logo

La placenta è il "ponte" dal corpo della madre al bambino, che fornisce ossigeno e tutte le sostanze necessarie per il suo sviluppo. Questo mediatore rimuove anche le tossine, i prodotti di scarto dell'embrione, proteggendolo in tal modo. A causa dell'importanza della placenta, i medici monitorano attentamente le sue condizioni e la posizione. Scopriamo quale dovrebbe essere normalmente la placenta previa e qual è la placenta lungo la parete frontale.

Come dovrebbe essere localizzato?

Per la corretta crescita e sviluppo del bambino, è importante che la placenta si formi correttamente. La sua posizione è un fattore importante nel corretto corso della gravidanza..

Idealmente, la placenta dovrebbe essere attaccata alla parte posteriore dell'utero, nella sua parte superiore e più vicino al fondo. Infatti, man mano che il feto cresce, le pareti dell'utero sono molto allungate. Ma non in modo uniforme, ma più lungo la parete frontale. È molto appiattito. La parete posteriore rimane densa e meno suscettibile allo stiramento..

Pertanto, l'attacco dell'embrione alla parete posteriore è considerato naturale e normale, poiché la placenta non ha proprietà di trazione. Cioè, la placenta sulla parete posteriore è meno suscettibile ai carichi che la caricano. Ciò significa che l'attacco del feto alla parete posteriore e lo sviluppo della placenta sono ideali..

Le opzioni di posizionamento per la placenta possono essere diverse: chiusura laterale (a destra o a sinistra della parete posteriore), sulla parete anteriore dell'utero. L'ultima opzione è la più pericolosa. Dopotutto, la placenta sulla parete anteriore è soggetta a carichi pesanti a causa della distensione uterina, dell'attività fetale e della madre. Questo è un rischio di danni alla placenta o al suo distacco prematuro. Inoltre, la placenta può scendere vicino all'utero e può bloccare l'uscita del canale del parto.

Ragioni per la presentazione frontale

Perché la placenta previa è sulla parete frontale? Le ragioni di ciò non sono ben comprese. Uno dei principali è il danno all'endometrio (lo strato interno dell'utero). Cioè, gli effetti dell'infiammazione, del curettage, delle cicatrici da operazioni. La causa della placenta previa sulla parete anteriore può essere i fibromi uterini e altre patologie. A proposito, nelle donne primipare questa patologia viene rilevata molto meno frequentemente rispetto alla seconda e alla terza nascita. I ginecologi lo spiegano per la condizione del rivestimento interno dell'utero.

Placenta normalmente situata.

Placenta normale:

· Situato sulla parete anteriore, posteriore o laterale dell'utero o nella parte inferiore dell'utero,

· Mentre il bordo inferiore della placenta dovrebbe essere al di sopra del bordo del segmento inferiore e essere separato dall'area della faringe interna di una distanza sufficiente.

Nelle varie fasi della gravidanza, l'interpretazione della normale posizione della placenta è ambigua:

1) fino a 16 settimane di gravidanza, normale, il bordo inferiore della placenta viene rimosso dalla faringe interna a una distanza superiore a 2 cm

2) durante il periodo dalle 17 alle 24 settimane di gravidanza, normalmente il bordo inferiore della placenta viene rimosso dalla faringe interna di una distanza superiore a 3 cm

3) dalle 24 alle 28 settimane di gravidanza, normalmente il bordo inferiore della placenta viene rimosso dalla faringe interna a una distanza superiore a 4 cm

4) dopo 28 settimane di gravidanza, il bordo inferiore normale della placenta viene rimosso dalla faringe interna a una distanza superiore a 7 cm.

Placenta a bassa posizione - se, all'età gestazionale indicata, la distanza dal bordo inferiore della placenta alla faringe interna è inferiore alle cifre fornite, ma la placenta non raggiunge la faringe interna.

La placenta previa è una patologia ostetrica in cui la placenta si trova nel segmento inferiore dell'utero di fronte all'attuale parte del feto e blocca completamente o parzialmente l'area della faringe interna.

In relazione alla placenta alla faringe interna, la placenta previa è divisa in:

La forma della placenta previa è specificata indipendentemente dal grado di apertura della faringe uterina (canale cervicale).

Completa placenta previa - se a qualsiasi grado di apertura della faringe interna (anche 1 cm), e durante la gravidanza e senza apertura, ma secondo gli ultrasuoni, viene determinato solo il tessuto placentare sulla regione faringea.

Placenta previa incompleta - se, a qualsiasi grado di apertura della faringe interna o senza di essa, secondo gli ultrasuoni, il tessuto placentare e le membrane fetali sono determinati sull'area della faringe interna, attraverso la quale le parti precedenti del feto possono essere palpate.

La patologia dell'attacco della placenta si forma nel primo trimestre di gravidanza (nei giorni 7-10 durante l'impianto o 3-6 settimane durante l'organogenesi) e appare più spesso dopo 28 settimane di gestazione.

A) A seconda dello stato del corpo della madre:

1. Processi atrofici e distrofici nell'endometrio della genesi infiammatoria e traumatica:

Curettage delle pareti della cavità uterina

· Contraccettivi intrauterini, ecc..

2. Cicatrici sull'utero dopo taglio cesareo

- nel segmento inferiore, il tessuto cicatriziale sostituisce il miometrio

3. Malformazioni uterine

4. Infantilismo sessuale

- in questo caso, la membrana deciduale non è sufficientemente trasformata

6. Tumori dell'utero

7. Patologia cervicale:

8. Malattie accompagnate da ristagno nel bacino:

B) A seconda delle condizioni dell'ovulo:

1. Mancanza di attività trofoblastica

2. Comparsa tardiva di proprietà proteolitiche nel trofoblasto.

Normalmente, entro 7 giorni, l'uovo fetale entra nella cavità uterina, secernendo enzimi proteolitici. Di conseguenza, la membrana uterina si dissolve, l'ovulo fetale viene innestato.

La placenta previa nel primo trimestre di gravidanza si verifica 8-10 volte più spesso rispetto al terzo trimestre (alla vigilia del parto), poiché durante il processo di gestazione, può formarsi il fenomeno della migrazione placentare o il fenomeno della placenta dinamica.

Questo non è un movimento meccanico della placenta rispetto alle pareti della cavità uterina, ma un complesso processo di trasformazione morfologica e funzionale, dovuto a diverse condizioni di afflusso di sangue a diverse parti della placenta.

In questo caso, una crescita eccentrica della placenta e il suo sviluppo sono dovuti principalmente alle sezioni superiori, che sono attaccate nell'area dell'abbondante afflusso di sangue all'utero.

Trame della placenta adiacente all'area della faringe interna, a causa della scarsa afflusso di sangue, subiscono gradualmente atrofia, riassorbimento e sostituzione con il tessuto connettivo. Pertanto, il bordo inferiore della placenta si allontana gradualmente dalla regione della faringe interna. Il principale sintomo clinico della placenta previa è il sanguinamento.

La comparsa di sanguinamento è associata alla formazione attiva del segmento inferiore, in cui vi è un aumento abbastanza rapido e intenso nell'area del segmento inferiore (a 26 settimane di gestazione).

La placenta non ha la capacità di allungarsi in modo significativo, quindi c'è una separazione dei villi di ancoraggio, con cui è attaccato alle pareti dell'utero.

In sostanza, si verifica un distacco della placenta.

Vengono rivelati spazi intermedi, che sono la fonte di sanguinamento.

Caratteristiche del sanguinamento con placenta previa:

1) Il sanguinamento si verifica più spesso di notte a riposo e senza una ragione apparente: ciò è apparentemente dovuto alla predominanza del tono del sistema nervoso parasimpatico di notte e nelle parti inferiori dell'utero c'è una quantità significativa di strutture nervose parasimpatiche.

2) Il sanguinamento non è accompagnato da dolore

3) Il sanguinamento non è accompagnato da un aumento del tono uterino

4) La forma dell'utero non cambia

5) Il sanguinamento è solo di natura esterna

6) Sanguinamento arterioso - sangue scarlatto

7) Le condizioni del paziente corrispondono alla quantità di perdita di sangue visibile - con una perdita di sangue del 10% o più del peso corporeo del paziente, spesso si sviluppa un'immagine di shock emorragico:

b- pelle fredda e bagnata

d - coscienza alterata

8) La quantità di perdita di sangue dipende dalla forma della placenta previa

- con una presentazione completa, il sanguinamento è più pronunciato, più perdita di sangue.

9) La quantità di perdita di sangue dipende dal grado di distacco della placenta

10) La quantità di perdita di sangue dipende dalla durata della gravidanza

- più lungo è il termine, maggiore è la perdita di sangue

11) Il sanguinamento è ricorrente in natura - ci sono diversi sanguinamenti e ciascuno di intensità successiva supera quello precedente. Ma a volte il primo sanguinamento può diventare immediatamente intenso.

12) Si sviluppa ipossia fetale acuta.

Diagnosi di placenta previa.

Quando si diagnostica la placenta previa, è necessario considerare:

1. La presenza di una donna incinta con una storia ginecologica gravata

2. Molto spesso esiste una combinazione di posizione errata del feto e della placenta previa

3. Elevata posizione della parte attuale del feto e del fondo dell'utero

4. Al momento del sanguinamento, l'utero:

· È in normotone

5. In ogni terza donna incinta con placenta previa, entro la fine della gravidanza si forma una sindrome ipotensiva persistente

6. Spesso l'anemia sideropenica si sviluppa entro la fine della gravidanza a causa della ripetuta perdita di sangue.

7. Lo sviluppo di insufficienza placentare cronica, ipossia cronica e sindrome da ritardo dello sviluppo fetale

8. Un'alta percentuale di malformazioni congenite del feto è caratteristica

9. Un alto tasso di mortalità perinatale è caratteristico - 100-150 per mil.

Questo è dovuto a:

Posizione fetale errata

· Malformazioni, ecc..

Se esiste un sospetto di placenta previa dall'insieme dei sintomi clinici, vengono utilizzati ulteriori metodi di ricerca per chiarire la diagnosi.

1. Lo studio negli specchi - viene condotto per escludere la patologia della cervice e della vagina, come possibili fonti di sanguinamento.

Un sanguinamento simile può dare:

- combinazione di gravidanza e cancro cervicale

- rottura delle vene varicose della cervice

- polipi ed erosione cervicale

2. Esame vaginale - eseguito solo quando assolutamente necessario:

A) immediatamente prima della consegna

B) solo nelle condizioni di una sala operatoria dispiegata, poiché qualsiasi manipolazione può provocare lo sviluppo di sanguinamenti massicci.

- questo è il metodo principale per confermare la diagnosi,

- con l'avvento di questo metodo di ricerca, è scomparsa la necessità di un esame vaginale.

Fattori che determinano le tattiche mediche per la placenta previa:

1) la quantità di perdita di sangue

2) le condizioni della gestante

3) modulo di presentazione

4) età gestazionale

5) le condizioni del feto

6) le condizioni del canale del parto.

I primi tre fattori sono decisivi.

1. Perdita di sangue.

1) Con sanguinamento massiccio - almeno 400 ml, potenzialmente letale - parto immediato per taglio cesareo, indipendentemente dall'età gestazionale, dalle condizioni del feto e dalla forma di presentazione. Perché è una misura per salvare la vita di una donna incinta e un modo per smettere di sanguinare.

2) Con sanguinamento ripetuto in un volume di 200-250 ml - consegna immediata per taglio cesareo, indipendentemente dall'età gestazionale, dalle condizioni del feto e dalla forma di presentazione.

3) In presenza di piccole perdite ematiche ricorrenti in associazione con anemia (livello di HB inferiore a 90 g / l) e ipotensione (pressione sanguigna 90/60 mm Hg o meno) - consegna per taglio cesareo, indipendentemente dall'età gestazionale, dalle condizioni e dalla forma fetale presentazione.

2. Placenta previa.

1) Con presentazione completa:

- questa è un'indicazione assoluta per il taglio cesareo, indipendentemente dalla presenza o dall'assenza di sanguinamento

- il paziente è in ospedale fino alla 38a settimana di gravidanza sotto costante monitoraggio, quindi viene eseguito un taglio cesareo.

2) In caso di placenta previa incompleta:

- è consentita la consegna attraverso il canale del parto naturale (specialmente quando si rivela la presentazione durante il travaglio)

- è prima necessario produrre un'amniotomia, che è una misura per fermare l'emorragia.

La consegna attraverso il canale del parto è possibile nelle seguenti condizioni:

1. smettere di sanguinare dopo aver eseguito un'amniotomia

2. lavoro normale

3. corrispondenza delle dimensioni del bacino e della testa del feto

4. l'assenza di patologie che possono causare lesioni alla cervice:

Storia di rotture cervicali

5. la presenza di una sala operatoria dispiegata.

Quando si somministra il lavoro attraverso il canale del parto naturale, si assume la gestione attiva del terzo periodo:

- rimozione manuale della placenta

- infusione prolungata di uterotonica.

Indicazioni per taglio cesareo con placenta previa incompleta:

1) sanguinamento che continua dopo un'amniotomia

2) una combinazione di presentazione con la seguente patologia ostetrica:

- presentazione pelvica del feto

- bacino anatomicamente stretto

- ipossia fetale acuta

- donne con una storia ginecologica gravata, ecc..

Data di inserimento: 16-12-2016; Visualizzazioni: 4.400; ORDINA LA SCRITTURA DEL LAVORO

PLACENTA

La prima casa per il futuro genio

Ogni futura mamma, in previsione di un miracolo, pensa a come proteggere il suo bambino e renderlo felice dopo la nascita. E iniziamo a risolvere i problemi di garantire la sicurezza e il benessere del futuro bambino fin dai primi giorni di gravidanza, mentre il feto cresce e si sviluppa all'interno del complesso sistema del corpo femminile - "Madre - placenta - feto". La prima e molto significativa casa del tuo bambino è creata dalla placenta, dal cordone ombelicale e dalle membrane amniotiche con liquido amniotico. Grazie alla loro interazione, il tuo futuro bambino viene nutrito, riscaldato, protetto e si prepara a entrare in una vita indipendente.

La placenta è un organo straordinario che è presente nel corpo di una donna solo durante la gravidanza. Allo stesso tempo appartiene alla madre e al bambino, svolgendo un ruolo importante nello sviluppo del feto. Lo sviluppo della placenta si verifica contemporaneamente alla formazione degli inizi degli organi del bambino. L'inizio di questo processo è di 13 giorni dal momento del concepimento o 4 settimane di gestazione.

Nelle prime fasi della gravidanza, l'ovulo è circondato da un corion a forma di anello. Da esso in un secondo momento, si forma la placenta. In pieno, la placenta è inclusa nel lavoro dalle 16 settimane di gravidanza e continua a funzionare fino al momento della nascita, passando attraverso diverse fasi del suo sviluppo: crescita, maturità e "invecchiamento".

Una placenta è un organo rotondo o ovale che cresce con il tuo bambino. Nella decima settimana di gravidanza, il peso della placenta futura è di circa 15 grammi e, al momento della nascita, la placenta matura è una struttura a forma di disco con un diametro di 15-20 cm, uno spessore di 2,5 - 4,5 cm e un peso fino a 700 grammi. Durante la gravidanza, si verificano cambiamenti nelle dimensioni della placenta, nella sua posizione e nella struttura morfologica. Tutto questo è geneticamente programmato. Ha 2 superfici: il fetale, rivolto verso l'amnione e il feto, e il materno, adiacente alla parete uterina. Il valore della placenta per il tuo bambino è molto alto. Questo è un organo regolatorio rigoroso, una sorta di "abitudini" del corpo femminile durante la gravidanza. Tutti i processi metabolici, ormonali, immunitari durante la gravidanza sono forniti attraverso il sistema vascolare della madre e del feto. Dal sangue della madre, attraverso la placenta e la vena del cordone ombelicale, il bambino riceve tutto il necessario per la sua vita e il suo sviluppo. Verso il feto vengono trasportati ossigeno, proteine, grassi, carboidrati, oligoelementi, vitamine ed enzimi. Allo stesso tempo, attraverso la placenta, le "usanze" lungo le due arterie del cordone ombelicale sono il processo di rilascio del sangue fetale dall'anidride carbonica e dai prodotti di scarto. La placenta svolge un'importante funzione protettiva. Questa grave barriera può essere definita il "confine" per le sostanze nocive e le infezioni..

La placenta è strettamente interconnessa con la membrana dell'acqua (amnione), che circonda il feto. Il liquido amniotico non solo protegge il tuo angelo dai danni meccanici, ma partecipa anche ai processi metabolici.

Il feto e la placenta sono collegati attraverso il cordone ombelicale. Normalmente, è costituito da due arterie e una vena, circondate da sostanza gelatinosa ("Cardon jelly"). Il cordone ombelicale è di solito attaccato al centro della placenta, meno spesso ai margini della placenta e molto raramente alle membrane amniotiche. La lunghezza del cordone ombelicale va da 47 a 75 cm, di notevole importanza durante il trasporto. Le contrazioni ritmiche dei vasi del cordone ombelicale stimolano l'attività cardiaca fetale. La gelatina di Wharton ha una superficie liscia e scorrevole, che consente al cordone ombelicale di essere posizionato in modo innocuo nel collo del bambino. Anche un intreccio del cavo di 5-6 volte è sicuro per il feto durante la gravidanza. La presenza di un cordone ombelicale nel collo del feto durante la gravidanza è uno stato variabile, non è un dato di fatto che ci sarà un impacco alla nascita durante il parto. E per dare importanza a questo e ancor più a preoccuparsi, assolutamente non dovrebbe esserlo. L'esperienza dimostra che oltre il 35% delle nascite avviene con un cordone ombelicale intrecciato. E per fortuna, la lunghezza del cordone ombelicale è tale che è sufficiente per il completamento con successo del parto, anche con un doppio intreccio.

La placenta, le membrane fetali e il cordone ombelicale formano insieme una placenta, che viene espulsa dall'utero da 5 a 30 minuti dopo la nascita del bambino.

È possibile ottenere informazioni importanti sulla placenta durante la gravidanza durante un'ecografia. L'ecografia preferita consente a tutti di dare risposte affidabili ad alcune domande:

  1. Dove si trova la placenta??
  2. Qual è il suo spessore?
  3. La struttura della placenta è cambiata??

La posizione della placenta. In gravidanza fisiologica, la placenta si trova sulla parete anteriore o posteriore dell'utero, con una transizione verso una delle superfici laterali e nella parte inferiore dell'utero. Un problema importante è il rapporto tra il bordo inferiore della placenta e l'area della faringe interna della cervice, cioè all'uscita dall'utero. Non essere arrabbiato se viene diagnosticata una bassa placenta durante un'ecografia. Nelle prime fasi della gestazione (da 10 a 20 settimane), sono comuni la previa e l'attaccamento della placenta bassa. Questo non dovrebbe essere motivo di preoccupazione. La placenta ha una capacità unica di spostarsi dalle parti inferiori dell'utero verso il basso. Inoltre, la velocità della "migrazione" è piuttosto elevata. Nella gravidanza successiva, la placenta previa (si sovrappone parzialmente o completamente alla faringe interna) è molto meno comune. E con una gravidanza a lungo termine, in non più dell'1% - 1,5% dei casi.

Lo spessore della placenta. Nelle diverse fasi della gravidanza, i valori numerici dello spessore della placenta variano. Quindi, ad esempio, con un'età gestazionale di 20-24 settimane, la sua dimensione è normalmente da 17 mm a 33 mm, in 33-34 settimane il suo spessore può essere da 26 mm a 45 mm. Se improvvisamente hai scritto in conclusione parole come: "ispessimento della placenta", "ipoplasia della placenta", ricorda che non c'è motivo di eccitazione. Quando si valuta lo spessore della placenta, è necessario ricordare che è strettamente interconnessa con la sua area e forma. Ci sono placenta di area piccola e "spessa", e area di grandi dimensioni e placenta sottile o persino "magra".

Molte controversie e momenti spiacevoli oggi ci danno una valutazione ecografica della struttura della placenta. Esistono 4 gradi di maturità ecografica della placenta: 0; IO; II; III. La pratica a lungo termine mostra che questa classificazione del 1989 non riflette sempre la vera maturità della placenta e ancor più non ci consente di valutare lo stato funzionale della placenta. Trattate con calma e filosoficamente tali reperti ecografici come "maturazione precoce della placenta", "invecchiamento precoce della placenta", "maturazione tardiva della placenta", "placentite", "amnionite", "edema placentare", "infarto placentare". Sfortunatamente, in pratica, questi risultati sono spesso un fattore stimolante nella nomina di una seria terapia farmacologica. Ma sappiamo tutti chiaramente che non ci sono motivi di delusione. I cambiamenti rivelati nella posizione della placenta, nel suo spessore, nella struttura degli ultrasuoni, questa non è una diagnosi o un ordine per avviare misure terapeutiche attive. Questa è solo un'indicazione per un esame completo di una donna incinta al fine di valutare lo stato del tuo futuro genio. Solo un ostetrico-ginecologo altamente qualificato può valutare come si sente il tuo bambino sulla base di un'analisi dei metodi di esame clinico e strumentale. E in questo caso, i risultati dell'ecografia fetometria, dopplerografia e cardiotocografia (CTG), eseguiti in dinamica, ci consentono di valutare la funzione della placenta, le sue capacità. La placenta è un grande lavoratore, ha prestazioni eccezionali. E solo in quei casi eccezionali, quando è molto stanca, ha bisogno del serio aiuto di ostetrici professionisti. È possibile sottoporsi a un esame così completo nelle condizioni di grandi centri diagnostici, in cui un medico esperto, dopo aver valutato i risultati di un esame completo, svilupperà un piano di gestione della gravidanza ottimale, determinerà un periodo e un metodo di consegna adeguati.

Placentazione bassa: ogni millimetro conta

Il fondo dell'utero si trova... in alto. È lì, più vicino al fondo (cioè dall'alto) che deve essere attaccata la placenta. Ma ciò non sempre accade, e in circa il 15% dei casi, le donne incinte lo scopriranno durante un esame ecografico pianificato sulla posizione bassa della placenta.

Cosa minaccia e se si può fare qualcosa?

La posizione bassa della placenta è dove?

Di solito dicono di bassa placenta quando rimangono 5,5-6 cm dall'utero al bordo della placenta.Il medico vede questo risultato su un'ecografia pianificata a 12 settimane e ne prende nota sulla mappa della futura madre. In così poco tempo, questo non ha importanza, perché la placenta cresce e passa alla 36a settimana di gravidanza.

Perché la placenta bassa è pericolosa?

I medici hanno due motivi di preoccupazione.

Peggior afflusso di sangue all'utero inferiore rispetto a quello superiore. Peggio è l'apporto di sangue alla placenta, meno nutrienti riceve il bambino..

La pressione che il feto in crescita esercita sulla placenta - dopo tutto, nessuno ha annullato la forza di gravità! La placenta schiacciata non solo non svolge pienamente le sue funzioni, ma può anche esfoliare, che diventerà una minaccia diretta alla gravidanza.

"Ma, come abbiamo già sottolineato, fino alle 22-24 settimane tutto ciò non ha importanza.

Bassa migrazione della placenta

Durante la gravidanza, la placenta si muove e questo non è sorprendente.

Innanzitutto, è un organo vivente, in cui alcune sezioni possono morire e altre possono crescere.

In secondo luogo, dovrebbe soddisfare le esigenze nutrizionali del bambino e, pertanto, aumentare di dimensioni man mano che il bambino cresce.

In terzo luogo, è attaccato alla parete dell'utero, che varia di dimensioni, e la sua posizione cambia insieme alla sua estensione.

È possibile prevedere il movimento della placenta in base al luogo del suo attaccamento, che il medico nota durante la prima ecografia.

"La posizione più favorevole sul retro dell'utero, che è più vicino alla colonna vertebrale. Si allunga meno durante la gravidanza e, molto probabilmente, entro la metà del termine, la placenta avrà il tempo di salire ad un'altezza sicura.

La posizione meno favorevole è dal basso e davanti: è questa parte dell'utero che si allunga di più e la placenta potrebbe semplicemente non avere il tempo di "strisciare" più in alto.

Perché la placenta è attaccata così in basso??

Il motivo, infatti, è uno: un danno all'endometrio uterino in quei luoghi in cui la placenta dovrebbe essere normalmente attaccata. Ma può essere causato da una varietà di circostanze. Tra loro:

cicatrici dopo taglio cesareo o altre operazioni sul corpo dell'utero;

danno ai tessuti dopo l'aborto o la rimozione di neoplasie;

cambiamenti nell'endometrio dopo malattie infettive;

grandi neoplasie (ad esempio fibromi uterini), che di per sé non interferiscono con la gravidanza, ma "occupano posti migliori";

malformazioni del corpo dell'utero (ad esempio, un utero a forma di sella o a due corna);

gravidanza multipla (possono avere gemelli placche sia comuni che separate, e nel secondo caso, uno di questi è spesso attaccato troppo in basso).

È chiaro che dopo l'intervento chirurgico non è possibile correggere la forma dell'utero o della cicatrice, ma chi viene avvisato è già armato! Ora sai che non dovresti perdere un'ecografia programmata alla dodicesima settimana di gravidanza.

Placentazione bassa alla gestazione di 12 settimane. Qual è il prossimo?

Niente! Per un breve periodo, nemmeno la posizione di maggior successo della placenta non influisce sul corso della gravidanza. Ascolta le raccomandazioni del medico (possono riguardare la limitazione dell'attività fisica e l'assunzione aggiuntiva di un complesso di vitamine e minerali), monitorare attentamente il tuo benessere, contattare immediatamente la consulenza di una donna per individuare e dolore nell'addome inferiore (tuttavia, questo dovrebbe essere fatto in qualsiasi momento e in qualsiasi momento posizione della placenta).

"E non perdere la prossima ecografia - di solito viene prescritta dopo 10 settimane!

Bassa compiacenza alla 22a settimana di gravidanza. Qual è il prossimo?

Molto probabilmente, durante il prossimo esame, il medico nota che la placenta è già migrata lungo la parete uterina e non si può più avere paura del corso della gravidanza. Se la placenta si trova ancora nell'utero, ahimè, sarà necessario prendere alcune misure.

Limitare l'attività fisica. Anche serie speciali di esercizi per donne in gravidanza possono farti del male ora, per non parlare della corsa, del salto, del sollevamento pesi...

Rifiuta l'intimità, in ogni caso, dalle sue forme tradizionali con profonda penetrazione. Non disturbare l'area uterina a cui è attaccata la placenta..

Cerca di rilassarti di più, se riesci a sdraiarti - sdraiati (ricordi che la gravità sta lavorando contro di te adesso?) Metti un piccolo cuscino sotto i piedi durante il sonno.

“Ma la regola più importante - non ti preoccupare! Le possibilità che la situazione cambierà entro la 36a settimana di gravidanza sono molto alte!

Bassa compiacenza alla 36a settimana di gravidanza. Consegna a una placenta bassa

“Se non sei fortunato e la placenta è ancora ai margini dell'utero (ricorda, la cifra critica è di 5,5 cm), molto probabilmente avrai pianificato un ricovero e un taglio cesareo.

Molte donne sono inclini al parto naturale e temono che "tutto è andato storto". Ma in questo caso, l'intervento chirurgico è giustificato: una placenta volumetrica impedisce al bambino di "uscire", il che ritarda gravemente e complica il parto e inoltre (e questo è il più pericoloso) può esfoliare in anticipo. Fino a quando il bambino non nasce e fa il suo primo respiro, la placenta e il cordone ombelicale sono anche i suoi organi respiratori, senza che l'ipossia insorga rapidamente, il bambino “soffoca” letteralmente nell'utero. Una situazione tragica che richiede un intervento di emergenza e il risultato può essere molto peggio che con un'operazione pianificata!

Infine, con la posizione borderline della placenta - quegli stessi 5,5-6 centimetri, quando è possibile una nascita naturale, ma c'è ancora il rischio di uno sviluppo sfavorevole della situazione, il medico può perforare la vescica fetale all'inizio del travaglio.

"Quando fluisce il liquido amniotico, la testa del bambino affonda rapidamente nell'utero e, per così dire, preme e spinge la placenta.

Tuttavia, tale soluzione è possibile solo se il bambino è posizionato correttamente; bassa compiacenza e presentazione pelvica - indicazioni inequivocabili per la consegna operativa.

Ricorda, indipendentemente da come procede la tua gravidanza, la cosa principale è la salute di tua madre e del tuo bambino. Le ostetriche moderne possono far fronte alle situazioni più difficili, l'importante è rimanere calmi e seguire le raccomandazioni del proprio medico!

Placenta: struttura, funzioni, maturità, iperplasia, previa, distacco

Oggi molte mamme sanno di più sulla gravidanza di quanto i nostri genitori sapessero sulla gravidanza. Pertanto, molte donne durante la gravidanza si preoccupano del loro stato di salute e sono molto preoccupate se il medico parla delle condizioni di un organo così importante durante la gravidanza come la placenta. Questo organo svolge le funzioni più importanti e senza di esso è impossibile sopportare una gravidanza in linea di principio.

Le deviazioni nella struttura o nel funzionamento della placenta possono minacciare complicazioni per la madre o il feto e alcune misure devono essere prese in tempo per sistemare tutto. Ma cosa può accadere con la placenta e come può essere pericoloso? Scopriamolo insieme.

Qual è la placenta?


Il termine "placenta" stesso deriva dalla lingua greca ed è tradotto dalla semplice parola "focaccia". In effetti, in apparenza, la placenta ricorda una torta grande e voluminosa con una "coda" che si estende da essa sotto forma di un cordone ombelicale. Ma questa torta è estremamente importante per ogni donna che trasporta un bambino, è a causa dell'esistenza della placenta che è possibile sopportare e dare alla luce un bambino normalmente.

Dalla struttura della placenta o, come può essere chiamato diversamente in letteratura, il "posto del bambino" è un organo complesso. L'inizio della sua formazione si verifica al momento dell'impianto dell'embrione nella parete uterina (dal momento dell'attacco dell'embrione a una delle pareti dell'utero).

Come è la placenta?


La parte principale della placenta sono i villi speciali che si ramificano in essa e si formano dall'inizio della gravidanza, ricordando i rami di alberi secolari. Il sangue del bambino circola all'interno dei villi e all'esterno dei villi viene attivamente lavato dal sangue proveniente dalla madre. Cioè, la placenta combina immediatamente due sistemi circolatori: il materno dall'utero e il fetale, dalle membrane amniotiche e dal bambino. In base a ciò, anche i lati della placenta si distinguono - lisci, ricoperti di membrane, con il cordone ombelicale estensibile - sul lato fetale e lobi irregolari - sulla madre.

Qual è la barriera placentare?


È nell'area dei villi che si verifica uno scambio attivo e costante di sostanze tra il bambino e sua madre. Dal sangue della madre, l'ossigeno e tutti i nutrienti necessari per la crescita e lo sviluppo vengono consegnati al feto e il bambino fornisce alla madre prodotti metabolici e anidride carbonica, che la madre rimuove dal corpo per due. E la cosa più importante è che il sangue della madre e del feto non si mescola in nessuna parte della placenta. Due sistemi vascolari - il feto e la madre - sono separati da una membrana unica, che è in grado di passare selettivamente alcune sostanze e trattenere altre sostanze nocive. Questa membrana è chiamata barriera placentare..

A poco a poco formandosi e sviluppandosi insieme al feto, la placenta inizia a funzionare pienamente dopo circa dodici settimane di gravidanza. I batteri e i virus che penetrano nel sangue materno, gli speciali anticorpi materni che possono essere prodotti in presenza di un conflitto Rhesus, vengono trattenuti dalla placenta, ma la placenta passa facilmente i nutrienti e l'ossigeno necessari per il bambino. La barriera placentare ha la proprietà di una selettività speciale, diverse sostanze provenienti da diversi lati della barriera placentare, a vari livelli, penetrano nella membrana. Quindi, molti minerali della madre penetrano attivamente nel feto, ma praticamente non penetrano dal feto alla madre. E anche molte sostanze tossiche dal bambino penetrano attivamente nella madre e praticamente non le passano dalla schiena..

Funzione ormonale della placenta


Oltre alla funzione escretoria, l'implementazione della respirazione fetale (poiché la placenta sostituisce temporaneamente i polmoni del bambino) e molte altre funzioni, la placenta ha un'altra funzione che è importante per la gravidanza in generale - ormonale. La placenta, con l'inizio del suo pieno funzionamento, può produrre fino a 15 diversi ormoni che svolgono varie funzioni durante la gestazione del bambino. Le primissime sono funzioni sessuali che aiutano a mantenere e prolungare la gravidanza. Pertanto, i ginecologi con la minaccia dell'aborto nelle prime fasi aspettano sempre 12-14 settimane, aiutando nelle prime settimane di gravidanza con ormoni dall'esterno (duphaston o utrozhestan). Quindi la placenta inizia a funzionare attivamente e la minaccia scompare.

Le funzioni della placenta sono così grandi che nelle fasi iniziali la placenta cresce e si sviluppa anche più velocemente di quanto cresca il tuo bambino. E questo non è un caso, il feto all'età di 12 settimane pesa circa 5 grammi e la placenta è fino a 30 grammi, entro la fine della gravidanza, al momento della nascita, la dimensione della placenta sarà di circa 15-18 cm e lo spessore fino a 3 cm, con un peso di circa 500 -600 grammi.

Cordone ombelicale


La placenta sul lato fetale è collegata al bambino con uno speciale cordone forte - il cordone ombelicale, all'interno del quale passano due arterie e una vena. Il cordone ombelicale può attaccarsi alla placenta in diversi modi. Il primo e più comune è l'attacco centrale del cordone ombelicale, ma può anche verificarsi un attacco laterale o marginale del cordone ombelicale. Dal metodo di fissaggio la funzione del cordone ombelicale non soffre. Un'opzione molto rara per collegare il cordone ombelicale può essere l'attacco non alla placenta stessa, ma alle sue membrane fetali, e questo tipo di attaccamento è chiamato guscio.

Problemi con la placenta


Molto spesso, la placenta e il sistema del cordone ombelicale funzionano senza problemi e forniscono ossigeno e nutrimento al bambino. Ma a volte nella placenta, possono verificarsi malfunzionamenti a causa dell'influenza di vari fattori: esterni o interni. Esistono vari tipi di disturbi dello sviluppo o problemi con il funzionamento della placenta. Tali cambiamenti nella placenta non passano inosservati per la madre e il feto, spesso problemi con la placenta possono avere gravi conseguenze. Parleremo delle principali deviazioni nello sviluppo e nel funzionamento della placenta e di come identificarle e trattarle..

Ipoplasia placentare


Ridurre o assottigliare la placenta nel linguaggio medico è chiamato "ipoplasia placentare". Questa diagnosi non dovrebbe essere spaventata, perché Si trova abbastanza spesso. Il feto è interessato solo da una significativa riduzione del diametro e dello spessore della placenta.

Una placenta significativamente ridotta, un posto per bambini piccoli, non è comune. Tale diagnosi viene fatta se la riduzione delle dimensioni è significativa rispetto al limite inferiore della norma per le dimensioni della placenta in un determinato periodo di gravidanza. Le cause di questo tipo di patologia non sono state ancora chiarite, ma secondo le statistiche, di solito una piccola placenta è associata allo sviluppo di gravi anomalie genetiche nel feto.

Vorrei immediatamente riservare che la diagnosi di "ipoplasia placentare" non viene effettuata in base a un'ecografia, ma può essere effettuata solo a seguito di un monitoraggio prolungato di una donna incinta. Inoltre, vale sempre la pena ricordare che potrebbero esserci deviazioni individuali nella dimensione della placenta dai valori normali generalmente accettati, che non saranno considerati una patologia per ogni particolare donna incinta in ogni gravidanza. Quindi, per una donna piccola e snella, la placenta dovrebbe essere di dimensioni più piccole rispetto a una donna grande e alta. Inoltre, non vi è alcuna prova assoluta di una dipendenza dell'ipoplasia placentare e della presenza di disturbi genetici nel feto. Ma quando viene diagnosticata l'ipoplasia placentare, ai genitori verrà consigliato di sottoporsi a consulenza medica e genetica..

Durante la gravidanza, può verificarsi una riduzione secondaria della placenta in dimensioni, che può essere associata all'influenza di vari fattori avversi durante la gestazione del bambino. Può essere stress cronico o fame, alcol o fumo, tossicodipendenza. Inoltre, l'ipertensione materna, una forte esacerbazione della patologia cronica o lo sviluppo di alcune infezioni acute durante la gravidanza possono diventare le ragioni del sottosviluppo della placenta durante la gravidanza. Ma nei primi posti con sottosviluppo della placenta c'è la gestosi con lo sviluppo di edema grave, aumento della pressione e comparsa di proteine ​​nelle urine.

Si verificano cambiamenti nello spessore della placenta. Una placenta è considerata diluita, che ha una massa insufficiente a dimensioni abbastanza normali per i suoi termini. Spesso tali placche sottili si trovano nelle malformazioni congenite del feto e i bambini nascono con manifestazioni di insufficienza feto-placentare, che causa gravi problemi di salute al neonato. Ma a differenza della placenta ipoplastica primaria, tali bambini non sono associati ai rischi di demenza.

A volte si forma una placenta membranosa - è molto ampia e molto sottile, ha dimensioni fino a 40 cm di diametro, quasi due volte più grandi del normale. Di solito, la causa dello sviluppo di un tale problema è un processo infiammatorio cronico nell'endometrio, che porta alla distrofia endometriale (esaurimento).

Iperplasia placentare


Al contrario, si verifica una variante di una placenta gigante molto grande, che di solito si verifica in caso di diabete grave nelle donne in gravidanza. Un aumento (iperplasia) della placenta si trova anche nelle malattie delle donne in gravidanza come la toxoplasmosi o la sifilide, ma questo è raro. Un aumento delle dimensioni della placenta può essere il risultato della patologia renale nel nascituro, in presenza di un conflitto Rhesus, quando i globuli rossi del feto con proteina Rh iniziano ad attaccare gli anticorpi della madre. La placenta può aumentare significativamente in caso di trombosi dei suoi vasi, se una delle navi è ostruita, nonché con la proliferazione patologica di piccoli vasi all'interno dei villi.

Un aumento dello spessore della placenta al di sopra del normale può essere dovuto al suo invecchiamento precoce. L'ispessimento della placenta è anche causato da patologie come conflitto di rhesus, idropisia del feto, diabete mellito, gestosi, malattie virali o infettive trasferite durante la gravidanza e distacco della placenta. L'ispessimento della placenta è la norma nella gravidanza multipla.

Nel primo e nel secondo trimestre, un aumento della placenta di solito indica una malattia virale (o trasporto latente del virus). In questo caso, la placenta cresce per prevenire la malattia fetale..

La rapida crescita della placenta porta alla sua maturazione precoce e, quindi, all'invecchiamento. La struttura della placenta diventa lobata, si formano calcificazioni sulla sua superficie e la placenta cessa gradualmente di fornire al feto la quantità necessaria di ossigeno e sostanze nutritive. Soffre anche la funzione ormonale della placenta, che porta alla nascita prematura.

Il trattamento dell'iperplasia placentare di solito consiste in un attento monitoraggio delle condizioni del feto.

Il pericolo di modificare le dimensioni della placenta?


Perché i medici sono così preoccupati per un cambiamento significativo nelle dimensioni della placenta? Di solito, nel caso di un cambiamento nelle dimensioni della placenta, si può sviluppare un'insufficienza funzionale nel lavoro della placenta, cioè la cosiddetta insufficienza feto-placentare (FPF), si verificano problemi con la fornitura di ossigeno e nutrizione al feto. La presenza di FPF può significare che la placenta non è in grado di far fronte pienamente ai compiti che le sono assegnati e che il bambino ha una carenza cronica di ossigeno e la fornitura di nutrienti per la crescita. Allo stesso tempo, i problemi possono crescere con una palla di neve, il corpo del bambino soffrirà di una mancanza di nutrienti, di conseguenza, inizierà a rimanere indietro nello sviluppo e si formerà la IUGR (ritardo della crescita intrauterina nel feto) o sindrome del ritardo di crescita fetale (SRO).

Per evitare che ciò accada, è meglio pre-impegnarsi nella prevenzione di tali condizioni, nel trattamento della patologia cronica prima della gravidanza, in modo che non vi siano esacerbazioni durante la gestazione. Durante la gravidanza, è importante controllare la pressione sanguigna, i livelli di glucosio nel sangue e proteggere il più possibile la donna incinta da eventuali malattie infettive. Hai anche bisogno di una buona dieta con abbastanza proteine ​​e vitamine..

Quando si diagnostica "ipoplasia placentare" o "iperplasia placentare", è necessario innanzitutto un attento monitoraggio del decorso della gravidanza e delle condizioni del feto. È impossibile curare o correggere la placenta, ma ci sono una serie di farmaci prescritti da un medico per aiutare la placenta a svolgere le sue funzioni.

Nel trattamento dell'insufficienza feto-placentare emergente, vengono utilizzati farmaci speciali: trental, actovegin o carillon, che possono migliorare la circolazione sanguigna nel sistema della placenta sia dalla madre che dal feto. Oltre a questi farmaci, possono essere prescritte infusioni endovenose di farmaci - reopoliglukin con glucosio e acido ascorbico, soluzioni saline. Lo sviluppo di FPI può avere un diverso grado di gravità e non puoi auto-medicare con esso, questo può portare alla perdita di un bambino. Pertanto, è necessario rispettare tutti gli appuntamenti dell'ostetrico-ginecologo.

Cambiamenti nella struttura della placenta


La placenta normale ha una struttura lobata, è divisa in circa 15-20 lobuli di uguale dimensione e volume. Ciascuno dei lobuli è formato da villi e un tessuto speciale che si trova tra loro, e i lobuli stessi sono separati l'uno dall'altro da partizioni, tuttavia, non complete. Se si verificano cambiamenti nella formazione della placenta, possono verificarsi nuove varianti della struttura dei lobuli. Quindi, la placenta può essere bilobata, composta da due parti uguali, che sono interconnesse da uno speciale tessuto placentare, può anche formarsi una placenta doppia o tripla, un cordone ombelicale sarà attaccato a una delle parti. La placenta ordinaria può anche formare un piccolo lobulo aggiuntivo. Ancora meno spesso, può apparire la cosiddetta placenta "fenestrata", che ha aree coperte da una membrana e simili a finestre.

Ci possono essere molte ragioni per tali deviazioni nella struttura della placenta. Molto spesso, questa è una struttura geneticamente incorporata o una conseguenza di problemi con la mucosa uterina. La prevenzione di tali problemi con la placenta può essere il trattamento attivo dei processi infiammatori nella cavità uterina prima della gravidanza, durante il periodo di pianificazione. Sebbene le deviazioni nella struttura della placenta non influenzino molto il bambino durante la gravidanza e quasi mai influenzano il suo sviluppo. Ma durante il parto, una tale placenta può causare molti problemi ai medici - una tale placenta può essere molto difficile da separare dalla parete uterina dopo la nascita del bambino. In alcuni casi, la separazione della placenta richiede il controllo manuale dell'utero in anestesia. Non è richiesto il trattamento della struttura anormale della placenta durante la gravidanza, ma durante il parto è necessario ricordare al medico in modo che tutte le parti della placenta siano nate e che non vi siano pezzi di placenta nell'utero. È pericoloso sanguinamento e infezione..

Maturità placentare


La placenta nel processo della sua esistenza passa attraverso quattro fasi successive di maturazione:

Il grado di maturità della placenta è 0 - normalmente dura fino a 27-30 settimane. A volte in queste fasi della gravidanza si nota 1 grado di maturità placentare, che può essere causato dal fumo o dal consumo di alcol durante la gravidanza, nonché da un'infezione.

Il grado di maturità della placenta 1 va dalle 30 alle 34 settimane di gestazione. Durante questo periodo, la placenta cessa di crescere, i suoi tessuti si addensano. Questo è un periodo critico in cui eventuali deviazioni possono rappresentare un rischio per la salute del feto..

Il grado di maturità della placenta 2 - dura da 34 a 39 settimane di gravidanza. Questo è un periodo stabile in cui una certa maturità placentare che avanza non dovrebbe destare preoccupazione.

Il grado di maturità della placenta 3 - normale può essere diagnosticato a partire dalla 37a settimana di gravidanza. Questo è lo stadio dell'invecchiamento naturale della placenta, ma se combinato con l'ipossia fetale, il medico può raccomandare un taglio cesareo.

Disturbi nella maturazione della placenta


Per ogni fase della formazione della placenta, ci sono periodi normali nelle settimane di gravidanza. Il passaggio troppo veloce o lento della placenta di alcuni stadi è una deviazione. Il processo di maturazione prematura (accelerata) della placenta è uniforme e irregolare. Di solito le donne in gravidanza con deficit di peso devono affrontare un invecchiamento prematuro uniforme della placenta. Pertanto, è importante ricordare che la gravidanza non è il momento di seguire varie diete, poiché le loro conseguenze possono essere la nascita prematura e la nascita di un bambino debole. La placenta maturerà in modo non uniforme con problemi di circolazione sanguigna in alcune delle sue zone. In genere, tali complicanze si verificano in donne in sovrappeso con tossicosi tardiva prolungata della gravidanza. La maturazione irregolare della placenta si verifica spesso durante le gravidanze ripetute.

Il trattamento, come l'insufficienza feto-placentare, è finalizzato a migliorare la circolazione sanguigna e il metabolismo nella placenta. Per prevenire l'invecchiamento precoce della placenta, è necessario attuare misure per prevenire patologie e gestosi.

Ma i ritardi nella maturazione della placenta si verificano molto meno spesso e le ragioni più comuni per questo possono essere la presenza di diabete in una donna incinta, il consumo di alcol e il fumo. Pertanto, vale la pena abbandonare le cattive abitudini mentre si trasporta un bambino.

Calcificazioni placentare


Una placenta normale ha una struttura spugnosa, ma alla fine della gravidanza, alcune delle sue zone possono diventare pietrose; tali aree sono chiamate pietrificati o calcificazioni della placenta. Le aree indurite della placenta non sono in grado di svolgere le loro funzioni, ma di solito le parti rimanenti della placenta svolgono un ottimo lavoro. Di norma, le calcificazioni si verificano con l'invecchiamento precoce della placenta o il sorpasso della gravidanza. In tali casi, il medico monitorerà attentamente la donna incinta per escludere lo sviluppo dell'ipossia fetale. Ma di solito questa placenta funziona abbastanza normalmente.

Attaccamento basso e placenta previa


Idealmente, la placenta dovrebbe trovarsi nella parte superiore dell'utero. Ma ci sono una serie di fattori che interferiscono con la normale posizione della placenta nella cavità uterina. Può essere fibromi uterini, tumori della parete uterina, malformazioni, molte gravidanze in passato, processi infiammatori nell'utero o aborti.

La placenta situata in basso richiede un'attenta osservazione. Di solito durante la gravidanza tende a salire. In questo caso, non ci saranno ostacoli al parto naturale. Ma succede che il bordo della placenta, la sua parte o l'intera placenta, si sovrappone alla faringe interna dell'utero. Con una sovrapposizione parziale o completa della placenta della gola uterina, il parto naturale è impossibile. Di solito, con una posizione anormale della placenta, viene eseguito un taglio cesareo. Tale posizione anormale della placenta è chiamata placenta previa incompleta e completa..

Durante la gravidanza, una donna con placenta previa può sperimentare sanguinamento dal tratto genitale, che porta ad anemia e ipossia fetale. Il più pericoloso distacco parziale o completo della placenta, che porta alla morte del feto e una minaccia alla vita della madre. Una donna incinta ha bisogno di riposo completo, anche sessuale, non puoi allenarti, nuotare in piscina, camminare e lavorare molto.

Qual è la distensione della placenta?


Che cos'è il distacco placentare prematuro? Questa è una condizione in cui la placenta (localizzata normalmente o in modo anormale) lascia il luogo del suo attaccamento prima di quanto fosse dovuto, vale a dire il terzo periodo di travaglio. Con distacco di placenta, è necessario un taglio cesareo di emergenza per salvare la vita della madre e del feto. Se la placenta è esfoliata in piccole aree, i medici stanno cercando di interrompere questo processo, mantenendo la gravidanza. Ma anche con un leggero distacco della placenta e un leggero sanguinamento, il rischio di ripetuti episodi di distacco rimane fino alla nascita e la donna viene attentamente osservata.

Le cause di distacco della placenta possono essere lesioni o ictus nell'addome, la presenza di patologie croniche in una donna, che porta a problemi con la circolazione sanguigna, difetti nella formazione della placenta. Il distacco prematuro della placenta può causare complicazioni durante la gravidanza - molto spesso gestosi con aumento della pressione, proteine ​​nelle urine ed edema, in cui soffrono tutti gli organi e i sistemi della madre e del feto. È importante ricordare che il distacco prematuro della placenta è una pericolosa complicanza della gravidanza.!


Distacco placentare
Figura. 1 - presentazione completa della placenta;
Figura. 2 - presentazione marginale della placenta;
Figura. 3 - placenta previa parziale
1 - canale cervicale; 2 - la placenta; 3 - cordone ombelicale; 4 - vescica fetale

Attaccamento stretto e incremento della placenta


A volte ci sono anomalie non solo del luogo, ma anche del metodo di attacco della placenta alla parete uterina. Una patologia molto pericolosa e grave è l'accrescimento della placenta, in cui i placenta villi sono attaccati non solo all'endometrio (lo strato interno dell'utero, che esfolia durante il parto), ma crescono anche in profondità nei tessuti uterini, nel suo strato muscolare.

Si distinguono tre gradi di gravità della crescita placentare, a seconda della profondità di germinazione dei villi. Con il più grave, terzo grado, i villi germinano l'utero fino al suo intero spessore e possono persino portare alla rottura uterina. La causa dell'accrescimento della placenta è l'inferiorità dell'endometrio dovuta a difetti congeniti dell'utero o problemi acquisiti.

I principali fattori di rischio per l'incremento della placenta sono aborti frequenti, taglio cesareo, fibromi, nonché infezioni intrauterine, malformazioni uterine. Anche la bassa placentazione può svolgere un ruolo, poiché nei segmenti inferiori la germinazione dei villi negli strati più profondi dell'utero è più probabile.

Con un vero incremento della placenta nella stragrande maggioranza dei casi, è necessaria la rimozione dell'utero con una placenta allargata.

Un caso più leggero è l'attaccamento stretto della placenta, dall'incremento con una diversa profondità di penetrazione dei villi. L'attaccamento stretto si verifica con una posizione bassa della placenta o della sua presentazione. La principale difficoltà con questo attaccamento della placenta è il ritardo nella sua nascita o la completa impossibilità di scarico indipendente della placenta nella terza fase del travaglio. Con un attaccamento stretto, ricorrono alla separazione manuale della placenta in anestesia.

Malattia di placenta


La placenta, come qualsiasi organo, può ferire. Può essere infettato, può sviluppare attacchi di cuore (aree private della circolazione sanguigna), possono formarsi coaguli di sangue all'interno dei vasi della placenta e la placenta stessa può persino subire degenerazione del tumore. Ma questo, per fortuna, succede di rado.

Il danno infettivo ai tessuti della placenta (placentite) è causato da vari microbi che possono penetrare nella placenta in vari modi. Quindi, possono essere portati con un flusso sanguigno, penetrare dalle tube di Falloppio, ascendendo dalla vagina o dalla cavità uterina. Il processo di infiammazione può essere esteso a tutto lo spessore della placenta o procedere nelle sue singole sezioni. In questo caso, il trattamento dovrebbe essere specifico e dipende dal tipo di agente patogeno. Di tutti i possibili farmaci, verrà selezionato quello accettabile per le donne in gravidanza in questo periodo. E ai fini della prevenzione prima della gravidanza, è necessario eseguire una terapia a pieno titolo delle infezioni croniche, specialmente nel tratto genitale.

L'infarto placentare di solito si sviluppa, come qualsiasi altro, a causa dell'ischemia prolungata (spasmo dei vasi della placenta), e quindi le parti della placenta che ricevono il sangue da questi vasi muoiono a causa della carenza di ossigeno. Di solito gli attacchi di cuore nella placenta si verificano a seguito di grave gestosi o con lo sviluppo di ipertensione in una donna incinta. La placenta e l'infarto della placenta possono causare FPF e problemi di sviluppo fetale..

A volte, a causa di infiammazione o danno alla parete vascolare, con una violazione della viscosità del sangue o con movimenti improvvisi del feto, si formano coaguli di sangue all'interno della placenta. Ma piccoli coaguli di sangue non influenzano il corso della gravidanza.

Up