logo

Un muscolo liscio e cavo si trova al centro del bacino di una donna. A volte si accumulano fluidi di varia origine nella cavità uterina. Questo fenomeno è caratteristico delle donne sottoposte a chirurgia ginecologica, aborto spontaneo, aborto medico. Il fluido nell'utero si forma in pazienti di diverse fasce d'età. Molto spesso, questa condizione si verifica nelle donne in età riproduttiva..

Ragioni per la comparsa di un segreto acquoso

Lo sviluppo del processo patologico è provocato da bevande alcoliche, disturbi ormonali, dipendenza da nicotina, cattiva alimentazione e rapporti sessuali disordinati. Il fluido nell'arco posteriore dell'utero inizia ad accumularsi quando si verifica il periodo di ovulazione e si verifica la fecondazione. La presenza di acqua con una miscela di sangue significa una gravidanza extrauterina. La formazione di muco può indicare endometriosi, annessite, salpingite.

La comparsa di liquido nelle tube di Falloppio indica un precedente aborto spontaneo che ha provocato l'infezione dell'organo genitale. Spesso, la malattia provoca un'ostruzione anatomica, a seguito della quale viene bloccato il deflusso di secrezioni acquose. Cause meccaniche del muco nella cavità uterina:

  • adenomiosi;
  • restringimento della cervice uterina, collegando la sua cavità con la vagina;
  • polipi e nodi miomatosi.

I medici distinguono diversi tipi di composizione fluida, ogni tipo di muco ha alcune ragioni per l'accumulo nel principale organo genitale. I seguenti tipi di secrezione acquosa (tra parentesi indicano le fonti che causano la loro formazione):

  • sierometro (sesso violento, abuso di nicotina, alcol, taglio cesareo, aborto, stile di vita sedentario);
  • lochiometro (dopo il parto, la scarica appare sotto il nome di "lochia" a causa della mancanza di deflusso normale a causa della chiusura del canale cervicale);
  • piometra (cavità uterina piena di pus formata dopo l'aborto, l'aborto, il curettage, una forte riduzione del tono della parete muscolare);
  • ematometro (osservato dopo l'intervento chirurgico, principalmente aborto o curettage diagnostico).

Il fluido nella cavità uterina provoca disfunzione ormonale, malattie infiammatorie e infettive. Le tattiche di trattamento sono determinate dopo la diagnosi..

Manifestazioni cliniche

La sintomatologia della malattia dipende dalla natura della secrezione acquosa. Il muco accumulato nell'utero è spesso l'unico segno di patologia riscontrato negli ultrasuoni:

  1. Il sierometro è accompagnato dalla comparsa di secrezione grigia, che provoca dolori nell'addome inferiore, un leggero aumento della temperatura, minzione dolorosa e difficile. Dopo il rapporto sessuale, una donna nota secrezioni secretorie di colore grigio.
  2. Lochiometra provoca dolore moderato nell'addome inferiore, può verificarsi tachicardia.
  3. Con un ematometro, nel paziente si trova un utero allargato e gonfiato sfericamente. Quando appare dolore doloroso e sordo. Dopo un intenso sforzo fisico, la quantità di scarico aumenta, è possibile un ritardo nelle mestruazioni successive.
  4. L'accumulo di liquido nell'utero con un piometro provoca dolore acuto. Scarico purulento, verde.

Diagnosi della malattia

Sono necessarie misure diagnostiche. La ricerca strumentale è necessaria per identificare il tipo di secrezione acquosa, il volume, determinare la dimensione dell'organo genitale. Il rilevamento del muco accumulato si verifica utilizzando i seguenti metodi:

  • ultrasuoni;
  • isteroscopia;
  • isterosalpingografia;
  • foratura.

La nomina del trattamento avviene dopo aver ricevuto tutti i risultati dello studio.

I principali metodi di trattamento

Il trattamento della malattia inizia con l'evacuazione del fluido accumulato, se il suo volume supera i 5 mm. L'operazione viene eseguita senza fallo con l'accumulo patologico di secrezioni acquose nelle tube di Falloppio. L'intervento chirurgico prevede la rimozione del tessuto cicatriziale. È difficile dire quanto sarà positiva la previsione. Dipende dall'età del paziente, dal grado di ostruzione.

Se il fluido accumulato ha un volume inferiore a 5 mm, al paziente vengono prescritti farmaci. La terapia conservativa consiste nell'uso di farmaci in grado di normalizzare la circolazione uterina. I rappresentanti di questo gruppo sono tali droghe:

Il rilevamento di un processo infettivo o infiammatorio comporta l'uso di:

  • phoresis laser;
  • magnetoterapia;
  • elettroforesi.

Questi trattamenti aiutano a sbarazzarsi dei sintomi della malattia. In assenza di un risultato positivo, se il liquido continua ad accumularsi, il medico suggerisce una misura operativa. Se una donna prevede di concepire un bambino in futuro, la terapia viene eseguita utilizzando apparecchiature chirurgiche endovideo. In altri casi, il medico rimuove la tuba di Falloppio.

I metodi di trattamento conservativi e chirurgici richiedono un aumento delle difese del corpo:

  1. Si consiglia di utilizzare regolarmente succhi di frutta appena spremuti, frutta, verdura contenente le vitamine necessarie per il corpo femminile.
  2. La terapia con l'aiuto di bagni con polvere di senape è considerata efficace. La procedura richiede 20 minuti.
  3. Assicurati di usare un decotto di camomilla, calendula, boro utero. Il trattamento senza questi decotti è impossibile.

Farmaci, vasche da bagno, rimedi casalinghi non possono essere assunti senza aver consultato un medico.

Cosa fare se c'è liquido nell'utero?

Il liquido contenuto nell'utero in medicina è chiamato sierometro. Questa malattia, di regola, è di natura infiammatoria ed è osservata in quelle donne che hanno recentemente subito un intervento chirurgico (aborto, curettage, ecc.).

Se l'utero è fluido, le cause possono anche essere:

  • mancanza di un partner sessuale permanente;
  • violazione della dieta;
  • mancanza di attività fisica;
  • abuso di alcool
  • vari tipi di malfunzionamenti a livello ormonale.

Se l'utero è fluido. Sintomi

Quindi, questa malattia si manifesta principalmente direttamente sotto forma di abbondante secrezione vaginale, che è caratterizzata da una tinta grigiastra e un odore molto spiacevole. Inoltre, può comparire dolore nell'addome, disagio immediatamente durante il prossimo rapporto sessuale, difficoltà a urinare e un aumento relativamente lieve della temperatura corporea (fino a trentasette gradi). Va notato che questi sintomi sono molto individuali. Quindi, in alcune donne sono pienamente osservate, mentre in altre è possibile solo un leggero cambiamento nella consistenza e nel colore della scarica..

Se l'utero è fluido. Trattamento

Fluido nell'utero. Altri metodi di terapia

Inoltre, viene spesso utilizzata la fisioterapia e vengono prescritti immunocorrettori speciali per rafforzare l'immunità. Il fluido nei tubi aiuta a rimuovere i succhi vegetali più comuni. Un'ottima opzione è una bevanda di sedano,

Per quanto riguarda la questione della prevenzione di una malattia come un sierometro, speciali supposte vaginali al miele o tamponi sono considerate un'opzione eccellente. Dovrebbero essere usati come prescritto da un medico per circa due settimane e anche un'attività fisica regolare è utile..

Qual è il pericolo di un ematometro dopo un taglio cesareo, come trattarlo

Fortunatamente, un trattamento tempestivo e adeguato può risolvere questo problema. La cosa principale in questo caso non è impegnarsi in attività amatoriali, poiché ciò non migliorerà la situazione, ma piuttosto la aggraverà.

Quali sintomi possono segnalare un problema

Il quadro clinico della deviazione dipende dalle fonti del suo verificarsi. Nella maggior parte delle donne, il liquido uterino rilevato dagli ultrasuoni è l'unico segno. I sintomi rimanenti dipendono dal tipo di patologia:

  • scarico grigio, tirando dolori, un leggero aumento della temperatura, minzione dolorosa e difficile - con un sierometro;
  • tachicardia, disagio nell'addome inferiore - con un lochiometro;
  • ingrossamento, utero sferico, dolore sordo, mestruazioni ritardate, aumento delle dimissioni dopo sforzo fisico - con un ematometro.

Piometra provoca una sindrome del dolore acuto, secrezione purulenta con una tinta verdastra.

Tipi di liquidi nell'utero

I principali tipi di liquido nell'utero sono:

  • sierometro - si forma sullo sfondo della dipendenza da tabacco e alcol, a causa di aborto medico, taglio cesareo, con inattività fisica, contatto sessuale violento;
  • Lohiometer: si verifica dopo il parto, in violazione del deflusso di Lochia a causa della chiusura del lume del collo uterino;
  • con un piometro: l'aborto e il curettage diagnostico possono provocare un accumulo di essudato purulento, problemi con il tono delle pareti muscolari dell'organo.

La formazione di ematometri associati al periodo postoperatorio.

Atonia e ipotensione

L'organo cavo necessita di recupero dopo il parto; l'utero non può sempre contrarsi da solo. Alcune donne hanno questa situazione..

DETTAGLI: come l'alcol influisce sulle articolazioni

In questi casi, è indispensabile un intervento medico. Questa condizione si chiama atonia uterina. Se le contrazioni sono molto deboli - ipotensione.

Le cause comuni di atonia includono:

  • seconda nascita;
  • prima gravidanza;
  • gravidanza multipla; Maggiori informazioni sulla gravidanza multipla →
  • grande peso e dimensioni del bambino;
  • varie complicazioni;
  • polidramnios;
  • trauma ai canali o alle appendici.

Piegare l'utero dopo il parto o la patologia del suo sviluppo può contribuire all'assenza di contrazioni.

Fluido nell'utero dopo il parto

La deviazione si riferisce a patologie non complicate che si verificano dopo il travaglio.

Il ritorno dell'utero a uno stato normale a causa del parto dura circa due mesi. I processi involutivi pronunciati si verificano per 48 ore - l'organo diminuisce di volume a dimensioni quasi standard.

La riduzione porta al rilascio di lochia, il cui colore dipende dal volume di sangue raccolto nell'utero. Un recupero prolungato è caratterizzato da un graduale cambiamento nell'ombra del fluido in uscita - diventa più leggero ogni giorno. Non ci sono motivi di preoccupazione: la condizione si riferisce a processi fisiologici.

Il problema si verifica con un'ostruzione che impedisce l'uscita della goof dall'organo. La causa della disfunzione è:

  • piccoli coaguli di sangue;
  • pezzi di placenta o mucosa.

L'accumulo di liquido nell'utero si forma a causa del suo lento ritorno al suo stato originale. Le escrezioni non vengono espulse dal corpo, ma vengono raccolte all'interno del corpo..

Cause patologiche

L'eccesso di liquido nell'utero può svilupparsi con la formazione di molte malattie. Senza un esame diagnostico, è impossibile scegliere il giusto regime di trattamento.

Infiammazione

La condizione patologica è provocata da un processo infiammatorio che si verifica sia nell'utero stesso che negli organi adiacenti. L'essudato secreto dalla vagina è una reazione protettiva all'infiammazione. Le fonti della malattia sono presentate:

  • endometrite - che coinvolge lo strato mucoso funzionale nel processo,
  • salpingite - infiammazione delle tube di Falloppio,
  • ooforite: la patologia colpisce le ghiandole genitali accoppiate.

Endometriosi

Si forma durante la crescita non standard dello strato funzionale dell'utero. I luoghi comuni per l'endometriosi sono:

  • tube di Falloppio, ovaie,
  • parete addominale, tessuto connettivo.

Sotto l'influenza degli ormoni, le aree problematiche secernono il sangue, il cui accumulo sugli ultrasuoni è definito come fluido nell'utero.

Apoplessia

La malattia si forma quando si rompe l'ovaio o la cisti. La fonte della patologia è il sesso approssimativo, lesioni meccaniche, neoplasie invase o allargamento non standard dell'utero.

L'accumulo di liquidi può verificarsi con una gravidanza extrauterina e il conseguente danno alle tube di Falloppio, con sanguinamento massiccio nella cavità organica.

In età avanzata

Climax provoca anomalie dovute a cambiamenti nell'equilibrio ormonale. La mancanza di estrogeni provoca un restringimento e una fusione della faringe interna, l'essudato non lascia l'organo, accumulandosi gradualmente in esso.

Trattamento della stasi del fluido uterino

La terapia è prescritta dopo un esame diagnostico completo, necessita di un'attenta attenzione del medico. Un processo anormale può essere un presagio di oncologia in via di sviluppo, richiedere un trattamento complesso. Ignorare le raccomandazioni specialistiche porta a gravi complicazioni..

L'accumulo di liquido nelle tube di Falloppio viene trattato con correzione chirurgica. Le cicatrici risultanti vengono rimosse durante l'operazione, non vi è alcuna garanzia per un recupero completo. La prognosi dipende dall'età del paziente - le giovani donne tollerano più facilmente l'intervento. Per mantenere la funzione riproduttiva, viene utilizzata la laparoscopia; si raccomanda ai pazienti più anziani di rimuovere la tuba di Falloppio.

Fisioterapia

Il decorso lieve della malattia consente l'uso di tecniche fisioterapiche. Aiutano a liberarsi delle cause infettive dell'accumulo di liquidi nell'utero, causando processi infiammatori. Ai pazienti vengono assegnati corsi:

  • magnetophoresis;
  • elettroforesi;
  • balneoterapia, terapia ondulatoria;
  • trattamento laser.

In parallelo, si raccomanda al paziente di assumere complessi e farmaci multivitaminici.

Modi non convenzionali

I metodi di trattamento domiciliare sono negati dalla medicina ufficiale - il loro effetto principale non è stato studiato, non vi è alcuna garanzia per il recupero. Metodi alternativi mirano ad aumentare il funzionamento del sistema immunitario:

  • l'uso di succhi di frutta e verdura freschi - barbabietola rossa, sedano, olivello spinoso per colmare la mancanza di vitamine;
  • l'uso di decotti di erbe medicinali - salvia, camomilla da farmacia, pineta, calendula.

La passione per metodi alternativi può peggiorare il decorso della malattia, causare reazioni allergiche. Prima dell'uso, è necessario consultare il proprio medico.

Sintomi e segni

Il processo di accumulo di liquidi nelle tube di Falloppio potrebbe non manifestarsi per qualche tempo. Tuttavia, la ragazza può osservare i segni di una precedente malattia da idrosalpinge. Tra queste manifestazioni possono essere:

  • Dolore all'addome che trova un'eco nella parte bassa della schiena o nel retto.
  • Fallimento durante il ciclo mestruale. Le mestruazioni possono andare e venire non appena vogliono.
  • Lo scarico non è la norma. Hanno un colore diverso e un cattivo odore..
  • Il rapporto sessuale è accompagnato da disagio e non porta alla soddisfazione attesa..
  • All'esame ginecologico, la ragazza avverte dolore se il medico preme sullo stomaco.
  • Febbre, sudorazione, tremore (in casi avanzati).

Se l'accumulo di liquido ha un carattere purulento (salpingooforite), i sintomi saranno più acuti che se ci fosse solo fluido nelle tube di Falloppio. Con l'accumulo purulento, si può osservare la peritonite. Questo processo per la manifestazione di segni sarà simile a una rottura di una cisti o di un tubo.

Se l'idrosalpinx ha causato infezioni, ne vengono aggiunti alcuni altri ai sintomi sopra:

  • Prurito, sensazione di bruciore costante nella vagina.
  • Impulso costante di andare un po 'in bagno, che è accompagnato da dolori.
  • Scarico di pus dal giallo della vagina con un odore pungente.

Se il processo di accumulo di liquidi è causato da vari tumori, quindi con una piccola dimensione non mostrerà segni di idrosalpinx. Il medico li noterà alla palpazione o inizieranno a manifestarsi in qualche modo nel raggiungere una taglia grande.

E, infine, il più importante segno di ostruzione delle tube di Falloppio dovuto all'accumulo di liquidi in esse è l'assenza di gravidanza per due anni di regolare attività sessuale.

Ragioni per la comparsa di un segreto acquoso

Lo sviluppo del processo patologico è provocato da bevande alcoliche, disturbi ormonali, dipendenza da nicotina, cattiva alimentazione e rapporti sessuali disordinati. Il fluido nell'arco posteriore dell'utero inizia ad accumularsi quando si verifica il periodo di ovulazione e si verifica la fecondazione. La presenza di acqua con una miscela di sangue significa una gravidanza extrauterina. La formazione di muco può indicare endometriosi, annessite, salpingite.

La comparsa di liquido nelle tube di Falloppio indica un precedente aborto spontaneo che ha provocato l'infezione dell'organo genitale. Spesso, la malattia provoca un'ostruzione anatomica, a seguito della quale viene bloccato il deflusso di secrezioni acquose. Cause meccaniche del muco nella cavità uterina:

  • adenomiosi;
  • restringimento della cervice uterina, collegando la sua cavità con la vagina;
  • polipi e nodi miomatosi.

I medici distinguono diversi tipi di composizione fluida, ogni tipo di muco ha alcune ragioni per l'accumulo nel principale organo genitale. I seguenti tipi di secrezione acquosa (tra parentesi indicano le fonti che causano la loro formazione):

  • sierometro (sesso violento, abuso di nicotina, alcol, taglio cesareo, aborto, stile di vita sedentario);
  • lochiometro (dopo il parto, la scarica appare sotto il nome di "lochia" a causa della mancanza di deflusso normale a causa della chiusura del canale cervicale);
  • piometra (cavità uterina piena di pus formata dopo l'aborto, l'aborto, il curettage, una forte riduzione del tono della parete muscolare);
  • ematometro (osservato dopo l'intervento chirurgico, principalmente aborto o curettage diagnostico).

Il fluido nella cavità uterina provoca disfunzione ormonale, malattie infiammatorie e infettive. Le tattiche di trattamento sono determinate dopo la diagnosi..

Hydrosalpinx: cosa significa

Hydrosalpinx è una complicazione delle malattie ginecologiche del bacino. Il liquido si forma nel tubo a causa di una violazione della sua pervietà. A causa dell'infiammazione, le aderenze appaiono sul tubo, interrompendo il deflusso delle secrezioni mucose. Il numero di villi che trasportano l'uovo diminuisce. Si uniscono, bloccando l'ingresso al tubo.
Per questo motivo, appare una cavità chiusa in cui si accumula il fluido. Non è in grado di evacuare né nell'utero né nella cavità peritoneale. La quantità di contenuto nella pipe inizia ad aumentare gradualmente. Le sue pareti sono allungate. Questa condizione è pericolosa da un tubo di scoppio. Se il fluido scorre nella cavità peritoneale, si sviluppa la peritonite, che richiede cure chirurgiche di emergenza.

Manifestazioni cliniche

La sintomatologia della malattia dipende dalla natura della secrezione acquosa. Il muco accumulato nell'utero è spesso l'unico segno di patologia riscontrato negli ultrasuoni:

  1. Il sierometro è accompagnato dalla comparsa di secrezione grigia, che provoca dolori nell'addome inferiore, un leggero aumento della temperatura, minzione dolorosa e difficile. Dopo il rapporto sessuale, una donna nota secrezioni secretorie di colore grigio.
  2. Lochiometra provoca dolore moderato nell'addome inferiore, può verificarsi tachicardia.
  3. Con un ematometro, nel paziente si trova un utero allargato e gonfiato sfericamente. Quando appare dolore doloroso e sordo. Dopo un intenso sforzo fisico, la quantità di scarico aumenta, è possibile un ritardo nelle mestruazioni successive.
  4. L'accumulo di liquido nell'utero con un piometro provoca dolore acuto. Scarico purulento, verde.

Diagnosi della malattia

Sono necessarie misure diagnostiche. La ricerca strumentale è necessaria per identificare il tipo di secrezione acquosa, il volume, determinare la dimensione dell'organo genitale. Il rilevamento del muco accumulato si verifica utilizzando i seguenti metodi:

  • ultrasuoni;
  • isteroscopia;
  • isterosalpingografia;
  • foratura.

La nomina del trattamento avviene dopo aver ricevuto tutti i risultati dello studio.

I principali metodi di trattamento

Il trattamento della malattia inizia con l'evacuazione del fluido accumulato, se il suo volume supera i 5 mm. L'operazione viene eseguita senza fallo con l'accumulo patologico di secrezioni acquose nelle tube di Falloppio. L'intervento chirurgico prevede la rimozione del tessuto cicatriziale. È difficile dire quanto sarà positiva la previsione. Dipende dall'età del paziente, dal grado di ostruzione.

Se il fluido accumulato ha un volume inferiore a 5 mm, al paziente vengono prescritti farmaci. La terapia conservativa consiste nell'uso di farmaci in grado di normalizzare la circolazione uterina. I rappresentanti di questo gruppo sono tali droghe:

Il rilevamento di un processo infettivo o infiammatorio comporta l'uso di:

  • phoresis laser;
  • magnetoterapia;
  • elettroforesi.

Questi trattamenti aiutano a sbarazzarsi dei sintomi della malattia. In assenza di un risultato positivo, se il liquido continua ad accumularsi, il medico suggerisce una misura operativa. Se una donna prevede di concepire un bambino in futuro, la terapia viene eseguita utilizzando apparecchiature chirurgiche endovideo. In altri casi, il medico rimuove la tuba di Falloppio.

I metodi di trattamento conservativi e chirurgici richiedono un aumento delle difese del corpo:

  1. Si consiglia di utilizzare regolarmente succhi di frutta appena spremuti, frutta, verdura contenente le vitamine necessarie per il corpo femminile.
  2. La terapia con l'aiuto di bagni con polvere di senape è considerata efficace. La procedura richiede 20 minuti.
  3. Assicurati di usare un decotto di camomilla, calendula, boro utero. Il trattamento senza questi decotti è impossibile.

Farmaci, vasche da bagno, rimedi casalinghi non possono essere assunti senza aver consultato un medico.

15/08/2019 admin Commenti Nessun commento

Infiammazione uterina - metroendometrite (metroendometrite).

Quasi tutte le malattie postpartum sono accompagnate da un pronunciato processo infiammatorio nell'utero stesso. Nella maggior parte dei casi, l'utero è interessato principalmente, a volte il suo danno è secondario. La sconfitta dell'utero può essere espressa più o meno bruscamente; il processo infiammatorio può essere localizzato solo sulla sua superficie interna o influenzare tutti gli strati della parete uterina, quindi la clinica della metroendometrite è molto varia. Uno dei segni caratteristici della metroendometrite è lo sviluppo inverso ritardato (sottoinvoluzione) dell'utero e la sua sensibilità o dolore alla palpazione. La natura dello scarico e le loro variazioni quantitative. Occasionalmente, a causa di uno spasmo della faringe interna dell'utero o dell'occlusione del canale cervicale, scarti di membrane, pezzi della membrana che cade, coaguli di sangue, ecc., La scarica si interrompe completamente. In tali casi, la lochia indugia nella cavità uterina e si decompone sotto l'influenza della flora microbica. La temperatura sale a 38-39 °, ma le condizioni generali del paziente rimangono abbastanza soddisfacenti. Questa condizione è chiamata lohiometro. Un lochiometro, con rare eccezioni, non è una malattia indipendente, è solo una delle manifestazioni (sintomi) della metroendometrite, mentre è incostante.

Il quadro clinico e la sintomatologia dipendono da molte cause, le principali delle quali sono le seguenti.

  1. La reattività del paziente e le sue condizioni generali al momento della malattia e durante essa. Un aumento della temperatura, dolore, leucocitosi e altri fenomeni osservati durante la malattia con una buona condizione generale del paziente indicano la sua buona reattività e la sua capacità di combattere le infezioni. Lo stato reattivo, espresso in subfebrile, normale o addirittura inferiore alla temperatura normale, in assenza di dolore e nelle sue altre manifestazioni con una cattiva condizione generale del paziente, indica un indebolimento delle difese del corpo.
  2. Il grado di danno all'utero. A questo proposito, si possono distinguere tre fasi dello sviluppo della malattia. Il primo stadio - solo la membrana che cade e le isole dell'endometrio sono infette. Nella parte del miometrio, che è direttamente adiacente alla lesione, si osserva un'infiammazione reattiva (edema tissutale, vasodilatazione, infiltrazione di piccole cellule, ecc.). Non ci sono microbi nel miometrio o pochissimi. Il secondo stadio - insieme alla membrana che cade e alle isolette dell'endometrio, vengono colpiti anche gli strati muscolari più profondi dell'utero, in cui si trovano numerosi agenti patogeni microbici. In accordo con ciò, l'infiltrazione di piccole cellule comprende gli strati muscolari profondi fino ai tessuti adiacenti, cioè alla perimetria nella parte superiore dell'utero e al tessuto peri-uterino nella sua parte inferiore. Il terzo stadio - il focus dell'infezione riguardava, oltre all'endometrio e al miometrio, anche la perimetria o i parametri, o entrambi insieme. In caso di diffusione dell'infezione alla membrana sierosa dell'utero, si verifica la perimetrite. Quest'ultimo è solitamente accompagnato da infiammazione reattiva e membrane sierose che coprono gli organi addominali adiacenti all'utero (omento, intestino, vescica). Ciò provoca la peritonite pelvica associata alla metroendometrite. In altri casi, il focus dell'infezione si diffonde al tessuto quasi genitale - si verifica la parametrite. La pelveoperitonite e la parametrite si sviluppano spesso contemporaneamente.
  3. La natura del microbo patogeno, le sue proprietà biologiche, la virulenza e la tossicità. Alcuni dei microbi (ad esempio streptococchi emolitici e stafilococchi) hanno la capacità di penetrare rapidamente in quest'ultimo attraverso i tessuti danneggiati, diffondersi lungo ciascuno dei percorsi sopra e causare intossicazione nel paziente. Altri (ad esempio i gonococchi) non hanno bisogno di danni ai tessuti per diffondersi. Si diffondono quasi esclusivamente sulle superfici delle membrane interne degli organi (intracanalicolare). Possedendo una lieve tossicità, sono poco paragonati a streptococchi, stafilococchi, Escherichia coli e altri microbi che violano le condizioni generali del paziente.
  4. Lo stato della superficie interna dell'utero postpartum. Il quadro clinico dipende dalla presenza sulla superficie di frammenti di tessuto morto, in particolare particelle di placenta, dalla contrattilità dell'utero (con la sua insufficienza, aumenta la trombosi, favorendo la moltiplicazione dei microbi e lo sviluppo dell'infezione), dal grado di schiacciamento dei tessuti uterini.

A causa di queste circostanze, il quadro clinico e la sintomatologia della metroendometrite postpartum sono molto diversi e sono determinati dall'una o dall'altra combinazione di queste circostanze. A seconda di quest'ultimo, esiste un decorso della malattia più lieve, quindi più grave o molto grave. Con un decorso lieve della malattia, il quadro clinico è caratterizzato dalle seguenti caratteristiche. Il 3-4 ° giorno dopo la nascita, con una buona condizione generale della puerpera, la temperatura corporea sale a 38 °, a volte con remissioni di 1 E o più. Il paziente si lamenta di lievi mal di testa, sensazione di affaticamento generale, perdita di appetito. L'impulso è leggermente più veloce, ma corrisponde alla temperatura. Lo scarico postpartum è sanguinante, va l'8-9 ° giorno in un sangue purulento. L'utero, quando sondando attraverso la parete dell'addome, è flaccido, sensibile; il suo sviluppo inverso è in ritardo rispetto al solito, a causa del quale è di dimensioni maggiori di quanto ci si potrebbe aspettare nel giorno del periodo postpartum corrispondente allo studio. Con un esame vaginale, puoi trovare gonfiore della cervice, sua insufficiente formazione, un aumento del corpo dell'utero, gonfiore, contrazione irregolare e dolore. In caso di secrezioni ritardate (lohiometro), la metroendometrite procede a una temperatura più elevata, la presenza di intossicazione generale e contrazioni dolorose. Nei casi più gravi, nel 3-4 ° giorno del periodo postpartum, la temperatura aumenta rapidamente e raggiunge i 39-40 °; il polso aumenta, ma non bruscamente (fino a 100 - battiti PO al minuto), le condizioni generali del paziente soffrono poco. L'involuzione uterina è lenta. La palpazione dell'utero è dolorosa, ma non nella stessa misura nelle sue singole aree. Doloroso e percussione dell'addome nell'utero, che indica un'infiammazione reattiva della perimetria. In futuro, il mal di testa, l'insonnia, spesso i brividi e l'appetito peggiorano. Un esame vaginale rivela gli stessi fenomeni di un lieve decorso della metroendometrite, ma sono più pronunciati, in particolare la pastosità uterina e il dolore, che è spesso diffuso. Spesso si trova edema del tessuto peritoneale - infiammazione reattiva di quest'ultimo. Lochia, a seconda delle caratteristiche biologiche dell'agente patogeno microbico, ha un odore diverso da fetido, a volte l'odore è completamente assente. In casi particolarmente gravi di metroendometrite, tutti i fenomeni descritti sono espressi in modo molto netto. La temperatura inizia a salire e entro il 6-7 ° giorno del periodo postpartum fa un brusco salto in avanti, a volte si osservano brividi e sudorazione. L'impulso aumenta a 100-120 battiti al minuto. La lingua è coperta, piuttosto secca. Il mal di testa e l'insonnia si intensificano, l'appetito scompare, appare la costipazione. La palpazione e la percussione dell'addome nell'utero e nelle aree adiacenti all'utero sono dolorose; Il sintomo di Blumberg-Shchetkin (infiammazione reattiva del peritoneo che copre l'utero e gli organi addominali adiacenti) è più o meno pronunciato. Un esame vaginale rivela un utero doloroso, morbido, quasi privo della capacità di contrarsi sotto le braccia dell'esaminatore, nonché tessuto peritoneale edematoso e doloroso. Le allocazioni, inizialmente sanguinanti, vengono successivamente sostituite da purulente e acquisiscono un odore ichoso. Il miglioramento inizia alla fine della seconda settimana della malattia con una diminuzione litica della temperatura. Il recupero di solito avviene entro la fine del mese.

Misure necessarie dopo taglio cesareo

Immediatamente dopo il completamento dell'operazione, una bolla di ghiaccio viene posizionata sull'addome inferiore della donna per 2 ore per ridurre meglio l'utero e prevenire il sanguinamento uterino. Viene trasferita all'unità di terapia intensiva, dove nelle prime 12-24 ore dopo l'operazione monitorano le condizioni generali, le dimensioni e le condizioni dell'utero, le secrezioni dal tratto genitale, la funzione della vescica, misurano il polso, la pressione sanguigna. Le soluzioni che migliorano lo stato del sangue vengono somministrate per via endovenosa, a seconda della quantità di perdita di sangue (in chirurgia semplice, è di 500-800 ml). Se necessario, i componenti ematici trasfusi puerperali - massa eritrocitaria, plasma appena congelato. La necessità di ciò è determinata dalle condizioni della donna: il livello di emoglobina prima e dopo l'intervento chirurgico, la quantità di perdita di sangue, ecc..

Assicurati di prescrivere antidolorifici. La frequenza della loro somministrazione dipende dall'intensità del dolore. L'anestesia è di solito necessaria durante i primi 1-3 giorni dopo l'intervento chirurgico.

Per prevenire complicazioni infettive, a una donna vengono somministrati antibiotici: durante l'intervento chirurgico, 12 e 24 ore dopo l'intervento chirurgico. In caso di alto rischio di complicanze infettive (in presenza di malattie infettive croniche, tonsillite, sinusite, cistite, ecc., Scarsi risultati di strisci vaginali), gli antibiotici vengono somministrati 5-7 giorni.

Dopo le operazioni moderne, si consiglia di girare a letto, spostare braccia e gambe in poche ore. Puoi sederti e camminare per il reparto in 5-6 ore. La prima volta che una donna dopo il parto viene allevata da un'infermiera nel reparto di terapia intensiva.

12-24 ore dopo l'intervento chirurgico, la donna viene trasferita nell'unità postpartum.

La sutura postoperatoria viene esaminata dal medico 1 volta al giorno. Ogni giorno, un'infermiera lo tratta con un verde brillante o una soluzione di manganese per rimuovere eventuali batteri che possono causare infiammazione e lo sigilla con una speciale medicazione sterile. Il 5-7 ° giorno, le suture vengono rimosse dalla parete addominale e viene eseguita un'ecografia, che consente di giudicare le dimensioni dell'utero, la sua cavità, il suo contenuto e lo stato delle suture. Dopo aver rimosso le suture il 5-7 ° giorno, possono continuare a essere trattate con le stesse soluzioni e una medicazione sterile viene applicata a casa fino alla completa guarigione. L'applicazione di una benda previene l'attrito della cucitura con il lino e fornisce una migliore guarigione. Le soluzioni e le medicazioni sterili sono vendute in farmacia. Quando la crosta (crosta) sulla sutura postoperatoria viene completamente rimossa, la medicazione non può più essere indossata. In caso di dolore dopo la dimissione a casa, qualsiasi scarica dalla sutura postoperatoria, in particolare un aumento della temperatura, una donna ha urgentemente bisogno di consultare un medico.

Una cicatrice della pelle si forma intorno al 7 ° giorno dopo l'intervento chirurgico; quindi, solo una settimana dopo il taglio cesareo, puoi fare una doccia completa. Basta non strofinare la cucitura con un panno - questo può essere fatto in un'altra settimana. Entro 7 giorni, fino a quando non si è formata una cicatrice della pelle, è possibile utilizzare salviettine umidificate o lavare la vita dall'alto, piegandosi sul bagno o sul piatto doccia.

Il 7-10 ° giorno, una donna può essere dimessa a casa sotto la supervisione di un medico prenatale.

Il medico ospedaliero di maternità presta particolare attenzione alla natura della secrezione dal tratto genitale e al cambiamento delle dimensioni dell'utero. Lochia (secrezione postpartum) nei primi 3 giorni sono di natura sanguinolenta, nei giorni 4 ° -9 ° diventano saccarosio sieroso (marrone giallastro) e da circa il 10 ° giorno assumono la forma di secrezioni di luce liquida. Entro la fine della 2a settimana, la lochia diventa molto scarsa e entro 6-8 settimane la dimissione dal tratto genitale cessa. Durante l'allattamento, inizialmente lo spotting può aumentare..

È necessario lavare i genitali con acqua calda dopo ogni minzione con movimenti dalla parte anteriore a quella posteriore - dall'uretra e dalla vagina al retto - per impedire ai batteri intestinali di entrare nel canale urinario e del parto. Se non ci sono reazioni allergiche, è possibile utilizzare mezzi speciali per l'igiene intima con additivi antibatterici.

Liquido disomogeneo nella cavità uterina dopo il parto

Il processo patologico di tipo infiammatorio che si verifica nella cavità uterina ed è visualizzato sotto forma di un liquido è chiamato sierometro. La malattia viene diagnosticata nelle donne in menopausa o che si avvicinano a questo limite.

La malattia non aggira coloro che hanno avuto un aborto, aborto spontaneo o spazzolatura. Il fenomeno è considerato normale quando c'è un po 'di fluido nel mezzo del grafico mestruale nella cavità uterina.

  • L'utero è un organo riproduttivo che è vuoto all'interno e ha pareti muscolari lisce e spesse. La sua posizione è di fronte al retto e vicino alla vescica nella piccola pelvi.
  • 3 fori escono dall'organo, questa è l'uscita inferiore verso la vagina attraverso il collo e 2 due passaggi nelle tube di Falloppio. L'utero è nutrito da una rete di potenti vasi sanguigni e terminazioni nervose.
  • Questo corpo ha una mobilità limitata, poiché la sua fissazione viene effettuata attraverso il collo. A condizione che la donna sia in posizione eretta, il suo utero può essere deviato leggermente in avanti, stiamo parlando di anversione. Un quarto delle donne ha una certa anomalia, il loro organo ha una deviazione costante indietro.
  • La parte esterna dell'utero è circondata dal peritoneo dall'esterno e l'interno dell'organo è rivestito di endometrio. Lo spessore di questa membrana fluttua costantemente a seconda del ciclo mestruale. Nel periodo di preparazione alla gravidanza, i suoi volumi aumentano, a condizione che non si sia verificata la fecondazione, le dimensioni sono in calo.

La funzione principale dell'utero è quella di prendere un uovo fecondato per aiutarlo nel suo ulteriore sviluppo. In effetti, questa è l'unica missione di questo corpo nel corpo umano.

In media, il tempo di sviluppo del feto è di circa 40 settimane, la figura può variare in diverse direzioni. Mentre il bambino si sviluppa all'interno, lo strato muscolare cambia volume e si adatta ai parametri aggiornati.

In alcuni momenti, si nota la presenza di contrazioni involontarie, che sono chiamate contrazioni naturali. Dopo che il travaglio è finito, l'utero e i suoi muscoli dovrebbero tornare alla loro forma originale..

In alcuni casi ciò non accade, per questo motivo il corpo cambia posizione. Il grado di patologia può essere determinato mediante ultrasuoni e il medico fornirà ulteriori raccomandazioni.

Al fine di determinare la presenza del difetto descritto, è sufficiente condurre uno studio ecografico. I segni di eco della patologia saranno chiaramente visibili sul monitor, mentre i sintomi espressi potrebbero non essere rilevati nel paziente.

Il rilevamento di liquido libero nella cavità uterina è attribuito ai sintomi di una malattia grave e non ai disturbi. Poiché un problema simile può verificarsi in presenza di varie diagnosi. L'accumulo di secrezione fluida non può essere lasciato incustodito, per non perdere la presenza di una malattia grave.

Diagnostica

L'esame svolge un ruolo chiave nel processo di recupero, poiché i sintomi del liquido accumulato si intrecciano con i sintomi di altre malattie. Al fine di comprendere con precisione che una donna sviluppa idrosalpinge, il medico seguirà il seguente elenco di azioni.

  • Ispezione sugli specchi. In questo caso, il medico identifica visivamente il problema e, alla palpazione, conclude se ci sono neoplasie.
  • Analisi delle condizioni della microflora della vagina. Striscio dall'uretra e dal canale cervicale.
  • Uno striscio per determinare le malattie che vengono trasmesse sessualmente..
  • Ultrasuoni per confermare la presenza di fluido nei tubi.
  • Radiografia con liquido di contrasto.
  • Metrosalpingografia: un processo che utilizza un mezzo di contrasto per testare la pervietà delle tube di Falloppio.
  • Laparoscopia con biopsia. Questo metodo diagnostico è anche un metodo di trattamento. Durante l'ispezione, vengono eseguiti il ​​campionamento e i tubi del fluido per studiare la natura del fluido.

Dopo aver seguito tutti i passaggi, il medico stabilirà un trattamento che darà il miglior risultato, in base ai motivi che hanno causato l'accumulo di pus nelle tube di Falloppio.

Ematometro: cos'è una lingua accessibile?

Dopo la nascita del bambino, inizia il processo di nascita della placenta. Ci vuole circa mezz'ora per lasciare l'utero. Il processo è accompagnato dalla distruzione di molti piccoli vasi sanguigni, che durante la gravidanza hanno fornito sangue al bambino. La superficie della ferita risultante sanguina a lungo, l'involuzione dell'utero dura 6-8 settimane. In questo momento, i coaguli di sangue risultanti nell'utero dopo la nascita vanno fuori (lochia).

Tuttavia, in alcuni casi, vi è una violazione del deflusso di sangue dalla cavità uterina, che porta alla formazione di ematometri dopo il parto. Nella sua struttura, è un grosso coagulo di sangue. Nel tempo, raggiunge dimensioni tali da non poter lasciare da solo la cavità uterina. La situazione richiede cure mediche urgenti, a volte un intervento chirurgico.

Ematometro - Cause

L'ematometro risultante dopo la nascita in ginecologia è spesso chiamato lohiometro. Nella maggior parte dei casi, viene diagnosticato nelle donne primipare..

Il sangue nell'utero dopo la nascita può accumularsi per una serie di motivi:

  • malformazioni congenite della struttura del sistema riproduttivo (aderenze, atresia del canale cervicale);
  • polipi nel canale cervicale;
  • grandi nodi miomatosi;
  • tumore maligno;
  • infezioni pelviche;
  • violazione dell'emostasi;
  • gestosi tardiva;
  • atonia uterina durante il parto;
  • allungamento eccessivo dell'utero con gravidanza multipla;
  • separazione manuale della placenta.

Separatamente, i medici considerano un ematometro dopo un taglio cesareo. In tali situazioni, il suo aspetto è provocato dalla formazione di cicatrici sull'utero. Tali formazioni impediscono il normale deflusso di sangue dalla cavità uterina, che porta alla formazione di un gran numero di coaguli. Un ematometro ripetuto dopo un taglio cesareo è il risultato della formazione di aderenze dopo la prima operazione.

Cos'è l'ematometro pericoloso?

L'accumulo prematuro di sangue nell'utero è irto di numerose complicazioni. La natura e la gravità del processo patologico in questo caso sono determinate dal momento della sua rilevazione.

Tra le complicazioni comuni, gli ematometri notano:

  • endometrite purulenta (piometra);
  • peritonite;
  • pelvioperitonite (infiammazione della membrana che copre gli organi pelvici);
  • sepsi (avvelenamento del sangue);
  • infertilità secondaria, irreversibile a seguito della rimozione dell'utero.

Problemi postoperatori

. La dimensione dell'utero in ospedale viene misurata ogni giorno e entro il decimo giorno dopo il taglio cesareo, la sua dimensione è leggermente più grande della dimensione dell'utero prima della gravidanza. Nelle donne che allattano, le dimensioni dell'utero si normalizzano più velocemente..

Entro pochi giorni dalla nascita, l'utero dovrebbe normalmente diminuire notevolmente di dimensioni. Tali contrazioni uterine causano lievi dolori di trazione nell'addome inferiore, come durante le mestruazioni. Il dolore può essere aggravato dall'allattamento al seno, come durante l'alimentazione viene prodotto l'ormone ossitocina, che aiuta a ridurre l'utero. Ma dopo il travaglio chirurgico dovuto alla presenza di una sutura, l'utero a volte non si contrae abbastanza bene. Di conseguenza, possono accumularsi detriti di sangue e può iniziare l'infiammazione e la temperatura corporea può aumentare. Le contrazioni uterine possono essere dolorose e, come nelle nascite naturali, aggravate dall'alimentazione. In tali casi, la donna riceve antidolorifici e farmaci per migliorare la contrazione uterina sotto forma di compresse o iniezioni. La durata di tale trattamento è di solito diversi giorni e dipende dalle condizioni di una donna in particolare. Il trattamento inizia nel reparto di maternità sotto il controllo di un'ecografia dell'utero e puoi terminarlo ambulatorialmente sotto la supervisione di una dottoressa. Per una migliore contrazione uterina, è consigliabile sdraiarsi periodicamente sullo stomaco, è utile un leggero massaggio dell'addome, è necessario indossare un bendaggio, movimenti intestinali regolari, si consiglia anche di applicare ghiaccio sull'addome inferiore 3-5 volte al giorno per 7-10 minuti.

. Dopo taglio cesareo, è possibile una riduzione della normale funzione intestinale - costipazione.

Il 2 ° giorno dopo l'operazione, viene posto un clistere detergente per stimolare l'attività dell'intestino e una migliore contrazione uterina, poiché dopo l'operazione l'intestino è in uno stato rilassato, che contribuisce all'accumulo di gas e impedisce il normale movimento del cibo attraverso l'intestino.

Dopo un taglio cesareo, una donna è adatta a una dieta con l'uso di un gran numero di prodotti lattiero-caseari con un alto contenuto di bifidobatteri e lattobacilli (kefir, yogurt). I prodotti a base di farina (pane, pasta) nella dieta devono essere ridotti al minimo. La verdura e la frutta crude sono escluse perché il loro uso attraverso il latte materno può portare a grave gas e diarrea nel bambino, nonché ad un aumento del gas nella madre. Buona stimolazione intestinale di ragionevole attività fisica. Se la funzione intestinale non si normalizza, è necessario consultare il proprio medico. Ora nelle farmacie è possibile acquistare un farmaco domestico Lactusan. È approvato per l'uso in donne in gravidanza e in allattamento. Il principio di lavoro di Lactusan è quello di attirare liquidi nel lume intestinale, grazie al quale le feci vengono ammorbidite e il processo di defecazione è facilitato. Ha anche la capacità di normalizzare la microflora intestinale e combattere la disbiosi, che è particolarmente importante per le donne dopo taglio cesareo e l'uso di antibiotici.

le donne dopo taglio cesareo, nonché dopo il parto ordinario, dovrebbero essere ipercaloriche e diverse e contenere 2500-2800 kcal al giorno. La preferenza dovrebbe essere data agli alimenti proteici (carne, latte, kefir, ecc.) Come fonte principale per la sintesi della quantità richiesta di latte e il recupero del corpo dopo la gravidanza e il parto.

Il primo giorno dopo l'intervento chirurgico, puoi bere acqua minerale senza gas. Il secondo giorno puoi mangiare brodi, cereali, carne bollita, biscotti, marmellata, ricotta, panna acida, bere il tè. Dal terzo giorno, sono possibili pasti normali ad eccezione dei prodotti non raccomandati per l'allattamento al seno (porridge di latte, gelatina di frutta, brodi e contorni di verdure, cotolette al vapore, carne e pesce bolliti, verdure raccomandate). È necessario escludere dalla dieta grassi, fritti, affumicati, salati, farina e dolci, soda, patatine, hamburger, ecc..

Recupero muscolare addominale

. Nel periodo postpartum, si consiglia di indossare una speciale benda postoperatoria, che aiuta a ripristinare meglio i muscoli addominali allungati e indeboliti.

Dopo aver partorito per diverse settimane, anche senza un carico speciale, i muscoli della parete addominale si contraggono. Immediatamente dopo il taglio cesareo, la pressa non può essere pompata, perché le cuciture potrebbero rompersi, - dovresti aspettare 2 mesi. In questo momento, puoi sostenere i muscoli mettendo una benda postpartum per diverse ore al giorno. La benda viene indossata secondo le indicazioni per 1 mese del periodo postoperatorio o più. Puoi iniziare a indossare la benda postoperatoria dai primi giorni dopo l'intervento chirurgico. Le moderne bende sono realizzate in tessuto elastico che consente il passaggio dell'aria. Può essere indossato sopra una medicazione sterile sulla cucitura. La benda postoperatoria postpartum fornisce supporto ai muscoli addominali, alla loro fissazione, esercitando una moderata pressione controllata su di essi per una riduzione più rapida e il ripristino del loro tono nel periodo postoperatorio, garantendo così la normalizzazione della pressione intra-addominale. La benda protegge dallo sviluppo di ernie e da un aumento delle loro dimensioni, stabilizza la posizione degli organi interni e dell'utero, fornisce alla puerpera movimenti e camminate più confortevoli. La benda fissa anche le suture dopo un taglio cesareo e nel periodo postoperatorio aiuta a ridurre il dolore nell'area della sutura postoperatoria.

. La produzione di latte dopo il taglio cesareo nel suo insieme non differisce da quella dopo la nascita naturale, ad eccezione dei tempi di insorgenza e di allattamento. Dopo l'operazione, quando viene applicata una pressione sul capezzolo, il colostro inizia a risaltare, quindi il latte. C'è poco colostro, ma è 10 volte più nutriente del latte, quindi anche una piccola quantità di colostro è sufficiente per nutrire il bambino nei primissimi giorni dopo la nascita.

Il latte arriva anche, come dopo il travaglio spontaneo, il 3 ° -10 ° giorno (di regola, dopo le operazioni di emergenza eseguite sullo sfondo del travaglio iniziato, poco prima il 3 ° -4 ° giorno, dopo le operazioni pianificate - il 5 ° -10e). Dopo essere stata trasferita nel reparto postpartum, una donna dovrebbe indossare un reggiseno speciale per prevenire l'eccessiva congestione delle ghiandole mammarie. Per evitare l'eccessivo ingorgo causato dalla produzione di latte, la bevanda è limitata a 800 ml al giorno. Il primo attacco al seno è possibile già nell'unità di terapia intensiva il primo giorno dopo l'operazione, se richiesto dalle condizioni dell'ospedale, o nel reparto postpartum. Dovresti esaminare attentamente i capezzoli, sulla cui superficie non dovrebbero esserci crepe.

La condizione principale per una lattazione di successo, specialmente dopo il travaglio chirurgico, è che la donna rimanga in un'atmosfera di completo riposo psicologico e fisico e del suo umore adeguato.

Dopo un taglio cesareo, un gran numero di diversi farmaci viene somministrato a una donna. Nonostante l'uso di antidolorifici, antibiotici e altri farmaci che entrano nel latte, una donna può allattare completamente dopo un taglio cesareo. Nel periodo postpartum vengono utilizzati farmaci compatibili con l'allattamento. Il regime alimentare (su richiesta o per ora) è determinato dalle condizioni dell'ospedale di maternità e dal desiderio della donna. Ma in ogni caso, la donna deve chiarire ulteriormente con il medico la possibilità di una tale combinazione.

La posa più conveniente quando si nutre un bambino per una donna dopo un taglio cesareo nei primi giorni dopo l'intervento chirurgico è una posizione sdraiata sul fianco, perché in questa posizione non vi è alcun effetto sulla sutura postoperatoria. In futuro, durante il recupero dall'intervento, sono possibili altre pose: in piedi, seduti.

Se non è possibile allattare (se la madre o il bambino sono in gravi condizioni), è necessario esprimere il latte in base al numero di poppate previste.

Ematometro - Sintomi

Una caratteristica della patologia è una prolungata assenza di sintomi. I primi segni di ematometri compaiono quando il coagulo formato viene infettato e inizia a deteriorarsi..

Tuttavia, con un'attenta attenzione alla tua salute, lo sviluppo di complicanze può essere sospettato da una serie di segni:

  • cessazione improvvisa e improvvisa di lochia (emorragia postpartum);
  • dolori nell'addome inferiore, simili alle contrazioni, che danno nella regione lombare e nel coccige;
  • sensazione di pienezza, pesantezza nell'addome inferiore.

Nei casi più gravi, quando l'ematometro non è esposto alla terapia per lungo tempo, possono manifestarsi i seguenti sintomi:

  • aumento della temperatura fino a 39 gradi;
  • secrezione purulenta dalla vagina;
  • pallore della pelle;
  • dolore durante la minzione, movimenti intestinali;
  • pallore della pelle.

Come riconoscere un ematometro?

È quasi impossibile diagnosticare in modo indipendente una complicazione. Solo i medici sanno come riconoscere l'ematometro uterino, basato sui dati di una storia ginecologica. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, per una diagnosi finale, un parere medico, è richiesto un esame hardware della donna.

I ginecologi riescono a sospettare la presenza di ematometri sulla base dei seguenti esami:

  1. Ispezione dell'utero negli specchi
    - sono registrati cambiamenti patologici nella cervice, gonfiore e spasmo del canale cervicale.
  2. Palpazione bimanuale
    - la limitazione della mobilità uterina, la discrepanza tra la dimensione dell'organo e il periodo del periodo postpartum e il dolore intenso.

Echi di ematometri

L'esame ecografico consente di determinare con precisione il volume e la posizione di un coagulo di sangue. Un ematometro a ultrasuoni viene visualizzato come una zona con ecogenicità eterogenea. Durante lo studio, il medico ripara un'area con una maggiore intensità del segnale ultrasonico, che indica già la presenza di coaguli di sangue nella cavità uterina. Nel caso in cui l'ematometro dopo il parto raggiunga una dimensione elevata, i medici che eseguono gli ultrasuoni possono registrare la deviazione dell'utero, un cambiamento nella sua posizione normale rispetto alla linea mediana.

Lo stato dell'utero nel periodo postpartum

Il periodo postpartum non sempre procede senza intoppi, in alcuni casi si formano condizioni patologiche di vari gradi di complessità, che richiedono cure mediche obbligatorie.
Dopo il parto riuscito, l'utero dovrebbe iniziare la sua contrazione attiva, ma in questo processo può verificarsi un fallimento. Lo stato di ipotensione è descritto come una diminuzione della contrattilità dell'organo addominale, che può essere corretta meccanicamente e medicamente.

L'aumento del rischio di formazione di patologie è causato dai seguenti fattori:

  • troppo giovane l'età della donna in travaglio, la leggerezza del corpo per la gravidanza;
  • miomi;
  • grande frutto;
  • debole attività lavorativa;
  • numerose nascite, durante le quali i muscoli dell'organo si sono indeboliti e non sono in grado di contrarsi attivamente;
  • posizione patologica della placenta;
  • la presenza di una cicatrice dopo una precedente consegna chirurgica.

condurre massaggi di organi esterni, applicare ghiaccio sull'addome inferiore, stimolare l'attività contrattile con l'introduzione di farmaci (ossitocina, Dinoprost). Se la perdita di sangue è prolungata e abbondante, è necessario un intervento chirurgico.

Inversione dell'utero

L'inversione è lo spostamento di un organo, in cui fuoriesce parzialmente o completamente, fuoriuscendo dalla mucosa. Nel periodo postpartum, la patologia può essere causata spontaneamente a causa di elementi muscolari deboli o a causa delle azioni maleducate del personale medico (allungamento della placenta che non si è ancora separata, pressione eccessiva sullo stomaco).

Il problema viene eliminato impostando manualmente l'organo in posizione ed è integrato dalla terapia conservativa (prendendo colinomimetici per spasmo della cervice, introducendo una soluzione acquosa per aumentare la pressione e sciacquando la cavità dell'organo con agenti antisettici).

Quando l'utero viene invertito, il medico ricorre alla tecnica di riduzione manuale dell'organo

Retroflessione uterina

La retroflessione è un cambiamento patologico nell'utero associato alla sua posizione anormale nella piccola pelvi. Con la contrazione attiva dell'organo allungato dopo il parto, potrebbe non essere localizzato correttamente, formando una curva dell'utero.

La curva dell'utero può formarsi nel periodo postpartum con contrazione attiva dell'organo disteso

Ci sono alcuni motivi per la patologia:

  • tono debole dei legamenti;
  • debolezza muscolare del bacino;
  • infezione addominale durante taglio cesareo.

La terapia della posizione anormale dell'organo implica un approccio globale: procedure per aumentare il tono dei muscoli del perineo, massaggio ginecologico, assunzione di vitamine e preparati omeopatici, speciali esercizi di fisioterapia.

Nel processo del travaglio, si verificano situazioni in cui la placenta non lascia completamente l'utero e le sue parti rimangono nella cavità del corpo. Se il medico non ha notato un difetto nei lobuli della placenta, quindi nel periodo postpartum, la donna postpartum inizia a sanguinare abbondantemente, si sviluppa un processo infiammatorio con un aumento della temperatura e un deterioramento generale.

Di solito, le parti ritardate si trovano su un'ecografia pianificata dopo il parto. Per eliminarli, viene eseguita una procedura di curettage in anestesia generale, dopo di che vengono prescritti farmaci per prevenire il processo di infezione e alleviare lo spasmo del collo uterino.

Fluido uterino

Normalmente, il liquido dalla cavità uterina dopo il parto esce gradualmente sotto forma di lochia. In alcune puerpera, questo processo viene interrotto e appare un lohiometro - difficoltà nel deflusso di masse postpartum dall'organo.

La patologia può formarsi sia dopo il parto naturale sia dopo il parto chirurgico. Senza l'evacuazione tempestiva, l'accumulo di secrezione può diventare la base di gravi complicanze, in particolare l'infiammazione infettiva dovuta all'attività dei batteri nei tessuti in decomposizione.

Il problema può essere formato per diversi motivi:

  • ostruzione meccanica (grandi pezzi di placenta, coagulo di sangue, parti della mucosa esfoliata, intasamento dell '"uscita");
  • ipotensione uterina e atonia.

L'unico modo per affrontare un lohiometro è eliminare il motivo per cui si verifica la stagnazione. Il blocco del canale cervicale con coaguli e scarti di tessuto richiede un'espansione forzata dell'area e una ridotta attività contrattile - stimolazione farmacologica.

Non appena viene eliminato il fattore limitante, il liquido stesso viene evacuato dalla cavità organica. Se il problema non è stato rilevato immediatamente e il processo infettivo è iniziato, non fare a meno di un ciclo di antibiotici.

Dolore nell'utero

Con un decorso semplice del parto, il dolore all'addome è considerato normale. Non sono intensi, non richiedono terapia farmacologica e sono più spesso descritti dalle donne come un disagio doloroso. Il dolore può intensificarsi durante l'allattamento, quando viene attivata l'attività contrattile dell'utero. Di solito, il sollievo arriva entro pochi giorni.

Il dolore grave e prolungato indica un problema. Questo può essere un processo infiammatorio, accumulo di liquidi, sanguinamento, ecc. Se si sospetta una complicazione nel periodo postpartum, è necessario consultare urgentemente un medico.

Il corpo guarisce gradualmente dopo il parto e questo processo richiede tempo - da 2 a 6 mesi, a seconda delle caratteristiche del parto. Per una madre appena coniata è importante monitorare attentamente le sue condizioni al fine di prevenire pericolose complicazioni.

L'organo cavo è costituito dal corpo, che si trova a circa 5 cm nello stato prenatale, e la cervice ha una dimensione di 2,5 cm. Quando nasce il bambino, i tessuti si allungano e crescono con il feto.

Il recupero (involuzione) degli organi femminili dopo il parto è un processo naturale. Se la consegna era naturale, l'utero viene ripristinato e ridotto entro 2 mesi.

DETTAGLI: Ksenia Borodina biografia vita personale famiglia marito figli foto

Il periodo postpartum è:

  1. presto - 2 ore dopo la nascita del parto;
  2. in ritardo - fino a 8 settimane dopo la consegna.

Le cicatrici sull'utero dopo il parto sono normali. Il danno grave è nella zona di attacco della placenta. Quest'area contiene la maggior parte dei vasi trombosi.

I coaguli di sangue nell'utero dopo il parto e i residui della placenta lasciano il corpo entro tre giorni. Queste secrezioni si chiamano lochia..

L'epitelizzazione (ripristino dei tessuti endometriali) avviene entro 10-12 giorni dopo il parto. E la cicatrice nel punto di adesione della placenta guarisce entro la fine del primo mese.

L'utero dopo il parto è un organo sterile. Per 3-4 giorni, processi come la fagocitosi e la proteolisi avvengono nell'organo cavo. Durante loro, i batteri nella cavità uterina si dissolvono con i fagociti e gli enzimi proteolitici.

I primi giorni dopo la nascita di un bambino, l'organo cavo è troppo mobile a causa di distorsioni e tono insufficiente dell'apparato legamentoso. Ciò è evidente con una vescica piena o un retto. Il tono viene acquisito in un mese.

Il sangue nell'utero dopo il parto si forma a causa di ferite sulla superficie. Le allocazioni si chiamano lochia. Il segreto di 3-4 giorni è rosso. In questo momento, la lochia ha un dolce odore di sangue.

Al 20% sono costituiti da liquido uterino e il resto è sangue invariato. Il restauro dei tessuti mucosi dell'utero inizia immediatamente dopo il parto.

Inoltre, la lochia diventa più pallida, simile a un sacro. Dopo 20 giorni, lo scarico acquisisce una tonalità chiara e una consistenza liquida. Normalmente, Lochia esce entro 6 settimane. Dopo ciò si fermano.

Se la scarica dura più a lungo del periodo indicato o ha un odore sgradevole, assicurati di consultare un medico.

Ciò può verificarsi per i seguenti motivi:

  • curvatura della cervice;
  • contrazioni deboli nell'utero;
  • blocco della faringe da parte di coaguli di sangue.

Questa condizione è pericolosa, in quanto può indicare un processo infiammatorio. Se la lochia è finita nella quinta settimana o va più a lungo della nona, è necessario contattare un ginecologo.

Il flusso di processo senza deviazioni:

  1. I vasi sanguigni esplodono nella cavità, provocando una scarica sanguinolenta di 2-3 giorni hanno un colore rosso vivo.
  2. Durante i primi 7 giorni, escono i residui della placenta e dell'endometrio atrofizzato - scarico con coaguli.
  3. Dopo 7 giorni, la lochia liquida ha una tinta rosata.
  4. A poco a poco, il muco esce - il risultato dell'attività del feto all'interno dell'utero. Entro una settimana si fermano.
  5. Dopo un mese e mezzo, la lochia scompare, appare lo spotting.

Ematometro: cosa fare?

Quando una donna ha un ematometro, il trattamento deve iniziare immediatamente. L'obiettivo principale delle misure terapeutiche è creare le condizioni per un normale deflusso di secrezioni postpartum dalla cavità uterina. Inizialmente, i medici aumentano l'attività medica e la contrattilità del miometrio uterino, in modo che il corpo possa purificarsi. Nei casi più gravi, quando l'ematometro è grande o infetto, l'unico metodo di trattamento è la chirurgia.

Ematometri per farmaci

Se una donna ha un ematometro dopo il parto, il trattamento inizia con la nomina dei farmaci. Allo stesso tempo, vengono utilizzati farmaci che possono aumentare il tono del miometrio e aumentarne la contrattilità. Pertanto, i medici stanno cercando di creare tutte le condizioni affinché l'ematometro lasci da solo l'organo genitale. La base del trattamento è un medicinale a base di ossitocina sintetica.

Se le contrazioni spastiche sono fisse, vengono utilizzati gli antispasmodici (per escludere un forte aumento del tono):

Quando l'ematometro si forma a causa di un trauma al canale del parto o di un'emorragia postpartum estesa, i farmaci emostatici (Ethamsylate) sono inclusi nel trattamento complesso.

Dopo l'eliminazione dei coaguli, la cavità uterina viene pulita, i farmaci ormonali possono essere prescritti per ripristinare lo strato endometriale:

Ematometri per aspirazione sotto vuoto

Per prevenire possibili complicazioni, i medici esaminano sempre la cavità uterina dopo la scarica della placenta. Pertanto, è possibile ridurre il rischio di formazione di ematometri. Se rimane una grande quantità di sangue nell'utero dopo il parto, viene eseguita l'aspirazione sotto vuoto - manipolazione chirurgica della pulizia della cavità uterina.

Usando un dispositivo speciale che funziona secondo il principio di un aspirapolvere, i rimanenti pezzi di tessuto, la placenta, i coaguli di sangue vengono rimossi. Una pulizia simile della cavità uterina viene eseguita in caso di suppurazione. La prossima gravidanza dopo gli ematometri è prevista non prima di sei mesi dopo l'esame e l'approvazione di un medico.

Complicanze causate dall'anestesia del taglio cesareo

Il massimo dettaglio delle complicanze, così come i pro, i contro e la tecnica di esecuzione dell'anestesia per taglio cesareo, abbiamo esaminato nell'articolo corrispondente, un link che troverai alla fine di questo articolo, ora elenca solo le possibili complicazioni.

Complicanze dell'anestesia generale

  • inibizione dell'attività muscolare, nervosa e respiratoria del bambino, dovuta agli effetti dei farmaci, fino allo sviluppo dell'encefalopatia ipossico-ischemica;
  • complicazioni nella madre dal sistema cardiovascolare;
  • lesioni alla gola e tosse dopo l'introduzione del tubo tracheale;
  • aspirazione - la penetrazione del succo gastrico nel sistema respiratorio, sono possibili gravi conseguenze.

Complicanze dell'anestesia regionale (spinale ed epidurale)

  • un forte calo del livello di pressione sanguigna nella madre, in relazione a questo, il bambino ha la seguente complicazione;
  • ipossia o carenza di ossigeno;
  • complicanze neurologiche nella mamma: dolore alla testa e alla schiena. Gli anestesisti notano che con l'anestesia spinale con taglio cesareo, il dolore alla testa è notato più spesso, ma meno intenso rispetto all'anestesia epidurale;
  • avvelenamento con anestetici tossici quando un gran numero di loro entra nella circolazione sistemica. Ciò è possibile con danni accidentali alle vene nello spazio epidurale con anestesia epidurale;
  • blocco spinale - forte dolore associato al fatto che quando un guscio duro del midollo spinale viene perforato, grandi dosi di anestetici entrano nel liquido cerebrospinale. Di norma, questa complicazione si osserva quando si utilizza l'anestesia epidurale, quando la puntura della membrana viene fatta in modo errato, a seguito della quale la donna potrebbe interrompere la respirazione e le palpitazioni se l'aiuto non viene fornito in tempo.
  • inibizione dell'attività del bambino, a causa degli effetti dei farmaci.

Il taglio cesareo, sebbene sia stato elaborato, è ancora un'operazione addominale complessa, in cui non si sentono uno, ma due organismi: madre e bambino. Come con qualsiasi intervento chirurgico, qui sono possibili complicazioni di vario grado..

Sfortunatamente, non possiamo prevedere in anticipo come si comporterà il corpo della madre, quali ulteriori fattori sorgeranno durante l'operazione e come avverrà il recupero. Ma è in nostro potere studiare le informazioni su questo problema, sapere quali complicazioni si verificano dopo un taglio cesareo e monitorare attentamente le nostre condizioni al fine di riconoscere e cercare aiuto in tempo.

Si consiglia di leggere: Anestesia del taglio cesareo: anestesia generale e anestesia regionale

Up