logo

La nascita di un bambino è il processo più importante durante il quale una donna dovrebbe essere sotto la stretta supervisione dei medici. Tuttavia, dopo il parto, la mamma non dovrebbe essere lasciata sola. In effetti, nella prima volta dopo ciò, possono sorgere una serie di complicazioni, che sono più facili da prevenire che da affrontare in seguito. Per quali motivi c'è una temperatura dopo il parto e ciò che questo può indicare - questo è ciò di cui ora voglio parlare.

Cosa succede dopo la nascita
Inizialmente, va notato che anche se il processo di nascita stesso è andato bene e senza complicazioni, questo non è un motivo per rilassarsi. Dopotutto, anche le prime 24 ore dopo la nascita di un bambino sono importanti. In questo momento possono sorgere molti problemi diversi. E uno di questi è la temperatura dopo il parto. Quindi, nei primi due giorni, i medici controllano attentamente lo stato di salute non solo del bambino, ma anche della donna in travaglio. Periodicamente, i medici controllano il grado di contrazioni uterine, le condizioni del seno, esaminano e chiariscono la natura della scarica. Se c'erano delle cuciture, devono essere periodicamente elaborate. E, naturalmente, almeno tre volte al giorno, una donna in travaglio sta misurando la sua temperatura corporea. Dopotutto, questo è l'indicatore più importante che può segnalare un problema nel tempo. Anche per la velocità e la natura dell'aumento della temperatura, è già possibile effettuare una diagnosi preliminare..


Informazioni sulla norma e le deviazioni
Qual è la temperatura normale dopo il parto? Lo stesso che in una persona sana - 36,6-37 ° C. Tuttavia, qui è anche necessario tenere conto delle caratteristiche di ciascun singolo organismo. Dopotutto, ci sono persone che hanno una temperatura normale stabile - 37 ° C, ma per qualcuno questo è un serio indicatore di problemi. È vero, le situazioni in cui la temperatura corporea può aumentare non indicano sempre la comparsa di complicanze: se si verifica un aumento una tantum della temperatura corporea nelle prime due ore dopo il parto (ma non superiore a 37,5 ° C). Se ci sarà un aumento della temperatura corporea di circa 2-5 giorni dopo il processo di nascita (non superiore a 38 ° C). Un cambiamento negli indicatori sarà associato a problemi con le ghiandole mammarie. Se salti periodici della temperatura corporea (non superiori a 38 ° C) sono associati all'afflusso di latte.

In altri casi, la temperatura dopo il parto può indicare varie complicazioni. Vale la pena ricordare che il recupero nel periodo postpartum dura circa 5-8 settimane. Inoltre, durante questo periodo, una giovane madre deve monitorare attentamente i cambiamenti nella salute e nella temperatura corporea.


Ragioni per un leggero aumento della temperatura
Succede che una donna abbia una temperatura di 37 ° C per qualche tempo dopo il parto. Se una donna non è completamente tormentata da nulla e questa condizione non provoca alcun disagio, non preoccuparti. Dopotutto, un leggero aumento degli indicatori può verificarsi a causa delle seguenti cause naturali: l'impennata ormonale che il corpo sperimenta immediatamente dopo la nascita. Condizioni stressanti, che spesso si verificano dopo l'esperienza. Arrivo del latte materno. Questo processo è quasi sempre accompagnato da un aumento della temperatura, che diminuisce gradualmente. Aumentando la temperatura, il corpo può anche rispondere alla grande perdita di liquidi che una donna sperimenta dopo la nascita.

Mastite
Se una donna ha la febbre dopo un certo tempo dopo il parto, ciò può indicare una malattia come la mastite. A proposito, è molto comune tra le giovani madri. Quindi, vale la pena notare che la mastite è una patologia del tessuto mammario. È causato da vari microbi e batteri, nonché da altri microrganismi patogeni che entrano nel seno attraverso le crepe nel capezzolo e vengono trasportati con il flusso sanguigno. I principali sintomi in questo caso: -

• Aumento della temperatura corporea (fino a 38-39 ° C).
• Brividi.
• Mal di testa.
• E, naturalmente, dolore al petto.


Devi anche ricordare che in questo caso, il seno sarà leggermente gonfio, la pelle potrebbe arrossarsi. Anche il normale flusso di latte viene interrotto. È possibile far fronte al problema con gli antibiotici, ma in alcuni dei casi più gravi, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico.

Metroendometritis
Le complicanze dopo il parto nelle donne possono anche causare infiammazione della mucosa uterina. Si verifica in caso di accumulo di secrezioni nella donna in travaglio, blocco della cervice da parte di un coagulo di sangue, particelle di placenta ritardate, con esacerbazione di una vecchia malattia. In questo caso, la temperatura si verifica circa 2-4 giorni dopo la nascita, mantiene intorno agli indicatori a 39 ° C. Allo stesso tempo, la donna sente anche brividi, c'è una perdita di appetito, si osservano disturbi del sonno. Alla palpazione, si avverte dolore nell'addome inferiore. La natura delle scariche cambia: diventano torbide, hanno un cattivo odore, la loro quantità può aumentare o diminuire in modo significativo. Il problema può essere affrontato con antibiotici. A volte è necessario lavare l'utero.

Lactostasis
Se una donna ha la febbre dopo il parto, questa può essere la prova di una patologia come la lattostasi (colpisce le ghiandole mammarie di una donna). Durante la sua malattia, si verifica il ristagno di latte nel petto. Le cause del problema sono abbastanza comuni: saltare una o un paio di poppate. Ma allo stesso tempo, la lattostasi può verificarsi anche con blocco dei dotti del latte, decantazione irregolare, nonché surriscaldamento o ipotermia del torace. La temperatura non supera i 39 ° C. I sintomi scompaiono quasi immediatamente dopo lo svuotamento del seno. Se non combatti questo problema, può svilupparsi in mastite..


Altri problemi
Se una donna ha una temperatura dopo la nascita di 38 ° C, ciò può indicare una delle seguenti malattie:
• Tromboflebite. In questo caso, le vene della donna si infiammano, il che porta al loro blocco da coaguli di sangue. Vale la pena notare che questa malattia provoca la metroendometrite, descritta sopra. Gli indicatori della temperatura corporea possono aumentare da due settimane a un mese dopo la nascita del bambino. Questo fenomeno è accompagnato da brividi e gonfiore delle gambe..
• Pelveoperitonite. Questa è un'infiammazione nella pelvi della parete addominale. La temperatura può salire anche a 41-42 ° C. Altri sintomi: nausea, vomito, forte dolore all'utero, brividi. Le condizioni di una donna peggiorano drasticamente.
• Parametro. Questa è un'infiammazione intorno all'utero del tessuto adiposo. La temperatura può anche salire a circa 40 ° C. Ci sono brividi, nausea, vomito, dolore durante i movimenti intestinali e minzione. In ogni caso, va ricordato che al minimo dubbio è meglio cercare immediatamente l'aiuto di un medico. Dopotutto, se rilevi un problema in precedenza, puoi risolverlo in un tempo più breve.

I nostri esperti

La rivista è stata creata per aiutarti in momenti difficili in cui tu o i tuoi cari affrontate un qualche tipo di problema di salute!
Allegolodzhi.ru può diventare il tuo assistente principale sulla strada della salute e del buon umore! Articoli utili ti aiuteranno a risolvere problemi di pelle, sovrappeso, raffreddore, ti diranno cosa fare con problemi di articolazioni, vene e vista. Negli articoli troverai segreti su come mantenere la bellezza e la giovinezza a qualsiasi età! Ma gli uomini non sono rimasti senza attenzione! Per loro c'è un'intera sezione in cui possono trovare molti consigli e consigli utili sulla parte maschile e non solo!
Tutte le informazioni sul sito sono aggiornate e disponibili 24/7. Gli articoli vengono costantemente aggiornati e controllati da esperti in campo medico. Ma in ogni caso, ricorda sempre, non dovresti mai automedicare, è meglio contattare il medico!

Temperatura dopo il parto: l'intervallo normale, i motivi dell'aumento e letture pericolose (70 foto)

Il parto è considerato un processo imprevedibile, perché non si sa mai cosa aspettarsi da loro. Tuttavia, dopo il loro completamento non ti calmerai neanche, perché il processo postpartum è in anticipo. La sua durata dura circa 6-8 settimane. Durante questo periodo, si possono osservare alcune complicazioni nel corpo femminile.

Per questo motivo, una donna non può lasciare l'ospedale immediatamente dopo la nascita del bambino, ma deve essere osservata per un certo periodo di tempo..

I sintomi spiacevoli possono variare. Ad esempio, cosa significa quando la temperatura aumenta dopo il parto a 37-38 ° e oltre?

Regole per misurare la temperatura dopo la consegna

L'inizio dell'allattamento è quasi sempre dovuto allo stato di un leggero aumento dell'indicatore sul termometro. Se si posiziona un termometro per la misurazione sotto l'ascella, il livello verrà aumentato in misura maggiore. Per evitare dati falsi, gli agenti medici consigliano di inserire un termometro nella curva del gomito o per via rettale.

I valori normali avranno alcune differenze. Qualunque dei metodi di misurazione utilizzati, il controllo degli indicatori specificati deve essere eseguito necessariamente. Grazie a ciò, c'è la possibilità di non perdere i segni iniziali dell'infiammazione postpartum..

Ragioni fisiologiche

Perché la temperatura è aumentata dopo il parto? In medicina, si distinguono le basi fisiologiche e patologiche di questa condizione.

Con un aumento fisiologico, non devi farti prendere dal panico, perché questo è normale. Durante il parto, tutto il corpo è molto stressato.

Allo stesso tempo, durante la nascita di un bambino e dopo questo, si osserva una perdita di liquidi in grandi volumi. A causa di uno squilibrio, il livello della pressione sanguigna può diminuire, l'attività del cuore e dei vasi sanguigni.

In quel momento, quando una donna dà alla luce un bambino, il livello di ormoni nel suo corpo cambia istantaneamente. Ciò è dovuto al fatto che la placenta cessa di produrre ormoni. In questa occasione, c'è un aumento della temperatura nella madre dopo il parto a 38 gradi.

Raramente il latte viene prodotto molto più velocemente di quanto un bambino lo consumi. Quando un neonato non succhia l'intero volume del latte, c'è una minaccia di lattostasi. Al fine di prevenire lo sviluppo di sintomi avversi, una donna deve esprimere.

In generale, dopo aver espresso o allattato al seno, la temperatura corporea torna alla normalità. Come azione preventiva della lattostasi, una donna può ricevere un massaggio al seno e, se necessario, esprimere.

Inizialmente, il livello di temperatura può variare da 35 a 38 gradi. Tali valori sono dovuti al rilascio ormonale predominante al momento della nascita del bambino.

A volte i tremori muscolari prevalgono in tutto il corpo. Con esso, l'energia termica viene rilasciata, il che porta ad un aumento dell'indicatore sul termometro. Tuttavia, un sintomo simile può essere presente con malfunzionamenti ormonali o un periodo di depressione postpartum.

Aumento e diminuzione della temperatura dopo il parto

Uno dei principali indicatori della salute di una madre coniata di recente è la sua temperatura dopo il parto. Durante questo periodo, ogni donna ha bisogno di controllare il suo benessere. Altrimenti, esiste il rischio di gravi complicazioni, poiché potrebbe anche indicare un cambiamento negli indicatori.

Il periodo postpartum dura circa 1-2 mesi. Durante questo periodo, il corpo recupera, quindi un aumento della temperatura dopo il parto e per diverse settimane è abbastanza normale. All'inizio, la donna si trova in ospedale, dove cambia la temperatura due volte al giorno. Chiedi al tuo medico quali dovrebbero essere gli indicatori dopo la nascita e non preoccuparti, perché ci sono specialisti nelle vicinanze che ti aiuteranno in qualsiasi momento.

La temperatura dopo il parto nelle prime 2-3 ore varia da 35 a 38 °, che è associata a un grande rilascio di ormoni. A volte le donne notano tremori muscolari. Pertanto, i muscoli rilasciano energia termica, quindi le prestazioni aumentano. Tuttavia, la temperatura dopo il parto può essere bassa. Ci sono anche diverse spiegazioni per questo fenomeno..

Perché il problema è apparso

Per non preoccuparti ancora una volta, devi sapere perché, dopo il parto, una donna inizia a salire di temperatura. Questo è abbastanza normale, dal momento che il corpo femminile sta subendo due importanti processi:

  • la ferita nell'utero guarisce;
  • l'allattamento è stabilito.

Di solito, la temperatura dopo il parto sale immediatamente a 37,5 ° C, perché la placenta lascia il corpo. Inoltre, inizia una scarica di latte, quindi le ghiandole mammarie si gonfiano e gli indicatori di temperatura aumentano a 38 ° C. Non appena una donna nutre il suo bambino, le sue condizioni tornano alla normalità..

Il centro di termoregolazione del corpo controlla l'aumento o la diminuzione degli indicatori e risponde anche agli effetti delle sostanze biologicamente attive. Sono causati da virus e microbi o disturbi ormonali. Pertanto, il corpo dopo il parto in primo luogo aumenta la temperatura e quindi si abbassa. Se questo è il motivo, non preoccuparti..

I medici premurosi di solito dicono alla madre perché la temperatura potrebbe scendere dopo il parto. Ci sono diverse spiegazioni:

  • emoglobina bassa;
  • riduzione dell'immunità;
  • interruzione della ghiandola tiroidea (ipotiroidismo).

Se gli indicatori diminuiscono improvvisamente, i medici di solito prelevano il sangue e fanno un'analisi generale, nonché un'analisi del TSH. Le azioni successive vengono intraprese in base ai risultati. Abbastanza spesso, il corpo reagisce in modo simile allo stress vissuto..

Ragioni più serie

Tuttavia, quando a una donna viene diagnosticato un aumento della temperatura dopo il parto, possono essere la causa vari processi infiammatori. Un aumento della frequenza può segnalare le seguenti malattie.

  1. Lactostasis. Si forma quando il latte ristagna nella ghiandola mammaria. Per questo motivo, il torace è molto teso, più pesante. La malattia è evidenziata da una temperatura che aumenta improvvisamente dopo il parto e da una sensazione di dolore.
  2. Endometrite. Questa malattia provoca spesso un aumento dei tassi. L'infiammazione dell'endometrio di solito inizia a causa dei resti della placenta o di parti delle membrane che non hanno il tempo di uscire dall'utero.
  3. Mastite. La patologia può manifestarsi se, con lattostasi, batteri dannosi entrano nelle ferite sui capezzoli. Gli indicatori saltano bruscamente a 40 ° C, la donna avverte un forte mal di testa, brividi. Gli antibiotici sono spesso usati per curare la malattia e solo un medico esperto dovrebbe prenderli..
  4. SARS. Questo è un motivo molto comune per cui, anche un mese dopo l'ultima nascita, la temperatura potrebbe aumentare..
  5. Metroendometritis. La malattia è caratterizzata da infiammazione della superficie interna dell'utero e si sviluppa sotto l'influenza dei seguenti fattori: entrare nella cavità corporea delle infezioni dalla vagina, esacerbazione di malattie croniche dell'utero, ritardo nel corpo di una parte della placenta o delle membrane, accumulo di secrezioni di sangue dopo il parto. La metroendometrite provoca un aumento degli indicatori a 38,5-39 ° circa 4 giorni dopo la nascita del bambino. Una donna ha i brividi, il suo appetito scompare bruscamente e appare l'insonnia. Allo stesso tempo, l'utero non si contrae e lo scarico diventa fetido, nuvoloso, il loro numero aumenta in modo significativo. Se si osservano crampi uterini, lo scarico può diminuire a causa del deflusso alterato.
  6. Ulcera postpartum. Si manifesta 2-3 settimane dopo la nascita e provoca un forte aumento della temperatura. Inoltre, un'ulcera purulenta si forma sui genitali di una donna.
  7. Pelvioperitonitis. Di solito si manifesta 3 settimane dopo la nascita del bambino. La temperatura corporea della mamma aumenta bruscamente, brividi, affaticamento e dolore acuto nell'addome inferiore.

Dovresti stare attento alla tua salute.

Dopo il parto, un aumento della temperatura corporea a 38-39 ° C non può essere ignorato. Pertanto, il corpo sta cercando di chiarire che non va bene e ha bisogno di aiuto. Anche se ci sono molti casi, prova a trovare il tempo e consultare un medico. Potrebbe essere necessario un esame completo del corpo. È assolutamente inaccettabile prescrivere farmaci da soli, dopo aver ascoltato le raccomandazioni degli amici. Solo il trattamento competente da parte dei professionisti eviterà complicazioni.

Trattamento con rimedi popolari

Le medicine con effetto antipiretico sono in grado di affrontare efficacemente una temperatura di 39 ° C e oltre. Tuttavia, dopo il parto, molti farmaci sono vietati se una donna sta allattando. Inoltre, possono causare effetti collaterali e il corpo femminile è già così debole dopo la gravidanza. È possibile ridurre l'indicatore utilizzando metodi popolari. Non fanno male e sono abbastanza efficaci..

Le patate crude fanno un ottimo lavoro. Avrai bisogno:

  • una patata cruda;
  • cucchiaio di aceto.

Lo strumento viene utilizzato più volte al giorno. L'impacco deve essere applicato su polsi, pieghe dei gomiti, fronte, whisky.

  1. Grattugiare le patate.
  2. Versare l'aceto.
  3. Mescolare accuratamente la massa risultante, indossare un panno umido e arricciare.

Un'altra ricetta affronterà la sventura. Avrai bisogno:

  • mezzo bicchiere di miele;
  • mezzo bicchiere di cipolla e mele, grattugiato.

Il farmaco deve essere assunto per via orale con brividi e febbre. Mangia un cucchiaio del farmaco almeno due volte al giorno..

  1. Mescola una massa di mele e cipolle.
  2. Versa il miele.
  3. Mescolare.

Rimedi popolari

Quando viene diagnosticato un aumento della temperatura fino a 37 ° C dopo il parto, è possibile rimuovere la febbre con l'infusione di cipolla. Necessario:

  • una cipolla;
  • due bicchieri di acqua bollente.

L'infusione deve essere consumata ogni ora. Una volta, sono sufficienti circa 50 ml di rimedio.

  1. Sbucciare una cipolla media;
  2. Macinare a uno stato molle;
  3. Versare acqua bollente, mescolare.
  4. Avvolgere il contenitore con il prodotto in una coperta o sciarpa calda, lasciare fino al mattino.

Informazioni sull'autore: Olga Borovikova

Giorno 4 temperatura postpartum

Il 4 ° giorno dopo il parto, il bambino ha la febbre !, scrive papà, la mamma dopo CS non è ancora stata dimessa


*
candidato
" A proposito di me "
un diario
8 messaggi
Iscrizione: 13/04/09

Senya 03/04/07

La nostra neonata (nata sabato 3420 g, 50 cm) - oggi la temperatura è aumentata, 38,5
Sdraiato nel reparto postpartum con la mamma, all'ospedale di maternità 15 (Mosca)
La mamma aveva un poliziotto, quindi avrebbero dovuto scrivere solo domani. In teoria!

Ma! 38.5! Hanno portato il bambino a guardare, danno solo l'allattamento al seno (il loro latte è andato, ok)
Dicono che se non scende la sera, faranno un contagocce + come se avessero perso peso.

Ma dopo tutto, tutti perdono peso dopo il parto, dopo tutto è normale?
+ Fa ancora molto caldo e il bambino non è molto capriccioso, niente di male in apparenza.
+ Come 37 - per esempio, possiamo considerare la temperatura normale nei neonati?

Temperatura postpartum

Temperatura dopo il parto - una lamentela con cui ogni donna che ha attraversato questo processo difficile ma così importante può visitare un medico.

Dopotutto, la gravidanza e il processo di nascita sono processi fisiologici, ma ad alta intensità energetica..

Se una donna è malnutrita, non è abbastanza a riposo, sta vivendo un grave stress, potrebbe anche avere un aumento della temperatura.

Possono esserci temperature dopo il parto, i pazienti sono interessati ai loro medici e quando suonare l'allarme.

È possibile abbattere gli indicatori sopravvalutati e, in tal caso, come farlo nel modo giusto?

Cause di temperatura dopo il parto

Perché la temperatura aumenta dopo il parto - una domanda popolare che può essere ascoltata dalle donne.

Molto spesso, la ragione principale è un processo infettivo che il corpo è costretto a combattere..

È importante ricordare che l'infezione può essere sia abbastanza grave che episodica.

Di solito contribuiscono all'aumento degli indicatori:

  • alimentazione insufficiente della donna durante il parto e, di conseguenza, mancanza di peso corporeo;
  • varie patologie del sistema immunitario, sia congenite che acquisite (l'infezione da HIV richiede un'attenzione medica speciale);
  • varie patologie infettive che colpiscono gli organi del sistema riproduttivo nella seconda metà del secondo trimestre e in seguito;
  • parto complicato da varie lesioni, troppo a lungo nel tempo;
  • lungo periodo senza acqua;
  • varie patologie alla nascita che richiedono interventi chirurgici (incluso taglio cesareo).

I medici identificano separatamente una serie di ragioni che spesso causano un aumento della temperatura.

Temperatura postpartum: connessione con le ghiandole mammarie

La temperatura 37 dopo il parto e tassi più elevati sono una conseguenza frequente del ristagno nelle ghiandole mammarie..

Affronta un gran numero di donne.

In particolare, compaiono problemi se non è possibile stabilire l'allattamento al seno.

Oppure il bambino non è in grado di bere latte materno per nessun motivo..

La stasi del latte è chiamata lattostasi..

Con esso, un aumento della temperatura dopo il parto viene registrato in una settimana, a volte dopo 8-10 giorni.

Spiega che il latte ristagna nelle ghiandole mammarie..

La microflora patogena inizia a moltiplicarsi in essa, il che porta a sintomi negativi.

Se il trattamento della malattia non viene affrontato, può andare in mastite..

È molto pericoloso per una donna e in casi particolarmente avanzati può richiedere una correzione chirurgica.

Temperatura postpartum: malattia infiammatoria pelvica

Cause comuni di temperatura dopo il parto sono infiammazioni del bacino.

Possono accompagnare sia le nascite normali che quelle con assistenza chirurgica.

L'infiammazione può colpire l'utero, il canale cervicale, la vagina, la cavità del bacino più piccolo..

Il più delle volte diagnosticato con endometrite (un processo infiammatorio nell'endometrio dell'utero).

La malattia è accompagnata da lamentele di cattiva salute, le donne lamentano dolore nell'addome inferiore.

Con questa malattia, è possibile registrare un'alta temperatura dopo il parto (38-39º, e talvolta più).

La gravità dell'aumento dipende dalla diffusione del processo patologico..

In alcuni casi, alle donne viene registrata la pelvioperitonite - una condizione pericolosa per la salute e la vita.

In questo caso, l'infiammazione colpisce lo spazio intorno all'utero.

Questa patologia è accompagnata da forte dolore, febbre..

In alcuni casi, può essere registrata una violazione della minzione e della defecazione.

Temperatura dopo il parto e malattia del sistema venoso degli arti inferiori

Spesso, il gentil sesso durante la gravidanza deve affrontare le vene varicose degli arti inferiori.

I medici spiegano che l'aspetto di questa malattia è molto semplice..

A causa del processo di gestazione, il carico sulle gambe aumenta.

Ma questo riduce l'intensità del loro afflusso di sangue, così come il ristagno di sangue venoso nelle parti inferiori del corpo.

Di conseguenza, le vene sono costrette ad espandersi per compensare la deviazione.

Le vene varicose possono essere complicate da una malattia dopo la nascita di un bambino, come la tromboflebite.

Con questa malattia, i reclami possono essere abbastanza chiari..

Assente del tutto, quindi dovresti essere particolarmente diffidente.

Raramente osservato aumento degli indicatori di temperatura oltre i 37º.

Febbre dopo il parto
dice il ginecologo
Garyaeva Irina Vladimirovna

Il contenuto di questo articolo è stato verificato e confermato conforme alle norme mediche
standard da un ginecologo

Garyaeva Irina Vladimirovna

NomeTerminePrezzo
Appuntamento dal ginecologo con esame su una poltrona1200,00 sfregamenti.
Temperatura durante i processi infiammatori negli organi genitali esterni dopo il parto

I processi infiammatori nei genitali esterni sono diagnosticati principalmente nelle aree in cui sono stati cuciti.

Non importa se la rottura è un mezzo di lesioni alla nascita o è un'incisione mirata per facilitare il parto.

In alcuni casi, il processo infiammatorio è associato a una reazione negativa al materiale di sutura..

Altre ragioni possono essere l'ignoranza delle regole di asepsi e antisettici, cure improprie nel periodo postpartum, errata corrispondenza dei tessuti.

I segni clinici possono svilupparsi molto lentamente..

A volte la temperatura un mese dopo il parto appare solo per la prima volta, così come altri sintomi che suggeriscono una reazione infiammatoria.

Temperatura per altre possibili infezioni postpartum

Se il torace fa male e la temperatura dopo il parto, allora tutto è abbastanza chiaro.

Si può ipotizzare una lattostasi in via di sviluppo o già sviluppata.

Ma succede che gli indicatori aumentino senza altri sintomi ovvi per la diagnosi, le donne sono interessate.

Sì, è del tutto possibile..

Ad esempio, una diminuzione dell'immunità caratteristica di qualsiasi donna nel periodo postpartum.

Può portare a una reazione iperreattiva a qualsiasi processo infiammatorio anche lieve..

In alcuni casi, durante questo periodo difficile, viene registrata l'esacerbazione delle infezioni croniche..

Ad esempio, l'herpes può ricordare a se stesso, la comparsa di eruzioni cutanee in cui può essere accompagnata da una reazione ipertermica.

Vale anche la pena ricordare le infezioni virali respiratorie acute..

Infezione con la quale anche non è esclusa a causa di una diminuzione dell'immunità.

Si raccomanda di diffidare della propria salute per quelle donne in travaglio che, anche prima della gravidanza, soffrivano di varie malattie infiammatorie dei reni..

Ad esempio, l'esacerbazione della pielonefrite dopo la nascita di un bambino, può portare a ipertermia.

In questo caso, una donna può sperimentare un deterioramento della salute generale, dolore nella regione lombare.

Temperatura dopo il parto: quando la deviazione è considerata normale

Quale dovrebbe essere la temperatura dopo il parto - una domanda comune che risuona nell'ufficio del medico.

L'ipertermia è sempre un segno di patologia, chiedono le donne.

È importante tenere presente che la valutazione dell'ipertermia deve essere individuale in ciascun caso..

I medici di solito raccomandano di non preoccuparsi troppo se c'è stato un singolo aumento della temperatura a 37-38º, che dura 1-2 giorni.

Se la temperatura sale sopra ed è determinata come persistente - questo è uno dei chiari segni della necessità di visitare un medico!

È importante ricordare che è necessario consultare un medico anche se la temperatura non è accompagnata da altri disturbi.

La sua semplice presenza per un lungo periodo di tempo dovrebbe essere vigile.

Come sbarazzarsi della febbre e se può essere fatto dopo il parto

Cosa fare se la temperatura dopo il parto disturba il gentil sesso, le donne sono interessate ai loro medici curanti.

L'approccio in ciascun caso dovrebbe essere individuale, così come la decisione se abbassare gli indicatori di temperatura.

Nella maggior parte dei casi, se l'indicatore non supera il segno di 37,5º, si consiglia di non prendere alcuna misura.

Ciò è spiegato dal fatto che l'abbattimento dell'ipertermia in questo caso indebolisce solo le forze del corpo volte a combattere l'infezione.

Cioè, il corpo non può combattere completamente i patogeni.

D'altra parte, alcune donne si sentono molto male anche con un leggero aumento.

E in questo caso, si raccomanda di adottare misure per alleviare le loro condizioni..

Se una donna stima la condizione come normale, la temperatura dopo il parto, anche a 38º, potrebbe non andare fuori strada.

Quali farmaci può usare una donna per alleviare le sue condizioni, i pazienti sono interessati.

Tutto dipende dal fatto che l'allattamento sia supportato..

Se viene presa una decisione per qualsiasi motivo di rifiutare l'allattamento, è possibile utilizzare qualsiasi mezzo che possa aiutare a liberarsi della temperatura.

Se la paziente prevede di continuare l'allattamento al seno, si trova in una situazione più difficile.

Non ci sono così tanti farmaci che non entrano nel latte e non danneggiano il bambino.

Prima di tutto, vale la pena avere Paracetamol o Ibuprofen nel tuo armadietto dei medicinali.

Questi farmaci sono sicuri sia per la madre che allatta che per il suo bambino..

L'aspirina e l'analgin, nonostante la loro popolarità, sono meglio esclusi.

Questi farmaci possono causare danni irreparabili alla salute di tuo figlio..

Si consiglia di escludere tutte le polveri progettate per ridurre la temperatura e combattere la SARS.

Innanzitutto, molti contengono coloranti dannosi per il bambino e possono provocare una reazione allergica..

In secondo luogo, non tutti sono sicuri per il bambino se la madre supporta l'allattamento..

La temperatura nel periodo postpartum è una condizione che in ogni singolo caso dovrebbe essere valutata individualmente.

Se la paziente ritiene che vi sia una minaccia per se stessa o per il suo bambino, le viene comunque consigliato di visitare un medico e ottenere consigli sul pericolo delle sue condizioni e di ulteriori trattamenti.

Data l'immunità indebolita, la riassicurazione non sarà superflua!

Se sei preoccupato per la temperatura dopo il parto, contatta i ginecologi competenti del nostro centro medico.

La temperatura della mamma il giorno 4 dopo il parto

La nostra scelta

Alla ricerca dell'ovulazione: follicolometria

Raccomandato da

I primi segni di gravidanza. sondaggi.

Sofya Sokolova ha pubblicato un articolo su Symptoms of Pregnancy, 13 settembre 2019

Raccomandato da

Wobenzym aumenta la probabilità di concepimento

Raccomandato da

Massaggio ginecologico - effetto fantastico?

Irina Shirokova ha pubblicato un articolo su Gynecology, 19 settembre 2019

Raccomandato da

AMG - Ormone anti-muller

Sofya Sokolova ha pubblicato un articolo su Analysis and Surveys, il 22 settembre 2019

Raccomandato da

Argomenti popolari

Postato da: Алёнка_Пелёнка ❤
Creato 4 ore fa

Postato da: Lara`
Creato 2 ore fa

Postato da Abyrvalg
Creato 13 ore fa

Postato da: Chriss91
Creato 22 ore fa

Postato da: Yaroslavka2015
Creato 21 ore fa

Postato da: Samerti
Creato 21 ore fa

Postato da: MissAline
Creato 43 minuti fa

Postato da: No
Creato 22 ore fa

Postato da: Любовь78
Creato 18 ore fa

Postato da: Juliet
Creato 16 ore fa

Informazioni sul sito

Link veloci

Sezioni popolari

I materiali pubblicati sul nostro sito Web sono a scopo informativo e sono destinati a scopi didattici. Si prega di non usarli come consulenza medica. Determinare la diagnosi e la scelta dei metodi di trattamento rimane una prerogativa esclusiva del medico!

Quanto è pericolosa la temperatura elevata dopo il parto e quali sono le cause

Il parto è un test serio per ogni donna. Il suo corpo è molto stressato. E ora, sembrerebbe, la cosa più difficile alle spalle, ma non è il momento di rilassarsi. Un neonato ha un disperato bisogno di cure materne e il corpo di una donna ha bisogno di riposo e di tempo per riprendersi. L'alta temperatura dopo il parto può essere un presagio per lo sviluppo di una malattia, quindi deve essere presa sul serio.

Il monitoraggio continuo della tua condizione ti consentirà di evitare molte diverse malattie e sopravvivere senza complicazioni al periodo postpartum.

Perché la temperatura aumenta nel periodo postpartum?

La febbre alta dopo il parto è il primo sintomo che indica che non tutto va come dovrebbe nel corpo della madre. Poco prima di iniziare a preoccuparti, devi assicurarti di aver misurato correttamente la temperatura.

Il fatto è che 2-3 giorni dopo la nascita, la temperatura locale del seno aumenta, quando arriva il latte. Se si misura la temperatura nel solito modo - un termometro sotto l'ascella, il risultato potrebbe discostarsi dalla norma. Pertanto, si raccomanda alle giovani madri di usare il metodo rettale.

Si consiglia di misurare la temperatura contemporaneamente per avere un quadro chiaro, altrimenti sono possibili fluttuazioni. Puoi anche fare un programma di cambiamenti, che mostrerà chiaramente la dinamica dei valori di temperatura.

Fino a quando il processo di allattamento non sarà completamente stabilito, sarà più di quanto il bambino abbia bisogno. Se non si decantano i residui, è possibile lo sviluppo di patologie come lattostasi e mastite, in cui vi è un aumento della temperatura dopo il parto a 38-39 °, è possibile. Allo stesso tempo, si osserva un aumento del seno in termini di dimensioni, arrossamento e ispessimento.

Inizialmente, il corpo della donna è ancora molto debole e incline allo sviluppo di varie complicazioni. Pertanto, la febbre alta in combinazione con altri sintomi può indicare quanto segue:

  • Nelle malattie del sistema riproduttivo e dei reni (pielonefrite), si verifica un salto di temperatura fino a 40 ° in combinazione con minzione dolorosa e feci compromesse.
  • Con la metroendometrite (infiammazione della mucosa uterina), una donna perde l'appetito, avverte forti brividi e dolore nella zona pelvica e cambia anche il colore e l'odore delle secrezioni dal tratto genitale.
  • La tromboflebite venosa uterina è accompagnata da brividi, sanguinamento prolungato dal tratto genitale, ritardo dello sviluppo uterino uterino.
  • Con la comparsa di un'ulcera postpartum, che è localizzata sulla cervice, meno spesso sulle pareti della vagina, si osservano sintomi come colpite, bruciore nella vagina, sanguinamento, debolezza generale, febbre alta.
  • Parametrite: infiammazione del tessuto adiposo attorno all'utero, in cui vi sono brividi, forte dolore all'addome inferiore e sensazioni spiacevoli durante la minzione.
  • Infezioni respiratorie acute con eziologia virale accompagnate da tosse, naso che cola e febbre.

Esistono altri motivi per l'aumento della temperatura a 37 ° C e oltre dopo il parto: ad esempio depressione, stress, intossicazione alimentare, una reazione allergica. Pertanto, per fare la diagnosi corretta, è necessario consultare il proprio medico.

Un leggero aumento della temperatura è pericoloso?

Con un leggero aumento della temperatura dopo il parto, che non è accompagnato da altri sintomi, non c'è motivo di preoccuparsi. Molto probabilmente, questo accade per ragioni fisiologiche ed è normale per il corpo di una donna durante questo periodo.

Dopotutto, il latte si forma nelle profondità dei tessuti, dove la temperatura differisce da quella a cui siamo abituati a vedere su un termometro. E il lavoro stesso delle ghiandole durante l'alimentazione contribuisce al rilascio di calore. In questo caso, è sufficiente controllare le fluttuazioni di temperatura per diversi giorni e informarne il medico.

Sicuro per la salute materna sono tali salti di temperatura:

  • un singolo piccolo aumento (fino a 37,5 °) nelle prime ore dopo il parto;
  • aumentare a 38 ° il 3-5 ° giorno;
  • fluttuazioni periodiche fino a 38 ° associate alla formazione di lattazione.

Cosa fare con un forte aumento della temperatura?

In caso di temperatura elevata dopo il parto, anche senza altre sensazioni spiacevoli, è necessario informare immediatamente il medico. Molto probabilmente, questo indica lo sviluppo di eventuali complicanze postpartum. Pertanto, più rapidamente viene rilevata la causa della febbre, inizia il trattamento precedente..

Una domanda altrettanto importante in questa situazione è se è possibile continuare l'allattamento se la temperatura aumenta dopo il parto. Farebbe del male al bambino? La risposta dipenderà dalla diagnosi..

Non è possibile continuare a nutrirsi se vengono prescritti farmaci che possono danneggiare il bambino o se ci sono molti batteri nel latte materno. Ed è meglio trasferire il bambino in una miscela artificiale fino a quando non viene scoperta la causa dell'aumento della temperatura.

Nelle infezioni respiratorie acute, alcuni medici raccomandano di non interrompere l'alimentazione in modo che il bambino riceva gli anticorpi protettivi necessari con il latte materno e rafforzi la sua immunità.

Se una temperatura elevata è comparsa una settimana o anche un mese dopo il parto, molto probabilmente non è associata allo stress che il corpo ha vissuto durante questo periodo. Le cause più probabili qui possono essere un raffreddore o intossicazione alimentare..

In quali situazioni è necessario consultare un medico?

I primi giorni dopo la nascita, la giovane madre è nel reparto di maternità sotto la supervisione di personale medico. Se la temperatura aumenta durante questo periodo, è sufficiente informare il medico di turno o l'infermiere. Potrebbe essere necessario eseguire alcuni test extra, ma sarai sicuro che non si sta sviluppando alcuna patologia grave.

Una temperatura di 38 ° C è considerata normale per una donna in travaglio durante il primo giorno senza la presenza di sintomi aggiuntivi, come brividi, dolore e simili. Se la temperatura continua a rimanere ulteriormente su questo segno, questo indica il verificarsi di un punto focale della malattia.

Dopo la dimissione, è necessario visitare un medico se si verifica un aumento significativo della temperatura o compaiono sintomi patologici. Se avverti brividi, nausea, combinati con febbre 2-3 settimane dopo la nascita, devi chiamare un aiuto di emergenza - forse c'è un'infiammazione del peritoneo - peritonite, in cui il ritardo è pericoloso.

Per i sintomi che suggeriscono una malattia respiratoria, è necessario contattare il medico di famiglia locale e utilizzare farmaci prescritti per i bambini piccoli come farmaci antipiretici. Un medico generico risponderà a tutte le tue domande sul perché la temperatura dopo il parto può aumentare e, se necessario, inviare allo specialista giusto.

Se sei preoccupato per il dolore nella parte bassa della schiena o della vescica, dovresti consultare immediatamente un urologo.

Con un aumento della temperatura dopo il parto, in nessun caso dovresti auto-medicare, perché questo minaccia di complicazioni come la peritonite o la sepsi. Pertanto, dovresti prestare particolare attenzione alla tua salute, consultare un medico in tempo e seguire tutte le sue raccomandazioni..

Autore: Julia Mosalova,
appositamente per Mama66.ru

Un leggero aumento della temperatura dopo il parto può verificarsi in molte donne. Questo è solitamente associato a processi fisiologici reversibili nel corpo. Le alte temperature nel periodo postpartum possono essere un allarme che indica i processi patologici nel corpo. Se questa condizione non è associata alla lattostasi, che può essere eliminata mediante decantazione e frequente applicazione del bambino al seno, puoi provare a normalizzare la temperatura usando supposte rettali a base di paracetamolo e ibuprofene. Se queste azioni non danno il risultato desiderato, è importante consultare un medico nel prossimo futuro per escludere lo sviluppo di possibili complicanze.

Febbre alta nelle donne dopo il parto

La temperatura del corpo umano è un indicatore dello stato di salute. Se sorgono problemi, il termometro aumenta, informandoci di una malattia in via di sviluppo. La misurazione della temperatura postpartum è un must. Oggi, negli ospedali di maternità, alle giovani madri viene chiesto di mettere un termometro 2 volte al giorno. Questa misura di controllo consente di identificare tempestivamente lo sviluppo delle complicanze postpartum e adottare le misure terapeutiche necessarie. A casa, anche le donne devono controllare le loro condizioni..

Prestazione normale

La temperatura dopo il parto può essere aumentata a 37–38 gradi. Questo indicatore è considerato la norma nel primo giorno dopo la nascita del bambino. L'aumento della temperatura in questo caso è dovuto al rigetto della placenta e al trauma all'utero.

Inoltre, il termometro può essere aumentato a causa della permanenza del latte. Le ghiandole mammarie iniziano a produrre cibo per bambini, rigonfiamento e aumento della temperatura del seno. Per valutare adeguatamente la temperatura dopo il parto, il termometro deve essere posizionato nel gomito, quindi un aumento della temperatura del seno non influirà sul termometro.

La febbre nelle donne dopo il parto può persistere fino a 2 mesi. Durante questo periodo, la norma è considerata un indicatore fino a 37 gradi. Questi indicatori sono dovuti al periodo di recupero in cui si verificano cambiamenti ormonali e fisici nel corpo di una donna.

Sintomi pericolosi

Nell'ospedale di maternità, una giovane madre è sottoposta a un attento controllo medico. In questo momento, i medici monitorano le condizioni della donna al fine di identificare le complicanze postpartum. Se la temperatura dopo la nascita aumenta al di sopra del normale, viene esaminata una donna, vengono prelevati sangue e urina per l'analisi e vengono identificate le cause del malessere. Tuttavia, possono verificarsi complicazioni postpartum qualche tempo dopo la nascita, quando la giovane madre è già a casa..

I medici raccomandano di contattare la clinica se sintomi come:

  • Lactostasis. Questa condizione è caratterizzata da ristagno di latte nel petto. Una caratteristica distintiva della lattostasi è il miglioramento dopo l'applicazione del bambino sul torace. Con la lattostasi si possono osservare sintomi come un aumento del termometro a 38 gradi, dolore e pesantezza al petto. La malattia si verifica più spesso nel primo periodo postpartum nella fase di allattamento.
  • Letture del termometro sopra i 38 gradi, combinate con grave debolezza, mal di testa e dolore toracico. Questi sintomi indicano lo sviluppo di mastite. La mastite si sviluppa sullo sfondo della lattostasi esistente. La causa della malattia è la penetrazione di batteri patogeni attraverso le crepe nei capezzoli. La malattia è molto pericolosa a causa delle sue complicanze e in caso di trattamento prematuro da parte di un medico, il trattamento viene eseguito operativamente. Con tali sintomi, l'automedicazione è estremamente pericolosa. L'impastamento del seno e la decantazione forzata del latte stagnante possono danneggiare le ghiandole mammarie.
  • Un aumento della temperatura superiore a 38 gradi in combinazione con perdita di appetito, dolore nell'area pelvica e secrezioni sospette può indicare un processo infiammatorio nell'utero. Malessere e brividi possono comparire 3-4 giorni dopo la nascita. Questa malattia si chiama metroendoietrite ed è una complicanza postpartum comune. Il trattamento è spesso conservativo, soggetto a una visita tempestiva dal medico..
  • Un aumento della temperatura superiore a 38 gradi in combinazione con dolore durante la minzione, così come forti brividi, indicano un processo infiammatorio nel sistema genito-urinario. La complicazione più comune nel periodo postpartum è la pielonefrite. Questa è una malattia in cui il processo infiammatorio colpisce il bacino e il tessuto renale. Oggi, gli esperti distinguono tre forme di malattia acuta, cronica e purulenta. Quest'ultima forma è considerata la più pericolosa. Se compaiono questi sintomi, consultare immediatamente un medico.
  • La temperatura dopo il parto in combinazione con una sensazione di bruciore nel perineo può indicare la comparsa di un'ulcera postpartum. Un'ulcera si forma nel sito di danno al canale del parto o al perineo. I patogeni sono batteri che entrano nell'area del danno. Un segno distintivo della malattia è la placca purulenta nel sito della lesione, arrossamento dei tessuti adiacenti. Trattamento conservativo.
  • Il calore del corpo ad alti livelli, forti brividi, dolore nell'area pelvica 10-12 giorni dopo la nascita indicano lo sviluppo dell'infiammazione del tessuto adiposo. Il trattamento viene effettuato in ospedale con metodi conservativi. Raramente, se necessario, è un'apertura chirurgica della borsa purulenta.
  • Il caldo 15-20 giorni dopo la nascita, accompagnato da forti brividi, nausea e vomito, indica un processo infiammatorio del peritoneo. Questa complicazione è pericolosa e quando compaiono questi sintomi, chiama immediatamente un'ambulanza.

Azioni quando la temperatura aumenta

Cosa fare se una giovane madre improvvisamente ha la febbre alta dopo il parto e le sue condizioni generali peggiorano? Prima di tutto, è necessario identificare perché si è verificato il malessere. È necessario misurare la temperatura corporea nella curva del gomito per ottenere indicatori reali. Se senti brividi, dolore, debolezza o nausea, devi chiamare urgentemente un'ambulanza.

La febbre grave può anche essere presente nello sviluppo di malattie infettive o virali..

Se la tua temperatura dopo la nascita è accompagnata da tosse o congestione nasale, mal di gola o orecchio, molto probabilmente hai contratto un'infezione virale.

Ricorda che qualsiasi aumento della temperatura corporea indica problemi di salute. Se sei già tornato a casa dopo il parto e la tua temperatura è salita oltre i 37 gradi, devi consultare urgentemente un medico.

Un forte aumento della temperatura sopra i 37 gradi con i sintomi associati al processo infiammatorio richiede un ricovero immediato al fine di identificare un focus di infiammazione e prescrivere un trattamento adeguato.

Il periodo postpartum per molte donne può essere un test difficile. Il corpo di una giovane madre non si è ancora ripreso dalla gravidanza e dal parto. Il sistema immunitario è debole. Per questo motivo, è necessario monitorare attentamente la tua salute. Per evitare lo sviluppo di complicanze postpartum, seguire tutte le raccomandazioni del medico, bere vitamine speciali, rilassarsi di più e non trascurare camminare all'aria aperta. In questo caso, il tuo sistema immunitario ti proteggerà in modo affidabile da varie infezioni, il che significa che tu e il tuo bambino sarete assolutamente sani.

Quanto è pericolosa la temperatura elevata dopo il parto e quali sono le cause

Il monitoraggio continuo della tua condizione ti consentirà di evitare molte diverse malattie e sopravvivere senza complicazioni al periodo postpartum.

Come misurare la temperatura dopo il parto

La comparsa del primo latte nel seno di una donna è quasi sempre accompagnata da un leggero (37-38 °) aumento della temperatura corporea. Se lo misuri sotto l'ascella nel solito modo, gli indicatori saranno sicuramente sopravvalutati. Per evitare errori, gli operatori sanitari consigliano di misurare la temperatura dopo il parto nel gomito o per via rettale. Le prestazioni normali variano leggermente. Qualunque sia il metodo adottato per misurare la temperatura, è necessario controllare la temperatura dopo il parto in modo da non perdere i primi segni di complicanze postpartum.

Evento normale

Non sempre, quando il segno sul termometro sale a 37 e sopra i gradi, devi farti prendere dal panico e correre a capofitto sui dottori. Dopo tutto, un po 'di febbre dopo il travaglio è un fenomeno completamente spiegabile..

La donna ha sperimentato uno stress estremo e un aumento ormonale, ha perso molto liquido (circa 8 litri, se il parto è stato naturale e senza processi patologici). Inoltre, come detto sopra, è iniziato il flusso di latte.

Tutti questi motivi provocano un aumento della temperatura durante il primo giorno. Allevia le tue condizioni può essere solo l'allattamento al seno. Quando il bambino viene portato dalla madre, succherà attivamente il latte arrivato.

Normalmente, la febbre dura non più di 2 giorni, se non ci sono altri sintomi gravi oltre a tremori o dolori nel corpo. Se la temperatura supera i 38 °, una donna in travaglio dovrebbe assumere farmaci antipiretici.


L'alta temperatura dopo il parto non è necessariamente un segnale di malfunzionamento del corpo

Cause di febbre dopo il parto

Ci sono ragioni fisiologiche e patologiche per la febbre di una donna dopo il parto. Consideriamo ciascuno di essi in modo più dettagliato..

Febbre fisiologica

Dopo il parto, la temperatura aumenta in quasi tutte le giovani madri. Il parto stesso è un enorme stress per il corpo della madre. Durante e dopo il parto, si perde una grande quantità di liquido - fino a otto litri. Una donna perde sangue, liquido, insieme a sudore e liquido amniotico. Una fluttuazione così significativa nell'equilibrio dei fluidi nel corpo porta a una diminuzione della pressione, influisce sull'attività di tutti gli organi e sistemi, principalmente a livello cardiovascolare ed escretore. Immediatamente dopo la nascita, lo sfondo ormonale cambia drasticamente, perché la placenta, che produce ormoni, viene escreta dal corpo. Per questo motivo, la temperatura sale spesso a 37-38 °.

A volte il tasso di produzione di latte non coincide con il tasso di consumo da parte dei neonati. Nei casi in cui c'è troppo latte e il bambino non è in grado di mangiarlo completamente, c'è il rischio di ristagno del latte (lattostasi), a causa del quale la temperatura può salire a 37-38 ° e anche più in alto. In genere, dopo il pompaggio o l'alimentazione, la temperatura diventa normale. Per prevenire la lattostasi, una donna dovrebbe monitorare attentamente il seno, massaggiare ed esprimere se necessario..

Nelle prime due ore, la temperatura dopo il parto può variare da 35 ° a 37-38 °. Queste fluttuazioni del bilancio termico sono associate a un abbondante rilascio di ormoni al momento della nascita. Dopo il parto, molte donne hanno tremori muscolari (i muscoli di tutto il corpo si contraggono). Durante questo lavoro dei muscoli, viene rilasciata energia termica, che porta ad un aumento della temperatura corporea. Con i cambiamenti ormonali nella depressione postpartum, si nota spesso anche un aumento della temperatura corporea.

Febbre patologica

Un tale aumento della temperatura può verificarsi con le seguenti complicanze postpartum:

  • L'ulcera postpartum è un pericoloso processo infiammatorio purulento che si verifica nell'area della ferita ricevuta durante il parto. Se un'infezione prende il posto di una rottura, una crepa, una sutura sul perineo, sulla cervice o sulla parete della vagina, può formarsi un'ulcera. La temperatura sale a 37-38 ° circa due settimane dopo la nascita. Oltre alla febbre, c'è una sensazione di bruciore e dolore nella zona genitale. La placca purulenta appare nel sito di infezione, i tessuti circostanti sembrano gonfi e arrossati.
  • La metroendometrite è un processo infiammatorio della superficie interna dell'utero. Si sviluppa con l'accumulo di sanguinamento nella cavità uterina dopo il parto, con un ritardo nell'utero di parti della membrana o della placenta, con esacerbazione dell'infiammazione uterina cronica e infezione dalla vagina quando l'utero entra nella cavità uterina. Con metroendometrite, 3-4 giorni dopo la nascita, la temperatura sale a 38-39 °, brividi, insonnia, l'appetito scompare. L'utero è doloroso dopo l'esame, non si contrae. Lo scarico postpartum si intensifica, diventa torbido e fetido. Con lo spasmo cervicale, il loro deflusso può essere compromesso, il che può portare alla loro riduzione o assenza.
  • La parametrite è un processo infiammatorio del tessuto adiposo intorno all'utero. Di solito si sviluppa da un lato, raramente è bilaterale. L'infezione molto spesso cade nel parametro attraverso rotture della vagina e della cervice. Un aumento della temperatura a 38-40 ° si osserva 10-12 giorni dopo la nascita, combinato con forti brividi. Il postpartum è preoccupato per il forte dolore nell'addome inferiore, spesso accompagnato da indolenzimento e alterazione dei movimenti intestinali e della minzione. Un ascesso può formarsi nel sito del processo infiammatorio.
  • La pelveoperitonite è un processo infiammatorio nel peritoneo del bacino. La temperatura aumenta di 15-25 giorni dopo la nascita da 38 a 42 °, accompagnata da brividi molto forti. Insieme a un forte aumento della temperatura, si verificano forti dolori nell'addome inferiore, un significativo deterioramento della salute generale, nausea, vomito.
  • La tromboflebite è un processo infiammatorio nella parete venosa, che porta alla formazione di un trombo, restringendo il lume della vena. Il flusso sanguigno in questo caso è difficile o si ferma. La tromboflebite delle vene uterine, di regola, si sviluppa sullo sfondo della metroendometrite, è in grado di diffondersi alle vene delle gambe e del bacino. Meno comunemente si verifica con l'esacerbazione della tromboflebite cronica. La temperatura aumenta da 37-38 ° a 40-41 ° a 2-3 settimane dopo la nascita, è spesso accompagnata da brividi e può durare fino a 2-3 settimane. Nel corso della nave, si notano arrossamenti e indolenzimento, in caso di blocco della nave con un coagulo di sangue, gonfiore delle gambe.
  • La lattostasi è una condizione che si verifica a causa del ristagno del latte nella ghiandola mammaria. Si sviluppa principalmente saltando una o più poppate, una decantazione impropria della ghiandola mammaria, precedendo l'ipotermia o il surriscaldamento o l'ostruzione di uno o più condotti del latte. La temperatura può salire a 38-39 °. La lattostasi è accompagnata da dolore e una sensazione di tracimazione nella ghiandola mammaria. Il benessere generale di una giovane madre di solito non è disturbato. La temperatura scende immediatamente dopo il completo svuotamento del seno, quindi è molto importante continuare ad applicare il bambino a questo seno o esprimerlo completamente, altrimenti la lattostasi può andare in mastite.
  • La mastite è un processo infiammatorio nei tessuti della ghiandola mammaria. Di norma, le crepe del capezzolo sono le crepe del capezzolo e l'infezione può anche entrare nei dotti del latte da altri focolai con linfa o flusso sanguigno. La malattia si manifesta con un forte aumento della temperatura a 38-39 ° e oltre. Si notano brividi, dolore nella ghiandola mammaria, mal di testa, malessere generale. Il seno si allarga, l'arrossamento della pelle può apparire sulla parte densificata e infiammata della ghiandola. Vi è anche una violazione del deflusso del latte a causa del blocco dei dotti del latte (lattostasi). Quando si tenta di esprimere il latte sul capezzolo dai dotti escretori, possono apparire goccioline di pus.

Se non presti la dovuta attenzione ai sintomi delle complicanze postpartum, possono andare nella peritonite (infiammazione del peritoneo in tutta la cavità addominale) o nella sepsi (avvelenamento generale del corpo con tossine microbiche, il cosiddetto "avvelenamento del sangue"). La condizione di una donna con queste complicazioni diventa estremamente difficile, coscienza compromessa, febbre fino a 39-42 °, brividi, sudorazione profusa sono possibili. Queste complicazioni sono molto pericolose per la vita di una donna. Altre informazioni su altre complicanze postpartum →

Temperatura durante l'allattamento: abbattere o no?

Quando la temperatura aumenta, una donna che allatta può essere disturbata dalle seguenti domande:

  • È possibile continuare a nutrirsi?
  • La qualità del latte sta peggiorando?
  • Gli agenti patogeni che entrano nel latte sono pericolosi.

In precedenza, la febbre sullo sfondo di infezioni virali respiratorie acute era il motivo della cessazione dell'allattamento. Ora è dimostrato che non è necessario interrompere l'alimentazione, perché con il latte il bambino riceve anticorpi che proteggono il bambino. Tuttavia, la mamma deve prendere una serie di precauzioni:

  • indossare una maschera;
  • lavarsi le mani;
  • ventilare la stanza;
  • lubrificare il naso del bambino con un unguento sicuro per ritardare meccanicamente i virus.

Ridurre la temperatura durante le infezioni virali respiratorie acute dovrebbe essere se è superiore a 39 ° C - questo rende difficile l'alimentazione.

,
che la temperatura elevata non influisce sulla qualità del latte
.

Con processi purulenti, vari batteri patogeni entrano nel flusso sanguigno. In questo caso, l'allattamento deve essere interrotto, nonostante la temperatura. Inoltre, un ciclo di antibiotici non può fare. La loro assunzione limita l'allattamento.

Con la lattostasi, l'alimentazione non si ferma. Al contrario, aiuterà a farcela: applicando un bambino a un torace, miglioriamo il deflusso del latte. Di conseguenza, la temperatura diminuirà automaticamente senza l'uso di droghe.

Come abbassare la temperatura di una madre che allatta?

Quando si decide di abbassare la temperatura, è necessario considerare i seguenti fattori:

  • Livello e condizioni di temperatura;
  • Febbre.

Abbassare la temperatura non è una cura, poiché stiamo solo lottando con il sintomo. Abbassare la temperatura con i farmaci non significa affatto recuperare, motivo per cui è molto più importante conoscere la causa della febbre..

Se la causa della febbre ARVI con una temperatura superiore a 39 ° C, si consiglia di ridurre gradualmente la temperatura. Con una genesi poco chiara, questo è pericoloso da fare, è necessario consultare un medico, fare dei test. Con il giusto trattamento, la temperatura scenderà da sola..

Puoi iniziare a ridurre la temperatura con una bevanda abbondante di succhi naturali caldi di lamponi, viburno, miele e limone. Anche la pulizia con aceto o impacchi freddi sulla fronte aiuterà..

Dei farmaci per le madri che allattano, sono ammessi due farmaci antinfiammatori non steroidei: ibuprofene e paracetamolo. Maggiori informazioni sul paracetamolo per l'allattamento al seno contro la febbre.

Familiarità con molti Panadol, Tylenol è anche Paracetamol. Quando li prendi, è importante non superare le dosi singole e giornaliere, poiché ciò può influire negativamente sulla formazione del sangue e sulla funzionalità epatica..

L'ibuprofene è il principio attivo del più familiare per noi significa Nurofen, Advil, Brufen.

È indispensabile rispettare il dosaggio. La dose di paracetamolo non deve superare i 2 grammi (0,5 g 4 volte al giorno). Il corso è breve - 2-3 giorni. Se la febbre persiste, la causa della temperatura non è un raffreddore. In questo caso, è necessario consultare un medico.

Lyubov Maslikhova, un medico generico, appositamente per

Un leggero aumento della temperatura

Se la temperatura dopo il parto aumenta leggermente (37-38 °), è necessario monitorare attentamente le condizioni della donna. Molto probabilmente, le ragioni di questo aumento saranno fisiologiche e presto diminuiranno. In ogni caso, è necessario controllare la temperatura più volte al giorno e assicurarsi di segnalare anomalie al personale medico.

Come misurare?

Come riconoscere se la temperatura aumenta dopo il parto o no? Va notato subito che i risultati della misurazione sotto l'ascella sono inaccurati, perché altre parti del corpo sono notevolmente "più calde".

Anche nel reparto maternità, le madri mettono i termometri nel naso o nella piega ulnare. In questo caso, viene utilizzato un termometro digitale, le cui letture, di norma, sono più informative del mercurio.

Oltre alla misurazione costante della temperatura, è necessario osservare altri segni che indicano processi patologici nel corpo della donna durante il travaglio. Questo è un forte brividi, mal di testa, perdita di appetito, disturbi del sonno e così via. se una donna è infastidita da qualcos'altro nell'ospedale di maternità, non è necessario tacere, è importante contattare un operatore sanitario in tempo.


Quando si misura la temperatura attraverso la bocca, non dimenticare di aggiungere 0,5 al valore ottenuto

Immediatamente dopo il parto, le donne iniziano a ricevere molto sangue alle ghiandole mammarie, motivo per cui la temperatura in questi luoghi sarà molto più alta di quella che era prima. Misurando la temperatura sotto l'ascella, è possibile ottenere risultati imprecisi.

Nell'ospedale di maternità, le donne in travaglio cambiano la temperatura in altri luoghi - attraverso il naso, nella fossa ulnare. Per questo, è necessario prendere non un termometro a mercurio, ma uno digitale, si ritiene che i suoi risultati siano più accurati.

Importante! Quando si misura la temperatura in bocca, ricordare che sarà 0,5 gradi più alto di quello che è in realtà.

Il primo giorno dopo il parto, la temperatura in una donna può essere leggermente aumentata. Anche se il segno sul termometro è di 38 gradi e non ci sono mal di testa, brividi e altri sintomi, allora questo è normale. Tuttavia, se la temperatura aumenta dopo il parto e non scende dopo alcuni giorni, questo è un buon motivo per consultare un medico.

Quando vedere un dottore?

Il medico deve essere consultato immediatamente con un brusco aumento della temperatura dopo il parto, nonché a una temperatura di 37-38 °, se dura più di un giorno, con scarico insolito dai capezzoli e dal tratto genitale. Solo un medico può determinare correttamente le cause della febbre e prescrivere un trattamento adeguato.

Il trattamento tempestivo iniziato con una diagnosi corretta aiuterà a recuperare rapidamente e a tornare alle responsabilità materne. Una giovane madre deve essere in buona salute, perché la salute del bambino dipende da lei.

Cosa fare se la temperatura è alta?

Una donna dovrebbe essere consapevole che ora non solo la sua stessa vita, ma anche il benessere del neonato dipende da lei, quindi è necessario contattare immediatamente un istituto medico se ci sono sintomi fastidiosi. Una condizione in cui la temperatura è aumentata drasticamente a numeri elevati (39-40 gradi) e dura 24 ore dovrebbe essere un segnale per chiamare un medico. Solo uno specialista sarà in grado di determinare con precisione la diagnosi e prescrivere una terapia adeguata.

LEGGI DETTAGLI: cosa fare se la madre che allatta ha la febbre?

Terapia farmacologica

L'uso di farmaci antipiretici, antibiotici e altri farmaci può essere limitato se una donna sta allattando un bambino. Il medico può raccomandare un rifiuto temporaneo di alimentazione se la madre ha bisogno di cure intensive con farmaci che possono danneggiare la salute del bambino.

Per abbassare la temperatura, puoi usare paracetamolo e medicinali a base di ibuprofene: Nurofen, Next, Ibuklin, Mig. Pur mantenendo l'allattamento, gli esperti prescrivono un antipiretico sotto forma di supposte rettali e vietano l'uso di aspirina, agenti in polvere antipiretici con coloranti e aromi.

Ricette popolari

Con cautela, è necessario utilizzare metodi alternativi per abbassare la temperatura (bacche e decotti alle erbe), in modo da non provocare lo sviluppo di una reazione allergica nel bambino. Durante questo periodo, dovrebbero essere create le condizioni più confortevoli per una donna: mancanza di faccende domestiche, temperatura fresca, prodotti per la cura del corpo necessari e un'atmosfera emotiva favorevole. Va ricordato che non eliminano la causa, ma alleviano solo temporaneamente la condizione:

  • sfregamento con soluzioni alcoliche o aceto (applicare su gomiti, collo, cavità poplitea);
  • impacco di patate grattugiato con aceto;
  • tè caldo con marmellata di lamponi (non più di tre bicchieri al giorno);
  • bere con succo di limone e miele;
  • succo di mirtillo.

Prevenzione dell'ipotermia

Secondo le statistiche mediche, il più delle volte si verifica ipotermia nei bambini con un sistema immunitario indebolito. Oltre al fatto che per un bambino del genere, è necessario arricchire la dieta con frutta e microelementi necessari, i genitori devono seguire la sua attività fisica. Oggi, ognuno di voi ha l'opportunità di iscrivere il proprio bambino nelle sezioni sportive, dove può dedicarsi al suo sport preferito e muoversi di più. La lunga seduta dietro un monitor di un computer influisce negativamente sull'immunità del bambino, causando ipotermia.

I medici raccomandano l'indurimento dei bambini fin dalla prima infanzia. Nel caso dell'ipotermia, l'indurimento è una misura preventiva essenziale..

Chiedi al tuo pediatra come iniziare la procedura di indurimento all'età del tuo bambino e segui tutti i suoi consigli. Ricorda che l'indurimento e l'attività fisica aiutano a rafforzare il corpo e riducono la probabilità di sbalzi di temperatura sia verso l'alto che verso il basso..

Up