrazioni muscolari nella parte inferiore dell'addome e nella parte bassa della schiena. La pancia può cadere sia poche ore prima della nascita che alcune settimane. Quando lo stomaco si abbassa, diventa più facile respirare perché il diaframma viene rilasciato, ma dovrai correre in bagno più spesso, perché ora la pressione sulla vescica è aumentata.

Il parto è iniziato

Finalmente è successo! Se questo è il tuo primo bambino, allora anche questo è il tuo compleanno, la nascita di tua madre in te.
Puoi essere eccitato e ansioso. Cerca di calmarti e rilassarti. Lo sfondo ormonale del parto è costituito dalle tue prime emozioni. Pertanto, cerca di non farti prendere dal panico, ma rallegrati. Ricorda che giorno è: questo numero o il prossimo sarà il compleanno del tuo bambino! Certo, per ogni giorno abbiamo dei piani. Cerca di rinunciare a tutto facilmente ed entra nel processo di nascita con calma e gioia.
Eppure - conserva l'intimità e il mistero del processo. Non c'è bisogno di dire a tutti in una volta: "Io partorisco!". Tuttavia, il parto è un processo meraviglioso che ti riempirà di energia gioiosa nel compiere un miracolo. Il tuo compito è mantenere questa energia in te stesso e non spruzzarla. Condividerai sicuramente la tua gioia con tutti i tuoi cari, ma un po 'più tardi, ora concentrati sul bambino, rivelati come un fiore magico verso il sole, mostrando al tuo bambino l'accesso al mondo.

1a fase del parto
Contrazioni. Cervice uterina.

Lo stadio del travaglio è diviso in parto prematuro, parto attivo e fase di transizione.
La fase di transizione è quando ti stai già spostando dal reparto prenatale alla camera di nascita per iniziare a "spingere" il bambino.

2 livelli
tentativi.

Il passaggio del bambino attraverso il canale del parto e la nascita. Incrocio del cordone ombelicale.

3 fasi
Fusione.

Imprinting (imprinting) e riposo, allattamento al seno e separazione della placenta.

4 livelli
Nascita di un parto.

L'uscita della placenta, membrane fetali.

Fisiologicamente, tutte le donne attraversano queste fasi, ma emotivamente ogni nascita è unica.

Fase uno - Combattimenti

Quanto dura la consegna? Ci sono alcune figure condizionali, ma tutto è molto individuale. La prima nascita dura da 10-12 ore a 24 ore, e questa è una variante della norma. La seconda nascita, di regola, è sempre più veloce della prima - da 4 ore a 10-12 ore. Ricorda che le deviazioni in una direzione o nell'altra possono essere significative..
In generale, per andare in un periodo di grande affluenza, la cervice dovrebbe aprire 10-12 cm.


Nascita prematura L'inizio dei combattimenti

I primi 3-4 centimetri di divulgazione possono andare completamente invisibilmente e indolore per una donna e possono aprirsi abbastanza rapidamente e in modo evidente. Di norma, questi primi centimetri di divulgazione impiegano più tempo dell'intero primo stadio. Pertanto, se sei già arrivato in un ospedale di maternità per molto tempo e ti sembra che tu abbia partorito per molto tempo e il medico dice che l'apertura è di soli 4 cm - non preoccuparti! Quindi tutto va più veloce e più facile.

Le contrazioni all'inizio del travaglio possono essere deboli o forti, regolari o irregolari. Durano da circa 30 a 45 secondi e si ripetono dopo 5-30 minuti. Anche la distanza temporale tra le contrazioni può variare, ma alla fine della fase il tempo è ancora ridotto. Le contrazioni seguono più spesso.

La cosa più importante qui è rilassarsi e provare a disconnettere la testa da tutto ciò che è superficiale. Chatta meno e ascolta le chiacchiere, prova a disattivare il controllo nella tua testa. Tutto sta già andando come è, fidati del processo di nascita e agitalo di meno. Cerca di approfondire il tuo corpo, vai dal bambino, immergiti nel processo.

"C'è ancora abbastanza tempo per riposare, avrai bisogno di molta forza - riposati ogni volta tra i combattimenti, sostieni il bambino, informandolo che tutto sta andando bene e presto ti incontrerai.

Se le acque non sono ancora partite, puoi stare in un'anima calda. Questo ti rilassa e allevia il mal di schiena. Puoi anche ascoltare musica calma nel lettore, pre-preparata.

Devi mangiare a poco a poco, solo alimenti facilmente digeribili, e poi, se vuoi. Bere acqua pura, acqua minerale senza gas, succhi appena spremuti, kefir, tè verde con miele per mantenere la forza.

Non dimenticare di andare in bagno più spesso, "per un po '" in modo che una vescica piena non interferisca con il parto.

All'inizio del processo di nascita, puoi vomitare, non allarmarti: questo è normale. Il corpo viene liberato da tutto ciò che è superfluo per concentrarsi sulla cosa principale: il parto. Per lo stesso motivo, potresti avere feci molli. In ogni caso, ti verrà dato un clistere in ospedale in modo che le feci non interferiscano durante il parto. Sintonizzati sul fatto che dopo un clistere, le contrazioni si intensificheranno.

All'inizio e alla fine di ogni incontro, fai un respiro calmo ed espira a lungo con rilassamento.

"La respirazione silenziosa è molto importante, ora stai respirando per il bambino. L'ossigeno viene erogato al bambino attraverso il sangue, la placenta e il cordone ombelicale. Durante le contrazioni, il bambino riceve meno ossigeno ed è importante per lui" riprendere fiato "tra le contrazioni.

Ricordare il bambino durante il parto è la cosa più importante. È molto più difficile di te. Sostienilo mentre parli con lui, assicurati di parlare ad alta voce.


Parto attivo

Quando il parto sta già guadagnando forza e le contrazioni seguono ogni 2-5 minuti, durando 40-60 secondi, stiamo parlando di parto attivo. Il travaglio attivo dura da 2 a 3,5 ore e la cervice si apre da 4 a 8 cm.

Se nel periodo precedente potevi ancora chattare tranquillamente tra le contrazioni, ridere e voltarti, osservando ciò che sta accadendo intorno, ora le contrazioni stanno diventando più forti e più frequenti. Una donna va al parto con la testa - e questo è molto corretto e allevia il dolore intollerante. C'è un focus sul lavoro interno - e il desiderio di essere distratto dalle sciocchezze scompare rapidamente.

Cerca di non pensare agli altri, loro stessi si adatteranno a te. Di norma, lo staff medico è sempre in attesa della fine della lotta, per dirti qualcosa o per effettuare qualsiasi manipolazione.

Arrenditi completamente al parto! Essere in contatto con il bambino, arrendersi a questo flusso spontaneo, accompagnare il bambino in esso, rallegrarsi e semplicemente "tenersi in contatto". Ne ha bisogno ora più che mai!

Il parto attivo è il momento di ricordare la respirazione, di cambiare diverse posizioni - in una parola, tutto ciò che hai imparato in preparazione, se ci sei andato. Ascolta il tuo corpo, il modo migliore per muoverti, respirare, canticchiare o "suonare" nel modo che preferisci. I tuoi peggiori nemici ora sono vanità, panico e paura. Portali via! Cerca di immergerti nel processo del parto e di non uscirne prima di sentire il tanto atteso pianto del tuo bambino.

Forse vuoi piangere un po 'o lamentarti: non è il momento di essere timidi. Lasciati andare, dimentica convenzioni e decenza. Accovacciati, alzati, cammina, inclinati sul bordo del tavolo o del letto, sdraiati sul lato sinistro, alzati a quattro zampe, inarcando la schiena come un gatto. Prova in questa posizione a scuotere lentamente i fianchi, destra-sinistra o otto. Se tuo marito o assistente è con te, affidati a lui. Appendi le mani: hai le spalle a un partner, ti tiene sotto le ascelle o appena intorno al collo. Chiedi di massaggiare la parte bassa della schiena, la testa e gli arti.

"Il dolore che ricorda le contrazioni" ronzio "è meraviglioso - cantare" Ohm-mm "o" Ah-ah "con un suono basso e uterino.
Guarda i muscoli della bocca e del collo: questo è un analogo della cervice. Viso e collo rilassati - la divulgazione è buona e morbida.


Fase di transizione

La fase di transizione è la fine del periodo di "lotta". Le contrazioni qui saranno il più forti possibile e poi passeranno ai tentativi, ad es. per tirare fuori il bambino stesso.

È nella fase di transizione che una donna esaurisce spesso la forza, può chiedere l'anestesia e iniziare a "arrendersi". Questo può essere capito. Se qualcuno ti accompagna durante il parto, chiedi aiuto da lui. A volte tieni semplicemente la mano e ascolta: "Hai finito, stai andando bene!" è abbastanza. Le contrazioni sono molto forti, 60-90 secondi, ripetute ogni 1-3 minuti. Il sollievo è che questa fase è molto breve e rimane solo un po '. Vengono rivelati gli ultimi 3-4 cm della cervice, in media ci vogliono da 30 minuti a 1,5 ore. Ma il tempo in questo periodo volerà molto velocemente. La tua coscienza rimane all'interno del processo di nascita e con il bambino.

"Se è già difficile per te comunicare con tuo figlio, sarebbe bello se tuo padre o assistente lo facesse. Parla con tuo figlio, digli quanto impazientemente lo stai aspettando. Semplici parole del padre:" Dai, piccola, vieni da noi! " per lui molto aiuto e supporto.

Quando la cervice si apre quasi completamente, potresti sentire l'impulso di spingere. Questa è una sensazione di intensa pressione sul retto. Alcuni non lo sentono, altri si sentono pronunciati. Ma nella fase di transizione è troppo presto per spingere, perché il collo non è ancora pronto per questo. Prova a respirare "cane", ad es. spesso, rapidamente e superficialmente. Se è molto difficile trattenersi, parlarne con l'ostetrica o il medico. Se è il momento, ti porteranno su una sedia, in caso contrario, limiteranno lo sforzo il più possibile. Puoi sollevare le gambe o sdraiarti in una posizione del ginocchio-gomito, ad es. glutei nel soffitto, a testa in giù. Ciò faciliterà la tua condizione. Quando la cervice è completamente aperta, inizierà la seconda fase seria, dopo tutte le contrazioni, i tentativi.

Il secondo stadio sono i tentativi. Il bambino entra nella luce

Le contrazioni sono state ora sostituite da tentativi: non solo i muscoli dell'utero, ma anche gli addominali si stanno contraendo. I tentativi, di norma, sono meno dolorosi, sebbene più intensi, durano 60-90 secondi e si ripetono ogni 2-5 minuti.

Mentirai sulla sedia del parto e, con l'aiuto del consiglio dell'ostetrica, spingerai forte quanto ti serve. Oppure, se il bambino andrà abbastanza veloce, quindi, al contrario, con l'aiuto della respirazione superficiale o della cosiddetta respirazione "da cane", limiterai gli sforzi in modo da non rompere il cavallo e consentire al bambino di uscire delicatamente e senza intoppi. Tutto ciò che ti è accaduto prima, puoi solo accettare, rilassarti e respirare correttamente. Ora, nel periodo frenetico, tutto dipende dai tuoi sforzi e sforzi. Un bambino può nascere in cinque minuti e puoi allungare questo processo di "tirare" per diverse ore.

Il bambino si sposta dalla cavità uterina attraverso il canale del parto. E devi raccogliere tutte le tue forze e aiutarlo a venire alla luce. Ci sono bambini che hanno bisogno di essere attivamente "tirati fuori", altri hanno bisogno di alternare tensione e lasciarsi andare, mentre altri hanno bisogno di lasciarsi andare completamente senza alcuna tensione. Come sarà con te, il medico o l'ostetrica te lo diranno. In questo periodo, è molto importante ascoltare i loro consigli e se ti è stato detto: "Spingi forte!" allora non devi sentirti dispiaciuto per te stesso e spingere forte ogni volta che ti viene detto.

"Nel periodo frenetico, non puoi gridare, questo rende i tuoi muscoli meno plastici e il dolore si intensifica. Questo rallenta il processo e rende nervoso il personale medico. Raccogli le tue forze, resta solo un po 'di tempo! Meglio provi, più veloce e più comodo nascerà il tuo bambino.

Il tuo respiro completo è ora necessario per entrambi. È importante ricordare che nella seconda fase, il bambino viene bloccato nel canale del parto e ha bisogno di ossigeno. Se respiri in modo errato, il bambino soffrirà della sua mancanza. Tra i tentativi, respira profondamente e con calma. Durante i tentativi, ascolta attentamente le istruzioni del medico.

Sfrutta al massimo il tempo tra i tentativi di nutrire il tuo bambino con ossigeno e rilassarti. Dal momento che i tentativi sono più intensi delle contrazioni, la natura ci dà il tempo tra i tentativi di rilassarsi e guadagnare forza. Cerca di non perdere tempo a parlare - anche questo ruba ossigeno al bambino. Rilassati il ​​più possibile, lascia i tuoi pensieri al bambino. Più a fondo ti rilassi, meglio puoi lavorare al prossimo sforzo. I tentativi sono un duro lavoro. Mantieni la presenza della mente e ricorda che il bambino è ora molte volte più difficile di te, prova per lui.

"Quando appare la testa del bambino, allunga la mano e toccala con la mano, accarezzandoti i capelli - sentirai qualcosa di insolito che non può essere espresso in parole. Forza, gioia, gioia, curiosità. Il dolore e la fatica si ritireranno, tutti i pesi non saranno così significativi, è come se tu fossi in te aprirebbe un secondo vento.

Nei tentativi, potresti provare una sensazione di dolore lancinante, stiramento o bruciore nella vagina e nel perineo quando esplode la testa. Non aver paura delle lacrime che possono verificarsi durante i tentativi. Nelle nascite naturali, sono rare, guariscono bene, non divergono nelle nascite successive e non creano problemi sessuali..


La testa del bambino esce gradualmente. Innanzitutto, viene mostrato nel tentativo di 1 cm e torna indietro quando il tentativo termina. Quindi la testa cessa di essere nascosta e ad ogni tentativo viene mostrata sempre di più. Alla fine, durante un altro tentativo, la testa del tuo bambino è completamente nata. Il bambino continua a "respirare" attraverso il cordone ombelicale, mentre aspetti con calma il prossimo tentativo. Quindi il bambino gira di 90 gradi in modo che le spalle possano nascere. Le spalle appaiono alternativamente: prima la parte anteriore (da sotto il pube della madre), poi la parte posteriore (dal perineo).

E ora, dietro le spalle, in un istante nasce l'intero corpo del bambino: caldo, scivoloso e bagnato. Il bambino viene messo a pancia in giù. Il bambino sente il calore, la morbidezza e il battito del tuo cuore - e si calma. Assicurati di salutare il tuo neonato, digli tutte quelle parole tremanti che sono nel tuo cuore per lui. Se hai già scelto un nome per il tuo bambino, informalo solennemente con il suo papà (che è vicino a te, o verrà chiamato dal corridoio)!

Recuperando dallo stress della nascita, per la maggior parte, i bambini stessi iniziano a cercare attivamente il seno. Il primo sorso di colostro fatto da un bambino diventa un segnale per tutto il corpo della donna che è diventata madre. Il suo sangue è di nuovo pieno di ossitocina naturale, che risveglia l'istinto materno, l'amore per il bambino e fa anche contrarre il tuo utero per la normale e completa separazione della placenta dalle sue pareti.

"A volte i bambini non prendono subito il seno. Non affrettare il bambino. Succhiare è un istinto che si manifesterà sicuramente. Forse un po 'più tardi, quando il bambino riposa.


Terzo stadio Fusione, incontro con mamma e bambino


Non è così importante se il bambino prenderà rapidamente il seno, il contatto del bambino con la mamma (e il papà, se è presente!) È importante. La tua fusione con il bambino dopo il parto è la più importante! La sopravvivenza del bambino può anche dipendere da questo. Durante la fusione, vengono stabiliti legami emotivi, emotivi e spirituali tra il bambino e la sua famiglia.

La riunione nella prima ora dopo la nascita è un'ottima base per la relazione di un bambino con sua madre, con il mondo intero che lo circonda. Una volta iniziata, questa relazione dura una vita.


Il quarto stadio. Nascita di un parto

Qualche tempo dopo la nascita del bambino, avrai un irresistibile desiderio di spingere di nuovo. Questa è la nascita della placenta (placenta e membrane fetali).
Spesso, le donne in travaglio in questo momento di solito sono così appassionate del loro bambino appena nato (che giace a pancia in giù) che spesso dimenticano questo stadio. Mettere un neonato direttamente al seno nella stanza di maternità e uno stretto contatto con il corpo della madre ha un grande effetto positivo. In particolare, accelera la nascita della placenta e aiuta a ridurre il sanguinamento, per non parlare dell'enorme recupero emotivo vissuto da una donna.

Tuttavia, per un contatto così lungo e precoce di una donna in travaglio con il suo bambino, sono richieste molte condizioni speciali, che non sono sempre disponibili nei nostri ospedali di maternità. Pertanto, molto probabilmente sarai disciplinato ad aspettare questo stadio, mentre il bambino si crogiolerà sotto i raggi di una speciale fonte di calore. Ma non preoccuparti: hai ancora molto tempo a disposizione per divertirti a parlare con tuo figlio!

Come risultato di due o quattro tentativi finali di placenta, questo organo voluminoso, che è servito per 9 mesi, lascia il corpo della donna in travaglio con le membrane. Nascita naturale completata.

"L'uscita della placenta è accompagnata da emorragia naturale. Se hai una scarica abbondante, puoi ricevere un'iniezione di ossitocina. Ma la migliore prevenzione del sanguinamento è quella di dare al bambino un seno!

Dopo la nascita della placenta, il medico controlla le condizioni del canale del parto e, se necessario, colma le lacune. Altre due ore sarai nella sala delle nascite, poiché il medico deve assicurarsi che tutto sia in ordine con te e che il tuo sanguinamento rientri nei limiti normali. Il bambino in questo momento viene portato nel reparto pediatrico. È meglio, ovviamente, darlo al marito che ti sta aspettando nel corridoio. Lascia che queste due ore, sia come un bambino vicino a te. Dopo due ore e un'ispezione, confermando che tutto va bene per te, tu e il bambino sarete trasferiti nel reparto, dove potrete rilassarvi completamente.
E solo allora, dopo aver riposato e dormito, si rendono conto dell'intera unicità del momento. Puoi sdraiarti tranquillamente, vedere come dorme e goderti la pace. Oppure puoi (finalmente!) Chiamare tutti i parenti e gli amici - e accettare le congratulazioni per la nascita del TUO MIRACOLO!

Nascita naturale Il processo e le fasi del parto

La nascita di un bambino è uno dei momenti più significativi che una donna inizia a preparare durante la gravidanza. Allo stato attuale, il parto viene effettuato in modo naturale o attraverso taglio cesareo. Dal punto di vista della salute, è preferibile che una donna partorisca da sola (senza intervento medico).

Affinché la nascita abbia successo, la futura mamma deve prepararsi in anticipo per loro. Il momento della nascita è sempre imprevedibile, perché tutto può iniziare in qualsiasi momento della giornata, quindi la regola più importante è quella di non farsi prendere dal panico. La futura mamma ha bisogno di ascoltare il suo corpo e le raccomandazioni degli ostetrici che controllano il parto.

Preparazione naturale alla nascita

Il processo di preparazione al parto in modo naturale include quanto segue:

  1. Allenamento fisico.
  2. Collezionare borse in ospedale.
  3. Preparazione psicologica (la più importante: include conoscenze teoriche su come avviene la nascita naturale, come respirare e aiutare il bambino).

Come preparare il corpo al parto

Una donna ha bisogno di molta forza per dare alla luce un bambino. Affinché il corpo sia pronto e allenato, la futura mamma può frequentare corsi speciali nel centro fitness per donne in gravidanza o prepararsi a casa da sola, eseguendo esercizi leggeri. Questo aiuta a mantenere la salute fisica durante la gravidanza e impedisce lo sviluppo di alcune malattie caratteristiche di questo periodo (ad esempio, le vene varicose).

Va tenuto presente che se una donna durante l'allenamento a casa si sentiva male (vertigini, ecc.), È necessario interrompere immediatamente la ricarica.

Si raccomanda alle future mamme di eseguire i seguenti esercizi (ogni esercizio 10-15 volte):

  1. Dita rampicanti.
  2. Squat in posizione eretta, "metà" (le gambe non devono formare un angolo retto nelle ginocchia).
  3. In posizione eretta, porta la gamba il più lontano possibile lateralmente, controllando la schiena (esegui un esercizio per ogni gamba).
  4. In posizione eretta, porta la gamba il più indietro possibile (esegui per ogni gamba).
  5. Mettiti a carponi ed esegui leggeri flessioni (senza sforzare i muscoli addominali).
  6. Nella stessa posizione, sollevare la gamba piegata al ginocchio.
  7. Nella stessa posizione, sollevare la gamba dritta.
  8. Siediti sul pavimento e allunga le gambe: esegui movimenti circolari dei piedi.
  9. Nella stessa posizione, lavora in piedi: tira le calze lontano da te - verso te stesso.

Questi esercizi aiutano a rafforzare i muscoli del bacino, prevenire le vene varicose, alleviare la fatica e il gonfiore delle gambe.

Cosa devi portare con te in ospedale

I medici raccomandano a una donna di preparare in anticipo una borsa con la quale andrà in ospedale. Questo è necessario per non perdere tempo durante le contrazioni e andare immediatamente in un istituto medico. L'elenco degli elementi essenziali dovrebbe essere fornito dal tuo ginecologo che controlla il corso della gravidanza..

Di solito l'elenco delle cose per la madre è simile a questo:

  • documenti;
  • due camicie da notte (in cui la donna partorirà (potrebbe sporcarsi) e in cui si troverà nel reparto postpartum);
  • accappatoio;
  • scarpe / pantofole comode;
  • calze (sottili e calde);
  • biancheria intima intercambiabile;
  • pannolini per adulti o night pad;
  • dentifricio, spazzola, asciugamano, sapone, shampoo, bagnoschiuma, assorbenti, pettine, carta igienica;
  • una tazza, un piatto, un cucchiaio (potrebbero non dare in ospedale);
  • una bottiglia di acqua naturale (durante il parto una donna beve molto);
  • salviette di carta (di norma, vengono consegnate agli ordinati prima della consegna).

Cose per il bambino:

  • pannolini (taglia minima);
  • canotte-shirt;
  • cursori;
  • corpo;
  • calzini;
  • camicette calde;
  • cofani (caldi e sottili);
  • pannolini;
  • sapone per bambini, polvere, crema per bambini.

Tutti i vestiti per bambini devono essere raccolti a seconda del periodo dell'anno, devono essere lavati e stirati dall'esterno e dall'interno.

Puoi portare con te una coperta per bambini e preparare un elegante set di vestiti per un neonato o una busta per lo scarico.

La borsa in ospedale deve essere raccolta già a 34-36 settimane di gravidanza. Se necessario, se hai dimenticato qualcosa, chiama i tuoi cari e chiedi loro di trasferire le cose necessarie attraverso lo staff.

Preparazione psicologica per la prima nascita

Anche con tutti i moderni dispositivi medici, determinare la data esatta della consegna è impossibile. Presumibilmente questo momento arriva 280 giorni dopo l'ultima mestruazione, cioè l'intera gravidanza dura circa 40 settimane (+/- 2 settimane). Se ci sono deviazioni durante la gravidanza, i medici possono prescrivere un parto urgente (eseguire la stimolazione (provocare la comparsa di contrazioni) o, se la situazione non si stabilizza, prescrivere un taglio cesareo).

È meglio parlare con il proprio medico di possibili situazioni non standard e, se si avverte una grave ansia persistente, ha senso consultare uno psicologo: ti aiuterà a ottenere l'umore giusto e ti consiglierà come comportarti in momenti difficili.

Inoltre, le future mamme non dovrebbero dimenticare le varie scuole dei futuri genitori, che possono essere frequentate con il padre del bambino. Ciò faciliterà in modo significativo il processo di accettazione dei pensieri sulla nascita precoce e sistematizzerà la conoscenza..

Tutte le donne subiscono il parto in diversi modi: ciò può dipendere dalla struttura del corpo, dall'età, dall'eredità e da altri fattori. La consegna naturale può durare da 6 a 11 ore. Affinché il bambino appaia normalmente, la madre deve sapere come inizia la nascita, quando è necessario chiamare un'ambulanza, come respirare correttamente durante il travaglio e spingere.

L'inizio del travaglio è il momento in cui arrivano le contrazioni ogni 3 minuti: puoi prendere un orologio e seguire questo momento. Allo stesso tempo, lascia il liquido amniotico. Sono un segnale che devi chiamare un'ambulanza e andare in ospedale se non hai altre istruzioni dal medico.

Come sono le nascite naturali

I medici distinguono tre fasi del parto:

  1. Contrazioni e preparazione del corpo per il bambino.
  2. Nascita diretta di un bambino.
  3. Espulsione della placenta e coaguli di sangue.

Primo passo

Nella prima fase, più lunga, la cervice si apre da 2 a 10 cm La donna non dovrebbe ancora spingere: in questo momento il feto cambia posizione e si prepara alla nascita.

Durante tutte le nascite, la futura mamma non dovrebbe mai essere nervosa e urlare costantemente: questo ti impedirà di concentrarti sulle contrazioni e non ti permetterà di ascoltare ciò che dicono i dottori. Ogni combattimento successivo è più lungo nel tempo rispetto al precedente, il tempo tra loro è costantemente ridotto.

Una donna ha bisogno di trovare una posizione del corpo in modo che sia più facile sopportare le contrazioni. Si ritiene che il corpo stia "preparando" più rapidamente il canale del parto per la nascita di un bambino, quindi si raccomanda di rimanere il più dritto possibile. Puoi provare a camminare, a stare in piedi, appoggiandosi allo schienale della sedia e facendo oscillare il bacino, inginocchiandoti e riposando sul letto.

Il ruolo principale è giocato dalla respirazione. Tra una lotta e l'altra, una donna dovrebbe respirare profondamente e in modo uniforme, guadagnando forza. Durante le contrazioni, è necessario respirare superficialmente attraverso la bocca..

All'inizio, quando sono iniziate le contrazioni, la donna in travaglio, se lo desidera, può mangiare un po '(cibo leggero: cracker, crocchia, banana). Ci vuole molta forza per dare alla luce un bambino, perché il parto può trascinarsi per diverse ore.

Recentemente, i medici hanno sempre meno probabilità di usare un clistere purificante prima del parto. Questo perché questa procedura rilassa notevolmente i muscoli della cavità addominale, impedendo alla donna di spingere. Se al momento della nascita del bambino la donna in travaglio vuole andare in bagno "per la maggior parte", questo è naturale: il feto preme sull'intestino, il che porta al suo svuotamento involontario. Gli ostetrici si prenderanno cura di tutto, mentre le madri devono concentrarsi completamente sul processo di dare alla luce un bambino.

Seconda fase

Quando la cervice si apre fino a 10 cm, inizia la seconda fase del parto: puoi già spingere per aiutare il bambino a nascere più velocemente. Questa fase può richiedere fino a 2,5 ore, durante le quali i medici monitorano attentamente i progressi del bambino.

Se necessario (se la madre non riesce a far fronte e il bambino non si muove), possono praticare un'incisione nel perineo - questo accade quando la testa del bambino è troppo grande e c'è il rischio di rottura dei tessuti molli. Dopo la nascita del bambino, il medico eseguirà un'iniezione anestetica e cucirà l'incisione.

Molte madri che partoriscono per la prima volta commettono un grave errore durante i tentativi: quando spingono, mettono a dura prova la stampa, a causa della quale il bambino non si muove in avanti e le forze vengono sprecate. Se una donna spinge in modo errato, possono verificarsi rotture dei tessuti molli..

Sarà corretto durante lo sforzo di sforzare i muscoli della parete posteriore della cavità addominale (sono questi muscoli che si stringono quando una persona va in bagno "per la maggior parte"). Devi sforzarti solo durante i combattimenti, nelle pause - per rilassarti e respirare profondamente.

Terza fase

Questo periodo può richiedere da 5 a 30 minuti, durante i quali la placenta viene respinta e la placenta nasce e una donna può avvertire contrazioni deboli.

In conclusione, i medici esamineranno il canale del parto per le lacrime interne e, se necessario, la sutura usando l'anestesia. Poche ore dopo il parto, la madre riposa nel reparto e contemporaneamente porta il bambino per la prima poppata. A questo punto, i medici esamineranno già il neonato, effettueranno le misurazioni necessarie e registreranno tutti i dati.

Nel reparto postpartum, si consiglia a una donna di sdraiarsi per 1-2 ore a pancia in giù: questo migliorerà la circolazione sanguigna e la contrazione uterina e contribuirà al rapido rilascio di coaguli di sangue. Se la nascita ha avuto successo e la madre e il bambino stanno bene, dopo 3-5 giorni saranno dimessi dall'ospedale e rimandati a casa.

Cosa prova il bambino durante il parto

Non solo la madre prova dolore durante il parto: per un bambino, la nascita in modo naturale è anche stress e duro lavoro. Negli ultimi mesi di gravidanza, il feto, di norma, assume una posizione a testa in giù. Durante le contrazioni e l'apertura della cervice, la testa del bambino deve entrare nelle ossa pelviche della madre - in questo modo il bambino scende più vicino al canale del parto.

L'azione successiva che compie è un raggruppamento: il bambino preme il mento sul petto per spremere ulteriormente. Quindi il bambino si gira dall'affrontare alla parte laterale del corpo della donna all'affrontare la colonna vertebrale.

Se il bambino si gira per affrontare lo stomaco, la donna sperimenta contrazioni spinali forti e dolorose. I medici consigliano di spostarsi di più e cambiare posizione fino a quando il bambino non si trova correttamente.

Nella fase successiva (con tentativi), il bambino allunga il collo (la testa può già essere vista quando la mamma sta spingendo). Quando la testa appare alla luce, il bambino ruota lateralmente verso l'esterno lateralmente - di norma, ciò accade con l'aiuto di un medico. L'ultima fase: spingere l'intero bambino.

Parto con il marito - a favore e contro

La consegna in coppia è una nascita che avviene in presenza di una persona cara. Si ritiene che il supporto psicologico fornito dal partner abbia un effetto positivo sulla donna durante il parto. Allo stesso tempo, può accompagnare una donna in bagno, eseguire massaggi lombari, erogare acqua e fare altre cose utili.

Alcuni psicologi non raccomandano di portare un marito nel reparto di nascita. Questo perché è difficile per un uomo guardare la sofferenza della sua amata moglie, che può portare a successivi problemi psicologici a letto, ma ogni caso è individuale. Se una donna ha paura di partorire da sola, può invitare sua madre, sua sorella o la sua ragazza.

Quando un uomo insiste o una donna in travaglio desidera che suo marito venga con lei, è consigliabile prepararlo moralmente per ciò che sta accadendo. Le persone si comportano diversamente in situazioni stressanti e se un uomo è in grado di far fronte alle sue emozioni, puoi tranquillamente affidarti a lui.

Controindicazioni al parto naturale

Se la gravidanza è andata bene e il feto si è sviluppato correttamente, la nascita dovrebbe andare bene. I medici prescrivono il taglio cesareo nei casi in cui il parto naturale minaccia la vita della madre e del bambino.

Indicazioni per l'intervento chirurgico pianificato:

  • bacino stretto, tumori e deformità in questa parte del corpo;
  • la minaccia di rottura uterina, fallimento della cicatrice dopo un'operazione precedente;
  • posizione errata della placenta;
  • patologia nella vagina o nell'utero;
  • gestosi grave;
  • malattie croniche (diabete mellito, disturbi del sistema cardiovascolare e altri);
  • posizione laterale del feto;
  • ipossia fetale;
  • esacerbazione dell'herpes genitale.

I medici possono eseguire un'operazione di emergenza durante il parto se ci sono i seguenti fattori:

  • scarico precoce di liquido amniotico (in questo caso, le madri possono condurre la stimolazione per causare contrazioni);
  • ipossia fetale acuta;
  • distacco della placenta;
  • prolasso degli anelli del cordone ombelicale;
  • posizione errata della testa del feto.

Tutti questi sono indicazioni assolute per taglio cesareo. Indicazioni relative:

  • l'età della madre è superiore a 35 anni (il fatto della prima nascita a questa età complica la situazione);
  • frutto troppo grande o piccolo;
  • taglio cesareo precedente;
  • patologia della gravidanza.

Con un taglio cesareo pianificato, la madre riceverà il consenso scritto per l'operazione.

Pertanto, affinché la nascita vada bene, una donna deve:

  • niente panico,
  • pre-cucinare cose in ospedale,
  • respirare correttamente durante le contrazioni,
  • cercare una posizione del corpo confortevole durante il travaglio,
  • spingendo correttamente durante il parto,
  • ascolta il tuo corpo e le raccomandazioni dei medici,
  • avere un atteggiamento positivo nei confronti del risultato della situazione.

E, soprattutto: la sofferenza e il dolore vengono rapidamente dimenticati quando la madre torna a casa con il bambino e si dedica a prendersi cura di lui.

Up