logo

Sono al prossimo incrocio - il medico gli ha prescritto un antibiotico, Vilprafen e nistatina. Non le piace davvero la mia dimissione, ma allo stesso tempo tutti i miei test sono puliti. E afferma che non può essere così, c'è una specie di infezione, semplicemente non riescono a trovarla. Ho già sentito suggerimenti sull'infezione da un altro medico, già dalle 8 alle 10 settimane di gravidanza.

Come ogni volta, quando prescrivo un nuovo farmaco, mi arrampico su Internet per leggere l'effetto che il farmaco può avere sul feto. In generale, dal mio campione, le opinioni differivano: alcuni credono che vilprafen sia sicuro per il feto durante la gravidanza, altri che dovrebbero essere usati con cautela e solo per motivi di salute.

Voglio sapere se qualcun altro è stato nominato? O altri antibiotici? Hai preso o no? Il mio mandato è di 18 settimane.

Sono stato dimesso con Vilprafen, ho bevuto qualcosa e dopo di lui mi è stato prescritto di bere Curantil per evitare l'insufficienza placentare..

Decidi tu stesso se vuoi essere trattato o no..
E se non ti fidi completamente del tuo medico, consulta altrove.

Così mi hanno nominato Vilprafen, ma dalla clamidia. Ovviamente non ho voglia di bere antibiotici, ma non voglio nemmeno fare un taglio cesareo, perché se non sono guarito c'è una minaccia di infettare il bambino mentre passa attraverso il canale del parto.

E quando il medico prescrive un antibiotico senza motivo, dicono che non mi piace lo striscio, ma ciò che non so non è professionale. E vilprafen nomina, perché è il più parsimonioso.

In generale, nel mio caso, seguirò il corso, ho un'infezione e il rischio di non trattarlo è noto.

Vilprafen durante la gravidanza - recensioni di farmaci

È altamente indesiderabile che le donne in gravidanza assumano farmaci, in particolare antibiotici. Ma quando viene rilevata un'infezione, il loro uso diventa un'opportunità per informare e dare alla luce un bambino sano. I ginecologi considerano Vilprafen praticamente sicuro durante la gravidanza, è raccomandato dall'OMS come il modo migliore per combattere la clamidia.

Descrizione e indicazioni per l'uso

Il principio attivo del farmaco è la Josamicina. Appartiene al gruppo dei macrolidi. Il nome è dato dalla formula chimica, poiché queste sostanze contengono da otto atomi del ciclo del lattone.

I macrolidi sono nella lista degli antibiotici più tossici. Ciò significa che l'impatto negativo sul corpo è minimo. Quindi, la josamicina praticamente non agisce sui batteri intestinali, da esso non c'è disbiosi.

Inibisce questa classe di antibiotici per la maggior parte, infezioni intracellulari. Le dosi di 500 mg di Vilprafen prescritte durante la gravidanza mostrano un effetto batteriostatico, cioè riducono l'attività dei batteri. Grandi concentrazioni portano alla loro distruzione, cioè esibiscono un effetto battericida. I farmaci di questa classe presentano anche proprietà antinfiammatorie e immunomodulanti..

La Josamicina viene assorbita nel flusso sanguigno dal sistema digestivo in circa un'ora. Passa attraverso la placenta, passa nel latte materno.

Per la nascita di un bambino sano

Il medicinale è disponibile in tre forme:

  • compresse rigide - contengono 500 mg di antibiotico, hanno una forma ovale con strisce, un guscio bianco;
  • le compresse solubili possono essere utilizzate per allergie ad altri componenti di compresse convenzionali, se è impossibile ingerirle intere, Vilprafen Solutab contiene 1000 mg di josamicina, ha un sapore dolce, sapore di fragola, è più facile da assumere durante la gravidanza, la confezione contiene solitamente due piastre da 5 o 6 compresse;
  • Wilprafen sospensione: flaconcini scuri contenenti 300 ml di principio attivo per 10 ml, questa forma è conveniente per i bambini, ma è molto difficile ottenerla in Russia.

Il farmaco combatte con successo molti tipi di infezioni:

  • gram-negativo (Helicobacter pylori, gonococcus, meningococcus);
  • gram-positivo (batteri difterici, stafilococchi, streptococchi);
  • intracellulare (ureaplasma, clamidia);
  • anaerobico (clostridi, peptococco e alcuni altri).

Le istruzioni per l'uso di Vilprafen forniscono una vasta gamma di indicazioni in assenza di gravidanza.

È prescritto per le infezioni:

  • Organi ENT (sinusite, otite media);
  • sistema respiratorio (bronchite, polmonite);
  • dentale;
  • oftalmico;
  • pelle (foruncolosi, acne, ascessi);
  • genito-urinario (pielonefrite, gonorrea, uretrite);
  • apparato digerente (associato a Helicobacter pylori - ulcere, gastrite).

Le stesse infezioni possono essere trattate da donne in gravidanza, se il medico lo ritiene possibile. Molto spesso, l'appuntamento viene preso quando viene rilevata la clamidia, in secondo luogo è l'ureaplasma, che può essere trattato con altri antibiotici..

I motivi principali per la nomina di Vilprafen 500, nonché le controindicazioni durante la gravidanza, sono indicati nella tabella.

Comune a tutti i trimestri:

malattie del fegato, reni;

ipersensibilità ai macrolidi;

allergia ai componenti della pillola.

Ureaplasma. Infezione genito-urinaria Può essere trasmesso attraverso percorsi domestici o sessuali. Potrebbe non apparire a lungo, attivandosi con una diminuzione dell'immunità. Sintomi: minzione dolorosa, febbre. Un effetto negativo sulla gravidanza è possibile, ma finora studi e recensioni non sono sufficienti, pertanto, con l'ureaplasma, alcuni medici preferiscono prescrivere Vilprafen per prevenire aborti spontanei, polidramnios o ipossia del feto.

Tracoma. Infezione oftalmica simile alla congiuntivite. Trasmesso dal contatto familiare.

Termine (trimestre)CausaControindicazioni
prima (non prima di 10 settimane)La clamidia è urogenitale. È caratterizzato da secrezioni con un forte odore sgradevole, dolore durante la minzione. L'infezione si verifica più spesso attraverso il contatto sessuale; nel 70% dei casi, il batterio "vive" nel corpo segretamente. Questa infezione aumenta di dieci volte il rischio di aborto spontaneo, può causare polidramnios, gestosi, malformazioni fetali.
secondo (di solito dalla settimana 20-22)
terzo

Prima di 10 settimane nel primo trimestre di gravidanza, Vilprafen non viene prescritto, poiché prima di questo periodo si formano gli embrioni. Quindi, già nel processo di crescita e sviluppo, il rischio di uso di antibiotici è drasticamente ridotto e il trattamento può iniziare.

Vale la pena seguire attentamente le prescrizioni del ginecologo

Se il trattamento dell'ureaplasma può essere posticipato a una data successiva, la clamidia richiede un'azione immediata. Pertanto, con lui, il medico può prescrivere pillole da 10 settimane. Misure simili possono essere prese con altre malattie infettive - bronchite, polmonite, sinusite, otite media..

Controindicazioni ed effetti collaterali

Le recensioni sull'uso di Vilprafen durante la gravidanza sono per lo più positive. Ma solo un medico può prescrivere antibiotici. Il rischio del suo utilizzo deve essere bilanciato con il rischio di infezione. Le controindicazioni sono anche prese in considerazione..

Nelle donne in gravidanza, le controindicazioni alla nomina di Vilprafen saranno:

  • disturbi epatici in cui il suo funzionamento o escrezione della bile sono compromessi, poiché l'80% del farmaco viene escreto dal corpo con la bile;
  • una reazione allergica ad altri macrolidi e alla josamicina in particolare;
  • reazione allergica ad altri ingredienti della pillola.

La nomina di Vilprafen durante la gravidanza richiede di tenere conto della presenza di ingredienti aggiuntivi nella sua composizione.

  • la cellulosa microcristallina è un componente che forma la struttura, innocuo per il corpo;
  • lo stearato di magnesio lega insieme i componenti, svolge il ruolo di riempitivo;
  • il biossido di silicio fornisce la conservazione della forma di pillole;
  • solo per la forma solubile, viene aggiunto sodio docusato in modo che la compressa possa disperdersi.

I componenti più pericolosi di Vilprafen, non solo durante la gravidanza, sono indicati nelle istruzioni:

  • l'idrossipropilcellulosa è uno stabilizzatore che previene i cambiamenti nelle proprietà chimiche dei componenti, la loro reazione tra di loro, alte concentrazioni contribuiscono allo sviluppo del cancro, aumentano il colesterolo (sebbene le compresse contengano una quantità molto piccola di sostanza, non sono raccomandate fino all'età di 16 anni, con problemi di stomaco);
  • il polisorbato 80 si trova solo in compresse, emulsionando la loro struttura, è l'allergene più forte nella composizione, alte concentrazioni possono causare cambiamenti nella produzione di ormoni.

Durante l'assunzione di Vilprafen, incluso Solutab, la gravidanza può causare conseguenze causate da effetti collaterali. In questi casi, l'antibiotico viene sostituito da un altro, il più delle volte azitromicina..

  1. Per circa un appuntamento su 100, compaiono sensazioni spiacevoli nello stomaco, la nausea è possibile.
  2. Molto meno spesso, circa uno su 1.000 casi, si sviluppa vomito, diarrea..
  3. Ancora meno spesso, puoi avere stomatite, costipazione, compromissione della funzionalità epatica, reazioni allergiche. L'udito è compromesso, il che comporta una diminuzione della dose.
  4. Le reazioni allergiche si manifestano con un'eruzione cutanea, angioedema.
  5. Il mughetto si sviluppa molto raramente.

In effetti, l'assunzione di Vilprafen durante la gravidanza ha una probabilità molto piccola di sviluppare complicanze, e questo è confermato dalle recensioni delle donne. Allo stesso tempo, la ricerca medica suggerisce che le infezioni sono diventate la causa principale di aborti spontanei, nascite premature e complicanze nelle donne in gravidanza..

Anche l'infiammazione del sistema respiratorio, la digestione, per non parlare del genito-urinario, causata da infezioni, diventano la causa di aborti spontanei. Un'infezione può essere presente nel corpo senza manifestarsi in alcun modo, compresi i risultati dei test. Nelle donne in gravidanza, l'immunità viene drasticamente indebolita e quindi iniziano i problemi.

La nomina di un medico di Vilprafen 500 aiuterà anche ad evitare una gravidanza morta, corioamniociti, infezione del feto. Quest'ultimo porta alla mortalità infantile precoce, che raggiunge il 27% e il parto in questa situazione raggiunge il 17%.

Prescrivere il trattamento necessario

Il bambino può essere infettato durante il parto. L'ureaplasma può causare polmonite o meningite nel periodo perinatale. Si osservano complicanze dopo il parto nella madre, associate a processi infiammatori dell'utero, cavità addominale, sepsi.

Allo stesso tempo, non ci sono informazioni sull'effetto tossico della josamicina sul feto, quindi viene spesso prescritto.

Caratteristiche delle istruzioni per l'uso

L'auto-somministrazione di Vilprafen durante la gravidanza, anche nel 3 ° trimestre, è assolutamente esclusa. La dose, la frequenza di somministrazione, la durata del corso sono selezionate dal medico rigorosamente individualmente, a seconda della diagnosi, dei possibili effetti collaterali e di altre caratteristiche.

Compra il farmaco in farmacia con una prescrizione. Il costo dell'imballaggio delle compresse convenzionali è di circa 560 p., Solubile - circa 670 p. La quantità in entrambi i casi è la stessa: 10 pezzi.

Le infezioni trasmesse attraverso il contatto sessuale devono essere trattate da entrambi i partner. L'immunità ai microrganismi dannosi intracellulari non viene prodotta. Pertanto, la reinfezione della donna incinta è possibile se il suo partner è malato o il portatore dell'infezione.

Secondo le istruzioni per l'uso di Vilprafen durante la gravidanza e a giudicare dalle recensioni, il periodo medio di utilizzo è di circa due settimane. Di solito viene prescritta una dose di 500 mg tre volte al giorno. Le compresse vengono deglutite intere, lavate con acqua normale, tra i pasti. I solubili vengono prima diluiti in circa 20 ml di acqua; ci vogliono circa tre minuti per dissolversi.

Una pillola "dimenticata" viene bevuta non appena viene ricordata. Ma non con il prossimo! L'interruzione del corso riduce notevolmente la possibilità di recupero.

Inoltre, può essere prescritto un complesso vitaminico-minerale. Questo è necessario per mantenere una buona salute. Sebbene il rischio di candidosi sia minimo, i farmaci anti-mughetto possono ancora essere prescritti alla fine del corso del trattamento antibiotico..

Il termine più sicuro per prescrivere Vilprafen durante la gravidanza è la fine di 2 trimestri. L'uso precedente è possibile secondo le indicazioni, ma non prima di 10 settimane.

  1. L'ureaplasmosi viene trattata insieme al metronidazolo, il corso dura almeno 10 giorni. Forse l'uso di immunostimolanti, supposte antifungine.
  2. Con la clamidia, il farmaco viene utilizzato per ridurre l'attività dei batteri. Altri antibiotici sono prescritti insieme che cambiano ogni settimana. La durata del corso è determinata da analisi di controllo..

Recensioni sull'uso di Vilprafen Solutab o compresse convenzionali confermano il loro uso diffuso in gravidanza.

Trovato nelle macchie di clamidia alla settimana 16. Spero di essere guarito e che tutto vada bene per il bambino. Questo antibiotico è stato prescritto, oltre ad esso, Viferon, Terzhinan. Quindi sarà necessario superare i test.

Ho visto Vilprafen durante la gravidanza da 24 settimane, da ureaplasmosis, 10 giorni. Ho dato alla luce un ragazzo normale e sano. Tutto ha funzionato.

Ho trattato l'ureaplasma con questo antibiotico. Dopo il corso, iniziarono immediatamente delle buone sbavature. Furono anche prescritti enzimi e farmaci antifungini, non ricordo quale.

Informazioni sull'autore: Olga Borovikova

registrazione

Anche il polidramnios è stato sottoposto alla mia ecografia e il medico che ha sostituito il mio per tutta la durata della mia vacanza mi ha fortemente raccomandato questo antibiotico, non tenendo conto delle mie argomentazioni. Non avevo fretta con il trattamento, perché ero in grado di ridurre lo stomaco del paziente, c'è una reazione allergica, l'edema di Quincke e i risultati dei test per le infezioni erano negativi. Sono andato dal direttore, mi ha supportato. Una settimana dopo, fece di nuovo gli ultrasuoni con un altro specialista: la quantità di acqua
era normale. A quel punto, il mio ginecologo era tornato e noi
capito, perché c'è il rischio di una reazione allergica all'antibiotico (nel mio caso è una minaccia per la vita), ce n'è un bisogno urgente
no, su ripetuti polidramnios ad ultrasuoni non è stato confermato il trattamento
annullato. Avevo un ginecologo molto intelligente, ma inaccessibile
riposo. Così quasi divenni grigia mentre se ne andava, rileggendo un mucchio
informazioni su Internet e si è reso conto che i polidramnios sono messi su
i risultati di diversi ultrasuoni con un intervallo di 1-2 settimane. Abbiamo dei dottori,
apparentemente riassicurato, non trascinare il tempo. E probabilmente giusto
fare. Sono completamente d'accordo con il messaggio precedente, la cosa principale
escludere ciò che può influire sul normale
sviluppo fetale.
Ascolta il tuo medico, in caso di dubbi, consulta qualcun altro..

Cucciolo di leone // Sarò la madre di Drakosha

Vilprafen con B che ha preso i raffreddori

Voce pubblicata Lion Cub // · 1 marzo 2013

16.162 visualizzazioni

Ragazze, la situazione è così fredda, non molto ovvia (temperatura max.37, la gola è rossastra), ma non è trascorsa per 3 settimane, sono seduto a casa tutto bene, solo il giorno successivo la gola fa di nuovo male (((gravidanza attesa da 27 settimane. Analisi al medico non piaceva il sangue, prescriveva bioparox 5 giorni e vilprofen 7 giorni, temo davvero che sia un antibiotico, anche se è scritto che puoi prendere con B, d'altra parte, il bambino non ha un raffreddore lungo, anche se non un raffreddore acuto. Chi ha parlato delle conseguenze se erano, e in generale circa l'adeguatezza dell'accoglienza, ha aiutato e perché è stato prescritto? Grazie in anticipo.

Vilprafen durante la gravidanza: quando il rischio è giustificato

La fattibilità di assumere farmaci durante la gravidanza nella maggior parte dei casi è in dubbio nella futura mamma. E se il medico ha prescritto un antibiotico, la domanda richiede un approccio particolarmente attento, perché è in gioco la salute e talvolta anche la vita del bambino. D'altra parte, alcune malattie infettive, a cui l'immunità indebolita di una donna incinta non può resistere da sola, possono portare danni più tangibili. In questa situazione, molto spesso devi correre un rischio ragionevole. Tra gli antibiotici, Vilprafen sta guadagnando sempre più popolarità, un farmaco che è stato a lungo dimostrato efficace e versatile..

Vilprafen - che tipo di droga?

Vilprafen - un farmaco antibatterico a base di josamicina

La Josamicina funge da principio attivo di Vilprafen, il cui primo utilizzo a scopi medici risale agli anni Settanta del Novecento. Per un così lungo periodo di utilizzo, questo antibiotico ha dimostrato di essere efficace nel combattere un numero enorme di batteri gram-negativi e gram-positivi, compresi quelli intracellulari. Inoltre, è in grado di affrontare con successo quei ceppi che nel tempo hanno acquisito resistenza ad altri antibiotici (ad esempio l'eritromicina). Il meccanismo dell'effetto distruttivo della josamicina sui batteri è la sua combinazione con il ribosoma.

La Josamicina appartiene al gruppo degli antibiotici macrolidi, questa sostanza è prodotta dal fungo Streptomyces.

Il farmaco Vilprafen esiste in due forme di rilascio:

  • compresse rivestite (Vilprafen);
  • compresse dispersibili (Wilprafen Solutab).

Vilprafen Solutab è sotto forma di compresse per lo scioglimento in acqua

Compresse dispersibili: una forma di rilascio di farmaci, il cui scopo è facilitare la sua somministrazione da parte di coloro che hanno difficoltà a deglutire una compressa normale. A causa della speciale sostanza presente nella composizione - docusato di sodio - le compresse dispersibili si dissolvono facilmente e rapidamente in acqua a temperatura ambiente, senza perdere le proprietà curative del principio attivo del farmaco.

I produttori di Vilprafen offrono una diversa concentrazione di josamicina in entrambe le forme di rilascio: 500 e 1000 mg del principio attivo in ciascuna compressa.

È interessante! Nel 2012, con decisione dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), il farmaco Vilprafen è stato incluso nel registro delle medicine essenziali ed essenziali, che indica un alto grado di fiducia della scienza medica in questo antibiotico.

Quando può un medico prescrivere vilprafen a una donna incinta?

Vilprafen - un antibiotico per il trattamento delle infezioni da clamidia nelle donne in gravidanza

Molto spesso, alle donne in gravidanza viene prescritto Vilprafen per il trattamento di malattie infettive del tratto urogenitale, i cui agenti causali sono microrganismi sensibili alla josamicina.

È interessante! L'OMS Europa ha ufficialmente nominato questo antibiotico il farmaco di scelta per il trattamento delle infezioni da clamidia nelle donne in gravidanza..

Tuttavia, Wilprafen è molto più versatile: diamo un elenco di indicazioni per il suo scopo:

  1. Malattie infettive del tratto urogenitale:
    • clamidia: una malattia a trasmissione sessuale, la cui insidiosità consiste in un corso latente. Per le donne in gravidanza, l'infezione da clamidia è pericolosa aumentando la probabilità di gestosi, polidramnios, aborto spontaneo e anomalie fetali. Nelle donne infette da clamidia, il rischio di perdere un bambino è aumentato di dieci volte sia nell'utero che nel periodo di un neonato;
    • l'ureaplasmosis è l'infezione più comune durante la gravidanza. È trasmesso sia sessualmente che per contatto. Tuttavia, un piccolo numero di microrganismi che causano questa malattia nel tratto genito-urinario (fino a 10 a 4 gradi) di solito non richiede un trattamento. Tuttavia, durante la gravidanza, quando le difese del corpo della donna sono indebolite, si osserva spesso una maggiore riproduzione dell'ureaplasma. Sebbene non vi sia alcuna connessione diretta tra patologie della gravidanza e presenza di ureaplasmosis, la pratica conferma la possibilità di tali conseguenze di infezione come aborto spontaneo, polidramnios, carenza di ossigeno e malnutrizione del feto;
    • la micoplasmosi è una malattia trasmessa principalmente attraverso il contatto sessuale (ma la possibilità di infezione domestica non è esclusa). La medicina americana classifica il micoplasma come un normale abitante della microflora del tratto urogenitale, mentre gli esperti domestici lo negano e credono che il micoplasma sia in grado di provocare sbiadimento della gravidanza, anomalie della placenta, parto prematuro;
    • sifilide - una malattia a trasmissione sessuale che comporta gravi conseguenze per il feto - aborto spontaneo, parto prematuro, infezione del bambino;
    • gonorrea - una malattia a trasmissione sessuale, le cui conseguenze possono essere la morte fetale del feto, insufficienza placentare, infiammazione del corion (membrana fetale), infezione del bambino mentre si muove lungo il canale del parto.

La faringite richiede un trattamento immediato, in quanto può portare all'infezione del feto

La foruncolosi è una delle indicazioni per la nomina di Vilprafen

In concomitanza con il corso di Vilprafen, i medici prescrivono spesso vitamine alle donne in gravidanza per rafforzare e ripristinare il corpo dopo aver preso l'antibiotico. La nomina di farmaci contenenti lattobacilli (ad esempio Linex) ha lo stesso scopo, poiché la microflora intestinale è più colpita dalla terapia antibatterica.

La fattibilità dell'assunzione e l'effetto del farmaco, a seconda del termine

Le istruzioni per Vilprafen consentono di assumere il farmaco durante la gravidanza dopo che il medico ha valutato i benefici attesi dall'uso del farmaco in relazione a possibili rischi. Gli studi clinici non hanno confermato l'effetto diretto del farmaco sullo sviluppo della gravidanza e del feto. Tuttavia, la josamicina attraversa la barriera placentare, quindi questo effetto non è escluso.

Importante! Vilprafen è prescritto a una donna incinta solo se non esiste un metodo di trattamento più sicuro.

Caratteristiche dell'appuntamento del farmaco Vilprafen a seconda della durata della gravidanza:

(fino alla fine della 12a settimana)

(dall'inizio della 13a alla fine della 24a settimana)

(dall'inizio della 25a settimana fino alla consegna)

Trimestre di gravidanzaCaratteristiche dell'appuntamento di Vilprafen
Nelle prime fasi della gravidanza (fino alla decima settimana), Vilprafen non è raccomandato. Per il trattamento di infezioni gravi, la cui lotta è urgente (ad esempio, la clamidia) durante questo periodo, è possibile la nomina di preparati di azitromicina. Il trattamento dell'ureaplasmosi, la micoplasmosi, di norma, è rinviato a una data successiva (fino alla 14a settimana).
Nel secondo trimestre, Vilprafen viene prescritto con meno preoccupazione per le conseguenze della terapia. Ma è assolutamente sicuro assumere il farmaco solo dopo la 22a settimana, quando tutti i sistemi di base degli organi del bambino sono già formati.
Il trattamento con Vilprafen nelle fasi successive ha meno probabilità di avere un effetto negativo sul decorso della gravidanza o provocare malformazioni fetali.

Caratteristiche di appuntamento e ricevimento

La durata del corso e il dosaggio del farmaco sono selezionati dal medico per ogni donna individualmente, a seconda di:

  1. La natura della malattia (ad esempio, con la clamidia, il corso di assunzione del farmaco è di 14 giorni, l'ureaplasmosi e la micoplasmosi vengono trattate per 10 giorni).
  2. I pesi della futura mamma.
  3. Termine di gravidanza.

La durata del corso del trattamento e il dosaggio del farmaco dipendono principalmente dalla gravità della malattia

Le compresse devono essere assunte tra i pasti con una grande quantità di acqua. Le compresse di dispersione di Vilprafen Solutab sono assunte in modo simile. Agitare la soluzione di dispersione prima dell'uso..

Controindicazioni e possibili effetti collaterali

Tra le controindicazioni all'uso di Vilprafen ci sono le seguenti malattie e caratteristiche del corpo:

  • intolleranza individuale ai componenti del farmaco;
  • ipersensibilità agli antibiotici macrolidi;
  • grave compromissione della funzionalità epatica o renale.

Vilprafen è posizionato dai produttori come un antibiotico, il cui uso in minima parte può causare effetti collaterali. Tuttavia, le istruzioni per il farmaco indicano la possibilità delle seguenti spiacevoli conseguenze dell'assunzione:

  1. Dal sistema digestivo: bruciore di stomaco, nausea, diarrea, costipazione, perdita di appetito, dolore all'addome.
  2. Reazioni allergiche: orticaria, edema di Quincke.
  3. Da parte del fegato e degli organi biliari: compromissione della funzionalità epatica, ittero.
  4. Dagli organi sensoriali: compromissione dell'udito.
  5. Violazione della microflora vaginale: candidosi, disbiosi.

Recensioni sull'uso di Vilprafen durante la gravidanza

Propyl Vilprafen 10 giorni dall'ureaplasmosis (gravidanza 25 settimane). Ho ottenuto i risultati dei test oggi... tutto era com'era ed è rimasto. Sono arrabbiato ((non so nemmeno cosa fare...

miele

https://deti.mail.ru/forum/v_ozhidanii_chuda/beremennost/pro_vilprafen/?page=2

Con questo antibiotico ho "trattato" due volte. La prima volta che mi è stato prescritto dal suo medico, un ginecologo per il trattamento dell'ureoplasma. La seconda volta che l'ho usato, essendo incinta di 4 mesi per curare la mia malattia cronica - sinusite sinusite.

1) Nel trattamento dell'ureoplasma secondo lo schema Vilprafen e così via. droghe: l'effetto desiderato è stato raggiunto solo dopo aver superato 2 cicli.

2) Nel trattamento della sinusite, l'effetto è stato, ma di nuovo non così veloce.

Per quanto riguarda gli effetti collaterali, Vilprafen non ne ha davvero molti, ma io personalmente, a differenza di Klacid, non ne ho sentito nessuno, anche quando ero incinta...

L'indicatore principale per me è che l'uso forzato di questo farmaco durante la gravidanza non ha avuto un effetto dannoso sul feto. Il bambino è nato sano e non ha sviluppato un'allergia agli antibiotici. Ciò dimostra ancora una volta la sicurezza del suo utilizzo per il nascituro.

diverso

http://otzovik.com/review_1261345.html

Quando è necessario iniziare il trattamento? (video)

Vilprafen è un farmaco efficace contro molti agenti patogeni. Il suo uso durante la gravidanza è possibile dopo aver valutato i possibili rischi per lo sviluppo del feto. Il principale ingrediente attivo del farmaco - josamicina - penetra facilmente nella barriera placentare. Pertanto, nel periodo in cui vengono posati tutti i sistemi di base degli organi del bambino, non è consigliabile utilizzare Vilprafen.

Recensioni di gravidanza di Vilprafen

accidenti, mi è stato appena prescritto l'ureaplasma. ma sai, il dottore ha detto: faremo la PCR in tempo reale e vedremo QUANTO lo tratteremo, se ce n'è molto e, in caso contrario, non lo faremo. Beh, apparentemente, lo stesso, molte volte, nominato. Ha detto che il suo bambino è molto più dannoso degli antibiotici. A proposito, l'anziano aveva la sindrome idrocefalica e il pediatra mi ha convinto che si trattasse di una specie di infezione nascosta (nella prima B non si arrendeva per quelle nascoste). E ora, molto probabilmente lo era

Ho avuto (e ho) ureaplasma. non trattato. La PCR non si è arresa (sebbene il dottore ne abbia parlato, ma io stesso non ho insistito sulla resa e non ho espresso l'iniziativa). importa ancora se le dà fastidio o no.
l'infezione non ha influenzato il bambino, TTT.
quando sono arrivato a un altro gin. dopo il parto (il mio è andato in congedo di maternità), è rimasta molto sorpresa dal fatto che io non abbia trattato l'ureaple.
ma il mio primo gin. era un amante delle correnti occidentali. ad esempio, in Europa non prestano attenzione al grado di invecchiamento della placenta. E durante B. il mio ha detto questo (diversi medici mi hanno impostato il grado di invecchiamento in modo diverso): "In Europa, questo indicatore non si misura affatto. Ma viviamo in Russia e lo osserviamo. Perché il tuo medico ti ha impostato Grado 3, devo prescrivere farmaci. "

E su ureapl. se il titolo se non sbaglio più di 10 a 3 o 4 gradi (non ricordo più precisamente, puoi vederlo su Internet), allora tratteranno. Guarda i tuoi test o consegnali di nuovo. Idealmente, ovviamente, è meglio non ammalarsi, perché esiste ancora il rischio che il bambino soffra di infezioni. Ma la parola decisiva è ancora tua, perché nessuno forzerà a trattare.

A proposito, l'anziano aveva la sindrome idrocefalica e il pediatra mi ha convinto che si trattasse di una specie di infezione nascosta (nella prima B non si arrendeva per quelle nascoste). E ora, molto probabilmente lo era


la presenza di eventuali infezioni può essere trovata nell'ospedale in cui hanno partorito. molto probabilmente già nell'archivio, perché il tempo è passato. la placenta passa dopo la nascita per istologia. se ci fossero infezioni, verranno rilevate. l'aiuto dovrebbe essere nel tuo caso.

Antibiotico Wilprofen all'inizio della gravidanza

Ho una buona amica Ora è in posizione, il termine è di 19 settimane.
All'inizio della gravidanza (a 5 e 7 settimane), ha subito un trattamento antibiotico Wilprofen come prescritto da un medico - è successo, ha dovuto essere trattata, si è ammalata quando era incinta.
Ora un altro medico (dalla ginecologia) la spaventa che questo influirà sicuramente sul bambino.

Ragazze, dimmi, per favore, se l'antibiotico influenzerà il piccolo. Chi si trovava in una situazione simile: ha preso un antibiotico per un massimo di 10 settimane, che dire dei bambini? Sei sano?

Codice HTML:
Codice BB forum:

Come sarà?

Ciao a tutti!
Ho una buona amica Ora è in posizione, il termine è di 19 settimane.
All'inizio della gravidanza (a 5 e 7 settimane), ha subito un trattamento antibiotico Wilprofen come prescritto da un medico - è successo, ha dovuto essere trattata, si è ammalata quando era incinta.
Ora un altro medico (dalla ginecologia) la spaventa che questo influirà sicuramente sul bambino. Leggi completamente
+3 Registrati e ottieni l'opportunità di valutare materiali, chattare nei commenti e molto altro! ') "> Registrati e ottenere l'opportunità di valutare materiali, chattare nei commenti e molto altro!')"> MARM2019/03/2712524 commenti
Tutte le ricette
Ricette da Povarenok.ruTutte le ricette
Milashino pasticceria e torte di.
Se non hai ancora fatto amicizia con la pasta lievitata, tu.
Più dettagli "
Torte ossete
Un uomo che ha assaggiato le torte ossete non può.
Più dettagli "
Brillante cagliata di limone.
Calorie minime, massimi benefici. Solo 1 cucchiaio di olio,
Più dettagli "
Cavolo insalata
In precedenza, in autunno, fermentavamo il cavolo con tutta la famiglia. Era.
Più dettagli "

Commenti

Ora un altro medico (dalla ginecologia) la spaventa che questo influirà sicuramente sul bambino.

Certo che lo farà! Non solo un antibiotico, ma le parole di questo dottore idiota che scuote i nervi di una donna incinta. Se il tuo conoscente non è un idiota come questo dottore, lascialo scappare da lui e non ricordare le sue parole. Ci sono pazzi nel mondo, dove saresti senza di loro.

Py.Sy. Anche il mio ginecologo ha prescritto questo antibiotico quando era troppo presto per diagnosticare una gravidanza, ma c'era una possibilità. È vero, la gravidanza non è stata confermata.

Vilprafen durante la gravidanza: recensioni, istruzioni, indicazioni

Descrizione del farmaco

La Josamicina è il principale ingrediente attivo di Vilprafen. Appartiene ai macrolidi - uno dei molti gruppi in cui sono suddivisi gli antibiotici..

I farmaci macrolidi sono considerati i meno tossici. L'effetto sul corpo, oltre all'esposizione ai farmaci, è minimo. Ad esempio, la josamicina non uccide i lattobacilli intestinali e quindi non danneggia il sistema digestivo, come altri antibiotici.

I macrolidi combattono le infezioni all'interno delle cellule del corpo. Più il farmaco si trova vicino alle particelle colpite, più efficace sarà la loro distruzione. Oltre a questi effetti, farmaci come la josamicina aiutano a evitare l'insorgenza di processi infiammatori e proteggono il sistema immunitario dall'ulteriore esposizione ai virus.

Durante la gravidanza, vilprafen viene assunto per via orale e appare nel sangue dopo circa un'ora dalla ricezione. Il farmaco passa attraverso la placenta. Vilprafen può passare nel latte materno durante l'allattamento..

Caratteristiche delle istruzioni per l'uso

La somministrazione spontanea del farmaco Vilprafen durante la gravidanza, anche in un 3 trimestre relativamente sicuro, è severamente vietata. Il medico prescrive la dose e il numero di dosi del farmaco individualmente a ciascun paziente, a seconda della sua malattia, della probabilità di reazioni avverse e di una serie di altri fattori noti solo a uno specialista qualificato.

Il medicinale è venduto in farmacia, ma non di dominio pubblico. Può essere acquistato solo con prescrizione medica..

Mentre Vilprafen aiuta a rafforzare l'immunità generale durante la gravidanza, è molto probabile la reinfezione delle malattie sessualmente trasmissibili. Le cellule immunitarie non vengono prodotte per le infezioni a trasmissione sessuale. Pertanto, il trattamento per tali malattie dovrebbe essere fatto per entrambi i partner..

Le istruzioni e la pratica delle persone che hanno usato il medicinale dicono che in media il farmaco viene utilizzato per circa due settimane. Una ricetta standard raccomanda di assumere 500 mg tre volte al giorno. Le compresse vengono assunte tra i pasti, possono essere lavate con acqua. Ci vorranno circa 3 minuti per dissolversi completamente in acqua..

Se hai dimenticato la pillola successiva, devi berla non appena il paziente ha ricordato il passaggio. Ma non puoi assumere due compresse contemporaneamente o con un intervallo molto breve! Un corso interrotto rende improbabile il completo recupero.

Oltre al corso principale, i medici a volte prescrivono un complesso vitaminico-minerale, che diventa un utile rafforzamento del sistema immunitario e sostiene il benessere del corpo. È inoltre probabile che dopo aver completato il corso di Vilprafen si svilupperà il mughetto. Pertanto, in alcuni casi, vengono prescritti farmaci contro la candidosi (questo è un termine medico per il mughetto).

È più sicuro bere Vilprafen durante la gravidanza alla fine del 2 ° trimestre. È anche possibile utilizzare il farmaco prima, ma solo dopo 10 settimane.

  1. Con l'ureaplasmosi, il metronidazolo viene prescritto come aggiunta al medicinale. Corso generale - almeno 10 giorni. Puoi mettere supposte antifungine e usare immunostimolanti.
  2. Con la clamidia, Vilprafen aiuta a ridurre l'attività dei batteri. La durata totale del corso dipende dall'analisi..

L'effetto del farmaco sul corpo

Il farmaco sopprime le infezioni intracellulari. Piccole concentrazioni della sostanza hanno un effetto antibatterico. Questo medicinale mostra anche effetti antinfiammatori e immunomodulatori. Viene assorbito nel sangue dal sistema digestivo in circa un'ora.

Vilprafen durante la gravidanza penetra nella placenta. La Josamicina non ha un grande effetto sulla vitalità degli enterobatteri, quindi non provoca disbiosi. Questa caratteristica distintiva della sostanza è molto significativa per le donne, poiché la disorganizzazione della microflora intestinale e la forte formazione di gas causano molti disagi alle future mamme.

Il farmaco aiuta a curare le infezioni:

  • orecchio, gola e naso (otite media, pus nei seni nasali);
  • polmoni e bronchi (bronchite, polmonite);
  • denti e gengive;
  • occhio;
  • pelle (ascessi, acne, bolle);
  • organi dell'apparato digerente (facilitare il flusso di ulcere, curare la gastrite).

Applicare Vilprafen durante la gravidanza, quando è necessario curare tali infezioni:

  1. Tracoma. Questa è una malattia dell'occhio, che passa attraverso il contatto diretto, attraverso oggetti comuni (asciugamano, fazzoletto, ecc.). Entrambi gli occhi sono interessati. Trachoma - una malattia lenta, in assenza di trattamento può causare perdita della vista assoluta o incompleta.
  2. Linfogranuloma. Il metodo di infezione è sessuale. La malattia è espressa da arrossamento e comparsa di papule nell'area genitale, febbre, gonfiore dei linfonodi inguinali. La malattia è curabile, in futuro si crea un'immunità stabile..
  3. Infezione urogenitale Passa sessualmente. Fino al 70% della malattia è riservato, asintomatico o con un leggero deterioramento del benessere. Dei principali segni: spiacevoli perdite vaginali, bruciore e indolenzimento durante la minzione, tensione alla schiena, parte inferiore dell'addome.
  4. Ureaplasma. La malattia è causata dall'infezione del tratto genito-urinario. Il metodo di infezione può essere sessuale o di contatto (usando gli articoli per l'igiene insieme, visitando bagni condivisi, ecc.). L'agente causale potrebbe non essere rilevato per molto tempo e durante il periodo di declino delle difese del corpo, si attiva e dà slancio all'insorgenza della malattia. Non ci sono segni specifici della malattia, a volte c'è una sensazione di bruciore durante la minzione, un aumento della temperatura corporea.

Come viene usato Vilprafen durante la gravidanza?

Il mughetto, o candidosi, è causato da una varietà di funghi microscopici del genere Candide, da cui deriva il nome ufficiale della malattia.

Vilprafen è prescritto durante la gravidanza, principalmente quando viene rilevata la clamidia. Il prossimo nella lista è l'ureaplasma, ma può essere trattato con altri farmaci. Altre infezioni sono trattate con Vilprafen con un esame individuale e una decisione del medico..

Le principali opzioni per le malattie in cui è prescritto Vilprafen 500, nonché le controindicazioni, a seconda della durata della gravidanza:

Primo trimestre (non prima di 10 settimane):

Clamidia urogenitale. Si manifesta sotto forma di secrezione, nettamente e sgradevolmente odorosa. La minzione diventa dolorosa. Una donna viene infettata attraverso il contatto sessuale, nella maggior parte dei casi, il batterio non appare in alcun modo per un certo periodo di tempo, dopo di che "colpisce" il corpo. La clamidia urogenitale 10 volte aumenta il rischio di aborto per aborto spontaneo. In altri casi, l'infezione può causare disturbi dello sviluppo fetale, preeclampsia e polidramnios.

Comune a tutti i trimestri: aumento del rischio di malattie epatiche e renali, sensibilità ai macrolidi, allergia a qualsiasi componente delle compresse.

Secondo e terzo trimestre:

  • Chlamydia.
  • Ureaplasma. Infezione del tratto urogenitale. Viene trasmesso sia attraverso il contatto sessuale, sia attraverso la famiglia con oggetti infetti, ad esempio il bordo della toilette. Nella maggior parte dei casi, "dorme" nel corpo mentre si verifica una diminuzione dell'immunità. Quindi compaiono i sintomi: dolore durante la minzione, febbre. Gli effetti avversi sullo sviluppo fetale durante la gravidanza non sono stati confermati. I medici prescrivono Wilprafen come profilassi di aborto spontaneo, strangolamento del feto o polidramnios.
  • Tracoma. Le malattie degli occhi, secondo i sintomi e il decorso, hanno molto in comune con la congiuntivite. Infettato grazie ai contatti a casa.

Comune a tutti i trimestri: aumento del rischio di malattie epatiche e renali, sensibilità ai macrolidi, allergia a qualsiasi componente delle compresse.

Nel 1o trimestre di gravidanza, Vilprafen non è indicato per un appuntamento prima di 10 settimane. In queste settimane si formano gli organi interni del nascituro. Dopo questo periodo, gli antibiotici possono essere utilizzati con un maggior grado di sicurezza per lo sviluppo del bambino.

L'ureaplasma non può essere trattato immediatamente, dopo aver atteso 10 settimane dall'inizio della gravidanza. Ma la clamidia richiede un trattamento urgente. Pertanto, già a 10 settimane il medico può prescrivere farmaci. Il trattamento di altre malattie infettive acute - bronchite, sinusite, otite media, polmonite - richiede le stesse misure..

Dosaggio e forma di dosaggio

Le istruzioni per il prodotto non menzionano la gravidanza come una restrizione all'uso di Vilprafen.

Sul mercato farmaceutico vengono presentate 2 forme di farmaci:

  1. Vilprafen (500 mg) - pillole bianche rivestite allungate. Non sono masticati, ma ingeriti con acqua. Dopo averlo assunto in pochi minuti, i principi attivi del farmaco entrano nel sangue.
  2. Vilprafen Solutab (1000 mg) - compresse, solubili in bocca. Sono buoni perché non hanno bisogno di essere masticati. È consentito mettere il tablet sulla lingua e si risolverà in pochi istanti. Eppure, puoi diluire la compressa in una piccola quantità di acqua, quindi bere.

Si raccomanda Vilprafen Solutab durante la gravidanza se una donna ha disfagia (patologia del riflesso della deglutizione) o quando è necessario un rapido assorbimento della sostanza con grave tossicosi.

La maggior parte delle donne che hanno assunto Vilprafen durante la gravidanza in diverse forme, notano la sua efficacia e sicurezza, sia per le madri che per i loro bambini non ancora nati. Alcuni medici prescrivono questo medicinale per le ragazze, anche nel 1 ° trimestre di gravidanza, da 10 settimane. Lo spiegano dal fatto che il componente attivo non mostra un effetto tossico sul feto e quindi non è in grado di danneggiarlo. Tuttavia, soprattutto, Vilprafen è prescritto nel 2 ° e 3 ° trimestre di gravidanza, quando è assolutamente sicuro..

Controindicazioni ed effetti collaterali

Non ci sono quasi recensioni negative sull'uso di Vilprafen. Ma questo non significa che puoi prendere il farmaco a tua discrezione. Solo un medico è in grado di valutare i rischi di conseguenze negative derivanti dall'uso di un medicinale con le conseguenze negative di una malattia esistente. Anche le controindicazioni svolgono un ruolo importante nella decisione finale..

Per una donna incinta, le controindicazioni, a causa delle quali non è possibile assumere Vilprafen, sono le seguenti:

  • problemi al fegato, a causa dei quali questo corpo non funziona correttamente o rimuove male la bile. La maggior parte dei farmaci proposti e altri vengono fuori dal corpo con l'urina;
  • allergia agli antibiotici del gruppo macrolidi, in particolare alla josamicina;
  • allergico agli altri ingredienti che compongono la pillola.

Quando prescrive Vilprafen durante la gravidanza, il medico deve tenere conto della reazione della donna incinta ad altri ingredienti del farmaco.

  1. cellulosa microcristallina. Aiuta il tablet a non cadere, tenendo uniti tutti i componenti. Non influenza il corpo;
  2. stearato di magnesio. Riempie lo spazio tra i componenti attivi del tablet;
  3. il biossido di silicio aiuta le compresse a mantenere una forma rotonda e piatta;
  4. le compresse solubili includono anche sodio docusato, con il quale la compressa si dissolve in acqua.

Durante l'assunzione di Vilprafen e Solutab, una donna incinta può ancora aspettarsi effetti collaterali. Se vengono osservati, l'antibiotico viene sostituito con un altro, ad esempio l'azitromicina.

  • Circa l'1% delle donne che assumono pillole si è lamentato di nausea e fastidio allo stomaco.
  • Lo 0,1% dei pazienti ha manifestato vomito e diarrea.
  • Meno dello 0,1% di quelli trattati con Vilprafen ha avuto stomatite, costipazione e problemi al fegato, si è lamentato di un'allergia.
  • Una dose eccessiva può danneggiare l'udito. Il sintomo scompare se la dose è ridotta.
  • Le allergie si manifestano come eruzioni cutanee e gonfiore delle vie aeree.
  • In rari casi, si verifica il mughetto.

Una donna che prende Vilprafen durante la gravidanza ha un basso rischio di contrarre un'altra malattia o di avere complicazioni. Le recensioni della maggior parte delle donne sottoposte a trattamento lo confermano. Parallelamente, studi condotti da medici indicano che le infezioni sono accompagnate da aborti spontanei, nascite premature e altre complicazioni nelle gestanti.

Anche altre infiammazioni, oltre alle malattie del sistema genito-urinario, possono causare un aborto spontaneo. Le infezioni del sonno spesso non si presentano sui risultati del test. I problemi sorgono solo con l'inizio della gravidanza, perché quindi l'immunità della donna diventa più debole.

Vilprafen 500 serve, tra le altre cose, come profilassi contro lo sbiadimento del feto, corioamniociti, e protegge anche il feto dalla penetrazione di microrganismi dannosi. L'infezione provoca la morte dei bambini nel 27% dei casi. Ci sono il 17% che compensa la possibilità di avere un bambino morto.

Il costo del farmaco Vilprafen in Russia varia da 530 a 700 rubli.

Vilprafen durante la gravidanza: recensioni

Anastasia Krasilnikova: alla sedicesima settimana, fu scoperta la clamidia. Spero che tutto sia in ordine con il bambino e mi riprenderò senza conseguenze negative. Nominato Vilprafen, e con esso Viferon e Terzhinan. In attesa che vengano eseguiti i prossimi test.

Sofia Maslennikova: mi è stato prescritto Vilprafen durante la gravidanza a causa dell'ureaplasmosi e sono stato curato per 24 settimane. Il corso è durato 10 giorni. Tutto è andato bene, è stato guarito, non ha infettato il bambino, ha dato alla luce un ragazzo sano.

Ekaterina Popova: ho trattato l'ureaplasma con questo medicinale. Le sbavature dopo il corso hanno subito mostrato miglioramenti. Poi ho anche bevuto alcuni enzimi e preparati dal fungo.

Vilprafen durante la gravidanza

Molti farmaci prescritti dai medici causano preoccupazione per le donne in gravidanza: perché prenderlo, porterà benefici o viceversa, danneggerà il nascituro?.

Se stiamo parlando di Vilprafen, allora dovresti sapere che questo farmaco è un antibiotico che ha un effetto antimicrobico. La base del farmaco - la josamicina - è stata usata in medicina dagli anni '70 del 20 ° secolo.

Vilprafen è prescritto per varie infezioni batteriche - sinusite, bronchite, antrace, nonché per le infezioni genitali - sifilide, clamidia e gonorrea. Per il trattamento di infezioni precisamente urogenitali, i medici spesso prescrivono Vilprafen alle donne in gravidanza. Tuttavia, alcuni ricercatori non sono sicuri che questo farmaco possa essere usato senza danni al bambino..

La medicina domestica, in generale, non proibisce la nomina di Vilprafen durante la gravidanza. Ma il suo uso è apprezzato solo se il beneficio è significativamente maggiore del possibile danno causato al bambino. Gli esperti raccomandano l'uso di una terapia alternativa. Quindi alcuni sono inclini a credere che l'infezione da clamidia possa essere trattata con azitromicina..

Vilprafen durante le recensioni di gravidanza

AIUTO. aiutare le ragazze!!

Inserito da candy145, nel mio diario il 31 dicembre 2011 · 10.939 visualizzazioni

Ragazze, cara, aiutate !! trovato Ureaplasma parvum 10 * 4, tutti gli altri test sono normali, periodo di 20 settimane.

nominato 10 giorni per 1 t-3 r al giorno Vilprafen e tutti. Cosa pensi?? bevanda?? non danneggerà la maschera antibiotica ?? chi com'era, condividi, caro.

Tutto con la prossima vacanza e un apchiiiiiii di 20 settimane da ragazzo)))))

31 dicembre 2011 - 00:45

trovato su un sito. Uso di Vilprafen durante la gravidanza

Vilprafen è un farmaco antimicrobico, cioè un antibiotico. Il suo principio attivo è la josamicina, utilizzata in medicina dal 1970..

L'elenco delle indicazioni per l'uso di Vilprafen (josamicina) comprende molte infezioni batteriche. Tra questi, sinusite, bronchite, tonsillite, antrace, acne, uretrite, sifilide, clamidia, gonorrea.

Durante la gravidanza, Vilprafen è usato per trattare le infezioni urogenitali: principalmente clamidia, micoplasma e ureaplasma.

Tuttavia, rimane aperta la questione della sicurezza dell'uso di Vilprafen durante la gravidanza. Alcuni ricercatori europei non raccomandano l'uso di questo farmaco, o meglio, la sostanza josamicina, nel trattamento delle donne in gravidanza..

La medicina russa non proibisce l'uso di vilprafen durante la gravidanza. Allo stesso tempo, si specifica che dovrebbe essere usato solo se i benefici previsti dell'applicazione saranno più che possibili danni al feto. Inoltre, Vilprafen è prescritto solo tenendo conto dei dati degli studi sulla sensibilità agli antibiotici.

Prima di usare Vilprafen, una donna incinta dovrebbe avere familiarità con controindicazioni ed effetti collaterali. Quindi, le controindicazioni includono grave insufficienza renale e ipersensibilità al farmaco.

Vilprafen e la gravidanza sono incompatibili quando una donna manifesta effetti collaterali del farmaco. E tale, secondo le istruzioni, abbastanza. Soprattutto dal sistema digestivo: flatulenza, nausea, bruciore di stomaco, vomito, dolore addominale, diarrea, colite pseudomembranosa, epatite colestatica, compromissione della funzionalità epatica, diminuzione dell'appetito.

Inoltre, sono possibili allergie sotto forma di eruzione cutanea o orticaria, disturbi dell'udito, disbatteriosi, candidosi, malessere generale e talvolta persino febbre.

In genere, il dosaggio di Vilprafen (josamicina) durante la gravidanza è di 500 mg (0,5 g) 3 volte al giorno per 10-14 giorni (per le infezioni da clamidia) o 7-10 giorni (per le infezioni da micoplasma e ureaplasma). Le compresse devono essere assunte tra i pasti con acqua.

Durante la gravidanza, Vilprafen può iniziare a essere prescritto già dal primo trimestre (o meglio, dalla decima settimana). Tuttavia, nel trattamento dell'infezione micoplasmatica, si raccomanda di utilizzare Vilprafen dal secondo trimestre di gravidanza.

Pertanto, il trattamento con Vilprafen (josamicina) durante la gravidanza deve essere effettuato con estrema cautela. Secondo esperti internazionali, è auspicabile l'uso di una terapia alternativa. Quindi, nel trattamento dell'infezione da clamidia nelle donne in gravidanza, si consiglia di utilizzare l'azitromicina invece della josamicina.

Ho questa dannata infezione da molti anni, l'ho trattata una seconda volta durante la gravidanza. Sfortunatamente, solo Vilprofen è autorizzato alle donne in gravidanza dell'intero spettro con un antibiotico, e lui è piuttosto parsimonioso. Durante B è stato trattato secondo lo schema:

1) Wilprofen 500 - 1 compressa - 2 volte - 10 giorni

2) Wobenzym - 2 compresse - 3 volte - 3 giorni

3) Terzhinan 10 - 1 compressa a notte - 10 giorni

4) Gipferon - 1 candela - 2 volte - 10 giorni (dopo Terzhinan)

5) Acilatto - 1 candela - 2 volte - 10 giorni (dopo Gipferon)

Di conseguenza, non è stata curata di nuovo. Ho letto molta letteratura, si ritiene che per molte donne questo sia un ambiente normale e non debba essere trattato. Finora non ho avuto problemi. Il dottore ha detto che va bene, cureranno il canale del parto con una soluzione speciale prima di dare alla luce. inoltre sto aspettando un ragazzo, ma in un ragazzo questa infezione può solo attaccarsi ai suoi occhi e gli occhi dei neonati vengono immediatamente curati, quindi non è pericoloso per un bambino farlo. Nell'ospedale di maternità, il medico ha anche detto che si tratta di sciocchezze di vita. Quindi non preoccuparti!

Kuza ero online il 16 maggio, 14:06 Russia, Mosca

Mamma felice, hai già due? Dimmi, beh, e prima del secondo b e durante esso, hai avuto di nuovo l'ureaplasma? L'hanno trovata per me ora, ma stavo per rimanere incinta questo mese, non so cosa fare!

Julia Ero sul sito 22 gennaio 20:22 Russia, Mytishchi Grazie, mi sono rassicurato un po '))))) Ho un regime di trattamento leggermente diverso e, soprattutto, il medico ha detto che non rifaremo il test dell'ureaplasma, perché anche se lei se rimane, allora non tratteremo tutto per la seconda volta... Stiamo aspettando anche il ragazzo)))))) Speriamo che tutto vada bene. Ti guardo, è rimasto solo un po '. Quindi vorrei che tuo figlio fosse nato facile e sano.

Bliiin! I fichi capiscono - vale la pena bere o non ne vale la pena... Ragazze! E cosa ne pensate, se mi venisse prescritto Wilprofen per 1t3r. al giorno 10 giorni - Posso ridurre autonomamente il corso un po 'a 7 giorni. O bere non 3, ma 2 compresse al giorno. Da cosa dipende generalmente la durata del corso. Qualcuno ha tagliato? che ha già dato alla luce un bambino e ha bevuto il corso durante la gravidanza. AIUTO. Io non so cosa fare. Termine ber. 15 settimane Nuovo 16 febbraio 2012, 08:22

Sono stato dimesso da un medico generico alla settimana 25, dubitavo che tu potessi berlo affatto e sono andato al capo della consultazione, e ha detto che è meglio iniziare a bere da 30 settimane, quando il feto è già completamente formato, bere non è raccomandato Nuovo 24 febbraio 2012 13:33

Li ho anche trattati, la quattordicesima settimana... l'ottavo giorno è apparsa un'eruzione cutanea e il medico ha annullato la diarrea delle pillole. Siamo già nati con il bambino è tutto a posto, (pah, pah, pah e 3 su un albero) 27 febbraio 2012, 12:54

Sono stato anche nominato, ho 17 settimane. Hanno detto che se non vi è alcuna minaccia, è consigliabile bere più tardi, quando si forma il feto. Nuovo 27 febbraio 2012, 18:09

e Vilprafen mi è stato prescritto da un terapista, con mal di gola acuto, dopo aver letto il forum, capisco che nel mio caso non ha bisogno di essere affatto, le istruzioni dicono che alle donne in gravidanza viene somministrato un trattamento per le infezioni, ho 14 settimane per curare l'angina con questo farmaco, anche se sono stati trovati ureaplasma e gardnerella, ma il ginecologo non ha menzionato il loro trattamento. Qualcuno ha avuto situazioni simili? Grazie in anticipo!

Vilprafen durante la gravidanza

Va notato che molti farmaci prescritti dai medici possono causare qualche preoccupazione nelle donne in gravidanza e la domanda è: perché questo farmaco dovrebbe essere preso, è in grado di beneficiare o, al contrario, danneggerà solo il tuo bambino non ancora nato.

In quei casi in cui si tratta di un farmaco come Vilprafen, va notato e consapevole che questo particolare farmaco è l'antibiotico più potente, che ha anche un potente effetto antimicrobico. La base di questo farmaco, diciamo la josamicina, è già ampiamente usata nella medicina sovietica dagli anni '70 del secolo scorso..

Un farmaco come Vilprafen, di norma, è prescritto per una varietà di infezioni batteriche: può essere sinusite, bronchite e persino antrace. E inoltre, abbastanza spesso è prescritto per le infezioni genitali: può essere sifilide, clamidia o gonorrea. Direttamente per trattare esattamente tali infezioni urogenitali, molti medici cercano molto spesso di prescrivere Vilprafen alle donne in gravidanza. Tuttavia, va detto che alcuni ricercatori non sono affatto convinti che questo farmaco possa essere usato senza il minimo danno al nascituro.

Tuttavia, la medicina domestica, in generale, di solito non proibisce di prescrivere un farmaco come Vilprafen durante la gravidanza. Tuttavia, l'uso di questo farmaco è apprezzato solo se il beneficio per la madre sarà significativamente più significativo del possibile danno che potrebbe essere causato al nascituro. Molti esperti raccomandano fortemente l'uso di terapie alternative in questi casi. Supponiamo che alcuni medici tendano semplicemente a trattare una spiacevole infezione da clamidia con un antibiotico come l'azitromicina.

Molto spesso, Vilprafen è prescritto dai ginecologi per le donne in gravidanza quando viene rilevato un agente patogeno come l'ureaplasma. Questa malattia può essere una minaccia estremamente grave sia per la madre che per il suo bambino..

Immediatamente, prima di iniziare il trattamento con tale farmaco, è necessario leggere attentamente e attentamente le istruzioni per il suo utilizzo. È necessario apprendere appieno tutti i possibili effetti collaterali e, ovviamente, le controindicazioni. Devi sapere che è severamente vietato utilizzare un farmaco come Vilprafen se ci sono alcuni disturbi nell'attività dei reni, o dire, se è stata rilevata l'ipersensibilità ai componenti di questo farmaco.

Per quanto riguarda i possibili effetti collaterali, nei casi in cui durante l'uso del farmaco si osservano sintomi come bruciore di stomaco, nausea o persino vomito, nonché irregolarità nel fegato o forte dolore addominale, le donne in gravidanza devono semplicemente interrompere immediatamente il corso trattamento con Vilprafen. Dopotutto, gli effetti collaterali dell'uso di questo farmaco possono essere estremamente spiacevoli: è possibile e un'eruzione cutanea su tutto il corpo e persino danni all'udito e, inoltre, solo un malessere generale e talvolta persino una febbre.

Un ciclo completo di trattamento per un'infezione da clamidia con un farmaco come Vilprafen può di solito durare per dieci o addirittura quattordici giorni. Di solito viene assunto a 0,5 grammi e 3 volte in un giorno. Di norma, è consigliabile assumere queste compresse esattamente tra i pasti, sarà meglio berlo semplicemente con acqua purificata.

Va notato che Vilprafen può essere prescritto anche durante il primo trimestre di gravidanza e dalla decima settimana di gravidanza. Tuttavia, alcuni esperti potrebbero insistere sul fatto che il trattamento di eventuali infezioni con un farmaco come Vilprafen inizia solo con la ventesima o anche la ventiduesima settimana, quando il feto stesso è già completamente formato e questo farmaco non sarà in grado di causare il minimo danno al tuo bambino.

Di solito, insieme a Vilprafen, il medico dovrà prescrivere anche le vitamine necessarie per essere in grado di rafforzare il corpo e le sue funzioni protettive nella futura madre.

Trattare la malattia con Wilprafen o no è già una questione per ogni singola donna incinta. Tuttavia, sarà meglio verificare tutte le possibili e le più pericolose infezioni durante il periodo di pianificazione della gravidanza, cioè prima del concepimento del bambino e, ovviamente, è necessario affrontare la questione letteralmente con tutta gravità e gravità.

Elena, 16 maggio 2012
Visualizzazioni 16708 Commenti 2 Valutazione 4.8 su 5 Voti 4

Chi ha assunto Vilprafen per il trattamento dell'ureaplasma parvum durante la gravidanza? Quanto tempo e qual è il risultato della cura?

Io, a 23-24 settimane. A proposito, hai preso la sensibilità agli antibiotici? Anche il marito deve essere curato insieme a te.

Ho un titolo di oltre 10 * 4, il dottore dice guarire... il primo bambino non è stato infettato alla nascita?

Ho avuto lo stesso risultato. È stata trattata con il suo primo figlio un anno prima della gravidanza, quindi durante la gravidanza questo problema dopo aver presentato test puliti dopo quel trattamento non è stato sollevato. Ma non ho avuto il tempo di controllare e curare questa gravidanza durante la gravidanza, l'ho superata e ho immediatamente scoperto che ero già incinta. La gioia per te ti raggiungerà se hai un cuore luminoso ((c) Eduard Asadov) Ekaterinburgmamada, ho consegnato la vasca di semina con sensibilità agli antibiotici. Ho già 32 settimane, devo decidere se trattarlo il prima possibile o no.... da tutto quanto sopra, mi sono reso conto che questo farmaco è attivamente utilizzato nelle donne in gravidanza e non danneggia il bambino? che il bambino non avrà questo problema. L'ho bevuto a 26 settimane. Ekaterinburgmama Non avrei bevuto, le donne straniere in genere non trattano l'ureaplasma nelle donne in gravidanza, solo che abbiamo ancora questo. La ragazza ha bevuto tutto il corso incinta, dopo ha superato i test - il titolo è rimasto lo stesso, il dottore ha detto ok, lasciala stare così. Ed è anche importante che tu abbia un maschio o una femmina; nella maggior parte dei casi si verifica espressione di sé. Perché dovrei aver paura? Pensavo Cappuccetto Rosso. "Conosco la foresta... adoro il sesso."

    l'ospite

1. macrolidi (josamicina, ecc.) E betalattami -> aminopenicilline -> amoxicillina clavulanato "sono alcuni dei farmaci più sicuri durante la gravidanza 2. la motivazione del medico per la scelta del farmaco non è del tutto chiara - era possibile che fossero microbi che producono penicillina 3. soppressori necessari le concentrazioni di amosicillina possono essere più elevate rispetto a quando si prescrive ampicillina / oxacillina / ampiox 4. se si sospetta un ceppo vaccinale, si preferiscono i macrolidi (pertosse, incluso) ), quando a volte gli antibiotici erano sufficienti solo per le persone che lavorano, e non sempre per i bambini / le donne in gravidanza 6. una bronchite di lunga durata con l'inefficacia della terapia vitaminica a impulsi e AMXTS senza la propria attività anti-tubercolosi può essere un segno di PTK / TVS di linfonodi intratoracici e infezione da ascariasi e adenovirus e aspergillosi 7. ecc. Senza temperatura, ma con intossicazione, molti anaero misti infezioni gravi

Tosse convulsa esclusa. Lo streptococco è stato trovato nel bambino, molto probabilmente ho la stessa cosa, dal momento che non ho contattato nessuno, sono stato infettato dal bambino. Il terapeuta ha anche prescritto amoxiclav perché penso che gli streptococchi siano sensibili alla penicillina. La bronchite per la prima volta nella vita, tutto è iniziato con la faringite, poi la tosse si è unita, pochi giorni dopo. Penso a causa della mia immunità difettosa in questo periodo e dell'impossibilità di un trattamento adeguato sin dall'inizio.

Up