logo

Durante il portamento di un bambino, una donna dovrebbe visitare regolarmente un medico, sottoporsi a test e, se necessario, assumere vitamine e farmaci. Un medico può prescrivere vitamina C durante la gravidanza. Assumere la quantità necessaria di vitamine aiuterà a mantenere la salute della madre e aiuterà il corpo a svilupparsi correttamente.

Prescrizione di vitamina C durante la gravidanza

L'acido ascorbico viene assunto durante la pianificazione della gravidanza. Il farmaco aiuta il corpo a rafforzare la difesa immunitaria, rafforza le pareti dei vasi sanguigni, promuove un migliore assorbimento del ferro, prevenendo così lo sviluppo di anemia.

Durante la gravidanza, i farmaci o l'integrazione devono essere monitorati da un medico..

Se usato in modo errato, l'acido ascorbico può essere pericoloso. Le raccomandazioni del medico devono essere rigorosamente rispettate..

Proprietà chimiche e fisiche dell'acido ascorbico.

Posso prendere durante la gravidanza

Le donne in gravidanza possono assumere vitamina C solo dopo aver consultato un medico. Se usato in modo errato, le vitamine possono danneggiare la madre o il bambino.

Secondo l'OMS, in alcuni casi, l'uso di acido ascorbico durante la gravidanza può provocare un rischio di rottura prematura delle membrane delle membrane..

Alle donne in gravidanza non è vietato l'uso di acido ascorbico con glucosio. Questo farmaco può essere prescritto per la regolazione del metabolismo, con intossicazione o insufficienza renale..

In 1 trimestre

Lo sviluppo tempestivo del feto richiede la presenza nel corpo della giusta quantità di acido ascorbico. Non è raccomandato per le donne in gravidanza di assumere questo farmaco nel primo trimestre, può aumentare il tono uterino. Dovresti controllare l'uso di alimenti ricchi di vitamina C. Il fatto è che l'immunità di una donna può assumere il feto per un organismo estraneo, che deve essere eliminato. Tale reazione può causare un aborto spontaneo..

Nel 2o trimestre

In un secondo momento, l'uso di vitamina A è giustificato. Nel secondo trimestre, il feto inizia a svilupparsi più attivamente, la madre e il bambino hanno bisogno di più nutrienti. L'acido ascorbico rinforza le pareti dei vasi sanguigni e riduce anche la probabilità delle vene varicose.

Entrando nel corpo di una donna che trasporta un bambino, l'acido ascorbico rafforza la difesa immunitaria del corpo e il feto, assorbendolo, si adatta alle condizioni esterne.

Nel 3 ° trimestre

L'uso di acido ascorbico nel terzo trimestre riduce la probabilità di smagliature, aumenta l'elasticità della pelle, riducendo così il rischio di rotture durante il parto e sarà più facile per il bambino passare attraverso il canale del parto.

Spesso, l'emoglobina diminuisce durante la gravidanza ed è difficile per il corpo far fronte a un doppio carico. Nella maggior parte dei casi, questi problemi scompaiono dopo il parto, ma i medici controllano il livello di emoglobina e prescrivono preparazioni di ferro per normalizzarlo, poiché un basso livello di emoglobina può essere pericoloso per lo sviluppo del feto..

Il ferro è ben assorbito insieme all'acido ascorbico, quindi in farmacia puoi acquistare forme di ferro già pronte insieme alla giusta quantità di acido ascorbico.

Forme di rilascio e tariffa giornaliera per le donne in gravidanza

Le donne in gravidanza devono assumere vitamine, medicinali o integratori alimentari solo dopo aver consultato il proprio medico.

Solo un medico può prescrivere il dosaggio necessario del farmaco.

Nel mercato farmaceutico, l'acido ascorbico è presentato in varie forme:

  • dragée;
  • compresse effervescenti;
  • compresse masticabili;
  • sciroppi;
  • polveri;
  • soluzioni iniettabili.

Il medico sceglierà la forma appropriata di rilascio e il giusto dosaggio.

Caramelle gommose

1 compressa di acido ascorbico ricoperta di zucchero contiene 50 mg di ingrediente attivo.

Pop

Una compressa effervescente rotonda contiene 250 mg di ingrediente attivo. Questa forma del farmaco deve essere sciolta in 200 ml di acqua. I pop non devono essere masticati, ingeriti o assorbiti. Durante la gravidanza, vengono prescritti 250 mg al giorno in un periodo di 10-14 giorni. Altre vitamine diverse dalla vitamina C possono essere incluse nei pop..

iniezioni

La vitamina C viene rilasciata come iniezione per somministrazione endovenosa o intramuscolare. 1 ml di soluzione contiene 50 mg di sostanza attiva. Le iniezioni vengono utilizzate per ricostituire le riserve di vitamine nel corpo quando la somministrazione orale non è possibile..

La vitamina C nelle fiale viene assorbita dall'organismo meglio della forma della compressa.

Le forme di iniezione durante la gravidanza sono prescritte solo in caso di emergenza.

Polvere

L'acido ascorbico sotto forma di polvere viene utilizzato per la preparazione di bevande. Una bustina (1 g) viene sciolta in 1 litro di acqua, la soluzione risultante deve essere bevuta preparata al momento.

Pillole masticabili

Il farmaco viene rilasciato sotto forma di compresse masticabili con un dosaggio di 25 mg, 50 mg e 75 mg del principio attivo. Dovrebbero essere presi dopo i pasti..

Controindicazioni ed effetti collaterali

L'assunzione di medicinali con vitamina C può nuocere.

Non puoi assumere acido ascorbico durante la gravidanza se ci sono le seguenti controindicazioni:

  • diabete;
  • tromboflebite;
  • reazioni allergiche;
  • trombosi;
  • ipersensibilità.
L'assunzione di acido ascorbico è controindicata se una donna incinta soffre di diabete.

Quando una donna incinta usa alte dosi di vitamina C, lo scorbuto può svilupparsi in una somministrazione endovenosa neonatale di alte dosi del farmaco può causare l'interruzione della gravidanza a causa dell'estrogenemia.

Si deve usare cautela quando:

  • deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi;
  • emocromatosi;
  • anemia sideroblastica;
  • talassemia;
  • iperossaluria;
  • oxalose;
  • urolitiasi.

Gli effetti collaterali si manifestano sotto forma di riduzione delle prestazioni, nausea, vomito, diarrea, mal di stomaco, eruzioni cutanee ed eruzioni cutanee, disturbi metabolici.

Se si verificano effetti collaterali, è necessario interrompere l'assunzione di vitamina C e consultare un medico.

Alimenti ricchi di vitamina C.

La donna incinta dovrebbe cambiare la dieta aggiungendo cibi ricchi di vitamina C. È necessario informare il medico che la donna incinta riceve acido ascorbico con il cibo, il medico cambierà il dosaggio del farmaco. Le sostanze in eccesso nel corpo rappresentano un pericolo per il feto e la madre durante il periodo di gestazione.

Alimenti ricchi di vitamina C..

Ci sono molti prodotti che sono superiori agli agrumi nel contenuto di acido ascorbico. Questi prodotti includono:

  1. Il cinorrodo secco contiene 1100 mg di acido ascorbico per 100 g Usato per preparare sciroppo, infuso, tè.
  2. I cinorrodi freschi contengono meno vitamina C, solo 650 mg.
  3. Crespino (500 mg) è usato in cucina e medicina tradizionale.
  4. Frutti maturi di peperone dolce (400 mg)
  5. Peperoncino piccante (242 mg).
  6. Olivello spinoso (200 mg).
  7. Broccoli (89 mg).
  8. Cavolfiore (70 mg).
  9. Spinaci (55 mg).
  10. Foglia di alloro (46 mg).
  11. Limone (40 mg).
  12. Sedano (38 mg).

Questi prodotti sono utili non solo per le donne che hanno un bambino, ma anche per bambini, adulti, nel periodo postoperatorio. Se la dieta di una donna incinta contiene regolarmente cibi ricchi di vitamina C, non sarà necessario assumere preparati di acido ascorbico.

Prima di assumere acido ascorbico quando si trasporta un bambino, è necessario consultare uno specialista. Le donne in gravidanza non devono superare il dosaggio raccomandato dal medico. L'uso di alte dosi di vitamina C può portare allo sviluppo di disturbi nel corpo della madre e del feto.

Valuta l'articolo, per favore!

Dai il tuo voto agli articoli da 1 a 5:

Punteggio medio: 0 / 5. Voti: 0

Ancora nessuna valutazione, sii il primo a valutarla!

Siamo spiacenti che questo articolo si sia rivelato inutile per te.!

Cerchiamo di migliorare.

Dimmi come possiamo migliorare questo articolo.?

Vitamina C durante la gravidanza: effetto, dosaggio e conseguenze dell'assunzione incontrollata

Durante la gravidanza, la necessità di componenti nutritivi che prendono parte alla formazione e alla crescita del feto aumenta a volte e ha un effetto positivo sul corpo della futura mamma. Per questo motivo, i medici raccomandano di includere più verdure, frutta e altri cibi sani nella dieta, che sono la principale fonte di vitamine e minerali. A volte potrebbe essere necessario assumere complessi vitaminici sintetici, ma solo il medico in gravidanza dovrebbe prescriverli.

Tra il vasto elenco di vitamine di cui il corpo di una donna incinta ha bisogno, la vitamina C (acido ascorbico), indispensabile nella stagione fredda, aumenta la difesa immunitaria ed è attivamente coinvolta in molti processi biochimici nella formazione del feto, non è l'ultimo. Tuttavia, è importante capire che l'acido ascorbico può portare sia benefici che danni a una donna incinta. Deve essere assunto secondo le raccomandazioni mediche, osservando rigorosamente la dose e la durata della somministrazione.

Il ruolo della vitamina C durante la gravidanza

L'acido ascorbico (vitamina C) è un elemento solubile in acqua con un pronunciato effetto antiossidante. Si trova in molti prodotti alimentari o viene venduto in catene di farmacie sotto forma di confetti, losanghe o fiale per preparazioni iniettabili. Si ritiene che durante la gravidanza l'assunzione di questa vitamina non sia raccomandata, ma allo stesso tempo è necessaria per la futura mamma.

La carenza di vitamina C può causare gravi complicazioni durante la gravidanza e la sua quantità in eccesso è una grave allergia. Ecco perché deve essere presente con moderazione..

L'acido ascorbico svolge un ruolo importante durante la gravidanza. Ha le seguenti proprietà:

  • rafforza il sistema immunitario;
  • riduce il rischio di preeclampsia (tossicosi grave);
  • migliora l'assorbimento del ferro, che riduce il rischio di sviluppare anemia da carenza di ferro nelle donne in gravidanza;
  • in combinazione con il ferro, è responsabile del corretto sviluppo intrauterino del bambino;
  • protegge il feto dall'esposizione alla nicotina;
  • riduce il rischio di sviluppare una malattia come lo scorbuto;
  • rafforza le pareti dei vasi sanguigni, comprese le cellule della placenta;
  • neutralizza tossine e batteri.

Sulla base delle suddette proprietà della vitamina C, il suo apporto è estremamente importante durante la gravidanza, specialmente nel primo trimestre, quando si verificano la deposizione e la formazione del feto.

Acido ascorbico nel primo trimestre di gravidanza

Nel primo trimestre di gravidanza, l'assunzione di acido ascorbico come farmaco indipendente o come parte di complessi vitaminico-minerali non è raccomandata. Ciò è spiegato dal fatto che questa vitamina migliora l'immunità e, per una riuscita conservazione della gravidanza, le funzioni protettive sono ridotte. Quando si prende l'acido ascorbico, l'immunità può accettare l'embrione come un corpo estraneo e rifiutarlo, il che porterà ad un aborto spontaneo. Pertanto, l'unica fonte di vitamina C nel primo trimestre può essere il cibo, ma non i farmaci con il suo contenuto.

Vitamina C nel 2 ° e 3 ° trimestre di gravidanza

Durante questo periodo, aumenta la necessità di acido ascorbico, ma la dose giornaliera non deve superare - 60-80 mg. Questa vitamina può essere prescritta per via endovenosa con glucosio in caso di grave tossicosi, che è pericolosa per la disidratazione e lo sviluppo fetale ritardato..

La vitamina C nella tarda gravidanza consente di rafforzare le pareti dei vasi sanguigni, aumenta l'elasticità dei tessuti, riducendo così il rischio di rotture durante il parto.

Qual è il pericolo di carenza di acido ascorbico durante la gravidanza?

La carenza di vitamina C durante la gravidanza può fare più male che bene. In mancanza di ciò, possono verificarsi i seguenti problemi di salute:

  • raffreddori frequenti;
  • aumento della fatica, sonnolenza;
  • gengive sanguinanti;
  • distruzione dello smalto dei denti;
  • maggiore fragilità di unghie e capelli;
  • possibile svenimento;
  • irritabilità;
  • attenzione distratta;
  • ritardo della crescita intrauterina.

Tutte queste condizioni sono pericolose per la salute della donna e la vita del feto, quindi la donna incinta deve assumere la vitamina C nelle dosi raccomandate.

Video: donne in gravidanza acido ascorbico

Fabbisogno giornaliero

La vitamina C durante la gravidanza può essere prescritta da un medico per scopi terapeutici o profilattici..

  • Per la prevenzione, la dose giornaliera è di 50-100 mg, il corso dura 2 settimane.
  • Per il trattamento, il medico può prescrivere fino a 250 mg di farmaco al giorno.

Con il normale corso della gravidanza, non è necessario assumere farmaci da farmacia, poiché una donna può ottenere la quantità necessaria di acido ascorbico dal cibo. Per esempio:

  • 100 g di peperone rosso contengono 250 mg di vitamina C;
  • 100 g di ribes nero o olivello spinoso - 200 mg ciascuno;
  • 100 g di arancia, cavolo bianco, fragole o pompelmo - 60 mg ciascuno.

Con un'alimentazione corretta e razionale, puoi garantire pienamente la necessità quotidiana di vitamina C e non ricorrere alle droghe sintetiche.

Il pericolo di eccesso di vitamina C

Un sovradosaggio di vitamina C può portare alla comparsa di condizioni estremamente indesiderabili durante la gravidanza e in qualche modo pericolose:

  • frequenti mal di testa;
  • disturbi del sonno;
  • problemi di digestione;
  • sintomi dispeptici: costipazione, diarrea, gonfiore;
  • bruciore di stomaco;
  • prurito, eruzione cutanea;
  • la formazione di calcoli renali;
  • aborto spontaneo all'inizio della gravidanza;
  • aumento della temperatura corporea a cifre subfebriliche.

La comparsa di tali sintomi dovrebbe essere l'occasione per consultare un medico, è inoltre necessario interrompere l'assunzione di acido ascorbico.

Controindicazioni

La vitamina C ha diverse controindicazioni per l'uso, che è importante familiarizzare con prima dell'uso:

  • aumento della coagulazione del sangue;
  • tromboflebite;
  • diabete;
  • reazione allergica.

Molti medici raccomandano che le donne in gravidanza assumano la vitamina C dal cibo, perché un tale uso, a differenza dei farmaci da farmacia, non danneggerà la futura mamma e il suo bambino.

Prodotti come fonte di acido ascorbico

La vitamina C si trova in alimenti semplici e convenienti che devono essere presenti nella dieta di una donna incinta. I seguenti alimenti sono la fonte di acido ascorbico:

  • peperoni rossi e verdi;
  • agrumi;
  • rosa canina;
  • ribes nero;
  • fragole selvatiche;
  • cavolfiore;
  • olivello spinoso;
  • Pomodori
  • prezzemolo.

Tutti i prodotti di cui sopra sono ricchi non solo di vitamina C, ma anche di altri nutrienti necessari per il pieno portamento del feto, la sua corretta crescita e sviluppo..

Le arance contengono 38-60 mg di vitamina C, mentre la norma giornaliera è di 60-75 mg. Per reintegrare la riserva naturale, una donna deve solo mangiare solo 200 g di arance al giorno.

Preparazioni farmaceutiche con vitamina C

Nelle farmacie, l'acido ascorbico viene venduto in diverse forme, ha un dosaggio diverso. Prodotto da società farmaceutiche nazionali ed estere, ha un prezzo accessibile.

  • Confetto - palline gialle contenenti 50 mg di vitamina C..
  • Le compresse masticabili contengono da 25 a 100 mg, oltre a componenti ausiliari: glucosio, amido, acido stearico.
  • Compresse effervescenti: 1 compressa contiene 250 mg di acido ascorbico e componenti aggiuntivi.
  • Polvere per preparazione di soluzione - 2,5 g di acido ascorbico.
  • Iniezione 50 mg / ml fiala 2 ml, n. 10 per confezione.

I farmaci della farmacia dovrebbero essere assunti durante la gravidanza rigorosamente secondo la testimonianza del medico.

Durante la gravidanza, è meglio scegliere i preparati di acido ascorbico, dove non ci sono sostanze ausiliarie sotto forma di coloranti alimentari, aromi e additivi, poiché possono causare allergie e avere un effetto negativo sul feto..

Video: Vitamina C in gravidanza - Ricetta facile

Finalmente

La vitamina C durante la gravidanza è considerata un elemento estremamente importante, ma se il portamento del feto passa senza rischi e complicazioni, può essere ottenuto per intero dal cibo. Ecco perché i medici raccomandano alla futura mamma di monitorare la sua dieta, includendo solo alimenti di alta qualità, sani e arricchiti. I benefici saranno le passeggiate all'aria aperta, l'assenza di situazioni stressanti e l'attività fisica. Solo le emozioni positive e prendersi cura della propria salute aiuteranno a sopportare e dare alla luce un bambino sano.

Acido ascorbico durante la gravidanza: dosaggio

Nel complesso di vitamine richiesto per le donne in gravidanza, l'acido ascorbico occupa un posto speciale. La vita e la salute di lei e del suo bambino dipendono spesso dalla quantità di questa vitamina contenuta nel corpo della futura mamma. Perché è questo, considerare in modo più dettagliato.

Attenzione! Il materiale è puramente indicativo. Non dovresti ricorrere ai metodi di trattamento descritti in esso senza prima consultare un medico.

Acido ascorbico durante la gravidanza: benefici

Le vitamine sono i "mattoni" della salute umana. Si riempiono di energia, forniscono funzioni vitali delle cellule, rimuovono le tossine, supportano la forza, influenzano lo sviluppo fisico e mentale e le condizioni di una persona.

Nel 2012 sono state stabilite 13 sostanze importanti di questo tipo, senza le quali la vita umana è impossibile. Una persona riceve vitamine con il cibo. Tuttavia, il loro numero è così piccolo che il fabbisogno giornaliero non è coperto. Pertanto, i medici prescrivono complessi vitaminici speciali, a seconda della salute del paziente.

Il problema della vitaminizzazione delle donne in gravidanza è sotto una particolare attenzione da parte degli specialisti. Tra le sostanze raccomandate, alle donne in posizione viene prescritta la vitamina C.

Vediamo quali effetti ha l'acido ascorbico durante la gravidanza:

  1. Rafforza il sistema immunitario. Nelle donne in gravidanza l'immunità è indebolita e le malattie causate da virus sono pericolose sia per la salute che per la vita della madre e del feto. Spesso le malattie infettive trasferite portano all'aborto involontario.
  2. Neutralizza e rimuove le sostanze tossiche dal corpo che entrano attraverso le vie respiratorie e con il cibo.
  3. Rafforza le pareti dei vasi sanguigni. A causa di ciò, il sanguinamento diminuisce, le ferite guariscono più velocemente. I medici prescrivono questa vitamina per le donne in gravidanza, perché l'acido ascorbico riduce talvolta la perdita di sangue durante il parto: migliora la coagulazione del sangue. È anche un'eccellente profilassi per le vene varicose..
  4. Rimuove il colesterolo in eccesso.
  5. Stimola la produzione di collagene naturale ed elastan. Molte donne sanno in prima persona quali sono le smagliature. Per evitare il rilassamento cutaneo dopo il parto, l'aspetto delle strie, dovresti assumere la vitamina C..
  6. La vitamina D non viene assorbita senza acido ascorbico, la sostanza chimica più importante che influenza il funzionamento del sistema nervoso e stimola la crescita del feto..
  7. Promuove l'assorbimento del ferro. Come sapete, la mancanza di ferro nel corpo di una donna incinta porta alla carenza di ossigeno nel feto. Di conseguenza, l'anemia della madre provoca un ritardo nello sviluppo del bambino.

Le donne in gravidanza devono assumere quotidianamente la giusta dose di vitamina C. Questa è la chiave per il normale sviluppo del bambino, la salute e la vitalità della madre, il parto sicuro e il recupero dopo di esso.

Acido ascorbico durante la gravidanza: come prendere

L'acido ascorbico, il cui uso è indubbio per la futura madre e il bambino, entra nel corpo non solo con il cibo. C'è un farmaco speciale - l'acido ascorbico, che deve essere assunto quotidianamente dalla futura mamma.

Per non esagerare con il dosaggio (questo è irto di manifestazioni allergiche), dovresti studiare quanta preparazione vitaminica sarà utile ed efficace:

  1. I medici raccomandano alle donne in gravidanza di limitare l'assunzione di vitamina C a 2 grammi al giorno..
  2. Nel secondo e terzo trimestre - non più di 60 mg.

È importante ricordare che una tale sostanza può essere trovata in complessi vitaminici, alimenti e bevande che la futura mamma consuma. Data la dieta e la prescrizione del medico, determinare il dosaggio richiesto. Durante la gravidanza, non abusare di bevande di agrumi, ribes nero, rosa canina.

L'acido ascorbico è un reagente biologico che innesca i processi metabolici nel corpo, aiuta ad arricchire le cellule di ossigeno e stimola le funzioni protettive del corpo. Pertanto, la vitamina C è importante per le donne in gravidanza..

Grazie ad esso, è possibile prevenire gravi perdite di sangue, evitare smagliature, anemia e stati depressivi. Impara il tasso giornaliero di acido ascorbico, che supporterà la salute della futura madre e del bambino.

Autore: Anna Ivanovna Tikhomirova, candidata alle scienze mediche

Revisore: candidato alle scienze mediche, professore Ivan Georgievich Maksakov

Vitamine per donne in gravidanza: cosa aiuterà e cosa farà del male

Assicurati di assicurarti che il complesso selezionato includa le sostanze elencate nell'articolo.

Se non sei incinta, il tuo bisogno di vitamine è molto probabilmente completamente coperto dal cibo normale. Tuttavia, per le donne in attesa di un bambino, questa regola non funziona sempre..

Perché le donne incinte hanno bisogno di più vitamine

La gravidanza aumenta notevolmente la necessità di nutrizione. Ad esempio, la quantità di proteine ​​nella dieta dovrebbe aumentare i requisiti di proteine ​​e aminoacidi durante la gravidanza da 0,8 g per 1 kg di peso (normale per le donne non gravide) ad almeno 1,1 g per 1 kg (normale per le donne incinte). Ciò è necessario affinché il corpo femminile sia in grado di adattarsi meglio ai cambiamenti in atto e possa sopportare un nuovo carico. E anche in modo che l'embrione riceva nutrienti sufficienti per lo sviluppo attivo.

Ma vitamine e micronutrienti sono ancora più importanti carenze di micronutrienti in gravidanza in tutto il mondo: effetti sulla salute e prevenzione. Partecipano alla formazione dei sistemi di base del corpo del bambino - cervello, sistema nervoso, colonna vertebrale, ossa, tessuto muscolare - e sono anche responsabili dello stato della placenta. La loro mancanza può causare difetti di sviluppo o aborti spontanei.

Ecco le vitamine e gli oligoelementi che le carenze di micronutrienti nella gravidanza in tutto il mondo: gli effetti sulla salute e la prevenzione sono particolarmente necessari durante la gravidanza:

  • Vitamina B9 (acido folico), ferro e iodio: hanno bisogno di una volta e mezza più del solito.
  • Vitamina B6 e zinco: il loro consumo dovrebbe essere aumentato di circa il 30%.
  • Vitamina B12 - dovrebbe essere nutrita con circa il 10% in più.

I complessi vitaminici di maternità contengono vitamine prenatali: perché sono importanti, come scegliere più acido folico e ferro rispetto ai multivitaminici adulti standard.

A chi dalle donne incinte è necessario accettare anche vitamine

In realtà, tutti. Questo è raccomandato da Nutrition Durante la gravidanza, in particolare da esperti del Congresso americano di ostetrici e ginecologi.

È vero, gli esperti fanno una piccola riserva: puoi provare a ottenere la quantità necessaria di oligoelementi dal cibo, aumentando le porzioni e integrando la dieta con piatti ad alto contenuto, ad esempio il ferro. Ma in alcuni casi, i cambiamenti nella nutrizione non aiuteranno..

Ecco le categorie di integratori durante la gravidanza di donne in gravidanza che hanno assolutamente bisogno di assumere complessi vitaminici:

  1. Coloro che stanno a dieta o mangiano male. Con una dieta uniforme e limitata, il rischio che il bambino riceva sostanze meno importanti è particolarmente elevato.
  2. Vegani. Ci sono un certo numero di vitamine e altri oligoelementi che possono essere ottenuti solo da alimenti di origine animale o che sono estremamente pochi negli alimenti vegetali. Discorso, ad esempio, sulla vitamina B12 o sullo zinco.
  3. Donne in gravidanza con grave tossicosi. Nausea, vomito, perdita di appetito non ti permettono di ottenere una quantità adeguata di vitamine dal cibo.
  4. I fumatori. Non diremo che varrebbe la pena smettere di fumare per almeno 9 mesi e il periodo dell'allattamento. Diciamo solo che la nicotina peggiora l'assorbimento di vitamina C e acido folico da parte del fumo e della nutrizione. Quindi, può causare disturbi dello sviluppo dell'embrione.
  5. Donne con gravidanza multipla. Coloro che si aspettano più di un bambino, la necessità di micronutrienti è molto più elevata rispetto alle altre future mamme.
  6. Donne in gravidanza carenti di nutrienti. Questa carenza è stabilita sulla base di un esame del sangue. Ad esempio, se il test ha mostrato un livello ridotto di emoglobina, potrebbe trattarsi di una mancanza di ferro e acido folico.

Quali vitamine per le donne incinte dovrebbero essere assunte e in quale quantità

Il modo più affidabile per scegliere le vitamine giuste per te è consultare un terapista o un ginecologo che sta monitorando la tua gravidanza. Il medico effettuerà un esame, ti chiederà del tuo benessere, stile di vita, ti darà le indicazioni per i test necessari. E su questa base, raccomandare un complesso che contiene il corretto dosaggio delle sostanze necessarie.

Se per qualche motivo non puoi consultare un medico, gli esperti della risorsa medica WebMD raccomandano le vitamine prenatali per selezionare un complesso vitaminico, la cui dose giornaliera comprende:

  • vitamina B9 (acido folico) - 400 mcg;
  • Vitamina B1 (tiamina) - 3 mg;
  • vitamina B2 (riboflavina) - 2 mg;
  • vitamina B3 (niacina) - 20 mg;
  • Vitamina B12 - 6 mcg;
  • Vitamina C - 70 mg;
  • Vitamina D - 400 UI;
  • Vitamina E - 10 mg.

Inoltre, le donne in gravidanza necessitano dei seguenti oligoelementi:

  • calcio - 200-300 mg;
  • zinco - 15 mg;
  • ferro - 17 mg;
  • iodio - 150 mcg.

Attenzione! È impossibile superare questi standard per non ottenere un sovradosaggio, che non è meno pericoloso di una carenza di nutrienti.

Le vitamine prenatali sono anche desiderabili: perché sono importanti, come scegliere di assumere acidi grassi omega-3: aiutano il normale sviluppo del cervello del nascituro. In alternativa, aggiungi alla tua dieta pesci grassi o altri alimenti ricchi di omega-3..

Quali vitamine possono essere pericolose per le donne in gravidanza?

Non assumere in nessun caso vitamine, integratori e nutrizione negli integratori in gravidanza con vitamina A (retinolo) senza prima consultare il medico. Questo antiossidante è anche necessario per lo sviluppo dell'embrione, ma ha l'abitudine di accumularsi nel corpo. E con un eccesso, il retinolo diventa tossico e può danneggiare la vitamina A per un bambino, causando difetti alla nascita negli occhi, nel cranio, nei polmoni e nel cuore.

Assunzione di integratori di vitamina C durante la gravidanza

Riepilogo di revisione sistematica

Questo documento è stato preparato dall'Organizzazione mondiale della sanità. Si tratta di un riepilogo dei risultati ottenuti e pertanto alcuni dei dati presentati nella revisione sistematica potrebbero non essere inclusi in esso. Vedi la pubblicazione originale per una panoramica completa dei risultati..

Fonte primaria
Rumbold A, Ota E, Nagata C, Shahrook S, Crowther CA. Supplemento di vitamina C in gravidanza. Database Cochrane di revisioni sistematiche 2015, Numero 9. Art. No: CD004072. DOI: 10.1002 / 14651858.CD004072.pub3.

Risultati chiave

  • Quantità inadeguate di donne che consumano vitamina C e donne che hanno bassi livelli di vitamina C nei loro corpi, sono stati condotti un numero limitato di studi, quindi l'effetto dell'assunzione di integratori di vitamina C durante la gravidanza in queste popolazioni rimane poco chiaro.
  • L'integrazione di vitamina C ed E durante la gravidanza ha ridotto il rischio di esfoliazione placentare.
  • La sola fornitura di vitamina C ha ridotto il rischio di rottura prenatale prematura delle membrane (PRD) e della loro rottura prenatale durante la gravidanza a lungo termine, mentre la fornitura di vitamina C in combinazione con vitamina E ha aumentato il rischio di rottura prenatale in una gravidanza a lungo termine..
  • In generale, l'integrazione di vitamina C non ha influenzato i criteri di valutazione (esiti) come parto pretermine, controllo delle nascite premature o controllo delle nascite durante la gravidanza a tempo pieno, preeclampsia, parto morto, morte neonatale, morte perinatale o ritardo della crescita intrauterina.
  • Le prove disponibili non confermano la necessità di un'integrazione di vitamina C di routine durante la gravidanza.

1. Obiettivi

Valutazione degli effetti degli integratori di vitamina C, assunti da soli o in combinazione con altri integratori, sugli esiti della gravidanza, sugli eventi avversi, sugli effetti collaterali e sull'uso delle risorse sanitarie

2. Come è stata la selezione degli studi

Nel marzo 2015 è stata effettuata una ricerca sui seguenti database:

  • Registro delle ricerche sulla gravidanza e la maternità di Cochrane
  • CENTRAL (The Cochrane Library, 2015)
  • MEDLINE
  • Embase
  • CINAHL

Inoltre, è stata condotta una ricerca su riviste, atti di convegni ed elenchi bibliografici pertinenti.

3. Criteri per l'inclusione degli studi nella revisione

3.1 Tipo di ricerca

Studi controllati randomizzati, inclusi studi quasi randomizzati

3.2 Partecipanti alla ricerca

Donne in gravidanza che vivono in aree in cui l'assunzione di vitamina C con il cibo è risultata sufficiente o inadeguata

3.3 Interventi

Fornire integratori di vitamina C in combinazione con o senza altri integratori rispetto a fornire un placebo o la mancanza di integratori

(Sono stati esclusi gli studi che prevedono l'uso di integratori multivitaminici quando più di due micronutrienti erano contenuti in una compressa)

3.4 Principali criteri di valutazione (risultati)

Risultati per le madri

    Parto pretermine (durante la gravidanza) Risultati per i neonati

  • nato morto
  • Morte neonatale, morte perinatale
  • Ritardo nella crescita intrauterina (peso alla nascita) Criteri di valutazione indiretta (esiti) per la madre incluso morte entro 6 settimane dopo il parto, eventi emorragici (distacco della placenta, sanguinamento prenatale, emorragia postpartum, complicanze dell'anestesia epidurale, necessità di trasfusioni di sangue) e indicatori di grave morbilità materna (eclampsia, insufficienza epatica, insufficienza renale, coagulazione intravascolare disseminata, edema polmonare, neuropatia periferica), parto elettivo (pianificato) (inducendo parto o taglio cesareo secondo la scelta del paziente), taglio cesareo (emergenza e pianificazione), valori di ferro e folati (come anemia sideropenica, anemia megaloblastica, ferro sierico, ferritina sierica, livello di emoglobina, ferritina sierica del sangue cordonale, emoglobina sierica del sangue cordonale), peso placentare, tassi di guarigione delle ferite, soddisfazione delle cure materne, cure prenatali ricovero, visite ai reparti ambulatoriali, terapia intensiva, ventilazione meccanica e dialisi. I criteri di valutazione indiretta (esiti) per il bambino includevano la morte del bambino, il peso alla nascita, l'età gestazionale alla nascita, le malformazioni congenite, il punteggio di Apgar a meno di 7 punti 5 minuti dopo la nascita, l'ittero che richiede fototerapia, sindrome da distress respiratorio, malattia polmonare cronica, emorragia periventricolare, sepsi batterica, enterocolite necrotizzante, retinopatia di neonati prematuri, displasia broncopolmonare, anemia emolitica, scorbuto infantile, funzionalità compromessa durante l'osservazione successiva durante l'infanzia (paralisi cerebrale, ritardo mentale, udito o compromissione della vista), bassi tassi nell'infanzia, collocamento in un'unità di terapia intensiva per neonati, la durata della ventilazione polmonare artificiale con un respiratore automatico, la durata del ricovero in ospedale, lo sviluppo e le esigenze speciali dopo la dimissione. Gli effetti collaterali per madri e bambini includono eventi avversi correlati alla vitamina C che sono un motivo sufficiente per interrompere l'assunzione di integratori, diarrea, calcoli renali, sovraccarico di ferro eccessivo, disturbi gastrointestinali e carenza di vitamina B12.

4. I risultati principali

4.1 Studi inclusi nella revisione

Questa recensione ha incluso 29 studi randomizzati controllati che hanno coinvolto 24.300 donne:

  • nove studi includevano donne con un rischio elevato o aumentato di preeclampsia e in due studi donne con preeclampsia confermata; in uno studio sono state coinvolte donne con una storia di parto pretermine e in quattro donne con una storia di controllo delle nascite prematuro confermato o controllo delle nascite premature; tre prove hanno coinvolto donne che non soffrivano di malattie acute o croniche; in una prova, donne che fumavano durante la gravidanza; in uno studio, donne in gravidanza e non in gravidanza con flora vaginale anormale; in uno studio, donne in gravidanza con spasmi dei muscoli del polpaccio; e in uno studio, donne con taglio cesareo elettivo dopo 35 settimane;
  • nella maggior parte delle prove, l'integrazione è iniziata nel secondo trimestre; mentre il tempo di inizio della loro somministrazione variava da 4 a 35 settimane di gravidanza o più;
  • in 12 studi, la vitamina C è stata fornita separatamente; in 17 studi, la vitamina E è stata fornita in parallelo con la vitamina C, con due di questi studi hanno fornito un altro intervento (aspirina e olio di pesce o allopurinolo); in sei studi, al gruppo vitamina C e al gruppo controllo sono stati inoltre somministrati altri integratori, tra cui ferro, acido folico, vitamina B e / o calcio, o la "vitamina standard per le donne in gravidanza";
  • più della metà (in 15 di 29) studi ha previsto la fornitura di 1000 mg di vitamina C al giorno; sei studi hanno utilizzato una dose di 500 mg / die; in quattro - 100 mg / giorno; in due - 2000 mg / giorno; in uno - 400 mg / giorno; in uno - 250 g / giorno per sei giorni, quindi 250 g / settimana; un altro test ha coinvolto la vitamina C per via intravaginale.
4.2 Condizioni alle quali sono stati condotti studi
  • Australia (2 prove), Brasile, Venezuela, India (2 prove), Iran (4 prove), Lettonia, Messico (2 prove), Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord (2 prove), Stati Uniti d'America (4 prove), Turchia, Uganda (2 prove), Svezia e Sudafrica (2 prove) e studi multicentrici (3 prove: in Vietnam, India, Perù e Sudafrica; in Canada e Messico; e nei Paesi Bassi e nel Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord).
  • In sette studi che hanno valutato l'assunzione di vitamina C al basale o il suo contenuto nel corpo, l'assunzione totale di questa vitamina è risultata sufficiente. Sono stati condotti due studi in popolazioni che si ritiene abbiano un basso stato nutrizionale, incluso un basso apporto di vitamina C; negli studi rimanenti, l'assunzione di vitamina C al basale non è stata valutata o non presentata.
4.3 Condizioni alle quali sono stati condotti studi

Come sono stati analizzati i dati
È stato effettuato un confronto: l'assunzione di vitamina C in combinazione con altri integratori rispetto all'assunzione di un placebo o alla mancanza di integratori. I dati dicotomici sono stati generalizzati utilizzando rapporti di rischio (RR) e intervalli di confidenza al 95% (CI), mentre la differenza tra la media (SM) e il 95% CI è stata utilizzata per generalizzare i dati continui. Se nella meta-analisi sono stati inclusi 10 o più studi, l'asimmetria del grafico a forma di imbuto è stata valutata per identificare errori sistematici associati alla pubblicazione preferita di risultati positivi della ricerca. L'analisi di sensibilità ha escluso gli studi con un rischio complessivo elevato o poco chiaro di parzialità. In presenza di una significativa eterogeneità clinica o statistica (I²> 30%), sono stati utilizzati modelli ad effetto casuale. Per studiare le possibili fonti di discrepanze, è stato pianificato di condurre i seguenti tipi di analisi dei dati in sottogruppi per quanto riguarda i risultati principali:

    dosaggio di vitamina C: ≥60 mg di vitamina C (dose giornaliera raccomandata) o Sommario
    Fornitura separata di vitamina C o sua fornitura in combinazione con altri integratori
    Criteri di valutazione primari (risultati)
    I dati ottenuti non hanno confermato le differenze tra i gruppi che assumono vitamina C e i gruppi di controllo a rischio di DRPO prematuro (RR 0,98, IC 95% [0,70–1,36], 10 studi / 16.825 donne) e DRPO per una gravidanza a lungo termine (RR 1,23, IC 95% [0,61-2,47], 3 prove / 3230 donne), parto pretermine (RR 0,99, IC 95% [0,90-1,11], 16 prove / 20 250 donne) o preeclampsia con gravi sintomi clinici (RR 0,92, IC 95% [0,80-1,05], 16 studi / 21 956 partecipanti). Non ci sono state differenze statisticamente significative tra i gruppi negli esiti primari per i bambini, come il parto morto (RR 1,15, IC 95% [0,89–1,49], 11 studi / 20,038 partecipanti), morte neonatale (RR 0,79, IC al 95% [0,58–1,08], 11 prove / 19.575 partecipanti), morte perinatale (RR 1,07, IC al 95% [0,77–1,49], 7 prove / 17.271 partecipanti) o ritardo della crescita intrauterina (RR 0,98, IC 95% [0,91–1,06], 12 studi / 20 361 partecipanti).

Valutazione dell'errore sistematico nella presentazione di informazioni, analisi di sensibilità e analisi dei dati in sottogruppi per risultati primari
I grafici a imbuto per nascita pretermine, parto morto, morte neonatale, difetti alla nascita prematuri e ritardo della crescita intrauterina non indicavano la presenza di un errore sistematico associato alla pubblicazione preferita di risultati di ricerca positivi, mentre il grafico a forma di imbuto per preeclampsia con sintomi clinici gravi era asimmetrico. In un'analisi di sensibilità di studi con un basso rischio di errore sistematico, è stato osservato un aumento statisticamente significativo del 73% del rischio di BPO durante la gravidanza a termine durante l'integrazione con vitamina C (RR 1,73, IC al 95% [1,34-2,23], p = 0,00003; 2 prove / 3060 partecipanti). In altre analisi di sensibilità che hanno escluso gli studi con un rischio di errore sistematico, i risultati non hanno subito cambiamenti significativi, sebbene il grado di eterogeneità per esiti come parto prematuro, gravidanza pretermine e pre-eclampsia con gravi sintomi clinici è diminuito. Durante l'analisi dei dati a livello di sottogruppo in uno studio, in cui solo le donne sono state coinvolte in gravidanza per più di 20 settimane, si è verificata una riduzione del rischio di ADHD prematuro (RR 0,31, IC al 95% [0,11-0,89], p = 0,03; 109 partecipanti; p = 0,09 per le differenze a livello di sottogruppo). Quando si effettuano ulteriori analisi a livello di sottogruppo, disaggregate per età gestazionale al momento dell'inclusione nello studio, in uno studio che non ha indicato l'età gestazionale durante la compilazione di un elenco di partecipanti, una diminuzione del rischio di preeclampsia con sintomi clinici gravi (RR 0,28, IC al 95% [ 0,10-0,74], p = 0,01; 580 donne; p = 0,02 per le differenze a livello di sottogruppo). Il rischio di preeclampsia con gravi sintomi clinici è diminuito in base all'analisi dei dati nei sottogruppi di donne con basse concentrazioni sieriche di vitamina C al basale, ma questo risultato non ha raggiunto significati statistici (RR 0,14, IC al 95% [0,02–1,05], p = 0,05; 1 prova / 28 donne); l'analisi dei sottogruppi per studi su popolazioni con basso stato nutrizionale non ha rivelato effetti sulla preeclampsia (RR 1,01, IC 95% [0,84–1,22], 2 studi / 2188 partecipanti). Analizzando i dati in sottogruppi per studi che includevano vitamina C senza altri integratori, è stata trovata una riduzione del 34% nel rischio di DRPO prematuro (RR 0,66, IC al 95% [0,48-0,91], p = 0,0098 ; 5 studi / 1282 donne; p = 0,01 per differenze a livello di sottogruppo) e una riduzione del 45% del rischio di ADHD durante la gravidanza a lungo termine (RR 0,55, IC al 95% [0,32-0,94], p = 0,028 ; 1 studio / 170 donne; p = 0.0002 per le differenze a livello di sottogruppo). Per gli studi in cui la vitamina C è stata somministrata in combinazione con altri integratori, non sono stati osservati effetti evidenti sul DRPO prematuro (RR 1,28, IC 95% [0,86–1,92], 5 studi / 15.543 donne) tuttavia, il rischio di BPO durante la gravidanza a termine è aumentato del 73% (RR 1,73, IC 95% [1,34-2,23], p = 0,000031; 2 studi / 3060 partecipanti). Un'analisi dei dati nei sottogruppi in base al rischio iniziale di esito negativo della gravidanza non ha rivelato differenze significative nei risultati. Non sono state analizzate le informazioni sui sottogruppi dal dosaggio di vitamina C poiché tutti gli studi hanno incluso più di 60 mg di vitamina C al giorno.

Criteri di valutazione aggiuntivi (risultati)
Il rischio di distacco della placenta è stato ridotto quando la vitamina C è stata somministrata in combinazione con o senza altri additivi rispetto al gruppo di controllo o all'assenza di additivi (RR 0,64, IC 95% [0,44-0,92], p = 0,017; 8 studi / 15.755 donne). Come per altri criteri di valutazione aggiuntivi (esiti) per le madri, tra cui sanguinamento prenatale, morte materna, qualsiasi tipo di taglio cesareo, taglio cesareo prima del travaglio, induzione del travaglio, eclampsia, insufficienza renale o insufficienza renale, coagulazione intravascolare disseminata, edema polmonare, Dopo il ricovero o il ricovero prenatale in un'unità di terapia intensiva per adulti, non vi è stato alcun chiaro effetto dell'assunzione di vitamina C. L'età gestazionale alla nascita è aumentata con l'integrazione di vitamina C (SM 0,31 settimane, IC al 95% [0,01-0,61], p = 0,044; 9 studi / 14.062 partecipanti). Gli integratori di vitamina C non hanno avuto un effetto significativo su altri esiti aggiuntivi per i bambini, tra cui morte durante l'infanzia, peso medio alla nascita, sepsi batterica, enterocolite necrotizzante, displasia broncopolmonare, malformazioni congenite, punteggio Apgar inferiore a 7 punti 5 minuti dopo nascita, sindrome da distress respiratorio, ittero che richiede fototerapia, emorragia periventricolare, leucomalacia periventricolare, retinopatia neonatale prematura, posizionamento nell'unità di terapia intensiva neonatale o ventilazione polmonare artificiale utilizzando un autorespiratore automatico. Non sono stati forniti dati per altri risultati aggiuntivi predeterminati..

Eventi avversi ed effetti collaterali
Nessuno degli studi inclusi nella revisione ha riportato eventi avversi che forniscono prove sufficienti per interrompere l'assunzione di integratori di vitamina C. In uno studio condotto su 1877 persone, il rischio di dolore addominale è aumentato nel gruppo di trattamento (RR 1,66, 95% CI [1,16–2,37], p = 0,0059). Non sono state rilevate differenze tra il gruppo di trattamento e il gruppo di controllo riguardo ad altri esiti avversi, tra cui enzimi epatici elevati, acne, debolezza temporanea, eruzione cutanea, bruciore di stomaco e nausea o eventuali effetti collaterali.

5. Ulteriori commenti degli autori *

Per 11 dei 29 studi inclusi in questa revisione, si è concluso che c'era un basso rischio complessivo di parzialità; per 10 prove, il rischio di un tale errore è stato considerato poco chiaro e per otto era alto. La qualità dei dati, determinata sulla base dei criteri di valutazione della qualità dei dati GRADE, è stata considerata elevata per esiti come ritardo della crescita intrauterina, parto prematuro e distacco di placenta, terreno per parto prematuro e preeclampsia con gravi sintomi clinici e basso per parto prematuro. Non ci sono state chiare differenze nei risultati per i sottogruppi per contenuto di vitamina C e assunzione, ma il numero di studi che hanno fornito dati per tali analisi era molto piccolo.

La supplementazione di vitamina C durante la gravidanza era associata a un ridotto rischio di distacco della placenta, ma non è chiaro se ciò fosse dovuto alla supplementazione di vitamina C, vitamina E o entrambi i micronutrienti. Il rischio di DTPO prematuro e DDPO in una gravidanza a termine era ridotto se la vitamina C veniva somministrata separatamente, mentre il rischio di DDPA in una gravidanza a termine aumentava se venivano somministrati contemporaneamente vitamina C ed E, il che indica il possibile effetto della vitamina E su questo risultato. Sebbene la crescita gestazionale media alla nascita sia aumentata con l'integrazione di vitamina C, non vi è stata alcuna differenza nel rischio di parto pretermine tra il gruppo di trattamento e il gruppo di controllo. Un aumento del rischio di dolore addominale è stato riscontrato in uno studio, che ha anche fornito vitamina E. In generale, i risultati non confermano la necessità di un uso regolare di integratori di vitamina C durante la gravidanza..

Vi è motivo di condurre ulteriori ricerche per studiare i meccanismi che determinano l'effetto della vitamina C sul rischio di ADD prematuro, ADD in gravidanza a lungo termine e distacco di placenta. Inoltre, sono necessarie ulteriori ricerche sugli effetti degli integratori di vitamina C sulle donne che non ricevono abbastanza vitamina A. Il monitoraggio continuo di donne e bambini che partecipano a studi precedenti o in corso aiuterà a trarre conclusioni sulle possibili conseguenze a lungo termine dell'assunzione di integratori di vitamina C durante la gravidanza..

* Le opinioni espresse in questa sezione riflettono esclusivamente la posizione degli autori della revisione sistematica.

Le 22 migliori vitamine per le donne in gravidanza

Una donna che aspetta un bambino dovrebbe prendersi particolare cura della sua salute. Per mantenere un buon umore e benessere, per soddisfare la necessità di una futura madre e bambino di sostanze sane - le vitamine speciali per le donne in gravidanza aiuteranno a far fronte a questo compito. La valutazione fornita nell'articolo ti consentirà di prendere la decisione giusta e acquistare un prodotto sicuro e ottimale in termini di composizione ed efficacia. I principali fattori nella scelta della TOP-21 dei migliori mono e multivitaminici: recensioni dei clienti e opinione dei ginecologi.

Inoltre, sono stati presi in considerazione i seguenti punti:

  • ingredienti, la loro combinazione;
  • durata del corso;
  • efficienza;
  • la presenza di controindicazioni;
  • modulo per il rilascio;
  • gusto, olfatto;
  • effetti collaterali;
  • numero di capsule, compresse o confetti per confezione;
  • dosaggio e ordine di somministrazione;
  • facilità d'uso;
  • categoria di prezzo;
  • disponibilità in vendita gratuita.

La valutazione include i prodotti delle aziende dei paesi post-sovietici (Russia, Ucraina, Bielorussia), nonché di Stati Uniti, Germania, Francia e altri paesi. Per comodità, i farmaci sono divisi in gruppi (tempo di somministrazione (1-3 trimestri), numero di componenti (mono e multivitaminici)).

Caratteristiche delle vitamine per le donne incinte

I prodotti per le donne in gravidanza, come i complessi convenzionali, contengono sostanze utili progettate per migliorare il benessere e migliorare il corpo. La specificità delle vitamine destinate alle donne in gravidanza è che, pur rafforzando il corpo della madre, non solo non danneggiano il feto, ma contribuiscono anche al suo corretto sviluppo. Il bambino ottiene la sua parte di componenti utili che lo aiuteranno nello sviluppo..

Devo bere vitamine durante la gravidanza: vantaggi e svantaggi

L'età gestazionale influisce sulla scelta specifica del supplemento. Ci sono complessi universali che possono essere presi durante la gravidanza. Il vantaggio principale della tecnica è la saturazione del corpo della madre e del bambino in via di sviluppo con un intero insieme di elementi utili. I ginecologi raccomandano di assumere alcuni farmaci (ad esempio l'acido folico) diversi mesi prima del concepimento..

Ci sono alcuni svantaggi:

  • con un uso prolungato, abituarsi ai singoli componenti del complesso;
  • alcuni farmaci sono piuttosto costosi;
  • separazione della maggior parte degli integratori per trimestre.

Il cibo non può coprire l'intero fabbisogno di nutrienti. Pertanto, gli esperti consigliano inoltre di utilizzare integratori vitaminici.

Composizione vitaminica

La prima cosa a cui dovresti prestare attenzione prima di acquistare un farmaco sono i suoi componenti. Quindi, le principali sostanze contenute nei migliori additivi complessi:

  • iodio. Rafforza il corpo, aumenta l'immunità;
  • Vitamina A: ottimizza la composizione del sangue, partecipa alla formazione dello scheletro del feto e della retina dell'occhio;
  • C - aiuta a migliorare l'immunità, la resistenza alle infezioni;
  • E - partecipa allo sviluppo della placenta, alla formazione dei polmoni del bambino, riduce al minimo il rischio di aborto spontaneo e lo sviluppo di anemia;
  • acido folico. Partecipa alla formazione di organi e sistemi fetali, normalizza i processi metabolici nel corpo della madre;
  • calcio. Prende parte alla formazione dello scheletro del feto;
  • magnesio: contribuisce al normale corso della gravidanza.

Un momento obbligatorio è il dosaggio del farmaco. La sovrasaturazione del corpo con vitamine e minerali è molto più pericolosa di una mancanza. Nella revisione sono indicati sia i preparati complessi sia i composti singoli..

I migliori preparati vitaminici per il primo trimestre di gravidanza

Acido folico

Questa è la prima cosa che un medico può consigliare a una donna durante la gravidanza o nella fase della sua pianificazione. B9 - la migliore prevenzione di aborti spontanei e malformazioni fetali. L'acido folico è coinvolto nella formazione dell'immunità, il sistema nervoso centrale e periferico dell'embrione. Se il test mostra due strisce, è tempo di andare in farmacia per questo farmaco.

  • prezzo molto basso - uno dei farmaci più economici per le donne in gravidanza;
  • varie forme di rilascio;
  • alta efficienza. L'acido folico previene molti problemi di salute non solo nelle briciole, ma anche nella futura mamma;
  • buona tolleranza;
  • costantemente disponibile.

L'unico aspetto negativo: a volte provoca un'allergia sotto forma di un'eruzione cutanea.

L'acido folico è la principale sostanza responsabile della corretta formazione di organi e sistemi nell'embrione. Si consiglia di iniziare a prendere il farmaco 2 mesi prima del concepimento pianificato al fine di prevenire problemi con lo sviluppo del feto.

Elevit "Pianificazione e primo trimestre"

Novità rilasciata da Elevit nel 2018. Il supplemento è destinato all'uso durante il periodo di pianificazione o dall'inizio della gravidanza fino al periodo di 13 settimane. Il principale principio attivo del complesso è la metapolina, una versione migliorata dell'acido folico, con una migliore digeribilità. Inoltre, il complesso contiene oligoelementi necessari per la formazione del cervello e del sistema cardiovascolare dell'embrione: vitamina D, ferro e iodio. Oltre alle vitamine essenziali necessarie per il corretto sviluppo del feto (A, B, C, E), ci sono 8 ingredienti più utili.

  • una diversa composizione di vitamine;
  • composizione equilibrata;
  • efficacia se una donna incinta soffre di una carenza di oligoelementi. Il farmaco è anche raccomandato per le donne indebolite che sono state trattate con potenti farmaci (ad esempio potenti antibiotici);
  • miglioramento del benessere con tossicosi;
  • convenienza dell'accoglienza. Una compressa è sufficiente durante il giorno;
  • conformità con gli standard internazionali.
  • grandi dimensioni delle compresse (sono scomode da deglutire);
  • alto prezzo.

Elevit ha un effetto complesso sulla futura mamma e bambino. Ma il farmaco ha una serie di controindicazioni, quindi non puoi prenderlo in modo incontrollabile. Hai bisogno di una consultazione preliminare con un ginecologo.

Vitazhinal

Questo è un regalo per mamma e bambino di farmacisti francesi. Puoi usare queste vitamine durante la gravidanza, ma sono particolarmente utili per il primo trimestre. La forma di rilascio del farmaco è la capsula. Il complesso contiene:

  • D3 - rafforza le ossa del bambino e della madre;
  • Omega-3: contribuisce al corretto sviluppo della visione e del sistema nervoso centrale del feto;
  • iodio - normalizzazione della ghiandola tiroidea;
  • Vitamina E - ha un effetto benefico sulla placenta.

Tutti i componenti dell'additivo sono perfettamente combinati tra loro. Il dosaggio dei componenti è anche attentamente studiato dai farmacisti. Anche con un uso prolungato del complesso, non vi è alcun rischio di sovradosaggio.

  • facilità d'uso (1 capsula al giorno);
  • mancanza di rischi associati a sovradosaggio e allergie;
  • compatibilità con altre vitamine e medicine.

Meno - alto costo.

Tocopherocaps

Vitamina E, che viene prescritta se la gravidanza è multipla, nonché in mancanza di essa. Possibile assunzione durante l'allattamento al seno un bambino. Disponibile come losanghe masticabili, capsule o iniezione.

  • disponibilità;
  • buona tolleranza da parte di neonati e madri;
  • Risolvi efficacemente i problemi di carenza di vitamina E..
  • mancanza di altre sostanze benefiche nel preparato;
  • alta probabilità di allergie.

Vitrum prenatale

I medici prescrivono questo complesso in caso di problemi di gravidanza: disturbi della placenta, vomito, carenza di calcio, anemia. Ogni compressa è una formula perfettamente bilanciata di 3 oligoelementi e 10 vitamine. Tutti i componenti non solo si combinano tra loro, ma si completano a vicenda, normalizzando il metabolismo nel corpo della madre e del bambino in via di sviluppo.

  • prezzo basso;
  • ricca composizione di nutrienti. Se prendi questo complesso - la carenza di vitamina non minaccia;
  • eccellente assimilazione;
  • la capacità di assumere in qualsiasi fase della gravidanza.

L'unico aspetto negativo del supplemento è che non è combinato con tutti i medicinali. Vitrum Prenatal è un farmaco economico ed efficace. Tuttavia, se le donne assumono altri medicinali, è necessaria la consultazione di un medico..

Femibion

Femibion ​​è il prodotto di un'azienda tedesca che ha sviluppato vitamine per tutti i trimestri. Il farmaco con l'etichetta "1" può essere usato prima del concepimento e dopo che la gravidanza è arrivata fino a 12 settimane. Il complesso contiene, oltre alle vitamine del gruppo B, metapolina. Queste sono le sostanze necessarie per la formazione e il corretto sviluppo del sistema nervoso, del cuore e dei vasi sanguigni del feto..

Le vitamine C ed E rafforzano l'immunità delle donne, sono una buona prevenzione del deterioramento dei capelli e della pelle. Lo iodio riduce al minimo il rischio di disturbi ormonali. Il valore del complesso è anche che riduce i sintomi della tossicosi.

  • formula equilibrata;
  • ottima digeribilità di tutti gli ingredienti;
  • convenienza dell'accoglienza. Le compresse sono piccole, a forma di mandorla, facili da deglutire;
  • riduzione della tossicosi;
  • la capacità di ricevere con alta sensibilità del tratto gastrointestinale.

Lo svantaggio del complesso è che la sua formula non include gli oligoelementi. Per il primo trimestre, Femibion ​​1 si adatta quasi perfettamente. Tuttavia, la ricezione deve essere calcolata in modo tale che alla fine del periodo di 12 settimane, sostituirlo con un additivo contrassegnato con "2".

I migliori preparati vitaminici per il secondo trimestre di gravidanza

Alfabeto

I multivitaminici Alphavit sono disponibili sotto forma di compresse, che devono essere assunte a ore. Per comodità, il complesso è disponibile sotto forma di vesciche, ognuna delle quali contiene confetti per l'accoglienza al mattino, al pomeriggio e alla sera. Per non confondere, i confetti sono realizzati in multicolore. La stretta aderenza all'assunzione di integratori migliora il loro assorbimento. La composizione delle compresse del mattino contiene ferro, che normalizza l'emoglobina e dona vigore. Le vitamine per l'uso quotidiano aumentano la resistenza allo stress e contribuiscono al funzionamento stabile del sistema nervoso. Le compresse "da sera" con cromo, fosforo e D3 rafforzano il tessuto osseo e migliorano il benessere della mamma.

  • mancanza di controindicazioni;
  • rafforzare l'immunità;
  • buona digeribilità;
  • aspetto insolito (anche nella foto, le compresse sembrano attraenti);
  • distribuzione ottimale dei nutrienti.
  • istruzioni per l'ammissione rigorosamente regolamentate;
  • all'inizio dell'ammissione - un effetto collaterale (nausea). Ma tutti i fenomeni spiacevoli passano rapidamente.

La caratteristica principale di questo complesso è la separazione del farmaco durante il giorno. Ciò aumenta la sua efficacia, ma una donna deve essere disciplinata..

Formula di Ladys

Vitamine di un'azienda americana progettate per migliorare il benessere delle donne in gravidanza. Può essere assunto durante l'allattamento.

  • la quantità ottimale di iodio;
  • eliminazione dell'irritabilità, miglioramento dell'umore;
  • mantenendo i capelli, le unghie e la pelle in buone condizioni.
  • costo piuttosto elevato;
  • allergenicità;
  • mancanza di calcio nella composizione.

Vitrum prenatale

Un buon rimedio equilibrato che copre le esigenze di donne e bambini in minerali e vitamine. In totale, il supplemento contiene 23 componenti progettati per normalizzare il metabolismo, rimuovere le tossine, migliorare il funzionamento dei sistemi nervoso e cardiovascolare. A causa del contenuto di ferro, è escluso il rischio di anemia. Un piacevole vantaggio derivante dall'assunzione di multivitaminici è il vigore e il buon umore.

  • composizione selezionata con competenza;
  • efficacia unita all'assenza di effetti collaterali;
  • la praticità d'uso. Una compressa - dosaggio giornaliero.
  • la possibilità di intolleranza individuale;
  • la presenza di colorante nella composizione;
  • pillola di grandi dimensioni.

Centrum Materna

Un complesso multivitaminico universale che può essere preso dal giorno del concepimento al parto. Tuttavia, il farmaco è particolarmente utile nel 2 ° e 3 ° trimestre..

  • la presenza di iodio;
  • formula equilibrata e ben scelta.
  • il multicomponente è allo stesso tempo meno di questo farmaco, poiché esiste un'alta probabilità di sviluppare un'allergia;
  • alto prezzo.

Lonopan

Un regalo degno a tutte le future mamme dell'azienda domestica Argo. I multivitaminici si distinguono per la loro ricca composizione, la buona tolleranza e il prezzo ragionevole..

Vantaggi del prodotto russo:

  • dimensioni convenienti delle compresse (bere è un piacere);
  • gusto gradevole;
  • la presenza di compresse "mattina" e "sera" per un'assimilazione ottimale;
  • iodio, calcio e ferro nella composizione.
  • un pacchetto dura solo 14 giorni;
  • dosaggio giornaliero - 6 compresse.

Solgar Prenatal

Multivitaminici fabbricati negli Stati Uniti. La loro formula è progettata in modo tale da coprire tutte le esigenze di una donna in attesa di un bambino, in tutte le vitamine e minerali.

  • iodio nella composizione;
  • un set completo di oligoelementi e vitamine;
  • la possibilità di ammissione durante la gravidanza.
  • alto prezzo;
  • capsula di grandi dimensioni. Inghiottirli non è molto conveniente;
  • dosaggio giornaliero - 4 capsule.

I migliori preparati vitaminici per il terzo trimestre di gravidanza

Caccia

Un farmaco relativamente economico, saturo dei principali componenti benefici per mamma e bambino. Degli oligoelementi c'è calcio e ferro. Il set di vitamine è rappresentato dal seguente elenco: A, B1, B2, B5, B6, B9, C, D. Può essere preso dal concepimento al parto (il numero di compresse al giorno - dal numero del trimestre).

Vantaggi di un agente multivitaminico:

  • prezzo basso rispetto ai pari;
  • buona tolleranza;
  • la confezione dura molto a lungo.

Meno - mancanza di iodio.

Pregnakea

Integratori che contribuiscono al normale sviluppo del feto e al benessere delle donne in gravidanza. Disponibile sotto forma di capsule marroni con guscio di gelatina. Il numero di capsule in un blister è 15. Ci sono 2 blister in un pacchetto. Il complesso contiene 6 oligoelementi e 10 vitamine (una tabella abbastanza ampia).

  • facilità d'uso (1 capsula al giorno);
  • imballaggio conveniente;
  • costo ragionevole;
  • prevenzione dello sviluppo anormale del tubo neurale;
  • ridurre il rischio di malformazioni;
  • prevenzione della tossicosi tardiva;
  • prevenzione dell'anemia;
  • prevenzione dell'aborto.

L'unico aspetto negativo è la possibilità di una reazione allergica ai componenti del farmaco. Pertanto, è necessario assumere il farmaco solo come indicato da un medico.

Solgar prenatale

La cosa principale che distingue questo farmaco è la sua formula equilibrata. Inoltre, i minerali sono presentati in una forma che viene assorbita dall'organismo nel migliore dei modi. Un'altra caratteristica: la vitamina A non è un retinolo sintetico, ma la beta-cheratina naturale. Il supplemento è raccomandato per coloro che hanno una condizione della pelle e dei capelli deteriorata durante la gravidanza. Lo zinco, la biotina e la vitamina E, agendo in combinazione, migliorano la nutrizione della pelle e dei follicoli piliferi. Contiene integratore e L-cisteina. Questo aminoacido fa parte delle proteine ​​della pelle..

  • senza glutine;
  • ottima digeribilità;
  • alta efficienza;
  • 240 compresse per confezione.
  • rischio di allergia;
  • alto prezzo.

Complivite Trimesterum 3

Il tempo per l'assunzione di multivitaminici è di 28 settimane prima della consegna. È utile prendere il complesso durante l'allattamento. Forma di rilascio Complivit - compresse rotonde bianche, ognuna delle quali ha 8 oligoelementi e 14 vitamine. Nelle recensioni, molte donne indicano che con l'assunzione di pillole si sentono meglio, così come le condizioni dei loro capelli e della pelle.

  • complesso effetto benefico sul corpo nel suo insieme;
  • ricco set di vitamine;
  • costo moderato;
  • facilità d'uso - 1 compressa al giorno.
  • esiste il rischio di una reazione allergica o di effetti collaterali (nausea);
  • la presenza di controindicazioni. Se una donna sta assumendo farmaci, è necessaria una consultazione preliminare con un medico.

Argo Lonopan

Argo Lonopan è disponibile sotto forma di un dragee di due varietà, progettato per 2 dosi:

  • al mattino - con iodio e ferro;
  • la sera - con calcio.

Un vantaggio importante è la composizione naturale con estratti di piante medicinali Altai. Il farmaco si abbina bene con altri farmaci, non causa ipervitaminosi. La dose giornaliera è di 6 compresse: 4 bianche - la sera, 2 verdi - la mattina.

  • mancanza di controindicazioni;
  • naturalezza;
  • i dragees sono molto facili da assumere, poiché masticano bene.

Svantaggio: imballaggio scomodo perché non è sufficiente per un corso di un mese intero.

Vitamine biologiche. Questa è la scelta di coloro che non riconoscono le vitamine sintetiche. Tuttavia, 6 dragees coprono solo il 20% del fabbisogno giornaliero di micronutrienti e vitamine. Pertanto, l'80% mancante deve essere assunto con monovitamine e cibo.

Emfetal

Complesso vitaminico-minerale che contiene sostanze necessarie per una donna durante il periodo di gestazione (12 vitamine, 10 macro e microelementi). Disponibile sotto forma di compresse con un rivestimento di 850 mg. Il numero di compresse in un blister è 15. Il numero di blister in un pacchetto è 4. La dose giornaliera è di 2 compresse (assunte con il cibo).

Il vantaggio principale è il set di vitamine e minerali più ricco. Le recensioni negative sono principalmente dovute al fatto che alcune donne sono allergiche ai componenti del farmaco.

I migliori monovitaminici per le donne in gravidanza

Vitamina D - Wigantol

La vitamina, che viene prodotta sotto forma di olio, è responsabile della formazione e delle condizioni delle ossa. Questa è una buona prevenzione di malattie autoimmuni, rachitismo, osteoporosi e alcune altre patologie. La modifica D2 entra nel corpo con il cibo e D3 con i raggi del sole. Pertanto, se una donna incinta non è troppo attiva o vive nelle regioni settentrionali, è necessario assumere Vigantol.

  • una forma conveniente di rilascio è l'olio;
  • buona digeribilità;
  • prezzo basso;
  • consumo economico. Anche una piccola bottiglia dura a lungo.

Svantaggio: rapido accumulo nel corpo, quindi esiste il rischio di ipervitaminosi.

È importante prevenire la mancanza di vitamina D o il suo eccesso, quindi è necessario monitorare attentamente il dosaggio, seguendo rigorosamente i consigli del medico.

La forma di rilascio è ottimale, poiché è assorbita molto meglio in olio che in soluzione acquosa.

Vitamina A - Retinolo

Questa è la base della buona salute e vitalità. Il primo segno di carenza di retinolo è affaticamento e letargia. La vitamina è coinvolta nella formazione di organi della vista e delle mucose. Varie forme di rilascio:

  • soluzione in olio di pesce;
  • dragée;
  • capsule;
  • compresse.

Le donne in gravidanza possono assumere questo monovitaminico a partire dal secondo trimestre, rigorosamente sotto controllo medico.

  • varie forme di rilascio;
  • ottima digeribilità in qualsiasi forma;
  • a basso costo.

Gli svantaggi includono la presenza di controindicazioni. È anche importante osservare attentamente il dosaggio, poiché un eccesso di vitamina A è molto più indesiderabile e pericoloso di una carenza..

Vitamina B6 - Piridossina

L'assistente costante per la carenza di vitamine, la diarrea e in condizioni stressanti. Nelle donne in gravidanza, aiuta a far fronte alle manifestazioni di tossicosi precoce e (o) sbalzi d'umore. Il farmaco è disponibile sotto forma di compresse e iniezione.

  • 2 forme di rilascio;
  • prevenzione della carenza vitaminica;
  • a basso costo.

Meno: la presenza di controindicazioni.

La vitamina B6 viene ingerita con il cibo. Pertanto, per i principianti, i medici raccomandano di ottimizzare la dieta di una donna incinta. L'assunzione del farmaco è possibile solo con la sua carenza acuta.

Vitamina E - tocoferoli

Forte antiossidante Colpisce favorevolmente la pelle e i capelli, previene la comparsa di smagliature. Partecipa anche alla formazione dei muscoli e del sistema nervoso del feto. Se la gravidanza è multipla, è necessaria l'assunzione di questa vitamina. La durata del corso e il dosaggio sono selezionati individualmente dal ginecologo.

  • varie forme di rilascio;
  • accessibilità (inclusa nel numero di farmaci gratuiti per le donne in gravidanza);
  • alta efficienza. Non è un caso che la vitamina E sia chiamata "elisir di bellezza";
  • pronunciato effetto anti-invecchiamento.

Tra gli svantaggi, si nota una scarsa compatibilità con alcuni farmaci. Per non danneggiare il bambino, il farmaco è stato precedentemente concordato con il ginecologo.

Up