logo

A causa delle caratteristiche anatomiche che ha il corpo della donna, diventa possibile che bambini sani nascano senza molti danni alla vita e alla salute della donna durante il travaglio. Tuttavia, potrebbe essere che alla luce di vari motivi, il canale del parto di una donna sia traumatizzato, il che può essere combinato con lesioni del neonato.

Sorge una domanda del tutto naturale: cosa si dovrebbe fare per evitare questo tipo di situazione? Tutto è nelle mani di operatori sanitari o una donna in travaglio può in qualche modo influenzare il corso del processo? Al fine di dare una risposta e determinare le tattiche di comportamento, sarà necessario studiare attentamente la natura di tutti questi disturbi e comprendere il meccanismo patogenetico dello sviluppo.

Complicanze durante il parto - rottura perineale

In effetti, è molto raro che il processo di consegna avvenga senza alcun trauma al sistema urogenitale della donna, poiché in ogni caso porta un carico significativo, ma le capacità compensative e adattative del corpo possono eliminare tutti i disturbi senza assistenza medica (tutto è limitato alla banale cura postpartum). Tuttavia, può anche accadere che la pressione sui muscoli pelvici sia troppo forte e questo porterà ad un allungamento del canale del parto - in altre parole, c'è una cosiddetta rottura perineale. Di norma, tali situazioni si verificano se il corpo della donna non è pronto per il parto a causa di determinate circostanze..

La classificazione delle lacrime di nascita perineale è stata adottata. La patologia è classificata in tre gradi in base alla gravità della condizione:

  • 1 ° grado - si osservano solo lesioni cutanee perineali;
  • 2 ° grado - trauma alla pelle, alla membrana muscolare e alle pareti vaginali. La rottura del perineo durante il parto diventa minacciosa;
  • Il 3 ° grado di rottura perineale, a sua volta, è diviso in incompleto, completo e centrale. Con la rottura incompleta del perineo di 3 ° grado, si verifica la rottura non solo della pelle, dei muscoli e delle pareti della vagina - il muscolo che chiude il retto (sfintere anale) viene danneggiato. La rottura completa comporta danni alle pareti del retto. La rottura centrale perineale al momento del parto è molto rara quando si verifica - in questo caso dobbiamo parlare di danni alla parete posteriore della vagina, dei muscoli pelvici e della pelle perineale, ma in questa situazione non vi è alcun danno meccanico alla commessura posteriore o al muscolo retto anulare.

Tattiche di gestione per pazienti con rottura perineale. Come suturare le lacrime dopo il parto?

Le rotture perineali che si sono verificate devono essere suturate nella stessa ora dopo l'infortunio (è necessario che non sia trascorsa più di mezz'ora). Un intervento viene eseguito in anestesia locale. È consentito sovrapporre cuciture sia autoassorbibili che temporanee (dovranno essere rimosse in seguito).

Per 7-10 giorni al mattino e alla sera, deve essere eseguito il trattamento delle suture con soluzioni antisettiche. Nel caso in cui siano stati applicati punti temporanei, dovranno essere rimossi per 4-5 giorni.

Al fine di escludere la possibilità di divergenza delle suture, non è consigliabile che una donna occupi una posizione seduta per 14-17 giorni, a seconda della gravità della condizione.

Qual è la pericolosa rottura perineale?

A seguito di danni ai tessuti molli di questa regione anatomica, possono verificarsi molte complicazioni, le più comuni delle quali sono le seguenti:

  • ematomi ed edema parassiti, la cui comparsa provoca interruzioni dopo il parto;
  • violazione delle funzioni fisiologiche - minzione e defecazione;
  • processi infiammatori locali;
  • la comparsa di una cicatrice dei tessuti molli del perineo;
  • disturbi locali di innervazione - le lacune durante il parto portano alla polineuropatia, un disturbo della sensibilità tattile e della temperatura;
  • violazione dell'integrità delle cuciture;

Misure preventive

La cosa più importante che una donna in età lavorativa può fare con il sostegno di persone a lei vicine è creare un atteggiamento positivo nei confronti della riuscita attuazione del processo di consegna. In altre parole, è molto importante prepararsi adeguatamente al parto non solo fisicamente, ma anche mentalmente, perché nella stragrande maggioranza dei casi si verificano lacrime perineali perché la futura mamma ignora le raccomandazioni dell'ostetrico. È necessario rendersi conto che nonostante tutte le difficoltà e la paura, è necessario aderire rigorosamente a tutte le raccomandazioni del medico curante.

Inoltre, la preparazione per il processo di consegna in tutte le fasi della gravidanza è di grande importanza. Le donne incinte sono incoraggiate a eseguire esercizi di Kegel, che consistono nell'alternanza di compressioni e rilassamento dei muscoli del perineo. E a partire dal 7 ° mese di gestazione, è indicato il massaggio perineo.

Queste procedure devono essere eseguite indipendentemente dal tipo di parto pianificato, poiché una rottura perineale dopo il parto può verificarsi anche se il corpo della donna è adeguatamente adattato.

Lesioni alla vagina e alla vulva che si verificano durante il parto. Rottura vaginale durante il parto

Le lesioni alla vulva si combinano con lo strappo superficiale del clitoride e delle piccole labbra. Il trauma meccanico nella parte inferiore della vagina è spesso combinato con un danno al perineo. In tal caso, se la vagina si rompe nel terzo superiore, la rottura può andare al collo. Succede anche che non si verifichino danni alla mucosa e che il tessuto molle sottostante sia deformato dalla testa del feto, che passa attraverso il canale del parto. Il risultato di questo processo è un ematoma che si verifica nello strato profondo della parete vaginale. E questo è ben lungi dall'essere la peggiore complicazione causata dalle carenze alla nascita.

I genitali esterni sono abbondantemente vascolarizzati, quindi anche un trauma minore può causare sanguinamenti eccessivi. I difetti comparsi vengono suturati senza danneggiare i corpi cavernosi del clitoride. Questo intervento viene effettuato sotto l'influenza di anestetici somministrati per via endovenosa. L'unica eccezione è quando è stata eseguita l'anestesia epidurale..

Un'autopsia dell'ematoma situato nella sottomucosa viene eseguita se supera i 3 cm di dimensione, viene pulita e i vasi interessati dal processo patologico vengono suturati. Nel caso in cui la dimensione dell'ematoma sia sufficientemente grande, le strisce di drenaggio vengono posizionate nella sua cavità per 2-3 giorni e quindi viene eseguita la sutura sul tessuto. Viene utilizzato materiale di sutura riassorbibile, poiché il suo utilizzo consente di non rimuovere ulteriormente. Nel caso in cui ci fosse una lesione della parte superiore della vagina, la cervice viene sottoposta a un esame approfondito al fine di escludere la probabilità di danni a questa regione anatomica.

Il paziente deve capire quanto possano essere pericolose le rotture interne durante il parto e trarre le conclusioni appropriate sulla necessità di una stretta osservanza delle raccomandazioni dell'ostetrico-ginecologo poiché solo lui può determinare quale dovrebbe essere il trattamento delle rotture durante il parto.

Rottura dell'utero durante il parto

Questa complicazione del processo di nascita si verifica relativamente raramente, ma è la più grave. I fattori eziologici alla base della sua insorgenza sono i seguenti motivi:

  • patologie anatomiche e fisiologiche, la cui presenza complica l'avanzamento del feto attraverso il canale del parto (come il bacino stretto e la distonia cervicale);
  • ostacoli meccanici che portano all'ostruzione del tratto di maternità (feto grande, anomalie dell'utero);
  • parto ripetuto, eseguito naturalmente, ma che si verifica dopo un taglio cesareo, un aborto o molte nascite precedenti nella storia;
  • intervento del personale medico (allungamento del feto, applicazione di una pinza);
  • lesioni meccaniche dell'addome;
  • lento processo di maternità;
  • stimolazione medica del travaglio in assenza di indicazioni per questo intervento.

La classificazione delle rotture uterine comporta l'assegnazione di diversi tipi di questa patologia. Le caratteristiche distintive che hanno formato la sua base sono:

  • localizzazione;
  • caratteristiche del corso del processo di consegna;
  • natura del danno.

A seconda della regione anatomica interessata, è consuetudine distinguere le seguenti opzioni per la patologia in esame:

  • il fondo dell'utero;
  • corpo uterino;
  • segmento inferiore;
  • l'opzione di completa separazione dell'utero dagli archi - è meno probabile che si verifichi.

La variante strutturale della rottura uterina è:

  • crepa;
  • incompleto, in cui non vi è penetrazione nella cavità addominale;
  • totale.

Il quadro clinico è caratterizzato da una certa regolarità, un decorso graduale:

  • c'è una minaccia di rottura uterina;
  • manifesta il processo che è iniziato;
  • la mancanza di cure mediche tempestive e qualificate porta al fatto che il divario diventa completamente completo.

Trattamento

Nel caso in cui questa complicazione sia già avvenuta, allora sorge l'unico compito per i medici: garantire un parto anticipato, grazie al quale sarà possibile salvare il bambino e fermare l'emorragia dalla donna durante il travaglio.

Con una pausa completa, il taglio cesareo viene mostrato in ordine urgente. Dopo che il bambino viene rimosso, l'utero viene graffato e l'emorragia viene interrotta.

Complicanze e conseguenze

La rottura dell'utero è una condizione minacciosa non solo per la donna in travaglio, ma anche per il bambino. Se la rilevazione prematura, può causare la morte fetale nell'utero a causa dell'ipossia dell'ossigeno. Allo stesso tempo, la patologia in questione può causare l'insorgenza di shock emorragico, innescato da una significativa perdita di sangue. Spesso ci sono disturbi del sistema nervoso, del cuore e dei vasi sanguigni.

Prevenzione delle interruzioni del parto

Le seguenti misure consentono di ridurre al minimo la probabilità di una possibile rottura uterina durante il parto:

  • visite sistematiche al tuo ostetrico-ginecologo;
  • l'implementazione di tutti gli ultrasuoni pianificati con l'obiettivo di identificare tempestivamente i fattori di rischio che provocano un divario;
  • scelta competente e tempestiva del metodo di consegna;
  • monitoraggio fetale. Ciò è particolarmente importante se il suo peso stimato supera il limite di 4 kg;
  • diagnosi accurata e attento monitoraggio di una rottura uterina minacciosa o già iniziata.

Rottura cervicale durante il parto: diagnosi, trattamento, prognosi e possibili complicanze

La rottura della cervice è una delle complicazioni più comuni del processo di consegna, ma non è considerata particolarmente grave (al contrario della rottura dell'utero). È consuetudine isolare spontaneamente una rottura cervicale (ciò si verifica in presenza di un feto grande, una pelvi stretta in una donna in travaglio o parto rapido) e violenta (associata a interventi chirurgici volti ad accelerare il processo di espulsione del feto dall'utero).

Inoltre, la classificazione clinica è rilevante, secondo la quale è consuetudine dividere la rottura della cervice in diversi gradi:

  • la dimensione della lesione non supera i 2 cm, si trova su uno o entrambi i lati;
  • la dimensione della lesione supera i 2 cm, ma non si estende alle arcate vaginali;
  • una lacuna che di dimensioni raggiunge il fornice vaginale e lo passa.

Rottura cervicale - Cause

Nei primi due casi, è consuetudine parlare di rotture non complicate della cervice. L'ultima opzione è un decorso complicato, che colpisce la faringe interna dell'utero, nonché la cavità addominale e pelvica. Inoltre, una rottura di terzo grado può danneggiare l'omento che confina con l'utero.

Il trattamento della rottura cervicale viene praticato solo chirurgicamente:

  • i difetti vengono suturati (a volte ciò potrebbe non essere necessario, ad esempio con ferite necrotiche e superficiali);
  • intervento chirurgico per aprire la cavità addominale (indicato per la rottura del terzo grado, la sutura del difetto viene eseguita direttamente nell'utero).

Qual è il pericolo di questa complicazione??

Tali lacune durante il processo di consegna possono avere gravi conseguenze:

  • infiammazione del collo;
  • infiammazione della mucosa uterina (chiamata endometrite postpartum);
  • ematoma nello strato grasso dell'utero;
  • shock emorragico (causa interruzione del sistema nervoso, circolazione sanguigna).

I metodi più efficaci di prevenzione della patologia in questione

Al fine di prevenire la rottura cervicale, è necessario seguire semplici regole:

  • eliminare l'eccessivo stress fisico ed emotivo durante la gravidanza;
  • tempo di registrarsi e visitare sistematicamente il ginecologo;
  • sottoporsi a tutti i test e gli esami raccomandati dal medico al fine di diagnosticare eventuali violazioni nel tempo;
  • pianificare una gravidanza non prima di due anni dopo le operazioni sull'utero (se presenti);
  • assunzione di vitamine e sedativi (solo su raccomandazione di un medico osservatore);
  • valutazione tempestiva delle indicazioni per il parto naturale o artificiale;
  • adeguata anestesia durante il parto.

Tagli e lacune durante il parto

Lacune e perineo- o episiotomia durante il parto

Come sapete, il dolore alla nascita ha una proprietà meravigliosa: viene rapidamente dimenticato. Pertanto, molte donne, ricordando la nascita del loro bambino, parlano solo di come i "dottori" le hanno tagliate, a causa della quale la loro vita è diventata complicata nel primo mese dopo la nascita. Di norma, in questo caso stiamo parlando di perineo- o episiotomia. Ti diremo quali sono le operazioni, perché sono necessarie e, cosa più importante, cosa può fare una donna per evitarle o rendere queste lesioni meno dolorose..

Qual è il cavallo?

Il pavimento pelvico, o perineo, è il supporto interno del nostro corpo, di tutti i nostri organi interni. Si compone di tre strati di muscoli. I muscoli dello strato inferiore (esterno) si trovano sotto forma di una figura di otto, i cui anelli circondano la vagina e l'ano. Lo strato intermedio è rappresentato da un muscolo triangolare. E infine, lo strato superiore (interno) forma il diaframma del bacino. Questo è il muscolo pelvico accoppiato e più potente le cui fibre creano una vera cupola.

Una struttura così complessa e una stretta connessione del perineo con gli organi genito-urinari implicano che quest'area è soggetta a forti carichi e svolge un ruolo importante nel lavoro degli organi situati nella piccola pelvi.

In effetti, il pavimento pelvico è un supporto per gli organi genitali interni, la vescica e il retto. Il danno o la debolezza di questo muscolo portano al prolasso o persino al prolasso degli organi e alla funzionalità compromessa.

Inoltre, insieme ai muscoli della parete addominale e del diaframma (il setto muscolare che separa il torace e la cavità addominale), il pavimento pelvico è coinvolto nella regolazione della pressione intra-addominale e quindi colpisce gli organi situati nella cavità addominale.

Durante il parto, questi muscoli sono allungati in modo univoco, formando un ampio tubo attraverso il quale passa il bambino. Dopo il parto, si contraggono, assumendo nuovamente la loro precedente posizione.

Cause di lacune

Sfortunatamente, non importa quanto idealmente i muscoli del perineo fossero “costruiti”, ci sono molti fattori che riducono la loro elasticità e contribuiscono alla rottura del perineo. Tra loro:

  • l'età della donna ha più di 35 anni, soprattutto se questa è la sua prima nascita;
  • cavallo alto (quando la distanza tra l'ano e l'ingresso della vagina è superiore a 7-8 cm);
  • muscoli sviluppati del perineo (ad esempio, nelle donne professionalmente impegnate nello sport);
  • cicatrici sul perineo a seguito di lesioni ricevute durante il parto precedente o a seguito di interventi di chirurgia plastica;
  • edema perineale (con travaglio debole, tentativi prolungati);
  • consegna rapida e rapida;
  • protezione insufficiente del perineo (l'accoglienza fornita dall'ostetrica) quando si rimuovono la testa e le spalle del bambino;
  • comportamento inappropriato della donna durante il parto - durante il parto, specialmente durante il secondo periodo in cui il feto viene espulso, è necessario seguire rigorosamente le raccomandazioni del medico e dell'ostetrica che monitorano le condizioni del perineo.

Tentativi prematuri, forti tentativi nel momento in cui è necessario respirare le contrazioni (al momento della rimozione della testa e delle spalle del feto), contribuiscono alla comparsa di spazi vuoti.

Non dimenticare che il processo infiammatorio nella vagina (colpite, vulvovaginite) contribuisce a un trauma significativamente maggiore ai tessuti molli del canale del parto. Pertanto, si raccomanda che tutte le donne passino strisci sulla flora vaginale a 36 settimane di gravidanza e, se necessario, sottoposti a un trattamento adeguato.

Le lacrime sono interne (sulla cervice e all'interno della vagina) ed esterne (all'uscita della vagina). Le rotture cervicali si verificano più spesso alla fine del primo stadio del travaglio, quando la cervice non si è ancora completamente aperta e la testa del feto ha già premuto contro l'ingresso della piccola pelvi, preme sulla vescica e sul retto; allo stesso tempo c'è il desiderio di spingere e quindi sbarazzarsi del dolore. Tuttavia, ciò non dovrebbe in alcun caso essere fatto, poiché la pressione sulla cervice che non si è ancora aperta porta alla sua rottura..

A sua volta, secondo il principio "la forza di azione è uguale alla forza di contrazione", la cervice preme sulla testa del feto e porta a lesioni aggiuntive nel nascituro. La testa del feto dovrebbe abbassarsi lentamente, espandendo gradualmente i tessuti della vagina e del perineo. Qualsiasi forzatura può portare a lesioni vaginali - abrasioni e rotture..

Per evitare che ciò accada, è necessario ascoltare le raccomandazioni del medico e dell'ostetrica e non spingere forte prima che la testa riempia completamente l'intera vagina e raggiunga l'uscita dal bacino. Durante la nascita della testa e delle spalle del feto, la mucosa delle labbra può essere ferita. Ciò si verifica con una rapida estensione durante la sua nascita..

Il grado di rottura del perineo:

Grado: la commessura posteriore (una piccola area della pelle perineale tra l'ingresso della vagina e il retto) e la parete vaginale sono disturbate. I muscoli del perineo rimangono incolumi.

II grado: la pelle perineale, le pareti vaginali e i muscoli allo sfintere del retto sono disturbati.

III grado: una lacuna dell'II grado si approfondisce, catturando lo sfintere del retto e talvolta la sua parete.

Quando è necessaria un'incisione sul cavallo?

Ci sono le seguenti indicazioni per la dissezione del perineo:

Rottura minacciosa del perineo (si verifica con un grande feto, alto perineo, rigidità - scarsa estensibilità dei tessuti perineali, ecc.). Molto spesso, il divario inizia con la commessura posteriore, quindi passa al perineo e alla parete vaginale. Il divario non inizia improvvisamente - è preceduto da cambiamenti nell'aspetto del perineo.

I segni indicativi di una rottura imminente includono una caratteristica sporgenza del perineo, cianosi, gonfiore e quindi pelle pallida. Se gli ostetrici notano segni di una rottura imminente, allora la tagliano. Questo perché i bordi lisci della ferita incisa guariscono dopo la sutura meglio dei bordi irregolari della ferita lacerata..

Nascita pretermine - per evitare la pressione dei tessuti perineali sulle fragili ossa del cranio di un bambino prematuro.

La necessità di abbreviare il periodo di esilio a causa dello stato della donna in travaglio (ipertensione, difetti cardiaci congeniti e acquisiti, miopia, ecc.).

Ipossia intrauterina del feto (un'incisione aiuta a ridurre la pressione del perineo sulla testa del bambino e ad accelerare il processo di nascita).

Parto chirurgico (se necessario, pinza, estrattore sotto vuoto).

Presentazione pelvica del feto - per evitare difficoltà nella nascita della testa, la cui dimensione supera la dimensione dei glutei già nati.

Scelta di un metodo di incisione del cavallo

Episiotomia o perineotomia

I tagli del perineo possono essere di due tipi: perineotomia - un'incisione diretta direttamente sul retto e episiotomia in cui l'incisione è diretta sul lato (se immaginiamo il perineo come un quadrante, possiamo dire che la perineotomia viene eseguita a 5 o 8 ore).

Il metodo di dissezione del perineo durante il parto viene scelto tenendo conto delle caratteristiche e dei cambiamenti patologici nel perineo, della situazione ostetrica, delle dimensioni del feto.

La perineotomia viene eseguita con il normale meccanismo del parto in caso di rischio di rottura del perineo "alto" (aumentato rispetto alla normale distanza tra la commessura posteriore delle grandi labbra e l'ano), nonché nella nascita prematura.

Le indicazioni per l'episiotomia sono la minaccia di una rottura del perineo "basso" (quando la distanza tra il retto e l'ingresso della vagina è piccola), un angolo pubico acuto (l'angolo in cui si incontrano le ossa dell'articolazione pubica), la presentazione pelvica del feto, i cambiamenti cicatriziali nel perineo, la chirurgia ostetrica (posizionamento ostetrico pinza, estrattore sotto vuoto).

L'episiotomia laterale - un'incisione strettamente laterale - viene eseguita solo con cambiamenti patologici nel perineo che non consentono l'uso di un altro metodo per la sua dissezione (ad esempio con i tumori) - tali incisioni guariscono peggio.

La perineotomia e l'episiotomia vengono eseguite nella seconda fase del travaglio, quando l'attuale parte del feto scendeva sul pavimento pelvico e appariva la tensione del cavallo, prima che si verificasse la sua rottura. L'operazione viene eseguita da un medico, in casi di emergenza in sua assenza - un'ostetrica.

L'operazione di perineotomia non richiede analgesia, poiché l'ischemia (mancanza di afflusso di sangue) dei tessuti perineali porta a una perdita di sensibilità al dolore. Prima della dissezione, la pelle perineale viene trattata con tintura di iodio. L'incisione viene solitamente eseguita con le forbici al momento dell'eruzione della testa del feto. La sua lunghezza media è di 2-3 cm La perdita di sangue è generalmente piccola. Il recupero del perineo sezionato viene eseguito dopo la nascita del parto.

Cura della cucitura

Per identificare le lesioni, dopo il parto, il medico deve esaminare i tessuti molli del canale del parto. Indipendentemente dal fatto che si trattasse di lacrime o di un'incisione, è necessario ripristinare l'integrità dei tessuti. Verrà utilizzata l'anestesia e quale dipende dal grado di danno al canale del parto.

Se una donna ha solo rotture della cervice, non è necessario alleviare il dolore, poiché non ci sono recettori del dolore nella cervice. Le suture con suture riassorbibili (catgut o vicryl) sono posizionate sulle lacrime della cervice. Non c'è bisogno di toglierli.

Se vengono rilevate lacrime della vagina e delle piccole labbra, vengono suturate, di norma, in anestesia locale. Come per le rotture cervicali, le suture assorbibili sono utilizzate come materiale di sutura.

Se il perineo è stato danneggiato, a seconda della profondità della ferita, viene eseguita l'anestesia locale o l'anestesia endovenosa (in questo caso, la donna va a dormire per un breve periodo). Se l'anestesia epidurale è stata utilizzata durante il parto, alla donna viene semplicemente somministrata una dose aggiuntiva di anestetico.

L'integrità del perineo viene ripristinata a strati. In primo luogo, confrontano attentamente i muscoli - profondi e superficiali, quindi suturano la pelle. Se le suture vengono applicate con catgut, non è necessario rimuoverle, ma se si utilizza filo di seta, le suture vengono rimosse 5-7 giorni dopo la consegna.

Nel periodo postpartum, le suture sul perineo e sulle labbra sono trattate con perossido di idrogeno e una soluzione di "permanganato di potassio" o "biglietto verde" una volta al giorno. Questo viene fatto dall'ostetrica nel reparto postpartum. Se le rotture dei tessuti molli del canale del parto erano profonde, è possibile prescrivere farmaci antibatterici a causa della vicinanza del retto e della possibilità di infezione.

Per il dolore nell'area della sutura, i farmaci antidolorifici sono prescritti nei primi tre giorni dopo il parto, con edema, si consiglia l'uso di una vescica ghiacciata.

Come comportarsi?

Se hai dei punti sul cavallo, segui una serie di regole:

  • In assenza di controindicazioni, una donna è autorizzata a camminare entro la fine del primo giorno dopo la nascita, a sedersi - 2-3 giorni dopo la rimozione delle suture (cioè il 7-10 ° giorno dopo il parto). Negli ospedali di maternità dove le donne non mangiano nel reparto, ma nella sala da pranzo, per tali puerperas ci sono tavoli alti (qualcosa che ricorda un bancone da bar).
  • Sarà necessario nutrire il bambino che sta mentendo.
  • Con un intervallo di III grado, i primi giorni sarà necessario aderire a una dieta speciale (brodo, tè, succhi di frutta, kefir), in modo che non ci siano feci per 6-7 giorni. Il 7 ° giorno ti verrà dato un lassativo (non puoi spingere): è consigliabile che il movimento intestinale sia il più semplice possibile.
  • Quindi ti sarà permesso di sederti a metà faccia, su uno dei glutei - si consiglia di sedersi sul lato dove non c'è taglio (questo può essere fatto il 5 ° giorno dopo la consegna), su una superficie dura.
  • Durante il ricovero in ospedale e durante la settimana a casa dopo ogni viaggio in bagno, è necessario trattare il perineo (sciacquarlo con acqua corrente, asciugare bene). Va ricordato che i movimenti di lavaggio dovrebbero essere effettuati dalla parte anteriore a quella posteriore, dal pube al retto, per ridurre la probabilità che i germi entrino nella ferita. Successivamente, è consigliabile sdraiarsi per diversi minuti in modo che la pelle si asciughi da sola, quindi puoi vestirti, ma non dimenticare di cambiare più spesso gli elettrodi (ogni 2 ore), poiché la ferita deve essere asciutta.

Possibili complicazioni

Nell'area delle suture possono verificarsi dolore, gonfiore, infezione della ferita, ematomi, ascessi. Se avverti un forte dolore, una sensazione di pulsazione e contrazioni, scoppiando nell'area della sutura, contatta immediatamente il tuo medico per escludere queste formidabili complicazioni.

In caso di complicanze, il medico prescriverà la terapia, a seconda del tipo di complicazione: frequente applicazione di ghiaccio, trattamento con unguenti o intervento chirurgico. In presenza di rotture della cervice, in particolare quelle profonde, con un processo infiammatorio concomitante nella vagina dopo la sutura, può formarsi una deformità cicatriziale - una condizione in cui il tessuto connettivo delle cicatrici deforma la cervice.

In futuro, questo difetto può essere corretto con un laser e, con una lesione più profonda, viene eseguita la correzione chirurgica - plastica cervicale.

Le rotture della vagina e delle piccole labbra guariscono quasi senza conseguenze e senza cicatrici visibili. Tuttavia, con rotture nel clitoride, la sensibilità in questa zona può essere compromessa, che verrà successivamente ripristinata entro pochi mesi.

La guarigione perineale può andare senza complicazioni: rimane solo una cicatrice della pelle. In presenza di colpite (infiammazione della vagina), le cuciture sul perineo possono divergere. La formazione di insolvenza dei muscoli del pavimento pelvico con conseguente abbassamento delle pareti della vagina e dell'utero.

In questa situazione, diversi mesi dopo la nascita, sarà necessaria un'operazione piuttosto complicata: chirurgia plastica vaginale.

Prevenzione

È possibile evitare lacrime e tagli? È impossibile rispondere inequivocabilmente a questa domanda. Ma, come già accennato, molto dipende dalla donna stessa - dalla sua calma e disponibilità a seguire tutte le istruzioni del medico.

Cosa puoi fare per cercare di evitare i tagli??

Innanzitutto, dovresti essere consapevole della preparazione al parto. Devi semplicemente essere consapevole del corso del parto normale e dei modi di respirare e rilassarti in essi. Ciò ti consentirà di avvicinarti il ​​più possibile al corso fisiologico del parto ed evitare interferenze artificiali nel processo naturale.

Notiamo anche che la probabilità di interruzioni aumenta con il lavoro rapido e stimolato, quindi, abilmente e nel tempo rilassando, muovendosi correttamente e, cosa molto importante, senza paura dell'ignoto, aiuterai te stesso e il tuo bambino.

In secondo luogo, il massaggio del perineo, che dovrebbe essere fatto regolarmente, ti aiuterà. A partire da qualsiasi momento (in modo ottimale, dalla metà della gravidanza, ma se ci sono complicazioni durante la gravidanza, in particolare, aumento del tono uterino, minaccia di aborto, quindi dopo 36 settimane di gravidanza) fare un massaggio al cavallo con olio vegetale ogni giorno o 2-3 volte a settimana. Il massaggio è preferibile dopo una doccia o un bagno in uno stato di rilassamento e comfort..

Prendi una posa comoda - a qualcuno piace sdraiarsi, a qualcuno - mettendo un piede su una piattaforma sollevata (ad esempio, nel bagno di lato). Versa 1 o 2 dita con olio (è meglio annaffiare le dita, piuttosto che immergere nell'olio per motivi igienici) e inserirle nella vagina. Massaggiandolo dall'interno con movimenti pressanti, specialmente verso l'ano (è qui che sarà lo stiramento finale durante il parto).

Puoi provare ad allungare la vagina ai lati. Questo esercizio va fatto non immediatamente, ma quando sei già abituato a massaggiare: all'inizio lo stretching può essere spiacevole a causa dei tessuti anelastici. Durata del massaggio - almeno 3 minuti.

Allo stesso tempo, cerca di rilassare il più possibile i muscoli vaginali - quindi le sensazioni spiacevoli non saranno così forti (durante il massaggio) e imparando questo rilassamento, puoi applicare la tua abilità quando il bambino nasce - quindi il rischio di lacrimazione diminuirà, perché non ci sarà " "tensione eccessiva nel perineo.

A proposito, il massaggio del perineo ti aiuterà anche se la vagina diventa "troppo stretta" dopo il parto (a volte succede!). Per preparare olio speciale per il massaggio del perineo, prendi un impacco di erba di iperico e olio vegetale. Metti l'erba in un barattolo con un coperchio, riempi con olio "top" e scalda a bagnomaria per 15-20 minuti. Quindi metti il ​​barattolo nell'armadio per una settimana, dopo di che può essere utilizzato.

Se non hai fatto un olio da massaggio speciale, puoi usare qualsiasi verdura.

In terzo luogo, esegui sistematicamente esercizi speciali volti ad aumentare gradualmente l'elasticità dei tessuti perineali (consulta il tuo ginecologo per sapere se puoi eseguire tali esercizi e quali esercizi saranno più efficaci per te).

In conclusione, voglio dire: sintonizzarsi sul meglio, l'ottimismo e la preparazione al parto ti aiuteranno a evitare l'intervento chirurgico.

Esercizi di Kegel

Gli esercizi di Kegel sono piuttosto semplici. Possono essere eseguiti da tutte le donne. Servono per rafforzare i muscoli della vagina e del perineo, preparandoli per il parto e aiutare nel periodo postpartum.

Compressione lenta. Stringere i muscoli del perineo, contare lentamente fino a tre. Rilassare. Sarà un po 'più difficile se, trattenendo i muscoli, li manterrai in questo stato per 5-20 secondi, per poi rilassarti gradualmente.

"Ascensore". Iniziamo un sollevamento regolare sull'ascensore: tratteniamo un po 'i muscoli (1 ° piano), manteniamo per 3-5 secondi, continuiamo il nostro sollevamento - manteniamo i muscoli un po' più forti (2 ° piano), teniamolo, ecc. al limite - 4-7 "piani". Scendiamo le scale a tappe, indugiando per un paio di secondi su ogni piano.

Abbreviazioni. Stringi e rilassa i muscoli il più rapidamente possibile..

Spingendo dentro. Abbassa moderatamente, come se avessi un movimento intestinale. Questo esercizio, oltre al perineo dei muscoli, provoca tensione e alcuni addominali. Sentirai anche tensione e rilassamento dell'ano.

Inizia l'allenamento con dieci strette lente, dieci contrazioni e dieci spinte cinque volte al giorno. Dovresti ripetere gli esercizi almeno 25 volte durante il giorno. Puoi eseguire esercizi quasi ovunque: mentre cammini, guardi la TV, sei seduto a un tavolo, sdraiato sul letto.

All'inizio delle lezioni, potresti scoprire che i tuoi muscoli non vogliono rimanere in tensione durante le lente pressioni. Potrebbe non essere possibile eseguire le contrazioni rapidamente o ritmicamente. Questo perché i muscoli sono ancora deboli - il controllo migliora con la pratica. Se i muscoli sono stanchi durante l'esercizio, riposare per alcuni secondi e continuare.

Perché si verifica la rottura uterina durante il parto?

Cause di rottura uterina durante il parto

Secondo le statistiche, l'isteroressia si verifica solo nello 0,1-0,5% delle donne in travaglio, il che rende questa complicazione una delle più rare. Le stesse statistiche affermano che sul numero totale di lesioni del canale del parto, le rotture uterine si verificano principalmente nelle donne che hanno avuto un taglio cesareo o altre operazioni sull'utero che hanno lasciato una cicatrice dietro di loro.

Rottura uterina - un'emergenza che richiede cure di emergenza

Il tessuto connettivo non è in grado di allungarsi e contrarsi così come le fibre muscolari. Per questo motivo, durante le contrazioni, si verificano eccessive tensioni e rotture nella cicatrice..

I fattori meno comuni di questa complicazione includono quanto segue:

  1. Gravidanza multipla e polidramnios, in cui vi è un eccessivo allungamento delle pareti dell'utero e riduce significativamente l'elasticità dei muscoli dell'organo.
  2. Anomalie di sviluppo e posizione del feto non diagnosticate in modo tempestivo. Le contrazioni del travaglio diventano eccessive a causa del fatto che il feto non viene spinto nel canale del parto.
  3. Anomalie nella struttura del bacino in una donna incinta o neoplasia dei tessuti molli del canale del parto. Questa è la ragione dell'ostruzione meccanica al normale progresso del feto..
  4. Manipolazioni mediche inadeguate o loro condotta scorretta (rotazione manuale del feto, uso di farmaci che aumentano il tono dell'utero, a seguito del quale si sviluppa la rottura dell'organo).

Nella maggior parte dei casi, la minaccia dell'isteroressia viene diagnosticata durante la gravidanza e l'ostetrico-ginecologo crea un programma di cure ostetriche, tenendo conto di tutte le circostanze identificate. Ma a volte il problema rimane inosservato fino al momento in cui il divario si è già verificato. In tali casi, è importante prestare attenzione ai sintomi il più presto possibile e fornire l'aiuto necessario alla donna in travaglio..

Sintomi di rottura uterina

I segni di isterorexis variano a seconda del grado di danno d'organo. A questo proposito, viene adottata la seguente classificazione:

  1. Condizioni minacciose Allo stesso tempo, i tessuti dell'organo mantengono la loro integrità, ma sono eccessivamente tesi e tesi, il che crea una minaccia di isteroressia. Tra i principali sintomi di questa condizione ci sono dolore acuto nell'addome inferiore, gonfiore degli organi genitali esterni, mancanza di voglia di urinare, febbre fino a 37,5-38,0 ° C. Anche il grado iniziale di lesione diventa pericoloso per il bambino. A causa dell'eccessiva pressione nell'utero, si sviluppano disturbi circolatori nella placenta, il feto soffre di mancanza di ossigeno e, senza assistenza tempestiva, può sviluppare gravi lesioni del sistema nervoso centrale.
  2. L'inizio della rottura dell'utero. In questa fase, c'è una rottura degli strati interni dell'organo - mucoso e muscolare, con danni ai grandi vasi sanguigni. La donna in travaglio ha contrazioni caotiche e molto dolorose, perdite vaginali con tracce di sangue. Si sviluppa uno shock emorragico, che progredisce rapidamente ed è in grado di portare alla morte della madre e del feto in breve tempo..
  3. Isteroresi perforata. Danni a tutti gli strati dell'utero, in cui l'organo perde completamente la sua integrità. In questa fase, prevalgono i segni di shock: una forte diminuzione della pressione sanguigna, confusione, pelle pallida, polso debole, respiro superficiale, pupille dilatate e vomito. Lo shock è il motivo principale della violazione di tutte le funzioni del corpo, il che rende le previsioni non molto favorevoli. Perché il divario completato è caratterizzato da una completa cessazione del travaglio - l'assenza di contrazioni e tentativi.

La diagnosi di isteroressia si basa sui sintomi e sui risultati degli ultrasuoni. Sfortunatamente, il tempo per condurre ricerche è estremamente limitato, quindi il medico deve immediatamente prendere una decisione per salvare la vita della donna nel travaglio e nel feto, nonché per escludere gravi conseguenze per la loro salute.

Trattamento di rottura uterina

La tattica del trattamento dipende direttamente da quanto è andato lontano il processo patologico..

Il dolore acuto durante il parto può indicare complicazioni

L'isteroressia minacciosa è un'indicazione per la rapida cessazione del travaglio. Per questo, vengono utilizzati farmaci la cui azione è volta a ridurre il tono muscolare e l'anestesia. Ulteriori tattiche sono determinate dalle condizioni del feto..

Se i segni vitali del feto sono soddisfacenti o c'è una possibilità di salvezza con l'aiuto della rianimazione, viene eseguito un taglio cesareo di emergenza. Se i sintomi oggettivi e i risultati degli ultrasuoni confermano la morte del feto, viene eseguita la craniotomia, cioè la rimozione chirurgica del feto dall'utero.

Con l'insorgenza o l'isteroressia completa, è necessario un intervento chirurgico urgente, il cui scopo è quello di rimuovere l'utero o ripristinarne l'integrità cucendo lembi, arrestando la perdita di sangue e valutando le condizioni degli organi addominali.

Le previsioni dopo l'intervento chirurgico dipendono completamente da quale stadio della rottura uterina è stata assistita la donna. Prima viene avviato il trattamento, maggiori sono le possibilità di salvare la vita della madre e del bambino.

La perdita di sangue è il "compagno" più pericoloso dell'isteroressia. Pertanto, anche nella fase iniziale, viene eseguita un'infusione endovenosa di sangue o dei suoi sostituti al fine di prevenire i disturbi del sistema cardiovascolare e lo sviluppo di shock.

Prevenzione della rottura uterina

Oggi non esiste un programma speciale volto a ridurre i rischi di rottura uterina. Una serie di semplici regole di natura generale contribuirà a ridurre al minimo lo sviluppo di questa condizione:

  1. Identificare in anticipo i rischi personali e le possibili cause di complicanze. Se durante il portamento del primo e di tutti i precedenti bambini sono state osservate ipossia fetale, sanguinamento, parto difficile o altre circostanze simili, assicurarsi di informare il medico al riguardo. È ottimale fornire al ginecologo tutta la documentazione medica relativa a una precedente gravidanza.
  2. La registrazione anticipata sul display LCD ti permetterà di "guadagnare tempo" e condurre tutte le ricerche necessarie nelle fasi iniziali. Questo, a sua volta, aiuterà in tempo a regolare il corso della gravidanza e dello sviluppo fetale, se vengono rilevate deviazioni. Inoltre, se la futura mamma ha anomalie nella struttura del canale del parto, il medico creerà un programma per cure ostetriche, incluso un taglio cesareo pianificato.
  3. Segui le raccomandazioni del medico. Se ritiene necessario rispettare il riposo a letto, limitare l'attività fisica o altre misure, ciò è necessario per mantenere la gravidanza e il suo completamento con successo.

Il parto può iniziare prima della data "ufficiale". Di conseguenza, le lesioni uterine possono verificarsi prima. Pertanto, anche lievi segni di deviazione non possono essere ignorati se vengono osservati diverse settimane o mesi prima della nascita del bambino. Ciò è particolarmente importante quando si hanno motivi per suggerire l'isteroressia..

Le tattiche in attesa in tali casi possono provocare conseguenze molto gravi. In caso di peggioramento, dolore e tensione nell'utero, contattare immediatamente il medico.

Cause e conseguenze della rottura cervicale durante il parto

Da un punto di vista anatomico, questa è solo una parte integrante dell'organo. Fa parte dell'utero - il tratto genitale superiore di una donna, uno dei principali organi coinvolti nella nascita di un bambino.

La cervice è la sua parte inferiore, che serve come distinzione tra il tratto genitale superiore e inferiore.

La stessa cervice ha anche determinati livelli della sua struttura, è divisa nelle parti vaginali e uterine, in exocervix ed endocervix, c'è anche un canale cervicale, che è il percorso tra la vagina e la cavità uterina.

Di grande complessità è la cervice in termini di struttura istologica. Su di esso vi è una giunzione di due epitelio importante in termini funzionali, è multistrato piatto e cilindrico. È quest'area che è importante, poiché molto spesso sviluppa un processo maligno.

Funzione cervicale

Inoltre, la cervice è una parte importante del sistema riproduttivo in termini di funzioni:

  • Innanzitutto, è una funzione di protezione. È grazie alla sua struttura, così come al muco prodotto, che è una sorta di barriera alla penetrazione di batteri patogeni e allo sperma. Solo nel periodo dell'ovulazione un segreto acquisisce una composizione leggermente diversa di caratteristiche che consentono agli spermatozoi nella cavità uterina, ma aumenta anche il rischio di infezione da varie infezioni.
  • Inoltre, il collo è coinvolto nel processo di procreazione. Durante la gravidanza, protegge il feto e le sue membrane, nonché la placenta dall'ingresso di agenti patogeni. E successivamente coinvolto nel processo di uscita del feto dalla cavità uterina. È lo stato del collo che determina in gran parte il processo di nascita di un bambino.

Rottura cervicale

La rottura cervicale è una patologia abbastanza comune nella pratica ostetrica, in ginecologia è molto meno comune e può essere associata solo a effetti traumatici, nonché a possibili sigilli del nodo miomato.

Nel processo del parto, questa patologia è più comune. Il gruppo a rischio per rotture cervicali comprende donne primogenee, in casi multiparosi ci sono molte meno rotture.

Le cause

I motivi possono essere molto diversi, tra questi ci sono:

  • La presenza di infiammazione nella vagina e sulla cervice stessa, così come i processi infiammatori cronici nell'utero. La cervicite cronica porta al fatto che il tessuto dell'organo viene colpito dall'infiltrato, appare il gonfiore e le cellule possono interrompere la loro architettura. In alcuni casi, quando viene avviato il processo, possono svilupparsi processi sclerotici, portando a una violazione dell'estensibilità delle cellule. Il muro della cervice non è solo peggio allungato, ma è anche rivelato male durante il travaglio.
  • Difetti di età. Con l'età, è in corso il processo di riduzione della quantità di tessuto elastico nel tessuto cervicale. Inoltre, questo processo è assolutamente fisiologico, poiché è inerente a tutti i tessuti del corpo. Processi simili iniziano a verificarsi dai 30 ai 35 anni. Ecco perché i medici raccomandano di non ritardare la nascita di, soprattutto il primo figlio.
  • Cambiamenti cicatriziali. Se una donna ha una storia di varie procedure chirurgiche nella regione cervicale, in particolare, includono diatermocoagulazione, criodistruzione e vaporizzazione laser, nonché sutura dopo nascite precedenti, si verifica un processo di formazione di cicatrici nei tessuti, ad es. tessuto connettivo che non è sensibile allo stiramento.
  • Lo sviluppo della distonia cervicale. Questo è un processo in cui la circolazione sanguigna e il flusso linfatico nel collo sono disturbati a causa della rottura delle fibre muscolari, che iniziano ad allungarsi e contrarsi in modo non uniforme. Tale stato porta al collo a diventare più denso, principalmente a causa del tipo circolare di fibre. Attualmente, è considerata una delle forme di grave complicanza durante il parto: la disordinazione del lavoro. Questa non è solo la causa delle rotture, ma anche la difficoltà del feto di lasciare la cavità uterina.
  • La presenza di placenta previa. Questa è una delle forme di patologia, che è associata al fatto che la placenta inizia a crescere nei tessuti a cui si attacca e contribuisce al loro ammorbidimento. Questo accade con la cervice, dove anche con un parziale attaccamento alla cervice, un processo di violazione nella sua struttura.
  • L'emergere del parto rapido. Di conseguenza, esiste un processo di aumento della pressione nella cavità uterina, che non corrisponde alla prontezza per questo processo cervicale. A causa dello sviluppo di una forte pressione sul collo, si verifica la rottura del tessuto..
  • Insufficiente prontezza al collo per il parto. Molto spesso, questo è un errore medico quando il processo di consegna artificiale inizia con la cervice che non è maturata correttamente. Normalmente, il tessuto cervicale dovrebbe ammorbidirsi e subire un leggero allungamento durante il passaggio del bambino, ma se inizia il processo di creazione di tentativi artificiali o di introduzione di agenti che stimolano un aumento del tono, si verifica una violenta distruzione del tessuto.
  • Il processo di ipossia tissutale. Questa è una ragione abbastanza comune, che è associata al fatto che la testa si trova nella regione del pavimento pelvico per un lungo periodo di tempo e interrompe il flusso sanguigno, premendo il tessuto sull'anello osseo. Molto spesso, un'immagine simile è caratteristica dello sviluppo di una pelvi stretta.

Tali ragioni sono più caratteristiche con un carico eccessivo sulla faringe interna, attraverso cui inizia il processo di nascita di un bambino.

Ma in alcuni casi, il divario inizia con l'area della faringe esterna, di solito questo si verifica con:

  • La nascita di un bambino con un grande peso corporeo. In questo caso, anche le dimensioni della testa, di regola, aumentano, e quindi i tessuti non possono sempre allungarsi correttamente.Questo gruppo include anche la nascita indipendente di bambini con difetti, il più comune dei quali è l'idrocefalo.
  • Posizione errata del feto, quando il parto inizia con la posizione dell'estensore della testa, così come se l'estensione si verifica più velocemente del necessario. In questo caso, il bambino inizia a muoversi lungo il canale del parto con il suo diametro non più piccolo della testa, che dovrebbe accadere normalmente.
  • La rottura della cervice può verificarsi sullo sfondo dell'intervento chirurgico sul tessuto. La causa della rottura può essere una pinza ostetrica, un estrattore sotto vuoto, nonché il processo di rimozione del bambino con presentazione pelvica o glutea.

Fattori di rischio

Ce ne sono molti, ma non possono sempre portare a rotture:

  • Prima di tutto, questa è una delle patologie più rare in cui vi è una violazione della struttura del tessuto connettivo.
  • È anche infantilismo congenito. Sviluppo insufficiente della cervice a causa di malformazioni nella struttura, nonché possibile carenza di ormoni.
  • La presenza di malattie sulla cervice, include non solo l'erosione, ma anche la displasia, nonché le lesioni cancerose.
  • La presenza di un processo tumorale nella regione della faringe interna, nonché sul collo stesso.

Tipi di lacune

Pause spontanee

Le rotture spontanee si verificano indipendentemente nel processo di nascita naturale.

Tra questi, ci sono suddivisioni nelle cause che causano l'una o l'altra rottura della cervice:

  • Sullo sfondo di un danno morfologico al tessuto cervicale. Nei processi infiammatori, malattie del tessuto connettivo, nonché la presenza di precedenti cambiamenti cicatriziali.
  • Sullo sfondo di un ostacolo meccanico. Si verificano in presenza di un processo tumorale e della placenta previa.
  • Forma mista. Al quale esiste una combinazione di ostacoli morfologici e meccanici al processo del parto naturale. Questo gruppo comprende la nascita di un bambino di grandi dimensioni con una cervice insufficientemente preparata o nella posizione dell'estensore, nonché processi di disordinazione nella cervice.

A loro volta, possono essere suddivisi in diverse fasi del processo patologico:

  • Spazio possibile.
  • Il palcoscenico del divario minaccioso. C'è un processo di tensione dei tessuti con insufficienza di sangue e spasmo.
  • Fase del divario.

Divario violento

Questo tipo è il più pericoloso..

Succede come segue:

  • Pura pausa violenta. In questo caso, è possibile una lesione esterna e un parto vaginale. La causa più comune in questo caso è l'estrazione del vuoto, nonché l'imposizione di una pinza ostetrica.
  • Rottura cervicale mista. Si forma a seguito di una combinazione di interventi meccanici grossolani e della presenza di danni morfologici al tessuto del collo con compressione meccanica.

Dalla presenza di complicazioni:

  • Complicato. Lacune, accompagnate dal passaggio del processo alle volte vaginali, nonché da possibili fibre parametriche. In genere, tali rotture cervicali sono accompagnate da gravi emorragie e un possibile rischio di infiammazione..
  • Semplice. Queste sono piccole lacune di 1 e 2 gradi.

Gradi di rottura cervicale

Attualmente, gli specialisti distinguono diversi gradi di rottura cervicale:

  1. 1 grado di gap. Questo è un piccolo danno al tessuto della cervice da uno o due lati, che ha una lunghezza non superiore a 2 centimetri e non è accompagnato da alcun sintomo clinico. In alcuni casi, non è richiesto un trattamento aggiuntivo. La maggior parte di questi aghi guarisce dalla tensione superficiale e non si manifesta nello sviluppo del tessuto cicatriziale cervicale.
  2. 2 gradi di rottura cervicale. Questi possono scavare lacrime più di due centimetri, ma una delle caratteristiche distintive di una lacrima di terzo grado è che i bordi della ferita non dovrebbero raggiungere l'area del fornice vaginale a meno di 1 cm. In questo molto spesso le lacrime sono multiple e, di regola lineare. Allo stesso tempo, avranno una versione semplice e possono essere cuciti dall'ostetrico-ginecologo della sala parto senza l'uso dell'anestesia. Esternamente, possono manifestarsi come sanguinamento, si noterà la secrezione di sangue senza la comparsa di grumi. Scorre sotto forma di un rivolo di colore rosso brillante. Dopo la sutura, l'emorragia viene facilmente ripristinata e il rischio di infezione in tali casi è basso.
  3. 3 gradi. Si tratta di lacune complicate in cui vi è una transizione verso gli archi o oltre la loro ridistribuzione. In questo caso, il divario più pericoloso, che andrà oltre la faringe interna o ai limiti della fibra parametrica. In alcuni casi, può verificarsi una rottura cervicale che si verifica in modo circolare lungo il bordo della faringe interna. In questo caso, si sviluppa una clinica di sanguinamento pronunciata. Il sangue può fuoriuscire e formarsi in coaguli, può essere difficile fermare tale sanguinamento. Se in precedenza si è verificata pressione nella regione cervicale o si è verificata una cotta, potrebbe non esserci sanguinamento eccessivo. Inoltre, scariche insufficienti con lesioni estese possono essere il risultato della cottura interna del sangue nella cavità addominale.

Diagnostica

Di norma, le rotture uterine non passano inosservate al medico. Ma in alcuni casi questo è possibile, soprattutto perché il collo è quella sezione che potrebbe non manifestarsi come forte dolore.

Passaggi diagnostici:

  • La base per la diagnosi della rottura cervicale è l'esame di una donna. Ciò può richiedere vari specchi ginecologici che espongono le pareti della cervice. In tali casi, è possibile utilizzare uno specchio Simps o un cucchiaio. Prima dell'esame, devono essere osservate tutte le regole di asepsi e antisettici. Il personale medico deve essere preparato per la necessità di un intervento chirurgico. Dovrebbe essere fornita un'adeguata illuminazione. Poiché la causa più comune di rottura della cervice è il certificato di nascita. Dopo la nascita del parto, una donna viene esaminata dal canale del parto per verificarne l'integrità. Per una diagnosi più accurata, il collo può essere afferrato sulla pinza proiettile e in senso orario per condurre un'ispezione dettagliata di ciascuna area, poiché il difetto viene suturato. Può essere singole cuciture o in alcuni casi continui.
  • Dopo l'ispezione negli specchi e la chiusura di difetti visibili, l'ispezione viene eseguita utilizzando uno studio a due mani. Ciò è particolarmente importante per evitare un possibile divario con il passaggio alle volte. Questo è un metodo obbligatorio nella diagnosi delle lacune di grado 3..
    Inoltre, la diagnosi differenziale della rottura cervicale con rottura delle vene varicose nella vagina, nonché sanguinamento dalla cavità uterina, che è atonica o ipotonica, è molto importante, in alcuni casi ciò può essere causato da un ritardo nella membrana fetale o nel tessuto placentare, nonché da una possibile sindrome disseminata coagulazione intravascolare.

Nella diagnosi di gravi rotture cervicali, è necessaria anche la consultazione di anestesisti, terapisti e chirurghi.

Trattamento

Questo è un processo abbastanza serio e responsabile. La scelta della tattica dipende dallo specialista immediatamente dopo l'inizio del travaglio, poiché il trattamento iniziato in modo prematuro porta allo sviluppo di gravi complicazioni.

Il volume dipenderà dalla natura del danno, nonché dal volume, dalle complicazioni e dai possibili fattori negativi..

Dopo aver valutato l'entità del danno, il processo di trattamento.

Il principale è la sutura chirurgica dei tessuti danneggiati:

  • Tutte le lacrime devono essere suturate per tutta la lunghezza e la profondità, pertanto la sutura cervicale superficiale non è consentita a causa della possibile formazione di infiammazione o fistola.
  • Il materiale è selezionato esclusivamente assorbibile per tenere uniti i tessuti e impedire che vengano conservati in caso di possibile parto successivo. Catgut o nuovi materiali sintetici sono attualmente preferiti..
  • Nell'area dell'endocervice, le suture non vengono sovrapposte.
  • Piccole crepe nella zona del collo che non sono accompagnate da gravi emorragie non possono essere suturate, sarà sufficiente solo trattarle con disinfettanti. In questo caso, la guarigione avviene per tensione primaria.
  • Se solo la faringe esterna è danneggiata, la sutura viene eseguita nel primo periodo postpartum, di solito dopo la separazione della placenta. Nella maggior parte dei casi, l'anestesia non è necessaria, poiché i tessuti della cervice sono privati ​​dei recettori del dolore. Nel caso della transizione del processo al tessuto vaginale, può essere utilizzata un'anestesia di infiltrazione locale con novocaina o lidocaina. Sutura per accesso transvaginale.
  • Se è stata diagnosticata la transizione della rottura oltre la faringe interna e la possibile influenza sull'utero, la questione di un ulteriore intervento chirurgico mediante lapartomia con sutura del fuoco e arresto dell'emorragia viene risolta. In alcuni casi, potrebbe essere necessario installare scarichi per prevenire lo sviluppo di aderenze.
  • Inoltre, durante la sutura, la terapia antibiotica è obbligatoria, per la possibile esclusione dell'infezione batterica.

effetti

Questo è un argomento piuttosto rilevante, perché è proprio questo che può influire non solo sulla salute di una donna, ma anche sull'ulteriore possibilità di avere un figlio.

Le complicanze includono i primi cambiamenti che si verificano nel corpo di una donna:

  • Il più comune è il processo infiammatorio nella regione cervicale con una possibile transizione verso il corpo e il perineo. È la stessa cavità uterina in questo caso che risulta essere un luogo frequente per la diffusione dell'infiammazione, ciò è dovuto al fatto che i suoi tessuti sono ancora danneggiati dopo il parto, a causa della separazione della placenta. Un grave processo infiammatorio può portare non solo allo sviluppo non solo di infiltrati, ma anche di ascessi. Nei casi più gravi, il processo può provocare sepsi. Nei casi più gravi, specialmente con ampi spazi vuoti con la transizione del processo nell'area della faringe interna, viene eseguita un'operazione con la rimozione dell'utero.
  • È anche una deformazione pronunciata, che in alcuni casi porterà a problemi nel passaggio non solo dello sperma, ma anche a un normale deflusso del sangue mestruale.

Le conseguenze a lungo termine includono:

  • Aumento del rischio di sviluppare insufficienza ischemico-cervicale. Cosa porterà all'aborto spontaneo.
  • La perdita di proprietà protettive, questo predispone all'ulteriore sviluppo dell'infiammazione cronica nella cavità uterina.
  • Sviluppo dell'infertilità.
  • Diminuzione dell'attività durante il sesso.
  • Aumento del rischio di sviluppare un processo maligno nella giunzione dell'epitelio.
  • Lo sviluppo di un'eversione cervicale, nonché una possibile successiva eversione uterina.

Prevenzione

Questa è tutta una serie di misure volte a prevenire lo sviluppo di lacune. Nella maggior parte dei casi, dovrebbe essere effettuato in anticipo, ma non solo nella fase di pianificazione della gravidanza, ma anche per tutta la vita di una donna.

Misure di prevenzione:

  • Prima di tutto, questo impedisce lo sviluppo di processi infiammatori nella vagina e nella cervice. Per fare ciò, è necessario seguire le regole di igiene personale, cambiare regolarmente la biancheria intima, avere solo rapporti sessuali protetti, soprattutto se effettuati con persone non familiari. Se possibile, limitare l'uso di spermicidi, poiché influenzano negativamente la mucosa della cervice.
  • Pianifica l'inizio della gravidanza, prevenendo l'interruzione del farmaco in gravidanza, poiché durante l'intervento intrauterino è possibile il trauma alla cervice, che successivamente porta alla sua rottura.
  • È anche una diagnosi di papillomavirus umano. Questo agente patogeno, in particolare i suoi tipi 16 e 18, può causare il cancro cervicale, portando a disturbi nella struttura delle cellule, può anche essere patologie del tessuto connettivo a causa di infiammazione e displasia.
  • Escludere condizioni ormonali e eliminare tempestivamente i problemi delle ghiandole endocrine. Soprattutto in questo caso, viene data particolare importanza agli estrogeni e al progesterone..
  • Visita regolarmente uno specialista, con un complesso di procedure diagnostiche. Inoltre, è importante la registrazione precoce durante la gravidanza. È alle prime apparizioni che il medico valuta le condizioni della cervice. Quando vengono identificate le patologie, viene eseguito il loro trattamento tempestivo. Oltre alla prevenzione, se ci sono prerequisiti per il loro aspetto.
  • Il medico deve scegliere le giuste tattiche di consegna. Se esistono patologie come la placenta previa o la sua posizione marginale, il bacino anatomico stretto, nonché la possibilità di sviluppare un bacino clinico stretto, viene data la preferenza al parto chirurgico. In caso di un possibile rischio di rottura, è necessaria un'incisione deliberata.
Up